mercoledì 31 ottobre 2012

Segnalazione di un giallo storico: "La signora che vedeva i morti" di Marco Bertoli



Ciao blogghini lettori!!
In questo momento vi segnalo un romanzo di quelli che, come saprete, incontrano molto i miei gusti, in quanto ambientati in epoche passate e con quella dose di suspense e mistero che rende il tutto più accattivante!
Si tratta di un giallo storico, collocato tra Pisa e la Lunigiana.

La signora che vedeva i morti
di Marco Bertoli

Ed. Felici Editore
Caleidoscopio
360 pp
13 euro
Maggio 2012
Trama

In un XVII secolo molto simile a quello vero, tra Pisa e la Lunigiana, Debrena Mori, primo siniscalco dell’ufficio indagini speciali dei reali moschettieri durante il regno di Ugolino V della Gherardesca, svolge con perizia e freddezza la propria funzione. 
Un tempo, però, era stata solo una giovane donna del popolo, cieca ma capace di vedere le anime dei defunti
Manfredi Gambacorti, colonnello dei reali moschettieri e Franco Gentilini, mago giudiziario, entrambi funzionari investigativi, indagano su una serie di indecifrabili suicidi e su un omicidio altrettanto misterioso...
Un giallo in costume dove la Storia si narra con rigore.

L'autore.
Marco Bertoli è nato a Brescia nel 1956 da genitori lunigianesi. Dopo aver vissuto vent’anni a Cesena, si è trasferito a Pisa dove si è laureato in Scienze Geologiche. Lavora come tecnico di laboratorio al Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa. Saggi di storia militare e gialli storici costituiscono le sue letture preferite.

Il libri son desideri (4)



desire

Il libro di oggi esprime un desiderio che ogni tanto sussurro a fior di labbra... e che vorrei potesse esprimersi in modo visibile molto più spesso di quanto in realtà accada ...

Non lo commento.., credo il titolo sia abbastanza eloquente, da solo.

LA PARTE MIGLIORE DI ME
di Fabio Amadi
La parte migliore di me
0

STORIE DI FANTASMI GIAPPONESI di Yakumo Koizumi



Per chi ama i fumetti e vuol restare nell'atmosfera magica e misteriosa di Halloween...

STORIE DI FANTASMI GIAPPONESI
di Yakumo Koizumi

Storie di fantasmi giapponesi
Kappa edizioni
192 pp
15 euro
2011
Sinossi

Ci attirano, ci affascinano, ci spaventano, e poi ci lasciano con un impensabile senso di vuoto. Le storie di fantasmi giapponesi aleggiano in una zona crepuscolare tra l’orrore e il romanticismo, all’interno di un limbo in cui le anime dei defunti vagano senza pace.

Ecco raccolti i più celebri racconti della tradizione popolare giapponese per mano di Yakumo Koizumi.

L'autore.
Patrick Lafcadio Hearn, conosciuto anche come Koizumi Yakumo, dopo aver ottenuto la cittadinanza giapponese (1850 – 1904), è stato uno scrittore statunitense naturalizzato giapponese, famoso per i suoi scritti sul Giappone.
È particolarmente celebre tra i giapponesi per le sue raccolte di leggende giapponesi e storie di fantasmi. 



Oggi in libreria: "Non chiedermi niente"



NON CHIEDERMI NIENTE
di Nicoletta Salomon

Non chiedermi niente
Ed. Aisara
collana Narrativa
256 pp
16 euro
USCITA 31 OTTOBRE 2012
Trama

Mentre Miguel Bosé canta e balla in tute attillate e Sophie Marceau scorrazza in motorino per le vie di Parigi, Britta vive il suo “tempo delle mele” combattuta tra il desiderio di trovare sé stessa e il timore di non rispondere alle aspettative degli altri, tra l’affetto per i genitori e il bisogno di costruirsi diversa da loro. 
Nel piccolo paesino di provincia nel quale abita affermare la propria individualità sembra impossibile, ma Britta non è un’adolescente come le altre: troverà nel primo amore e nell’amica del cuore la forza per prendere in mano la sua vita e nella scrittura la chiave per la libertà.

Sarò scrittore, non scrittrice: le donne scrittrici si suicidano, diventano matte, amano altre donne, non fanno figli. Io voglio essere donna e scrittore senza confondere le due cose, sennò si generano creature mostruose. La letteratura non ha sesso, “scrittore” non è maschile, è neutro.

L'autrice.
Nicoletta Salomon, finalista al Premio Calvino nel 2005 con il romanzo Questa non è una storia d’amore, è traduttrice di Hermann Hesse, Paul Ricoeur, Roger Fry.
Scrittrice e pittrice, espone con la Immaginaria Arti Visive Gallery, Firenze-Berlino.
Fra i suoi libri: La zattera di mimesis. I greci, la creazione, l’arte, Marsilio, 2001 (Premio Filosofico Castiglioncello 2002); Venezia inabissata. Un fantasaggio, Mimesis, 2004 (uscito in Francia per le edizioni Fayard).

In libreria troviamo...: "Il tempo è un dio breve" - "La partita"



Novità in libreria:

IL TEMPO E' UN DIO BREVE
di Mariapia Veladiano

Il tempo è un dio breve
Ed. Einaudi
Stile libero Big
232 pp
17 euro
Uscita: 23.10.2012
«La luna appariva ogni tanto da dietro una cortina spessa di nuvole scure, come se non sapesse che partito prendere di fronte a quei due amanti silenziosi come tra le navate di una chiesa. 
Si trattava di non svegliare nessuno: il silenzio era cosí assoluto che anche un sussurro sarebbe sembrato un grido. E d'altro canto non c'era niente da dire. Venivamo entrambi da mondi pieni di parole che non ci avevano salvato dal dolore e dalla paura e in quell'amore muto soffocato sotto il piumone strappato dal letto cercavamo una conferma alla promessa, nata col mondo, che l'amore non finisce, che la morte non è l'ultima parola».

Trama

Quanto amore serve a salvare un amore?

Al centro di questo romanzo misterioso e potente, che scorre in una lingua tersa dove sembrano risuonare insieme gli echi delle vite dei mistici e la poesia di Emily Dickinson, c'è la figura di Ildegarda. 
Una donna che viene lasciata dal marito amatissimo ma devastato nello spirito. 
La sua solitudine è illuminata solo dall'amore per il figlio che adora. Quando l'ombra della morte sembra sfiorare il bambino, Ildegarda si interroga sul male del mondo, sulla paura di vivere, di perdere l'amore, di perdere il figlio. 
Lo strazio per l'abbandono e soprattutto l'angoscia per non saper proteggere il figlio portano Ildegarda a cercare nella sua fede irrequieta una strada di salvezza. 
Un patto con quel Dio che appare impotente di fronte al dolore dell'uomo. 
È la lotta che ciascuno di noi, credente o no, un giorno si trova a combattere. 
Un nuovo inatteso incontro, nell'incanto di un paesaggio di neve dalla bellezza struggente, porta Ildegarda a vivere una passione del corpo e dello spirito che ha in sé un'attesa di eternità. 
Di un'altra vita e giorni nuovi. Perché il sogno di ogni amore è che il miracolo non abbia fine. 
Forse è solo una promessa, ma una promessa è molto piú potente di un sogno.


