sabato 29 settembre 2012

DAL 1° OTTOBRE, L'IMPRONTA DELLA VOLPE di M. Konatè



Nuovo arrivo in casa Del Vecchio Editore!

L'IMPRONTA DELLA VOLPE
di Moussa Konatè

Limpronta della volpe def
Ed. Del Vecchio
200 pp
13 euro
USCITA 1° OTTOBRE 2012
Trama

C’è un popolo con radici ben salde e tradizioni antichissime nel cuore del Mali: i Dogon
Vivono nella regione della falesia di Bandiagara, a sud del fiume Niger, in villaggi costruiti con il fango. 
In uno di questi villaggi tre ragazzi trovano la morte in circostanze particolari nel giro di poche ore. Tutti hanno visto ma nessuno sembra sapere niente. 
Il caso viene assegnato dalle autorità maliane al commissario Habib e all’ispettore Sosso
La loro indagine è un’immersione completa nella vita dei Dogon: il paesaggio, i colori, i suoni, gli abiti, le maschere, i riti. Il tempo lì sembra essersi fermato; le credenze animistiche, i riti di divinazione e la magia hanno grande rilevanza. 
I due detective devono districarsi fra razionalità e credenza, scienza e tradizione. 
È sullo sfondo di una battaglia atavica fra interessi economici, spesso nascosti sotto il vago termine di progresso, e autonomia e autodeterminazione dei popoli, che questo giallo si dipana. 
Insieme al comandante Habib, e grazie ai suoi straordinari dialoghi con le autorità del luogo, intuiamo che la razionalità occidentale non può bastare, che dobbiamo essere disposti a rinunciare al giudizio e alle nostre sicurezze, per capire, sentire e accogliere una cultura antica e ancora per certi versi misteriosa come quella africana.

LEGGI UN ESTRATTO

L'autore.
Moussa Konaté ha insegnato alla École Normale Supérieure di Bamako, è il direttore della Association Étonnants Voyageurs Afrique (Amazing Travellers Africa Association) e, insieme a Michel Le Bris, è l’organizzatore del Festival Étonnants Voyageurs, una vivace fiera libraria internazionale. I romanzi polizieschi di Moussa Konaté sono pubblicati in Francia nella prestigiosa collana Série Noir della Gallimard, una garanzia di qualità letteraria. In Italia, è uscito per i tipi di E/O La maledizione del dio del fiume.

Fiabe intramontabili ...



Stamattina mi son venute in mente alcune fiabe di Esopo... ^_^

Esopo, favolista greco (VI sec. a.C.). Secondo una tradizione biografica romanzesca, fu di origine frigia, schiavo e gobbo. Visse a Samo, ma viaggiò in Oriente e in Grecia. Sarebbe morto in seguito a un processo per furto intentatogli dagli abitanti di Delfi, da lui beffati. Sono giunte sotto il suo nome centinaia di favole, che costituiscono il corpus Aesopianum: si tratta per lo più di ingenui e garbati apologhi di animali (sostituiti agli uomini e operanti come gli uomini), ispirati a una morale comune e popolare.

La favola di Esopo consiste nella narrazione agevole e piana di una semplice vicenda, i cui protagonisti sono generalmente animali (leone, cane, volpe, rana, ecc.), ma talvolta anche uomini, per lo più identificati attraverso la loro professione (vasaio, pescatore, pastore, taglialegna, ecc.).
Nei brevi quadri, che mostrano grande naturalezza evocativa e profonda conoscenza delle passioni umane, e dove gli animali sono caratterizzati attraverso una tipologia psicologica convenzionale, la favola si conclude secondo i canoni di etica pratica, ma non priva di una sua rilevanza, i cui intenti di ammaestramento furono sottolineati, in età più tarda, da un esplicito enunciato morale, sorto nell'ambito della scuola.

Esopo dovette scrivere in ionico, ma la stesura originaria delle sue favole subì alterazioni e contraffazioni di ogni genere tanto che è impossibile rintracciare la fisionomia genuina dello scrittore: egli non è, per noi, che un nome sotto il quale è stata tramandata una produzione favolistica anonima, scritta in tempi diversi. Edizioni alterate delle sue favole si ebbero sin dal VIV sec. a.C.

Esopo, dallo spirito argutissimo e geniale, compose numerose favole, spesso riferite agli animali, ma con trasparenti allusioni al mondo degli uomini.  Le redazioni a noi giunte delle favole di Esopo sono dell'età ellenistica: si tratta di 400 favole brevi e di stile sobrio, concluse da una breve morale. 
I personaggi sono per lo più animali, ma anche uomini e dèi, o piante.

Ed ecco due fiabe...

venerdì 28 settembre 2012

In arrivo I FIGLI DELLA LIBERTA' (J. Whyte)



Avete visto BRAVEHEART - Cuore impavido con l'impareggiabile Mel Gibson?
Io ce l'ho ancora nelle orecchie e davanti agli occhi l'immagine di Wallace che urla...: 

Certo, chi combatte può morire… chi fugge resta vivo, almeno per un po'… 
Agonizzanti in un letto, fra molti anni da adesso… 
siete sicuri che non sognerete di barattare tutti i giorni 
che avrete vissuto a partire da oggi per avere l'occasione, 
solo un'altra occasione, di tornare qui sul campo, 
ad urlare ai nostri nemici che possono toglierci la vita 
ma non ci toglieranno mai la libertà!

Bene, ecco un romanzo che parla di lui!!

I FIGLI DELLA LIBERTA'
Le cronache di Braveheart
di Jack Whyte

I figli della libertà
The Forest Laird
Ed. Piemme
Collana Narrativa (Storica)
Trad. di C. volpi
504 pp
19.50 euro
USCITA 2 OTTOBRE 2012
Trama

«Noi possediamo le terre in cui viviamo. E finché Dio stesso non ci caccerà, avremo il nostro orgoglio, la nostra integrità di uomini e la nostra libertà. Per tutto questo vale la pena combattere.» Scozia, 1285.
Il giovane William Wallace è in fuga dalle terre di Carrick con il cugino James dopo il barbaro massacro della sua famiglia a opera di alcuni inglesi. 
È pomeriggio inoltrato, l’ora in cui il sole allunga le ombre sui pendii delle colline, quando il valoroso arciere Ewan Scrymgeour, un tempo al servizio di Edoardo d’Inghilterra, lo salva dalle insidie della foresta e ne diventa tutore e maestro. 
Il segreto desiderio di William è però quello di vendicare il torto subito: abbandona gli studi e si dedica interamente alla disciplina del tiro con l’arco, sotto la preziosa guida di Ewan. 
Carattere ostinato, straordinario valore e un temperamento di rara e incondizionata forza lasciano intravedere il glorioso destino che lo attende.
Ingiustamente ricercato come fuorilegge, William raduna nel cuore della foresta di Selkirk, nel sud della Scozia, le prime vittime della crescente prepotenza inglese, che, nel nome di un fittizio accordo tra corone e false promesse scambiate tra sovrani, mira a occupare e sottomettere, tra presagi e venti di guerra, l’intera nazione. 
Da quelle terre selvagge del sud inesplorato muoverà il destino di Wallace, orgoglioso e ribelle, costretto a diventare eroe, simbolo e guida di un popolo verso la libertà.


