giovedì 29 dicembre 2011

i Due libri in uscita a gennaio: Tutto ciò che sono e I Frank. Storia della famiglia di Anne Frank

Sarà che il periodo fascista e le vicende drammatiche degli ebrei mi interessano sempre moltissimo, ecco due libri che hanno al centro proprio quella triste parte della nostra Storia.

Sono in uscita a gennaio.
il primo è
TUTTO CIO' CHE SONO DI ANNA FUNDER
Tutto ciò che sono
Anna Funder ci offre un romanzo che racconta uno dei più cupi periodi della storia tedesca attraverso la lotta di quattro giovani contro l'ascesa di Hitler e della dittatura nazista. Basata su fatti realmente accaduti, la vicenda dei quattro ragazzi ci porta dritti nel cuore della prima resistenza al potere nazista. Siamo nella Repubblica di Weimar e la società brancola nel caos, attraversata da fermenti contrastanti e pronti a esplodere. Sullo scenario dell'inarrestabile ascesa del nazismo, la lotta clandestina di Dora Fabian e dei suoi compagni di una vita brilla di un entusiasmo puro e scanzonato, di un eroismo e una passione per la libertà unici. Le loro vicende umane e politiche, segnate dall'amore così come dalla sofferenza dell'esilio, del distacco e della persecuzione, ci accompagnano fino al tragico epilogo facendoci respirare l'atmosfera cupa della dittatura nazista, portandoci nel vivo degli intrighi e dei misteri del regime e restituendoci i ritratti indimenticabili di quattro giovani irriducibili.

Un romanzo commovente: LA BAMBINA CHE SALVAVA I LIBRI

La bambina che salvava i libri



Titolo
La bambina che salvava i libri

Autore Zusak Markus

Prezzo € 18,00
pagine: 563

Editore Frassinelli (collana Narrativa)



Confesso che spesso una cosa che mi attira dei libri è la cover: quantomeno mi spinge a prenderlo in mano, speranzosa che si tratti di una trama bella ed interessante, poi magari non lo è e... ciao ciao, però almeno "l'occhio vuole la sua parte"!!! Ecco una copertina che mi intriga.. e la trama anche...!!!

Fu a nove anni che Liesel iniziò la sua brillante carriera di ladra. Certo, aveva fame e rubava mele, ma quello a cui teneva veramente erano i libri, e più che rubarli li salvava. 
Il primo fu quello caduto nella neve accanto alla tomba dove era stato appena seppellito il suo fratellino. Stavano andando a Molching, vicino a Monaco, dove li aspettavano i loro genitori adottivi. Il secondo, invece, lo sottrasse al fuoco di uno dei tanti roghi accesi dai nazisti. 

IL COLORE DELLA MEMORIA

Ecco uno di quei libri che sono finiti nella lista dei "libri desiderati"...., sperando diventi "libri letti", quantomeno nel 2012, visto che il 2011 è praticamente terminato.


 Il colore della memoria di Care Santos  
Casa editrice: Salani 
Pagine: 456
Prezzo: € 18,60


Un grande romanzo con l'irresistibile fascino di Barcellona. Dopo Carlos Luis Zafón e Ildefonso Falcones, dalla Spagna un nuovo best seller dalle atmosfere mediterranee. 
Un'avvincente saga familiare, vita, amori, passioni artistiche, spiritismo, viaggi, la guerra civile, ricchezze perdute e fantasmi in un intreccio senza respiro. 
Una grande storia di famiglia sulla vita e il tempo che scorre. Barcellona, 1932. 
In una vigilia di Natale apparentemente simile alle altre, Maria del Roser Golorons vedova Lax esce con la fedele domestica Conchita per trascorrere tutta la giornata ai Grandi Magazzini El Siglo, inconsapevole degli eventi che stanno per travolgere la sua famiglia e la sua città.
 Pochi anni più tardi, alle soglie della guerra civile, il celebre pittore modernista Amadeo Lax dipinge il suo capolavoro in ricordo della moglie Teresa che lo ha abbandonato: un affresco superbo, fatto di luci intense e contrasti imprevisti, che nella sensualità del tratto nasconde un'oscurità indecifrabile. 

Memorie di una cortigiana

Memorie di una cortigiana
di Priya Parmar
Trama:
Attrice di teatro, amante di Carlo II, beniamina del pubblico: questa è la storia di Nell Gwyn, la ragazza del popolo che stregò la corte d'Inghilterra. 
Londra, 1663: Nell Gwyn ha tredici anni e la sua esistenza è tutt'altro che facile: cresciuta in uno squallido sobborgo con la madre e la sorella, si guadagna la giornata vendendo arance al Royal Theatre di Covent Garden.
Lì, con il suo cesto tra le braccia, il naso per aria e lo sguardo incantato di chi si aspetta ancora tutto dal destino, Nell si lascia ammaliare dalla magia del teatro. 

giovedì 22 dicembre 2011

Brasile: bimbo nato con due teste sta bene!!