L'autrice.
Mariapia Veladiano è nata a Vicenza. Laureata in Filosofia e Teologia, insegna Lettere e collabora alla rivista «Il Regno». La vita accanto è il suo primo romanzo, vincitore del Premio Calvino 2010, e tra i finalisti del Premio Strega 2011. Nel 2012 ha pubblicato, sempre per Einaudi, Il tempo è un dio breve.

LA PARTITA
di Alberto Ongaro
La partita
Ed. Piemme
Collana Narrativa
252 pp
16.50 euro
Uscita: 30 ottobre 2012
Trama

Francesco Sacredo, giovane nobiluomo veneziano, torna nella sua città dall’esilio a Corfù, cui è stato costretto dall’Inquisizione. La laguna, trasformata dal gelo in una trappola di ghiaccio, lo accoglie lugubre come la sorte che lo attende. Durante la sua assenza il vecchio padre ha infatti perso al gioco i suoi molti averi, vinti da una nobile tedesca, la contessa Matilde von Wallenstein. La nobildonna, vedova e smodatamente ricca grazie a una diabolica fortuna nei giochi d’azzardo, concede al giovane una possibilità: recuperare d’un colpo, in un’ultima partita, i denari, gli ori, i palazzi, le barche persi dal padre. La posta in gioco è però altissima, perché ciò su cui il giovane Sacredo deve puntare è la sua vita stessa. Se perde, infatti, diverrà anch’egli uno dei beni acquisiti dalla contessa, che ne “prenderà possesso”. Sacredo accetta la sfida, ma finisce sconfitto. Fuggirà, per sottrarsi al destino che tragicamente incombe, incalzato da un inverno interminabile, scaldato a tratti da amori che lo affiancano senza accompagnarlo, cercando nell’avventura il contrappunto alla solitudine. Una fuga che diviene anch’essa una partita senza fine contro il destino e contro la morte, che di ogni destino è l’ultima padrona.


L'autore.
Alberto Ongaro Vive a Venezia, la sua città da sempre. Ma nella sua vita avventurosa, che l’ha visto per molti anni inviato speciale per «L’Europeo», ha viaggiato in tutto il mondo e soggiornato a lungo in America del Sud e in Inghilterra. Narratore, giornalista, sceneggiatore di fumetti (a lungo collaboratore e intimo amico di Hugo Pratt), è autore di diversi romanzi, tra cui L’ombra abitata, Hollywood Boulevard e La strategia del caso. Con Piemme ha pubblicato fra gli altri La taverna del Doge Loredan, Il ponte della solita ora, La versione spagnola, La maschera di Antenore, Interno argentino e Un uomo alto vestito di bianco. La partita è stato premiato con il Super Campiello nel 1986.

Segnalazione: "Denny (l'urlo degli dei)



In lettura...

Denny (la burla degli dei)
Youcanprint
Collana Narrativa
264 pp
12 euro
2012
DENNY (L'URLO DEGLI DEI)
di Bruno Garbagnati

Sinossi

Questa è la storia di un ragazzo fortunato e perfettamente consapevole dei privilegi che la vita gli ha riservato. I suoi giorni sono pura magia. Ma inaspettatamente si troverà a dover fare i conti con la piaga sociale più antica e meno sanata: l'abuso di potere.

Una citazione ... una canzone: Sempre tornerò




“«Penso che ti troverei sempre, non importa dove ti nasconderai». 
Era concentrato su di lei con straordinaria intensità. 
«La tua anima canta alla mia. La mia anima è tua e lo sarà sempre, 
in qualsiasi mondo. Succeda quel che succeda... », 
la sua voce si spezzò, e lui prese un respiro. 
«Ho bisogno che ricordi che io ti amo»”

tratto da "La chimera di Praga"

Ascolto il grido del vento che 
come non so mi porta da te! 
la voce del vento che chiama il mio nome 
è qui che oramai tornerò, 
Vedrai ti troverò 
Ovunque tu sarai 
Ovunque lo sai 
Per te correrò 
Sei luce nel volo 
Il sole per me 
Aquila che tocca il cielo 
Ti ritroverò 
Non importa per quanto ti dovrò cercare 
Come in un sogno ora vivo per te 
E so bene cos'è, cos'è che vale per me 
Sei l'unica terra, la sola per me 
Come un fiume nel mare, corro da te 
Grandi braccia per volare e avrò cura di te 
La voce del vento sussurra al mio cuor 
Ohhh , è qui che sempre e per sempre vivrò 

Parole d'Autore ....(25)



Ecco il momento di trascrivere la nostra epigrafe, ovvero la citazione che si trova - quando c'è - prima che inizi il romanzo vero e proprio e che può essere una frase dell'autore stesso o una citazione di qualcun altro.

Ecco la mia, se vi va riportate anche la vostra!



“Tutte le regine dovrebbero somigliare alle mogli di Luigi XIV e Luigi XV, che non conobbero altra passione che fare del bene... Una regina che viene incoronata solo per divertirsi è un’acquisizione fatale per il popolo che deve sostenerne il costo” – Anonimo nemico di Maria Antonietta, primavera del 1774


tratto da: Maria Antonietta i segreti di una regina - J. Grey

Chris Chambers - Stand by me




Until now - Rio



Until now, I've been blind.
Until now, I've been wasting time.
I've been lost on streets of plenty.
I've been tossed on icy seas.
And all I've crossed, ain't worth a quarter.
It's muddy water, until now.

There's a light that shines forever,
There's a light that shines for me.
There's a light, my footsteps guiding.
For I've been hiding, until now.


martedì 30 ottobre 2012

La passione per la lettura: domande e risposte



Ecco qualche domandina cui noi lettori piace molto rispondere!!

Se vi va, fatelo anche voi!

Quando leggi un libro fai l'angolo alla pagina o usi un segnalibro?
Uso un segnalibro.

L'ultimo libro ricevuto in regalo?
"Il bacio nell'obra" della Hamilton.
Leggi in bagno ?
Si.

Hai mai pensato di scrivere un libro ?
Ehm, spesso..!! Da adolescente ho anche buttato giù qualche raccontino!!

Cosa ne pensi dei libri tipo trilogie , saghe?
Di solito non ricerco molto le saghe per non "sentirmi eccessivamente legata" all'acquisto dei futuri libri..., però ultimamente mi sto appassionando ad alcune trilogie/saghe fantasy!
Comunque, ciò che conta è che i séguiti siano convincenti!