Cover straniere.

1
2

L'autore.
JACK WHYTE, nato in Scozia, nel 1967 si è trasferito in Canada, dove, dopo un anno di insegnamento, si è dedicato al teatro, alla musica e alla scrittura. Da sempre interessato alle saghe arturiane, ha ottenuto uno straordinario successo con la pubblicazione di Le Cronache di Camelot, bestseller internazionale, con i quattro volumi della serie dedicata a Lancillotto e con la raccolta della trilogia dei Saint-Clair, sulla figura dei Templari, mito dell’immaginario occidentale. La nativa Scozia è invece teatro de Le Cronache di Braveheart, cui appartiene I figli della libertà. Vive a Vancouver, è sposato e ha cinque figli.

Presto in edicola I Grandi Storici Seduction firnati Hm



Lettrici romantiche, tra non molto in edicola troveremo romanzi pieni di passione, intrisi di storia, firmati Harlequin Mondadori!
hm

L'ANGELO DEL PECCATO
di Ann Lethbridge

Ed. Hm
5.40 pp
In edicola dal 10 ottobre 2012
Trama

Inghilterra, 1816/1819 - Dopo un terribile scandalo che ha sconvolto la sua vita, Lord Robert Mountford si è ritirato nella tenuta di Wynchwood, nel Kent, dove finge di essere il guardiacaccia. Poi incontra per caso Frederica Bracewell, e quella giovane così diversa dalle raffinate fanciulle del ton sembra avere su di lui l'effetto di un sortilegio: fissando il suo viso d'angelo, infatti, a Robert è venuta voglia di posare le labbra sulla morbida bocca imbronciata e di sciogliere i suoi capelli per farne l'unico vestito con cui coprire quel corpo voluttuoso. 
I giorni passano, ma pensieri erotici continuano a turbarlo e così, quando si rivedono e lei gli propone di fare da modello per un disegno, mille idee peccaminose gli invadono subito la mente...

Ann Lethbridge ha trascorso la propria giovinezza nel Regno Unito ma  ora vive in Canada, ha un marito e due figlie belle e un terrier maltese chiamato Teaser, che ama sedersi su una sedia accanto al computer mentre lei scrive le sue storie; privilegia l'epoca Georgiana e ama il lieto fine nelle sue storie! 

INNOCENZA PERDUTA
di Louise Allen

Ed. Hm
Miniserie "Pericolo e seduzione" vol. 2
5.40 euro
In edicola dal 10 ottobre 2012
Trama

Inghilterra, 1809 - Scampata al naufragio della nave su cui era imbarcata, Averil Heydon si ritrova in una situazione a dir poco compromettente. Oltre a essere bloccata su un'isola sperduta con un gruppo di uomini, infatti, è il loro tenebroso capitano, Luke, a prendersi personalmente cura di lei. 
E il bizzarro rapporto fatto di desiderio e senso del dovere che si instaura tra loro li trascina a poco a poco in una rovente spirale di passione. 
Ma nonostante il fascino magnetico che quell'uomo dalla voce sensuale e dal fisico scultoreo esercita su di lei, Averil sa di dover resistere con tutte le proprie forze alle erotiche sensazioni che Luke le scatena dentro. 
Anche se accettare una vita senza passione le appare sempre più come una condanna insopportabile..

L'autrice.
Louise Allen ha iniziato a cimentarsi con la scrittura all'età di 8 anni: 3 pagine di un improbabile romanzo medievale ambientato in un castello locale.
Con una laurea in geografia e archeologia, i paesaggi hanno una notevole influenza nei suoi romanzi, e l'idea della trama e dei personaggi spesso nasce direttamente dai posti che visita: Venezia, la Borgogna, le isole greche...
Louise vive in un paese del Bedfordshire con il marito che non è solo un meraviglioso cuoco, ma incarna perfettamente l'idea di eroe romantico che ritroviamo poi nelle sue storie.

IF I WAS A BOOK (4)


IF I WAS A BOOK ....
Se fossi un libro in questo periodo della mia vita, sarei....

LA STRADA DEI DESIDERI SEGRETI
di Jean Kwock

La strada dei desideri segreti
Girl in traslation
Ed. Piemme
Collana Narrativa
Trad. di Isabella Vaj
208 pp
16.50 euro
2010
Trama

Quando la piccola Ah-Kim, orfana di padre, lascia a undici anni Hong Kong per emigrare a New York con la madre, il suo nome diventa Kimberly.
È il primo tentativo di adattarsi a una realtà completamente nuova e diversa, dove le aspettative comuni a ogni sogno americano si infrangono nell’impatto con una realtà di sacrifici, miseria e sfruttamento.
Ad attendere madre e figlia, garbatamente messo a disposizione – a pagamento – dalla ricca “zia d’America” che ha sovvenzionato il loro viaggio, è un infernale bilocale abitato da topi e scarafaggi e privo di vetri e riscaldamento. 
Sempre la zia si occupa sollecita di offrire loro un impiego: un lavoro massacrante nella polverosa e affollata sartoria che gestisce con pugno di ferro. 
Tutto è estraneo e ostile, ma Kimberly ha un innegabile talento: le piace studiare, impara in fretta e ha un’incredibile resistenza nei confronti delle avversità. 
E così, pian piano, riesce a superare le difficoltà che incontra a scuola, nelle relazioni con compagni e insegnanti, la fatica di lavorare ogni sera fino a tardi per aiutare la madre, assai più fragile di lei, la vergogna per la miseria, che non aveva mai sperimentato. 
Finché, grazie a un’inaspettata borsa di studio, la vita cambia e Kim, con la sua adorabile lievità, l’incrollabile dignità e il senso dell’ironia che la accompagna anche nei momenti più tragici, potrà finalmente emergere alla luce e dare forma al proprio destino.


L'Autrice.
Jean Kwock è nata a Hong Kong. Quando aveva cinque anni è emigrata con la famiglia a Brooklyn e, come la protagonista del suo romanzo, ha lavorato a lungo in una sartoria di Chinatown nelle ore che le lasciava libera la scuola. Una lunga serie di borse di studio e un infinito numero di lavoretti, svolti mentre studiava, le hanno permesso di laurearsi in letteratura americana a Harvard, con un master in scrittura creativa alla Columbia University di New York. Ora vive in Olanda, dove insegna all’università di Leida. Ha pubblicato racconti su molte riviste letterarie. La strada dei desideri segreti è il suo primo romanzo, accolto entusiasticamente negli Stati Uniti e in corso di pubblicazione in dodici Paesi.