Ecco una di quelle notizie che  ... non sai come accogliere: felicità per la nascita di un bimbo ... o tristezza perchè questo bambino è, come dire, "molto speciale"???
Riporto la storia così com'è...
In un paese a nord del Brasile una mamma - che ha già tre figli - ha partorito il proprio figlio... che però è nato con due teste..!
La donna, durante la gravidanza, non si era sottoposta ad ecografie, ma un certo punto, a causa di dolori molto forti, è dovuta andare in ospedale e lì ha scoperto che il piccolo che portava in grembo aveva questa deformità...

Curiosità dal mondo dell'infanzia...



Una cosa molto interessante scoperta dall'università americana John Hopkins va a smentire - almeno così pare - una delle convinzioni più radicate circa il mondo dell'infanzia: un bambino molto piccolo, dal momento in cui una persona o un oggetto prima presenti nel suo campo visivo, a un certo punto "spariscono" e il bambino non li vede più, è come se essi smettessero di esistere per lui: il piccolo non ci pensa più!!!Se lui ti vede, esisti, sennò.... niente!

Beh, pare che le cose non stiano propriamente così, stando alle ultime ricerche su neonati: cosa accade allora nella mente di un pargolo quando un oggetto o una persona da lui visti in un certo momento, qualche minuto dopo non ci sono più?
Il bambino si dimentica di averli veduti?
Per lui è "come se non esistessero"?
Secondo i ricercatori, no!!
Nella mente dell'infante è come se vi fossero dei "puntatori" grazie ai quali il bambino "conserva" in memoria ciò che ha visto e che poi "sparisce" dalla sua vista, come se registrasse sensazioni e percezioni di ciò che si è momentaneamente allontanato.
In pratica, il piccolo continua ad avvertire la presenza della persona o della cosa "sparita" e questo molto probabilmente è frutto di un inconscio meccanismo di difesa che aiuta il bimbo a restar calmo al  pensiero che la mamma o chi per lei si è solo allontanata, che tornerà in qualsiasi momento...: è semplicemente andata nella stanza accanto...!!

martedì 20 dicembre 2011

Dal ciclo de "Il cimitero dei Libri dimenticati": "Il prigioniero del cielo"



Per chi ha amato romanzi quali "Il gioco dell'angelo" e "L'ombra del vento" di Carlos Ruiz Zafòn, sicuramente apprezzerà l'ultima sua opera, "Il prigioniero del cielo", uscito nelle libreria spagnole dalla metà di novembre, con un prezzo effettivamente non proprio alla "portata" di tutti (28 euro).
Ad ogni modo, questo romanzo si colloca nel ciclo de "Il cimitero dei libri dimenticati" e l'autore riprende l'alone di mistero presente nei precedenti libri, donando però al lettore, questa volta, la chiave di lettura di tutti i misteri e le ambiguità volutamente presenti soprattutto ne "Il gioco dell'angelo".
Lo stesso Zafòn definisce questa sua ultima opera (ultima per il momento, s'intende) più divertente, e dinamica rispetto alla precedente, che vuole "trasmettere emozioni, avventura, humor, magia e amore".

venerdì 2 dicembre 2011

Nelle mani di chi è il tuo destino?




"Ecco, il ti ho scolpita

sulle palme delle mie mani …”

Isaia 49:16
La risposta in merito al tuo destino è scolpita direttamente nelle mani forate di Gesù. Queste mani forate ti attestano che ti ama e che vuole salvarti per farti entrare in un glorioso destino!

Quando diventi un discepolo di Gesù, ricevi il meraviglioso regalo di Dio: “La vita eterna”. Non ti devi più preoccupare della tua eternità perché il tuo nome è ormai scritto nel «libro della vita» (Filippesi 4:3).

Circa duemila anni fa, Dio ha messo “una croce” davanti al destino degli uomini. Gesù si è offerto in sacrificio per salvare te!

Risorto, è vivente per sempre e desidera dimorare nel tuo cuore.

È risalito al Padre per prepararti un posto in Cielo.

Quindi, c’è davvero un futuro, un avvenire nell’aldilà, dopo la morte!

Ed è pure un avvenire glorioso!

Non dubitare delle promesse di Dio che riguardano il tuo destino!

Guarda che cosa ha dichiarato Dio sulla città di Gerusalemme, per bocca del suo servo, il profeta Isaia:

«Una donna può forse dimenticare il bimbo che allatta, smettere di avere  pietà del frutto delle sue viscere?  Anche se le madri dimenticassero, non io dimenticherò te.
Ecco, io ti ho scolpita sulle palme delle mie mani …» (Isaia 49:15-16)

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...