Hai un libro che ritieni un "cult" per te?

Mah più di uno..., ad esempio "Cime tempestose" e con esso molto classici!

Ti piacerebbe incontrare gli autori dei libri che leggi? Il primo che ti viene in mente?
Certo che mi piacerebbe!! Ad esempio, Stephen King!

Ti piace parlare delle tue letture?
E certo, non avrei e non frequenterei blog che parlano di libri!!

Una lettura inconfessabile?
I tanti libri harmony! Ma lo confesso tranquillamente!!

Il tuo posto preferito per leggere?
Preferisco sempre una seduta comoda, che sia divano ma anche una sedia... Se leggo, non sento la stanchezza!!

L'ultimo libro che ti ha commossa.
"Il bambino che sognava i cavalli" di Nazio.

Leggi con la musica, senza o non importa?
Senza preferibilmente, anche se quando sono a casa e leggo c'è mio marito che l'ascolta o suona, quindi ...

Libro in prestito o comperato?
Mah, se mi prestano un libro lo leggo eccome, almeno risparmio!

Hai abbandonato diverse volte la lettura di un libro?
Eh si..., ad esempio "Il signore degli anelli", "Notre-Dame de Paris".
Qual é il primo libro d'amore che hai adorato?
"Il giglio ed il leopardo" di susan Wiggs!!

Qual é il libro che non ti é proprio piaciuto?
Il rosso e il nero di Stendhal.

Guardi i film dopo aver letto il libro?
Se il libro mi è piaciuto tanto, si!!

Elenca 5 libri presenti nella tua libreria che per te sono i più importanti.
A parte la Bibbia,

1. Il Diario di Anna Frank
2. Cime tempestose
3. Orgoglio e pregiudizio
4. Delitto e castigo
5. L'amico ritrovato

quizzetto preso dal web

Segnalazione letteraria: LATTE ACIDO di Rossella Luongo



Segnalazione letteraria:

LATTE ACIDO
di Rossella Luongo

Ed. Della Sera
Collana: Narrativa – Emozioni di carta
Pubblicazione: ottobre 2012
Prezzo: € 14,00
Pagine: 125
Sinossi

Roberto si trasferisce a Bologna per lavoro. Ad aspettarlo c’è Francesca, amica d’infanzia, che lo aiuterà a risollevarsi da un passato torbido e doloroso con lo scambio di una dolce “promessa”. Una cronaca di eventi si incastra fino a diventare la denuncia sociale del giovane: dalla solitudine e l’abbandono di un’infanzia negata a un’adolescenza traumatica; dalla relazione incompiuta con sua madre, e contorta con le suore “sconsacrate” del collegio, a quella devastante con la nonna psicopatica che l’ha sottoposto a inconfessabili “giochi”.


L'autrice.
Rossella Luongo, Avellino 1971. Svolge la professione di avvocato ed è giornalista-pubblicista dal 1995. Ha realizzato un Ebook di racconti dal titolo “Borderline” (Self-publishing, 2011), riprodotto anche su carta in tiratura limitata. Ha pubblicato le seguenti raccolte di poesia: “Passaggi di piccole cose” (Joker, 2011), “Ipotesi di contrasto”(Giulio Perrone, 2010), “Canti metropolitani” (Samuele, 2009), “La Fata e il Poeta” (Fermenti, 2007).

I libri che vorrei (46)



Wishlist!!! ^_^

Il primo esce domani!!

GATTI, MERLETTI E CHICCHI DI CAFFE'
di Anjali Banerjee

Ed. Rizzoli
260 pp
16.50 euro
USCITA 31 OTTOBRE 2012
Trama

A soli 39 anni Lily ha già imparato che esistono dolori da cui non c'è riparo. 
Da quando suo marito Josh è morto in un incidente stradale, si è iscritta a gruppi di autoaiuto, 
ha provato a uscire con altri uomini e a frequentare di più le amiche. 
Poi ha deciso di fare l'unica cosa possibile: partire. 
Ha stipato il bagagliaio del furgone con meravigliosi abiti disegnati da Josh e si è lasciata San Francisco alle spalle. 
Per sempre. Lily ancora non lo sa, ma la sua destinazione è Shelter Island, un'isola brumosa al largo di Seattle. 
E qui, vicino alla Libreria di Jasmine, si imbatte nella casa dei suoi sogni: un cottage vittoriano color burro con le persiane bianche e la veranda blu.
 Il posto perfetto dove aprire il suo negozio di abiti vintage. Il posto perfetto per ricominciare. Micina è una randagia cresciuta sull'isola, e non è una gatta qualsiasi. 
cover
Nei granelli di polvere che volteggiano dentro la luce vede cose che gli umani non sanno immaginare: gli spettri del passato e forse anche la forma del futuro. 
Come Lily, cerca un luogo dove fermarsi e qualcuno da amare. Ben presto Micina diventa una presenza fissa della boutique "C'era una Volta". 
Non può parlare, ma intuisce i desideri più segreti delle clienti e riesce sempre a suggerire l'abito giusto.

L'autrice.
Anjali Banerjee è nata in India, ma è cresciuta in Canada e poi in America.Autrice di diversi romanzi per adulti e per ragazzi, accolti con entusiasmo negli Stati Uniti, vive nello stato di Washington col marito e cinque gatti. La libreria dei nuovi inizi è stato il suo debutto italiano.


Ecco gli altri due...

Un libro in pù: "Un bacio nell'ombra" di Laurell K. Hamilton



Lieta di condividere con voi la mia ultima new entry nella mia libreria!! ^_^

Un bacio nell'ombra
Ed. Nord
Narrativa Nord
512 pp
18 euro
2006

UN BACIO NELL'OMBRA
di Laurell K. Hamilton

Trama

Merry Gentry vive a Los Angeles e lavora in un'agenzia investigativa specializzata in crimini sovrannaturali e casi di magia; fin qui nulla di strano, in un mondo in cui elfi, fate e altri esseri incantati convivono da millenni con gli umani. Il problema è che dietro quella ragazza dall'esistenza apparentemente normale, si cela Meredith NicEssus, principessa dei Sidhe, fuggita dal regno di Faerie perché sua zia Andais, la terribile regina, voleva ucciderla. Merry deve assolutamente mantenere segreta la propria identità e, per tre anni, la copertura funziona.
Finché un'indagine su un uomo che usa un potente afrodisiaco per conquistare e soggiogare le donne non la porta a scoprirsi. Ora la sua vita è in grave pericolo..
cover
Si tratta del primo capitolo della serie che ha come protagonista Meredith Gentry, così composta:

1. A Kiss of Shadows  — Un bacio nell’ombra
2. A Caress of Twilight - Il tocco della notte
3. Seduced By Moonlight - Sedotta dalla luna
4. A Stroke of Midnight - Nel cuore della notte
5. Mistral's Kiss - Il bacio della tempesta
6. A lick of frost - Un soffio di gelo
7. Swallowing Darkness - Lacrime di tenebra
8. Divine misdemeanors - Un sospiro nel vento

L'autrice.
Laurell K. Hamilton è nata nel 1963 a Heber Springs, in Arkansas. Ha passato i primi anni della sua vita in un piccolissimo paese dell’Indiana, ma dopo la morte della madre è stata la nonna a educarla e a far nascere in lei la passione per la lettura, facendo nascere in lei pian piano il desiderio di diventare scrittrice.