PERCHE' QUESTO LIBRO?
Beh, principalmente per il titolo: è una fase della mia vita in cui sento sempre più forte la sensazione che certi desideri, che difficilmente condivido apertamente qualcuno, stanno facendo capolino con insistenza e vorrei poter avere il modo (la strada...?) per realizzarli, trovarli...!

E poi, leggendo la trama, mi piace l'idea del "riscatto" morale e sociale della protagonista, che con la sua tenacia e caparbietà riesce a trovare la propria strada e a realizzare i propri "desideri segreti", proprio quando meno se lo aspettava! 
Ecco, vorrei provare una sensazione così! ^_^

E TU CHE LIBRO POTRESTI ESSERE??

Annotazione letteraria: DELIRIO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE



Ma quant'è bello scoprire libri di cui ignoravi l'esistenza!
L'annotazione di oggi riguarda un libro molto romantico e frizzante allo stesso tempo, almeno dalla trama!
Ed onestamente, sono in un periodo di "fame sentimentale" ma sempre senza troppe sdolcinatezze!!

DELIRIO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
di David Safier

Ed. Sperling&Kupfer
Superbestseller
304  pp
9,50 euro
2012

Un romanzo classificato tra i più divertenti del mondo, 
un passaparola travolgente da un milione di copie
Trama

La convivenza tra un uomo e una donna - si sa - può essere un vero incubo.
Ma che cosa accadrebbe se i due si ritrovassero a condividere addirittura lo stesso corpo? 
È quello che succede a Rosa, giovane maestra dal cuore infranto, quando decide di farsi ipnotizzare da un sedicente mago per dimenticare i suoi problemi sentimentali: si ritrova catapultata nella Londra del XVI secolo e imprigionata nel corpo di un uomo. 
E non di un uomo qualunque, bensì di William Shakespeare! 
Per colpa di un bizzarro sortilegio, Rosa non potrà tornare indietro finché non avrà assolto un piccolo, semplice compito: scoprire che cos'è il vero amore. 
Impresa tutt'altro che facile, soprattutto perché la poveretta dovrà farlo vestendo i panni dell'illustre scrittore, in un'epoca che conosce soltanto attraverso vaghe reminiscenze scolastiche, per di più circondata da damigelle ansiose di conquistare il cuore - e non solo del bel bardo. 
Eppure, mentre Rosa si barcamena alla meno peggio tra duelli, incontri galanti e intrighi di corte, cercando nel frattempo di tenere a bada l'esuberante spirito di Shakespeare - per nulla felice che una donna abbia il controllo della sua vita! -, fra loro nascerà la storia d'amore più tenera e originale di tutti i tempi.

L'autore.
DAVID SAFIER, nato nel 1966, vive a Brema con la moglie e i figli ed è un affermato sceneggiatore, autore fra l'altro della premiatissima serie tv Lolle, vincitrice del Grimme-Preis della televisione tedesca e di un International Emmy Award. Dopo lo straordinario successo del primo romanzo, L'orribile karma della formica, diventato in breve tempo un clamoroso bestseller internazionale, ha scritto L'orribile attesa del Giudizio Universale e Delirio di una notte di mezza estate.

CHE NE DITE?
POTREBBE PIACERVI? ^_^

ANNOTAZIONE LETTERARIA: "LA FORESTA DEGLI AMORI PERDUTI"



Web-vagando, eccomi giunta a un libro il cui titolo mi ha rapita; ad esso, si aggiunge una trama anch'essa molto carina!
E' un libro indirizzato anzitutto ad una fascia più giovane!

LA FORESTA DEGLI AMORI PERDUTI
di Carrie Ryan

La foresta degli amori perdutiLa foresta degli amori perduti

La foresta degli amori perduti
Ed. Fanucci
Collana Teen Internaional
Trad. di C. Genovesi
304 pp
16 euro
2011
Aprire La Foresta degli amori perduti è come rompere il vaso di Pandora: una sensazione confusa di oscurità unita a un po’ di speranza. È un romanzo ben costruito, intenso, che si legge tutto d’un fiato. L’ho veramente apprezzato. - Melissa Marr, autrice dei bestseller Wicked Lovely e Ink Exchange

Intelligente, dark e incantevole, La Foresta degli amori perduti passa senza sforzo dall’horror alla bellezza. I lettori non dimenticheranno molto presto il mondo di Mary  - Cassandra Clare, autrice del bestseller Città di ossa, della serie Shadowhunters.

Dark, sexy e spaventoso. Soltanto uno Sconsacrato potrebbe stroncare questo libro.- Justine Larbalestier



Un romanzo tanto cupo quanto avvincente, commovente e intenso. - Publishers Weekly

Trama

Nel mondo di Mary ci sono delle semplici verità e un bellissimo ricordo. 
La Congregazione delle Sorelle sa sempre cos’è meglio, i Guardiani proteggono e servono, e il racconto della madre, persa nella Foresta, sul colore e l’odore dell’oceano è sempre nella sua mente. 
E bisogna sempre sorvegliare il recinto che circonda il villaggio, che lo protegge dalla Foresta e da coloro che la abitano, gli Sconsacrati. 
Ma poco a poco le verità di Mary cominciano a crollare. 
Imparerà presto cose che non avrebbe mai voluto sapere sulle Sorelle e sui loro segreti, sui Guardiani e sul loro potere. E quando il recinto verrà aperto, conoscerà gli Sconsacrati e ciò che li anima. 
Dovrà scegliere tra il villaggio e il proprio futuro, tra colui che ama, Travis, e chi è innamorato di lei, Harry, il fratello maggiore di Travis. 
E infine dovrà affrontare la verità su ciò che nasconde la Foresta e sul destino di sua madre, che per amore del compagno, preso dagli Sconsacrati, finisce in un mondo pieno di insidie, fascino e mistero.


Cover US

La foresta di mani e denti
Us Paperback
The Forest of Hands and Teeth
Us Hardcover

L'autrice.
CARRIE RYAN, nata a cresciuta a Greenville, South Carolina, si è laureata al Williams College e presso la Duke University Law School. Vive a Charlotte, North Carolina, con il fidanzato e due gatti. Il suo sito personale è www.carrieryan.com. La foresta degli amori perduti – arrivato la nono posto della prestigiosa classifica del New York Times – è il primo romanzo di Carrie Ryan pubblicato da Fanucci Editore.




Narrando l'Oriente: ICHIKAWA TAKUJI



Oggi, per la rubrica "orientale", presenterò un autore molto apprezzato...: Ichikawa Takuji.
Takuji

Takuji Ichikawa è nato a Tokyo nel 1962 e si è laureato in economia all'università di Dokkyo. Nel 1997 ha iniziato a pubblicare romanzi in internet, finchè nel 2002 è uscito nelle librerie il suo primo, Separation. Quando cadrà la pioggia, pubblicato in Giappone nel 2003, ha raggiunto nel 2005 la 24° edizione. Ne sono stati tratti un film, una fiction, un manga e ha subito attirato l'attenzione internazionale.







Ed. Salani
265 pp
13 euro
2008
QUANDO CADRA' LA PIOGGIA

«Potreste incontrarvi ancora mille volte, e ogni volta verreste rapiti l’uno dall’altra.» Puntò il dito tremolante all’orizzonte. 
«Così. Come il cielo e il mare, una cosa sola. 
In qualsiasi momento, in qualsiasi luogo.» 
Siamo tutti alla perenne ricerca di quel solo e unico compagno.

Trama
Takumi e Yuji, un giovane padre e il suo bambino, sono rimasti soli: la dolce Mio, moglie e madre, è morta a soli ventotto anni per una malattia tanto fulminea quanto inspiegabile. 
Ma prima di andarsene per sempre Mio ha fatto una promessa: Quando cadrà la pioggia tornerò
E inspiegabilmente, ad appena un anno dalla sua morte, con l'arrivo della stagione delle piogge, una creatura identica a lei, con il suo viso e i suoi occhi, ricompare al loro fianco. 
Un fantasma, pensa sbalordito Takumi. 
Ma questa nuova Mio è fatta di carne e sangue, anche se non ha memoria di nulla; così Takumi, pazzo di gioia per quell'assurda, insperata seconda possibilità, decide di raccontarle tutta la loro storia: come si sono incontrati, come è nato il loro amore, come hanno finito per sposarsi... e mentre Takumi racconta, rinnova l'incanto dell'incontro, il magico gemellaggio di due anime, la tragedia della separazione. 
E il miracolo della ricomparsa di Mio, la sua profezia, il mistero un mistero che Mio scioglierà in un finale capace di piegare il nostro cuore e demolire le nostre certezze.

Altre cover:

Ed. Superpocket
Quando cadrà la pioggia tornerò
Ed. Tea
2011














Sono tornata, amore
Ed. Salani
Collana Romanzo
264 pp
16 euro
2011
SONO TORNATA, AMORE

Trama

Tre amici si ritrovano dopo diciassette anni. 
Karin è una famosissima modella sotto il nome d'arte di Morikawa Suzune, Satoshi, proprietario di un negozio di piante marine e Yuji, appassionato disegnatore. 
Tutti e tre si sono dimenticati gli uni degli altri finché un giorno Karin si presenta improvvisamente al negozio di Satoshi in cerca di un lavoro. 
Passando il tempo insieme a lei, Satoshi ricorderà Karin e Yuji, i suoi migliori amici dell'infanzia, le lunghe giornate trascorse insieme e le tante promesse che si erano scambiati…

AVETE LETTO QUESTO AUTORE? 
COSA NE PENSATE?

giovedì 27 settembre 2012

COVER: DIAMOGLI UN OCCHIO ^_^

Sono al limite dei miei orari di "libertà"! ^_^
Tra poco verrà la puella del doposcuola, ma prima cerco di condividere con voi lettori le cover che mi hanno colpito di più ultimamente!!
Anche questa volta saranno a tema, cioè in comune esse avranno tutte "gli occhi"!!

Tutte loro mi colpiscono per qualcosa: la prima per quell'azzurro che mi dà un senso di "magia", la seconda per quello sguardo triste con tanto di lacrima...,  la terza è bella perchè divinamente autunnale, l'ultima per quegli occhioni blu e i colori chiari, sul rosa e lilla....
Se dovessi scegliere, però, credo opterei per la terza, Whispers in autumn!!

E A VOI, PIACE QUALCUNA DI QUESTE!??

Winter Omens
Trisha Leigh
Serie: The last year n.2
398 pp
Sett. 2012

Past undone
Vivianne Brentanos
e--book
Giugno 2012

Whispers in autumn
Trisha Leigh
Serie: The last year
388 pp
Luglio 2012

Pretties
Scott Westerfeld
384 pp
Serie Uglies n.2
Ottobre 2010

DA OGGI IN LIBRERIA "WOLFSBANE", di Andrea Cremer



Ancora una segnalazione per le uscite di oggi!
Ecco il sequel di Nightshade: siamo così al secondo libro della serie che ha come protagonisti i licantropi, così formata:

1. Nightshade
2. Wolfsbane
3. Bloodrose, inedito in Italia
4. Rift (Prequel), inedito in Italia
WOLFSBANE
di Andrea Cremer

Wolfsbane
Ed. De Agostini
Collana Le gemme
480 pp
14.90 euro
USCITA 27 SETTEMBRE 2012
Trama

Quando Calla si risveglia nel quartier generale dei suoi acerrimi nemici, pensa di avere le ore contate. Contro ogni ipotesi, però, i Cercatori le fanno una proposta che, oltre a consentirle di rimanere in vita, le permetterebbe di portare in salvo il resto del suo branco. Il piano è rischioso e la battaglia potrebbe mietere più vittime del previsto, ma Calla sa che è l'unico modo per mettere fine a una guerra che va avanti da secoli. Chi sarà a pagare il prezzo del suo tradimento? L'impetuoso Shay, deciso a ogni costo a rimanere al fianco della ragazza che ama, o il fedele Ren, rimasto indietro a coprire la fuga dei due amanti?

L'autore.
Dopo un'infanzia sognante e trascorsa tra i boschi e le rive del Nord Wisconsin, Andrea Cremer si è dato anima e corpo alla scrittura solo di recente; vive in Minnesota. 

OGGI IN LIBRERIA: I SUSSURRI DELLA NOTTE (Jeaniene Frost)



Oggi in libreria c'erano non poche new entry!!
Vediamo alcune!!

Iniziamo con un fantasy che  farà gola di certo a molti appassionati del genere!!
e' infatti il 5° appuntamento della serie Night Huntress, così composta:

1.Halfwave to the grave (La cacciatrice della notte)
2.One foot in the grave (La regina della notte)
3. At grave's end (L'urlo della notte)
4. Destined for an early grave (L'odore della notte)
(1° spin off First drop of Crimson - Crepiscolo cremisi)
(2° spin off Eternal kiss of darkness - Il bacio eterno dell'oscurità)
5. The side of the grave (I sussurri della notte)
6. One grave at a time (non ancora pubblicato in Italia)

I sussurri della notte
Ed. Fanucci
Collana Tif Extra
Trad. di S. Demi
304 pp
9.90 euro
USCITA 27 SETTEMBRE 2012
I SUSSURRI DELLA NOTTE
di Jeaniene Frost

Trama

cover originale
Ormai diventata un vampiro a tutti gli effetti, Cat deve affrontare il problema della sua singolarità: lei non si nutre di sangue umano, ma di quello dei vampiri stessi, di cui assorbe poteri e abilità che non è ancora in grado di gestire. È per questo che Apollyon, il capo dei ghoul, non ha desistito dal suo proposito: continua a predicare che la Mietitrice Rossa è pericolosa perché ‘diversa’. Nel tentativo di sconfiggere Apollyon senza trasformarlo in un martire, Cat, Bones e tutta la loro squadra dovranno muoversi con molta cautela, capire da che parte sta, dopo la morte del suo signore Gregor, Marie Laveau – la regina dei ghoul di New Orleans, detta anche Majestic –, scansare gli attacchi di un altro clan che vorrebbe eliminare una volta per tutte la Mietitrice Rossa, e fare affidamento su tutti gli amici che possono trovare. A partire dal fantasma Fabian, sempre desideroso di dare una mano, e Dave, che si offre d’intrufolarsi come spia in un gruppo di ghoul fanatici... fino ad arrivare a Denise, con le sue nuove abilità di mutaforma e infine a Timmie, l’ex vicino di casa di Cat diventato un reporter freelance a caccia di scoop sui vampiri. 