Viaggiare leggendo: un giro per la "Città d'oro", Praga



Uno degli ultimi libri letti è stato "La chimera di Praga" (qui per la recensione); come si evince dal titolo del romanzo, la storia è ambientata in questa meravigliosa città dell'europa dell'Est.
p.zza Venceslao

Partiamo da Praga, in generale.

Praha
Praga (in ceco Praha) è la capitale (dal 1993) e la più grande città della Repubblica Ceca. Centro politico e culturale della Boemia e dello Stato ceco per oltre 1100 anni, tra il XIV e il XV secolo fu anche capitale del Sacro Romano Impero. Tra i suoi soprannomi vanno ricordati "La madre delle città", "Città delle cento torri" e "Città d'Oro".

Praga è un centro culturale e turistico di fama mondiale; sita sul fiume Moldava (Vltava), il suo centro storico, visitato ogni anno da più di 6 milioni di viaggiatori, è stato incluso nel 1992 nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.






Maltezske Namesti 
Ci dirigiamo in piazza Maltese.

Maltezske Namesti trae il nome il Priorato dei Cavalieri di Malta, che si era stabilito a Mala Strana. Degna di nota è una fontana che è stata costruita per commemorare la fine della peste nel 1715, con una scultura di San Giovanni Battista.






Si menziona anche la Chiesa di Nostra Signora di Tyn (Chrám Panny Marie před Týnem), chiesa imponente che domina la piazza della Città Vecchia.
Chiesa di Nostra Signora di Tyn 
File:Prague tyn.jpg
Chiesa di Nostra Signora di Tyn




















Certovka
La nostra Autrice cita anche il "canale del diavolo" ( Čertovka).
La Čertovka è un canale artificiale, un braccio d’acqua della Moldava, denominato inizialmente nel 1585 Canale di Rožmberk (Rožmberská strouha), secondo il proprietario dei terreni limitrofi Vilém di Rožmberk. L’odierno nome Čertovka deriva dalla casa Ai sette diavoli (čert=diavolo);  questo pittoresco scorcio della città viene chiamato anche La Venezia di Praga (Pražské Benátky).

Karluv most


Non possiamo non passeggiare su uno dei ponti più belle e celebri d'Europa: il ponte Carlo (Karluv most), che protegge da secoli la via tra il quartiere della Vecchia Città ed il Quartiere Piccolo.









josefov

La protagonista gironzola anche nei pressi del quartiere ebraico (Josefov), che deve il proprio nome all'imperatore Giuseppe II, che nel 1781 abolì le misure discriminatorie nei confronti degli ebrei.
cimitero
Il cimitero, invece, fu fondato nel 1478 ed è stato per oltre 300 anni l'unico luogo dove gli ebrei di Praga potevano seppellire i loro morti. Le dimensioni attuali sono all'incirca quelle medievali e nel tempo si è sopperito alla mancanza di spazio sovrapponendo le tombe. La densità di lapidi, tardogotiche, rinascimentali, barocche, l'una quasi contro l'altra, il silenzio del luogo e la scarsa illuminazione (le lapidi sono quasi tutte all'ombra) creano un'effetto unico con un'aura spettrale.

Tra le strade menzionate: la Nerudova ( una delle strade storiche più affascinanti ed importanti di Praga, che conduce dal castello al ponte Carlo) e la Karlova (anch'essa conduce al ponte; si possono ammirare diverse abitazioni gotiche e rinascimentali e portali barocchi in cui sono raffigurati San Rocco e San Sebastiano, che proteggevano dalle epidemie.)

Nerudova street
karlova



fonti (foto ed immagini): Wikipedia
 http://www.prague-tourist.com
 http://www.utribubnu.cz
 http://prague.dk

RECENSIONE “LA FORESTA DEGLI AMORI PERDUTI” di Carrie Ryan




La foresta degli amori perduti
Ed. Fanucci
Trad. di C. Genovesi
304 pp
16 euro
2011
QUI la trama
La foresta degli amori perduti  di Carrie Ryan è un romanzo in cui ci sono gli zombie.
Ecco, l’ho detto così lo sappiamo da subito, ok?
Beh, però se volete leggerlo, non v’aspettate un horror...
No no, si tratta di un fantasy molto semplice e, devo dire, alquanto scialbo.

Il romanzo inizia presentandoci la vita della giovane Mary, la quale vive in un villaggio di umani, guidato dalla saggia e indiscutibile Congregazione delle Sorelle, con a capo sorella Tabitha, che sorveglia e protegge gli abitanti del villaggio che, stando a ciò che lei stessa da sempre racconta, sono gli unici sopravvissuti del genere umano, in seguito ad un evento tragico che ha diviso il “mondo” in umani sani e Sconsacrati.
Gli sconsacrati sono “non morti”, sono ex esseri umani, ormai infettati da una non specificata infezione (originata da cosa non si sa) che ha coinvolto tutta la terra (o parte di essa...?); qualunque cosa sia successa, questi Sconsacrati sono esseri infetti, zombie, creature senz’anima, senza vita in loro stessi, che vivono (o meglio, vegetano) nella “Foresta degli amori perduti”.

Il villaggio in cui Mary vive al sicuro (?) è separato dalla temibile Foresta solo da una recinzione e sorvegliato dai Guardiani del villaggio, che devono dare l’allarme qualora ci fossero invasioni da parte degli Sconsacrati, i quali passano la loro pseudo-vita nei pressi del recinto, bramando mordere ed infettare i pochi umani sopravvissuti.
Mary è abituata a questo tipo di vita protetta, in cui le Sorelle controllano tutto, imponendo i principi della Sacra Scrittura e raccomandando di fare attenzione e di star lontani dal recinto, per evitare di essere infettati dagli zombie (termine che comunque non compare mai nel romanzo), perchè in questo caso si diventerà come loro e si finirà dritti dritti nella Foresta degli amori perduti (che, a dispetto del nome molto romantico e poetico, di bello non c'avrà davvero nulla, visto che ci vanno gli sfortunati).
E’ il destino della madre di Mary, che viene morsa da uno sconsacrato, probabilmente di proposito per poter ricongiungersi al marito, Sconsacrato anche lui.
Da quest’episodio la vita di Mary prenderà una piega tutt’altro che felice: anzitutto, verrà rifiutata dal fratello Jed (che la incolperà della sorte della madre) e sarà costretta ad entrare nella Congregazione delle Sorelle, che al suo interno è rigidamente organizzata.