L'autrice.
Jeaniene Frost vive in Florida con suo marito e il loro cane. Di sé le piace dire che, nonostante non sia un vampiro, ha la pelle molto chiara, adora vestirsi di nero e dormire di giorno. Fanucci Editore ha già pubblicato i precedenti volumi della serie Night Huntress. I romanzi di Jeaniene Frost sono stabilmente ai vertici della classifica del New York Times.
I sussurri della notteI sussurri della notte

Ecco un libro che non è un romanzo ma di certo garantisce tante risate!!

AMAI - U. Saba



Per la rubrica dei "Frammenti di libri...", oggi ho deciso di riportare non una frase tratta dal libro che sto leggendo - cosa materialmente impossibile in questo momento, che non sono a casa mia - ma di trascrivere una poesia di Umberto Saba, molto dolce.

AMAI

Amai trite parole che non uno
osava. M'incantò la rima fiore
amore,
la più antica difficile del mondo.
Amai la verità che giace al fondo,
quasi un sogno obliato, che il dolore 
riscopre amica. Con paura il cuore 
le si accosta, che più non l'abbandona.
Amo te che mi ascolti e la mia buona
carta lasciata al fine del mio gioco.

--

mercoledì 26 settembre 2012

Recensione "SUITE FRANCESE" di Irene Nemirovsky



Uno degli ultimi libri in lettura è stato SUITE FRANCESE di Irene Nemirovsky (QUI per la scheda del libro).
Ed eccomi giunta a condividere con voi il mio pensiero sul libro.

 SUITE FRANCESE
di Irene Nemirovsky


Ed. Adelphi
Biblioteca Adelphi
Trad. di L. Frausin Guarino
415 pp
20 euro
2005
Suite francese è un libro che ritrae la vita di alcuni francesi nel periodo della seconda guerra mondiale, nel periodo dell'occupazione tedesca in Francia (1940-'41).
Dalle prime righe emerge la sensibilità dell'Autrice, il suo saper cogliere i dettagli di situazioni, eventi, persone e saperli comunicare con uno stile mai pedante e noioso, anzi sempre chiaro, leggero e vivido.

Conosciamo immediatamente alcuni personaggi-chiave, che ci accompagneranno per buona parte del romanzo: c'è la famiglia Pericand, in particolare Charlotte, che si preoccupa unicamente dei figli e di tutto ciò che concerne la propria famiglia (ninnoli e beni materiali compresi...), guardando i "poveracci" con quel senso di compassione misto al pensiero "Menomale che non sono nelle loro condizioni!".
C'è suo figlio Hubert, col suo ardore giovanile di chi vuole avere il suo posto nella guerra, per uscirne a testa alta.
 C'è lo scrittore Gabriel Corte, con l'amante Florence, un uomo snob, arrogante spocchioso, che tratta tutti con disprezzo.
Ci sono i tranquilli e gentili coniugi Michaud, sempre uniti e pronti a vedere il lato positivo in ogni circostanza, per poter andare avanti con coraggio e dignità.

La narrazione procede con un ritmo pacato, senza fretta: c'è il tempo di assaporare tutto, di entrare appieno nello scenario descritto dalla Nemirovsky, in cui avvertiamo subito la tristezza, la paura della gente davanti alle conseguenze della guerra nella loro vita: gente disperata che fugge dai bombardamenti, che cerca rifugio.

Ognuno affronta le cose a modo suo: i poveri sono in un certo senso più "preparati", hanno le spalle più forti, già irrobustite e, per quanto spaventate, non si lasciano bloccare dalla paura; discorso diverso per i ricchi borghesi, come Corte ad es., che pretendono di mantenere le distanze dalla torma volgare anche in situazioni drammatiche come quelle indotte dalla guerra, in cui la sofferenza dovrebbe piuttosto avvicinare le persone, a prescindere dal ceto sociale.

Nel clamore del conflitto bellico, Irene ci lascia ascoltare le voci dei tanti personaggi, sulle cui esistenze e su cui pensieri scopre il velo, facendoci conoscere il loro carattere.

La tragicità di un evento quale la guerra - col suo carico di morte e dolore - può produrre nell'essere umano due reazioni: o piena solidarietà e condivisione di quel po' che ancora si ha o, al contrario, avidità, egoismo; o vien fuori tutta la nobiltà d'animo, lo spirito di sacrificio, il coraggio, o le peggiori brutture che da sempre sono comunque presenti nel cuore dell'uomo.

Orrenda e tristissima la sorte riservata a padre Philippe, che testimonia come non sempre la bontà e l'amore vengano ripagati allo stesso modo quando dall'altra parte ci sono dei cuori induriti dalla vita.
I giorni e le settimane passano e arriviamo alla fine dell'armistizio che vede la Francia occupata dai Tedeschi (1940).
Il vincitore che entra in casa dei vinti pretende ospitalità, rispetto, prende  tutto ciò che gli va, donne comprese.
La guerra - evento di per sè sempre e comunque anomalo - rende anomali anche i rapporti tra le persone; i francesi vedono gli "invasori" non come persone, bensì come esseri bruti senza sentimenti, che tengono i propri cari prigionieri.
Ma non tutti i francesi si tengono distanti dai tedeschi: ci sono donne, ad esempio, che ne diventano amanti, ricevendo tutto il disprezzo dei compatrioti.
Certamente, neanche tutti i tedeschi sono malvagi; l'Autrice ce li mostra come giovani, belli, efficienti, ligi al dovere ed umani anch'essi...!
E' ciò che vediamo in casa Angellier, dove la bella Lucile, sposata col figlio della signora Angellier ed ora prigioniero in Germania, instaura un legame d'affetto con l'ufficiale tedesco che vive in casa loro.
La guerra mette in luce le fragilità e le "piccole" incoerenze dell'animo umano; se è vero che i tedeschi e i francesi son disposti a fare buon viso a cattivo gioco, ad avere relazioni pacifiche in un momento storico tanto particolare, è pur vero che l'astio, nell'intimo del proprio cuore, resta e basterà la più piccola scintilla per dimenticare ogni presunta amicizia o conoscenza e far prevalere piuttosto i propri diritti.

Ciò che ne rimane, alla fine di ogni considerazione, è uno scenario di macerie morali oltre che materiali e questo è ben sintetizzato dalle parole che l'autrice mette in bocca all'ufficiale tedesco Bruno von Falk: "Ad ogni modo, ci saranno molta sofferenza, molta angoscia e molto sangue".
Tutti gli uomini, a prescindere se siano vincitori o vinti, occupati od invasori, francesi o tedeschi non desiderano altro che la fine della tragedia indotta dal conflitto bellico e il raggiungimento della tranquillità....

Si legge Suite francese accompagnati costantemente dalla consapevolezza di essere davanti ad un grande romanzo lasciato purtroppo incompiuto a causa delle drammatiche conseguenze della guerra sugli esseri umani; conseguenze legate alla follia dell'uomo, nel caso specifico della Nemirovsky mi riferisco alla follia dell'antisemitismo e alla distruzione di milioni di vite, nonchè di opere d'arte come questo romanzo.
Suite francese era stato concepito come un romanzo di 1000 pagine suddiviso in volumi; grazie all'appendice presente nell'edizione di Adelphi, ci è dato modo di leggere gli appunti della scrittrice in merito alla composizione di questa sua ultima opera: la genesi dei personaggi, le loro storie personali, le loro relazioni, i profili psicologici, il contesto, visto dalla prospettiva storica ma non solo, soprattutto come palcoscenico in cui si muovono e vivono degli esseri umani, con le loro vite quotidiane e i loro affetti.
L'intenzione di Irene era quello di scrivere un'opera in diversi volumi più che un unico tomo, così suddiviso inizialmente: Tempete, Dolce, Captivitè, Batailles e La paix.
Il lettore avrà modo di apprezzare solo le prime due parti.
Il 13 luglio 1942 i gendarmi francesi arrestano Irene, portandola prima a Pithiviers, poi ad Auschwitz, dove verrà eliminata il 17 agosto 1942. Anche suo marito Michel Epstein morirà nello stesso campo di concentramento, a novembre dello stesso anno.

Quest'opera incompiuta di una scrittrice dalla prosa realistica e dal ritmo impeccabile - a ragione accostata allo stile di Tolstoj o di Flaubert - giunge a noi dopo essersi conservata "miracolosamente" in una valigia, sballottata qua e là dalle due figlie di Irene, Elisabeth e Denise, costrette a nascondersi presso cantine e conventi per sfuggire ai nazisti; a loro dobbiamo la decifrazione (tutt'altro che semplice) del romanzo scritto in una grafia piccolissima su un quadernetto e quindi la pubblicazione postuma di Suite francese.


UNA CITAZIONE, UNA CANZONE: "QUANDO NASCE UN AMORE"



Citazione di oggi con annessa canzone!!
Scrivetemi anche voi la vostra citazione tratta dal libro che state leggendo o semplicemente una che amate: a quale canzone la assocereste?

La mia è tratta dal libro che ieri sera ho terminato, Suite francese di Irene Nemirovsky, p.140; nel leggerla, il mio pensiero è andato ad una bellissima canzone di Anna Oxa, "Quando nasce un amore".

"Di nuovo l'amore penetrava nel suo cuore

 come la pioggia in un terreno arido, 

dapprima goccia a goccia, 

aprendosi a stento una strada tra i sassi, 

poi, trovato il cuore, 

in un lungo scorrere precipitoso"


Prima che la storia abbia inizio (da IL PATTO)


Domani ci saranno in libreria tre nuove e bellissime uscite da parte della Leggereditore, tra cui IL PATTO di Julie Garwood (QUI per la trama).
E' da questo libro che traggo questa volta la  mia "epigrafe", vale a dire la citazione che l'Autrice trascrive "...prima che la storia abbia inizio"...!!

"Avevo ambizione,
il peccato per cui gli angeli caddero;
salii e, passo dopo passo, Signore,
ascesi all'inferno".

W.H. Davies, Ambition


PIU' DOLCE DELLE LACRIME di Nafisa Haji, dal 4 ottobre in libreria



Ad ottobre in libreria troveremo questo romanzo che promette di essere avvincente fino all'ultima pagina!

PIU' DOLCE DELLE LACRIME
di Nafisa Haji

Ed. Garzanti
Collana Narratori Moderni
Trad. di S. Beretta
336 pp
17.60 euro
USCITA 4 OTTOBRE 2012
«Un intreccio avvincente che unisce in maniera armonica
 religione, cultura e tradizione.»
«Publishers Weekly» 

«Un romanzo che rimane addosso anche a lettura finita.»
«Express Tribune»

Trama

Esiste un modo per non credere a quello che ci dicono i nostri occhi? Quelli di Josephine e del suo fratello gemello Chris sono due grandi pozze scure, due occhi color nocciola, come l'autunno. 
Due occhi che per i primi diciotto anni di vita non hanno mai avuto dubbi. La loro è una famiglia legata dall'amore, dalla fiducia, da precetti di fede che insegnano l'onestà e la trasparenza. 
Precetti che non ammettono il dubbio. 
Fino al giorno in cui a scuola non vengono spiegate le leggi di Mendel sulla genetica. 
E Josephine capisce che due genitori dagli occhi azzurri come i suoi non potranno mai e poi mai generare occhi scuri. 
In un primo momento la ragazza si limita a ignorare i sussurri del sospetto, fingendo di non vedere quello che ogni mattina si riflette nello specchio. 
Ma non ci si può nascondere per sempre di fronte a noi stessi. 
I dubbi la consumano per mesi e si fanno lentamente strada, finché Josephine non ne parla a sua madre. E la verità che i suoi occhi le hanno preannunciato la porta fino a Chicago, di fronte alla casa di uno sconosciuto. 
Il suo nome è Sadiq Mubarak e in quel volto dagli occhi scuri e dalla pelle ambrata Josephine deve cercare la strada che la porterà in un viaggio nel passato di sua madre, ma anche alla scoperta di un mondo nuovo ed esotico, il Pakistan. 
Un mondo che le insegna che la vera fede, al contrario di quello che ha sempre creduto, è costellata di dubbi e che niente è davvero come sembra…
cover
 
Dopo il grande successo della La bambina ribelle, Nafisa Haji ci regala un nuovo piccolo gioiello. Più dolce delle lacrime è la storia di un amore proibito e di una famiglia spezzata, e allo stesso tempo una potente lezione sull'animo umano, sui legami che ci imprigionano, le scelte che ci dividono, le gioie e i dolori universali che plasmano le nostre vite giorno per giorno.