Mary è una ragazza cresciuta con le storie raccontatele dalla madre: storie che ruotano attorno ad una parola che puntualmente tornerà ad ossessionare tanto Mary quanto il lettore: l’oceano.
Grazie alle storie raccontate da una madre sognatrice, Mary maturerà la convinzione che al di là della Foresta e del villaggio, c’è un altro mondo, ci sono altre persone, altre vite..., c’è l’oceano, che nella sua vastità è considerato il simbolo della libertà, di un futuro nuovo, di una speranza di vita diversa da quella opprimente del villaggio, da sempre funestata dall’ombra della morte, incarnata dagli Sconsacrati.

Ecco, il pensiero di arrivare all’oceano accompagnerà Mary lungo tutto il libro; qualunque cosa accada, qualunque persona le sia vicino, a lei importa andare oltre i cancelli della Foresta e vedere questo sconosciuto ma agognato oceano, perdersi nella sua immensità.
Accanto a Mary troveremo altri personaggi: Travis, il ragazzo di cui è innamorata, da lei desiderato fino all’inverosimile finché lui è legato ad un’altra (la migliore amica di Mary, Cass), per poi sentire l’affievolirsi dei propri sentimenti in nome della libertà (leggi: l’oceano), una volta avutolo tutto per sè.
C’è poi Harry, promesso sposo di Mary (fratello di Travis) e innamorato di lei; c’è Jed, il fratello maggiore di Mary, con cui poi si ritroverà quando nel villaggio accadrà l’evento da sempre temuto da tutti: l’invasione degli Sconsacrati.

zombie
Uhm, ok, mi fermo, non dico altro sulla trama, anche perchè non è che ci sia molto da dire ed argomentare: si tratta di una storia alquanto semplice e, mi tocca dirlo, costruita in modo altrettanto banale, sempliciotto.
Sempliciotte sono le situazioni presentate, anche lì dove l’Autrice avrebbe potuto caricare l’atmosfera di suspense: manca proprio quel quid che serve per rendere il ritmo incalzante, le scene movimentate, i dialoghi incisivi ed efficaci, i personaggi credibili..

Ero partita con entusiasmo, un po’ per il titolo (così evocativo...!) e un po’ per la trama presentata, ma son rimasta delusa.
I personaggi mancano di un vero spessore emotivo e psicologico, non ci sono elementi narrativi che facciano alzare la tensione emotiva durante la lettura; certo, la fantasia nell’immaginare con la propria mente le scene più attive (gli attacchi degli Sconsacrati, i pericoli da evitare, le fughe, i momenti di tenerezza...) può aiutare a dare un senso a ciò che si legge, ma per il resto il tutto risulta poco convincente.
Mary è oltremodo insopportabile, per la maggior parte della storia: infantile, capricciosa, ossessionata dal benedetto desiderio dell’oceano; invano l’Autrice cerca di affibbiarle una qualche vena “investigativa” e perspicace quando c’è da cercare una soluzione per scappare dagli Sconsacrati (sempre loro) e oltrepassare i cancelli, ma a mio avviso è un tentativo fallito.

Una cosa bisogna riconoscerle: la sua determinazione per arrivare al proprio obiettivo, a costo di perdere per strada affetti e legami.

Il romanzo si legge molto velocemente perchè il linguaggio è scorrevole, va avanti comunque in modo molto fluido, con la narrazione in prima persona e seguendo dunque il filo dei ragionamenti di Mary, grazie alla quale viviamo le stesse avventure dal suo punto di vista;  il mio livello di attenzione durante la lettura è associabile alla linea piatta di un elettrocardiogramma di uno Sconsacrato: picchi di vitalità ... non pervenuti!

Per quanto riguarda il titolo, c'è da dire che la scelta italiana risulta alquanto fuorviante; non solo non c'entra nulla con l'originale ("The forest of hands and teeth", quindi "La foresta delle mani e dei denti"), che probabilmente rende maggiormente l'idea della bruttezza e della pericolosità delle creature che popolano questa foresta, ma poi è proprio la questione dell'amore che secondo me crea aspettative di un certo tipo nel lettore, aspettative che A MIO MODESTO AVVISO (?), vengono poi disattese nel romanzo.
Diciamo pure che un titolo (in italiano) così carino e suggestivo, un nome così poetico: la “Foresta degli amori perduti”, usato per denominare la “dimora” di un gruppo sempre più folto di ex-viventi, assetati di sangue, risulta una scelta sprecata, oltre che non corrispondente a trama, contesto e personaggi.

Mica c’è bisogno che aggiunga che non mi ha entusiasmato e che non mi sento di consigliarlo? Soprattutto se consideriamo che è il primo di una serie, la cui traduzione e pubblicazione in Italia non mi pare stia proseguendo.

lunedì 29 ottobre 2012

Dal libro al cinema: "L'eredità di Bourne"


Eccoci all'appuntamento del lunedì: dal libro al cinema!
Oggi parliamo di ...

L'EREDITA' DI BOURNE
di Robert Ludlum

L' Eredità di Bourne
Ed. Rizzoli
Collana Bur
704 pp
9.90 euro
2008
Trama

La doppia identità di David Webb, alias Jason Bourne, continua a braccarlo: dopo anni di operazioni segrete ad alto rischio, l’agente della CIA vorrebbe riprendersi la propria vita, tornare a essere il professor Webb dell’università di Georgetown, ma il passato lo insegue e gli ricorda che per i servizi segreti lui è il killer più temuto ed esperto in circolazione.
Quando un proiettile gli sfiora la tempia, Jason Bourne è costretto a rientrare in azione. Gli unici che potrebbero aiutarlo a capire chi lo vuole morto, e perché, giacciono in una pozza di sangue. 
È l’inizio di una spietata caccia all’uomo che coinvolge il terrorismo internazionale e la giustizia federale Troppo per chiunque, ma non per Jason Bourne. 

Rivive in queste pagine lo straordinario personaggio creato da Robert Ludlum e interpretato al cinema da Matt Damon nei blockbuster The Bourne Identity, The Bourne Supremacy e The Bourne Ultimatum.