L'autrice.
Nafisa Haji, americana di famiglia indopachistana, è cresciuta a Los Angeles. Vive attualmente nel nord della California con il marito e il figlio. La bambina ribelle, il suo primo romanzo, è stato uno dei titoli più contesi dagli editori di tutto il mondo già prima della pubblicazione.

Due giveaway su LA LOCANDA DEI LIBRI

Due bei giveaway sul blog di Claudia, LA LOCANDA DEI LIBRI!!

CLICCA SUL BANNER
Il primo giveaway vi permetterà di vincere una copia di ANGELS di

 SCADENZA 30 SETTEMBRE
CLICCA SUL BANNER






Con il secondo avrete l'opportunità di vincere un gioiello creato da lei ed il libro IL GIARDINO DEI RAGGI DI LUNA, di Sarah Addison Allen.

SCADENZA 7 OTTOBRE.

IL TEMPO TAGLIATO di Silvia Longo, dal 27 settembre in libreria



Esce domani il romanzo d'esordio di una nuova e potente voce femminile.

IL TEMPO TAGLIATO
di Silvia Longo

Ed. Longanesi
Collana La Gaja Scienza
250 pp
14.60 euro
USCITA 27 SETTEMBRE 2012
Trama A poco più di quarant'anni, Viola si sente vuota e inutile. Suo marito, acclamato direttore d'orchestra, affascinante ed egocentrico, cui Viola ha dedicato ogni istante della sua vita, è morto da poco. 
Le giornate di Viola sono ora scandite dalla solitudine e dai ricordi. Durante una manifestazione in onore del marito, in un caldo pomeriggio di giugno, Viola incontra un uomo e dopo poco gli chiede di portarla via dalla festa. Inizia così una vera e propria fuga, durante la quale Viola comincia a raccontare la storia del suo matrimonio, un matrimonio come tanti e allo stesso tempo eccezionale. Ma, mentre racconta, Viola comincia a porsi delle domande che la porteranno a scoprire un'inattesa e per lei sconvolgente verità...

L'autrice.
Silvia Longo è nata a Cuneo nel 1965 e vive ad Alba, con il marito e il figlio. Lavora presso una cooperativa sociale che si occupa del recupero e del reinserimento di persone in situazioni di disagio.

NUOVI ARRIVI PIEMME: IL CASSETTO DEI RICORDI SEGRETI - IL DIAVOLO VOLA A HOLLYWOOD - NERO E' IL MIO CUORE



Sbirciando sul sito della Piemme sono rimasta colpita dalle prossime uscite, che non potevo non segnalarvi!!
Dico subito che il primo ha una trama molto dolce, di quelle che mi attirano immediatamente perché trovo siano emozionanti!!

IL CASSETTO DEI RICORDI SEGRETI
di Lynda Rutledge

Il cassetto dei ricordi segreti
Faith Bass Darling’s Last Garage Sale
Ed. Piemme
Collana Narrativa
Trad. di L. Prandino
364 pp
17.50 euro
USCITA 2 OTTOBRE 2012
Trama

Sono vent’anni che Faith Bass Darling non si fa vedere in giro: da quando, perso il figlio in un tragico incidente e abbandonata dalla figlia dopo l’ennesimo litigio, ha sbattuto la porta in faccia a tutti, Dio compreso, per ritirarsi nel silenzio della sua grande dimora.
Al riparo, per quanto possibile, dal dolore.
Ma l’ultimo giorno del millennio, allo scoccare della mezzanotte, sente proprio la voce di Dio annunciarle che è giunta la sua ora. 
E così, a settant’anni e malata di Alzheimer, ma con il suo inconfondibile portamento regale e una Lucky Strike senza filtro tra le labbra, spalanca l’antica villa per vendere in giardino i suoi averi. Autentiche lampade Tiffany, pezzi d’antiquariato più unici che rari, tutti i preziosi di casa Bass: la famiglia più ricca della città, fondatrice della banca e della città stessa, portatrice della ferrovia e dell’elettricità in quell’angolo del Texas.
Mentre i vicini fanno man bassa di cimeli a prezzi stracciati, sua figlia Claudia, informata di quella follia da una vecchia amica, decide seppur con riluttanza di tornare. 
cover originale
Lì, di fronte a quei frammenti del passato messi in piazza, simboli di tutto ciò da cui era fuggita, si scopre a rimpiangere una pendola a forma di elefante che ha cullato morbide sere d’infanzia, uno scrittoio dai cassetti nascosti in cui metteva al sicuro i segreti di bambina, un anello che per generazioni ha tramandato la promessa di amore eterno. 
Proprio da quegli oggetti, pulsanti di ricordi, sogni e speranze, Claudia potrebbe ora ripartire per cercare il senso che la vita aveva prima che tutto andasse storto, affrontare i non detti e i drammi mai superati. 
E ritrovare l’amore che lei e sua madre non sono più state capaci di dirsi.


L'autrice.
Lynda Rutledge , texana di quinta generazione, vive ad Austin. Scrive da una vita: come giornalista, autrice di libri di viaggio (che l’hanno portata in giro per il mondo), ghostwriter, copywriter, e molto altro. Il cassetto dei ricordi segreti è il suo primo romanzo, che ha conquistato – nell’ordine – l’editor del bestseller The Help, i librai indipendenti e i lettori americani. A chi ha un libro nel cassetto che sogna di veder pubblicato, Lynda consiglia di avere molto senso dell’umorismo, per vivere a lungo e senza rughe.

Restiamo sempre nell'universo femminile con un'autrice apprezzata per le sue storie romantiche e frizzanti allo stesso tempo!!

Segnalazione fantasy: L'OMBRA DEL TIRANNO di A.H. Den



Buongiorno!!
Primo post di oggi...? Una bella segnalazione di un romanzo fantasy, il primo di una saga che comprenderà ben sei libri!
Il suo autore è uno scrittore emergente, il che personalmente desta sempre la mia curiosità!

L'OMBRA DEL TIRANNO
di A. H. Den

Autopubblicato
(ilmiolibro)
460 pp
19 euro
2012
Trama

Una Tempesta annuncia l'inizio dei cambiamenti per un mondo rimasto per quasi mille anni vittima della lotta tra le due grandi potenze del pianeta: l'Impero di Selthon da una parte e il Regno di Naren dall'altra.
Nel mezzo, a separarli, il grande Oceano Centrale. 
La capitale imperiale è il teatro di questi cambiamenti, uno dei suoi funzionari l'uomo che riceverà da quattro figure angeliche un bambino nel quale è riposta la speranza di liberare il pianeta da un'antica e oscura minaccia.


Se siete interessati, potete visitare la pagina Facebook e il blog riguardanti il libro e il suo autore.


QUI per FB

QUI il blog


martedì 25 settembre 2012

Nuova rubrica: LIBRI... QUESTIONE DI FEELING (1)



L'articolo precedente su Il castello di Otranto mi ha  fatto ritornare indietro nel tempo, alle mie letture del passato e, come spesso mi succede, tra un'associazione mentale e l'altra, son finita a pensare a tutti quei libri che, nel momento in cui li ho letti, negli anni scorsi (molto scorsi...), ho pensato: "Non ti riprenderò mai più!! Una volta basta e avanza!"

libri e feeling
questione di feeling
Da qui l'idea di questa rubrica - che non avrà una cadenza fissa - , che inauguriamo oggi: Libri: Questione di feeling, vale a dire uno spazio  in cui condividerò con voi quelle letture che, per diverse ragioni, dopo averle abbandonate/rimandate o terminate "a forza", non ho più avuto intenzione di riprendere.
Ma non possiamo limitarci all'aspetto negativo!!
Eh sì, perchè ci sono anche quei libri che abbiamo letto e riletto tante volte e mai ci stanchiamo di riprendere in mano, anche solo per sfogliarli e rileggere qualche frase qua e là!!

Ovviamente, le vostre opinioni sul libro citato di volta in volta saranno ben accette!!

Per quest'oggi inizio con un libro iniziato ma mai terminato..., anzi abbandonato attorno alla 20esima pagina.... -_-'
E lo ammetto...: non ne sono pentita, non l'ho abbandonato con rammarico e non mi sono mai detta: Beh, dai, riprendilo, magari non eri ben "disposta! Rileggendolo, scoprirai quant'è piacevole...!"

C'E' UN'ANIMA PIA CHE HA LETTO 
QUESTO CAPOLAVORO DELLA LETTERATURA SPAGNOLA?
QUAL E' LA VOSTRA OPINIONE? MI CONSIGLIATE DI RIPRENDERLO? ^_^

LA PRESIDENTESSA
di Leopoldo  Alas (Clarin)

Traduttore: Di Pastena Enrico
Editore: L´Espresso
Genere: Classici stranieri
Collana: La biblioteca di Repubblica
Anno: 2004 
Pagine 906 
Prezz: 6.90 euro
Trama

La presidentessa (La regenda, 1884) è un attento affresco della vita borghese di provincia, esaminata con impietosa ironia. 
L'azione di questo romanzo si svolge in una città del nord della Spagna, Vetusta (il nome nasconde quello di Oviedo) alla fine del XIX secolo. 
Il personaggio principale è La Presidentessa (Anna Ozores), moglie di un anziano ex-presidente di tribunale, Vittorio Quintanar. 
I due sono separati non solo dalla differenza di età ma soprattutto da una diversa concezione della vita. Anna Ozores si dibatte tra la fedeltà che deve al marito e il suo spirito romantico e mistico che la porta a cercare rifugio nel giovane e ambizioso vicario della diocesi, Don Firmino, che s’innamora di lei. 
Un terzo uomo, Alvaro Mesía confidente dell'ex-presidente, s’insinua nella vita di Anna fino a ottenere l'amore. 
La situazione precipita quando la giovane domestica Petra svela la tresca al marito della donna. Vittorio Quintanar sfida a duello Alvaro Mesía…

L'autore.
Leopoldo Alas (pseudonimo di Leopoldo Enrique García Alas y Ureña, detto anche Clarín) (1852 – 1901) è stato un romanziere, drammaturgo, critico letterario e docente universitario spagnolo. 

Viaggiare leggendo: IL CASTELLO DI OTRANTO , il primo romanzo gotico



Per la rubrica "Viaggiare leggendo" oggi parleremo di un libro che personalmente ho letto molto tempo fa (andavo ancora alle superioriii!!!!!!!!!!!) e del conseguente luogo in cui la storia narrata è ambientata.
travel books
Il romanzo appartiene al genere gotico, non solo, ma esso ha dato proprio l'avvio al genere in questione, diffusosi dal Settecento in poi.
Sto parlando de "Il Castello di Otranto", di Horace Walpole.

Il Castello d'Otranto
Il castello di Otranto
di H. Walpole
Ed. Rizzoli
Collana Bur Grandi Romanzi
176 pp
8.90 euro
2007
Trama

Si suppone che gli avvenimenti si svolgano nel Duecento. Manfredo, signore di Otranto, nipote dell'usurpatore del regno che ha avvelenato Alfonso, il lettimo sovrano, vive sotto l'incubo di una profezia, secondo cui la stirpe dell'usurpatore continuerà a regnare, finché il legittimo sovrano non sia divenuto troppo grosso per abitare il castello e finché discendenti maschi dell'usurpatore lo occupino.
Quando la profezia sembra avverarsi, Manfredo atterrito confessa il modo dell'usurpazione e si ritira in un monastero con la moglie. 
Il romanzo fu pubblicato nel 1764 e, nella prima edizione, era descritto come una versione dall'italiano.

L'autore.
Horace Walpole nacque a Londra il 24 Settembre del 1717, ultimo dei figli di Sir Robert Walpole.
Visse in un ambiente aristocratico; fra il 1735 e il 1739 studiò al Trinity College di Cambridge e proprio qui contrasse una serie di amicizie che durarono poi tutta la vita. Horace viaggiava molto e fu anche uno dei più raffinati e colti collezionisti del 18° secolo.
Nel 1751 divenne membro del parlamento, ruolo attraverso il quale tentò di riabilitare il nome paterno.
Nel 1765 pubblicò il suo unico romanzo, The castle of Otranto, il quale ottenne un gran successo.
Il 2 Marzo 1797 Horace Walpole muore a Londra, in Berkeley Square, fedele fino all’ultimo al suo motto: “Il mondo è una commedia per coloro che pensano, una tragedia per coloro che sentono.”

Ambientazione.
Il Castello di Otranto è la fortezza dell'omonima città sita in Puglia, in provincia di Lecce.
Il castello si presenta con una forma pentagonale con tre torri ed è circondato per metà da un fossato. Sul portone spicca maestoso lo stemma di Carlo V.
L’ ingresso del Castello è rivolto a nord e si estende su di una cortina per 20 metri. Agli estremi troviamo due torri circolari, della stessa forma e munite di cannoniere. La torre di destra, alta 14 metri, ha un diametro di 21 metri, mentre quella di sinistra di altezza inferiore alla precedente ha un diametro di 14 metri . Quest’ultima è unita a uno spuntone attraverso una cortina di 18 metri.
La costruzione dello spuntone fu affidata ad alcuni architetti militari nel 1578 da Filippo II, che in quei tempi era presidente della Terra d’ Otranto. Il puntone permetteva di aumentare la linea di fuoco e quindi la creazione di piazzali più grandi per l’ installazione di armi.
Il cortile interno ha pianta quadrangolare ed è circondato da una scala in mattoni che consente di raggiungere le stanze situate ai piani superiori.

(foto ed info prese dal web)

interno  (QUI)
cortile (QUI)


image 4
image 3
fossato
image 1

image 6
veduta aerea


image 2
  
interno

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...