Passiamo al film:

THE BOURNE LEGACY

Basandosi sull'universo creato dallo scrittore Robert Ludlum, il regista e sceneggiatore Tony Gilroy ha dovuto espandere la saga di Bourne con una storia originale che prende le mosse da elementi sparsi nei tre precedenti capitoli della trilogia, in cui il protagonista Bourne segue il suo viaggio alla scoperta della sua identità.
Il pubblico ha avuto modo di vedere quali intrighi e cospirazioni abbiano mosso i capi della Cia nella loro disperata caccia all'uomo in tutto il mondo e ha altresì imparato a conoscere il programma Treadstone e le abilità e capacità speciali di Bourne. 
The Bourne Legacy traccia invece una netta linea di confine, Jason Bourne non è più il protagonista diretto dell'azione e un nuovo eroe è costretto a lottare per la propria sopravvivenza quando l'eredità di ciò che è avvenuto tempo prima ricade sulle sue spalle.
Il finale di The Bourne Ultimatum. Il ritorno dello sciacallo, in cui si svela l'esistenza del Treadstone, innesta conseguenze che minacciano di bruciare decenni di ricerca e sviluppi sull'addestramento di ottime spie e combattenti. La Cia teme infatti che si scopra anche l'esistenza di altri programmi segreti d'intelligence come ad esempio l'Outcome, diretta evoluzione del Treadstone, di cui fanno parte sei differenti agenti. 
Uno di questi agenti è Aaron Cross (Jeremy Renner), addestrato come i compagni per il Dipartimento della Difesa per intervenire in situazioni di alto rischio e inviato per anni a combattere in Medioriente.
A sentirsi minacciato è anche il colonnello Ric Byer (Edward Norton), direttore dell'agenzia NRAG e colui che, con l'aiuto del braccio destro Dita (Donna Murphy), ha sviluppato i programmi, lottato per ottenere i finanziamenti e curato gli accordi per i servizi degli agenti, richiesti soprattutto dopo le paure nate dall'attacco terroristico dell'11 settembre. Per evitare che vengano a scoprirsi i collegamenti tra due medici dirigenti della sua struttura e l'affare Bourne e preservare il resto della sua opera, Byer è disposto a eliminare ogni traccia del Treadstone e, di conseguenza, dell'Outcome, compresi gli scienziati, i medici e gli agenti coinvolti. La NRAG ha nessi anche con il Pentagono grazie all'ammiraglio Mark Turson (Stacy Keach), consigliere principale di Byer, e con la multinazionale farmaceutica Candent, attraverso la figura dell'amministratore delegato Terrence Ward (Dennis Boutsikaris). Nei laboratori della Candent si monitorano gli effetti del programma Outcome e qui lavora anche la dottoressa Marta Shearing , la prima persona a cui si rivolge Aaron in cerca di aiuto. Ritrovatasi in pericolo di vita per la fine del programma Outcome voluta da Byer, Marta è costretta per la prima volta a confrontarsi con le scelte poco etiche che ha fatto nella sua carriera.
Con l'aiuto della biochimica e della genomica, gli agenti del programma Outcome hanno ottenuto miglioramenti fisici e cognitivi che li hanno fatti diventare difficili da controllare. Una volta in fuga e non più legato a vincoli di obblighi alla nazione, Cross si rivela una minaccia pericolosa anche per i suoi creatori. L'esplorazione di tale aspetto è evidente anche nelle sequenze in cui è in scena l'agente n. 3, interpretato da Oscar Isaac.
A fare da tramite tra la precedente trilogia e il nuovo capitolo è anche il ritorno in scena di alcuni personaggi noti al pubblico come Albert Hirsch (il medico a capo del Treadstone, interpretato da Albert Finney), Pam Landy (investigatrice della Cia interpretata da Joan Allen), Noah Vosen (il capo del programma di sicurezza Blackbiar interpretato da David Strathairn) e Ezra Kramer (il direttore della Cia interpretato da Scott Glenn).

TRAILER del film

IL LIBRO NELLA "SCULTURA" MODERNA



Tra i tanti artisti originali che  creano delle opere artistiche attraverso l'impiego di libri, eccone due...:
Miler Lagos, un artista colombiano.
colonnina di libri!

Miler Lagos, ''Le mie opere d'arte realizzate con i libri rendono omaggio all'importanza della lettura e della conoscenza'' Miler Lagos, Home, Book Igloo, New York, Cimiento, libri libreriamo.it - recensioni libri
igloo!
Alicia Martin:
palla di libri
Cool and Creative Ways To Reuse Books (50) 22
una crepa?? 
cascata di libri!

Anteprima. Tra storia e passione: "Melissa. La donna che cambiò la storia"



Per me che amo i romanzi a sfondo storico e che ho apprezzato LA PAPESSA, non posso non attendere un romanzo di questo genere, sperando sempre che le aspettative siano appagate!

"Melissa" si presenta come un romanzo pieno di passione e misticismo: il ritratto di una donna che ha saputo ribellarsi alla schiavitù, sfidando la propria epoca...

MELISSA. La donna che cambiò la storia
di Valter Binaghi

Ed. Newton Compton
Nuova Narrativa Newton
330 pp
9.90 euro
USCITA 8 NOVEMBRE 2012
Trama

Crotone, 509 a. C. Melissa, giovane allieva della scuola di Pitagora, si salva dall’eccidio dei pitagorici, ordito dai cittadini più abbienti della città, grazie a Liseo, appartenente al gruppo dei congiurati ma da sempre innamorato di lei. La ragazza però si rifiuta di concedersi al giovane che, accecato dall’ira, la stupra. Consapevole di averla persa per sempre, la vende come schiava a Cluvio, vecchio capo dei Sanniti.
Al villaggio sannita, Cluvio le affida l’educazione dei figli e delle giovani donne di casa. Melissa saprà dimostrarsi utile, conquistando in breve tempo la fiducia delle donne, che impareranno da lei preziose nozioni mediche e pedagogiche. Con la sola conoscenza dei numeri e della musica Melissa guarirà Aris, il figlio di Cluvio, da un’intossicazione, e, resa libera per questo, lo sposerà. Ormai amata e rispettata dai Sanniti, diventerà madre di due figli. Il futuro le riserverà molte avventure e avversità, che Melissa affronterà imponendo la sua forte personalità in un mondo governato dagli uomini. Nel dolore, nella passione e nella difficile arte della politica la carta segreta di Melissa sarà quella che il mondo si è sempre rifiutato di riconoscere: la sapienza femminile.



L'autore.
Valter Binaghi è nato in provincia di Milano, dove risiede con la moglie, due figli e una gatta. Insegna Storia e Filosofia in un Liceo Scientifico. Come narratore ha pubblicato numerosi romanzi di successo.

In arrivo: LA SECONDA VITA DI MISS KINCAID (C. Robertson)




Sta arrivando...

LA SECONDA VITA DI MISS KINCAID
di Catherine Robertson

Ed. Corbaccio
collana Roomance
336 pp
9.90 euro
USCITA 31 OTTOBRE 2012
Trama

Nessuno sa cosa sia il lieto fine più della romanziera Darrell Kincaid.
Ne ha scritti ben otto per i suoi appassionati lettori. Ma, ora, col libro numero nove, si è incagliata: nel momento di rivelare il definitivo colpo di scena ha avuto una rivelazione. 
Non è la fine quella che conta, ma quello che viene dopo...
Darrell si rende conto che con la morte di Tom non ha perso solo il compagno, ma anche il suo «e vissero per sempre felici e contenti». 
La vita che si aspettava di vivere è svanita in un attimo. Darrell si trova di fronte a una scelta: può «far finta di niente» e vivere una vita «a metà», oppure può trasferirsi altrove e ricominciare tutto daccapo. 
Opta per Londra, la metropoli meno romantica al mondo (così non può rimanere delusa) e, piena di coraggio, si butta alla ricerca della seconda chance che la vita le deve.
cover


L'autrice.
Catherine Robertson è nata a Wellington, città che ha abbandonato per un certo periodo per andare a vivere a San Francisco e nel Buckinghamshire, nell’Inghilterra centrale. Adesso è tornata in Nuova Zelanda, in una casa sul mare dove abita con il marito, due figli adolescenti, un cane e un gatto, il che significa che combatte quotidianamente epiche battaglie per la sopravvivenza.

IN ARRIVO "IL PROFUMO DELLE BUGIE" di Bruno Morchio



IL PROFUMO DELLE BUGIE
di Bruno Morchio

Il profumo delle bugie
Garzanti ed.
Narratori Moderni
250 pp
17.60 euro
USCITA 8 NOVEMBRE 2012
Trama

“Una ragazza misteriosa e ribelle. I segreti di una famiglia ricca e potente”

La famiglia D'Aste è una delle più in vista della città: una ricchezza antica e continuamente accresciuta grazie all'attività immobiliare e a solide relazioni con i "poteri forti" della città, a cominciare dai politici. 
Su tutti, nell'ampia villa dove risiedono i D'Aste, domina il vecchio patriarca, il nonno Edoardo. Visti i pessimi rapporti con i figli, ha deciso di puntare tutto sul venticinquenne nipote Francesco: sarà il volto nuovo della famiglia, a cui viene affidato il risanamento di un vecchio quartiere. 
Le tensioni non mancano: tra Edoardo e i figli, il padre di Francesco, che è medico, e zia Lena, che è tornata dopo un lungo soggiorno in India. Perché anche le donne hanno un ruolo centrale, negli equilibri e nelle faide familiari: la moglie di Edoardo, anziana e malata; sua nuora Rosita, che non essendo "nata bene" resta per sempre un corpo estraneo al clan; e soprattutto la giovane Dolores, la fidanzata di Francesco, con la sua leggerezza e la forza seduttiva della sua giovinezza e la sua sensualità.

L'autore

Bruno Morchio (Genova, 1954) vive e lavora a Genova come psicologo e psicoterapeuta. Si è laureato in letteratura italiana con una tesi sulla Cognizione del dolore di Gadda. Ha pubblicato vari articoli su riviste di letteratura, psicologia e psicoanalisi. È autore di tre omanzi che hanno per protagonista il detective Bacci Pagano, più volte ristampati (Bacci Pagano. Una storia da carruggi; Maccaia. Una settimana con Bacci Pagano; La crêuza degli ulivi. Le donne di Bacci Pagano).

Thrilleriamoci...



Due thriller di recente uscita:

ABSOLUTION
di Caro Ramsey

Absolution
Ed. Leone
Collana Mistèria
448 pp
15  euro
USCITA: 24.10.2012

Uno dei migliori thriller dell’anno

(The Washington Post)

Uno di quei thriller che non fanno prigionieri, 
chi cerca un rassicurante intrigo da salotto dovrebbe starne bene alla larga
(Amazon UK)

Un debutto esplosivo... brividi in quantità per i lettori, in un crescendo che mozza il fiato
(The Times)

Trama

Uno spietato assassino, lascia dietro di sé un’impressionante scia di cadaveri lungo le strade di Glasgow. La complicatissima risoluzione del caso viene affidata ad Alan McAlpine, un uomo ombroso e intransigente, ma circondato da fedeli e bravi detective.
Ma l’ispettore capo oltre che con l’assassino dovrà fare i conti anche con il suo passato, quando giovane recluta, nel 1984, ebbe l’incarico di sorvegliare una donna in coma, senza volto, vittima di un attacco con l’acido. Il tragico finale di quel suo primo incarico lo segnerà a vita.
cover

Da allora nel suo cuore alberga il desiderio di riscatto, e fermare il serial killer diventa il modo in cui raggiungere la catarsi e liberarsi per sempre dal senso di colpa.
Un thriller senza compromessi che mette a nudo l’anima nera di Glasgow, Absolution è stato il debutto shock di una giovane autrice, sulle orme di MacDermid e Rankin, che ha già conquistato il pubblico britannico.

Il suo secondo romanzo, Singing to the Dead, una nuova inchiesta per il gruppo di McAlpine, uscirà per Leone Editore nel 2013.

L'autore.
Caro Ramsay, scozzese, osteopata, è tra gli autori emergenti britannici più apprezzati e i suoi thriller sono tra i più venduti e ricercati. In Gran Bretagna è in uscita il quarto romanzo sulla squadra dell’ispettore McAlpine, di cui Absolution è il primo capitolo
.

UN CASTELLO DI INGANNI
di Elizabeth George

Un castello di inganni
Ed. Longanesi
La Gaja Scienza
650 pp
18.50 euro
USCITA: 25.10.2012
Trama

"Alla fine, tutto sembra ricondursi al denaro", riflette lapidario Thomas Lynley di fronte all'indagine che lo ha portato in Cumbria, un incarico strettamente confidenziale affidatogli da Sir David Hillier. A chiamare in causa Scotland Yard è Bernard Fairclough, baronetto di recente nomina e ricco industriale, convinto che la morte per annegamento di suo nipote Ian, archiviata dal coroner come accidentale, sia stata in realtà un omicidio. 
Affiancato da Deborah e Simon St. James, che lo seguono in incognito, Lynley si ritrova a frugare tra gli scheletri nell'armadio di molte "rispettabili" persone, costretto a mettere in discussione persino gli affetti più cari. 
E le sorprese non mancano negli armadi di casa Fairclough, o piuttosto nelle complicate relazioni che ruotano attorno alle ricche casse della famiglia: una figlia finta invalida che conduce un'esistenza parassita a spese del padre; un figliol prodigo uscito dal tunnel della dipendenza da alcol e stupefacenti che si affanna per rientrare nelle grazie del genitore, un ragazzino affetto da turbe psichiche, qualche ex moglie inviperita e non pochi amanti inopportuni... 
Un ginepraio su cui si è concentrata l'attenzione del giovane reporter di un famigerato quotidiano scandalistico, impegnato a indagare sulla vita del rampollo di casa Fairclough...
cover
L'ostinazione di Lynley e dei suoi ufficiosi assistenti porterà inevitabilmente a dipanare quel groviglio, facendo crollare un castello di spaventose bugie e atroci perversioni.

L'autrice.
Elizabeth George è nata a Warren (Ohio) e vive nello stato di Washington. La stampa ha detto di lei che «è la regina incontrastata del mystery» (Entertainment Weekly) e che, con la sua scrittura, «dimostra che i grandi scrittori di romanzi gialli sono anche grandi romanzieri» (New York Times). Nei suoi libri – tutti bestseller internazionali – ha dato prova di un indiscutibile talento, conferendo alla detective story classica una dimensione diversa e più complessa, che sonda l’inesauribile varietà dei sentimenti umani. E' stata insignita dei prestigiosi Anthony Award, Agatha Award, Grand Prix de Littérature Policière e MIMI, riconoscimento tedesco dedicato ai gialli.

Da domani in libreria: FRAGILITY di Rebecca Maizel




Ed. Sperling&Kupfer
Collana Pandora
325 pp
18.90 euro
USCITA 30 OTTOBRE 2012
FRAGILITY
di Rebecca Maizel

Trama

Ero sicura che sarei morta lì, tra le braccia di Justin, illuminata dal sole pallido di giugno. 
Perché nessuno era mai sopravvissuto al rituale che riportava in vita i vampiri. 
Nemmeno Rhode, il grande amore della mia esistenza immortale. 
Rhode si era sacrificato per me, per regalarmi di nuovo il respiro e il battito del cuore. 
E io, Lenah Beaudonte, che per 592 anni ero stata il vampiro più crudele e spietato del mondo, ero tornata a essere umana, a sentire il profumo dell'aria. 
desso, però, avevo deciso di compiere a mia volta il rituale, per salvare l'anima dannata di un amico. Un vecchio amico che contava molto per me.
Sapevo che così avrei gettato al vento il preziosissimo dono di Rhode, e sarei morta. Per sempre. Ma ormai avevo preso la decisione, e non potevo più tornare indietro. Ho chiuso gli occhi temendo di vedere le fiamme dell'inferno spalancarsi davanti a me. 
E invece... Invece ho visto l'alba. Un'alba intensa, luminosa e sfolgorante.
Un nuovo giorno stava iniziando e io non ero morta. Anzi, non mi ero mai sentita così viva! 
Mi sono alzata in piedi con una sola certezza: questa volta non avrei sprecato l'occasione che il destino mi stava offrendo.
Notti Stolen (Vampire Queen, # 2)
Stolen Nights
Serie: Vampire Queen (n.2)
 Avrei dimenticato il passato e vissuto fino in fondo il mio sentimento per Justin. Un sentimento sconosciuto, puro, incontaminato. Completamente diverso da tutto ciò che avevo provato per Rhode.
Sono tornata a casa decisa a ricominciare. Ma due sorprese mi attendevano lungo il cammino: un feroce vampiro, pronto a qualsiasi cosa pur di apprendere il segreto del rituale, e Rhode. 
Sì, il mio Rhode, ancora vivo. E umano, proprio come me.

L'autrice.
Rebecca Maizel è laureata all¿Università di Boston, ha un master in Letteratura inglese e sta per ottenerne un altro in Scrittura creativa. Vive nel Rhode Island, dove insegna. Fragility è il suo secondo romanzo, lo straordinario seguito di Eternity.

Emily: "Io sono l'unica il cui destino lingua non indaga"




cry
Io sono l'unica il cui destino
lingua non indaga, occhio non piange;
non ho mai causato un cupo pensiero,
né un sorriso di gioia, da quando sono nata.

Tra piaceri segreti e lacrime segrete,
questa mutevole vita mi è sfuggita,
dopo diciott'anni ancora così solitaria
come nel giorno della mia nascita.



love desire
E vi furono tempi che non posso nascondere,
tempi in cui tutto ciò era terribile,
quando la mia triste anima perse il suo orgoglio
e desiderò qualcuno che l'amasse.

Ma ciò apparteneva ai primi ardori
di sentimenti poi repressi dal dolore;
e sono morti da così lungo tempo
che stento a credere siano mai esistiti.
sad fairy reflection butter graphic
sad

Prima si dissolse la speranza giovanile,
poi svanì l'arcobaleno della fantasia;
infine l'esperienza mi insegnò che mai
crebbe in un cuore mortale la verità.

Era già amaro pensare che l'umanità
fosse insincera, sterile, servile;
ma peggio fu fidarmi della mia mente
e trovarvi la stessa corruzione.

anima

Più felice sono quando più lontana
porto la mia anima dalla sua dimora d'argilla,
in una notte di vento quando la luna brilla
e l'occhio vaga attraverso mondi di luce.

Quando mi annullo e niente mi è accanto
né terra, né mare, né cieli tersi
e sono tutta spirito, ampiamente errando
attraverso infinite immensità.

Books&Titles (24)



I titoli dei libri di oggi hanno come soggetto ...l' AMOUR!!!
Vi dico già che mi piacciono tutti e difficile il mio preferito sarà mooolto difficult!!

Voi che mi dite di questi titoli?? Vi piacciono?
O ne avete uno che vi ha colpito?

amourrr
L'AMORE QUANDO TUTTO CROLLA (G. Ottaviano, Rizzoli, 230 pp, 16.50 euro, 2012). Direi che è bellissimo pensare che l'amore sia qualcosa che resiste proprio e soprattutto quando tutto il resto attorno a noi crolla giù!! L'amore è qualcosa che ci rende sicuri (o almeno, si spera che dia questa sensazione), protetti ed è un'emozione davvero bella!




love
L'AMORE BUSSA SEMPRE DUE VOLTE (P. Toon,  Dalai, Ed., 382 pp, 9.90 euro). Questo titolo mi piace perchè mi dà un senso di "seconda opportunità! Capita a tutti di fare scelte sbagliate in amore e pensare che ci sia per noi una seconda possibilità per vivere un sentimento forte e vero... è un pensiero incoraggiante, oltre che necessario!!




magic
NIENTE DI MAGICO TRANNE L'AMORE (G. Del Greco, DrawUp, 168 pp). Beh, direi che è un titolo che dice tutto: l'amore è magia e certe volte è davvero l'unico elemento della vita a portare magia alle nostre giornate!










eyes
L'AMORE HA IL COLORE DEI TUOI OCCHI (V. Bertipaglia, Youcanprint, 192 pp, 12 euro). Mi piace questo titolo perchè mi fa pensare che, quando siamo innamorati, l'Amore lo identifichiamo con  la persona amata (e tutto ciò che la riguarda, fisicamente e non)...
Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...