martedì 30 aprile 2013

Passione paranormale con i romanzi Dark Passion Mondadori!!



Uscite passionali con i romanzi Mondadori...!!!

ALBA OSCURA
di Kathryn Smith


DARK_39
entro il 10 maggio!!!
Ambientazione: America, Stati Uniti, oggi

Trama

Potrebbe sembrare che a Dawn Riley non manchi niente: ha un buon lavoro e un fidanzato che la ama, ma in quanto a famiglia… 
Come figlia mortale del Re dei Sogni, ha la capacità di spostarsi tra il mondo reale e quello onirico, il che a volte può creare situazioni terrificanti. 
Specialmente quando il Consiglio dell’Incubo la ritiene responsabile di aver infranto le regole, e minaccia di eliminarla. 
Come se non bastasse, Dawn si ritrova a dover fermare un pericoloso criminale prima che sia lui a trovarla. 
Fortunatamente, accanto a lei c’è Noah, che non si fermerà di fronte a niente pur di assicurare un futuro al loro amore.
cover


ALBA OSCURA (Dark Side of Dawn) è il secondo ed ultimo romanzo della cosiddetta miniserie “Cronache dell’Incubo” (The Nightmare Chronicles), preceduto da ONIRICA PASSIONE (Before I Wake).

L'autrice.
Kathryn Smith ha iniziato a scrivere dedicandosi al romance storico, ma dal 2006 si è data al paranormal fantasy.


LE TENTAZIONI DELLA NOTTE
di Robin T. Popp


DARK_40
entro il 10 maggio!!!
Ambientazione: America, Stati Uniti, oggi

Trama

Jessica Winslow, rampolla di una famiglia di cacciatori di vampiri, viene fermata dal detective John Boehler e rinchiusa in manicomio: inseguire nottetempo qualcuno brandendo una spada in Thompson Park, a Washington, non sembra del tutto normale. Ma una volta appresa la sua identità, John non ha problemi a mettersi in sintonia con lei, e con il fatto che un pericoloso serial killer trovato morto sia tornato come succhiasangue e sia ossessionato da lei. 
John trova invece difficile resistere all’attrazione che prova per la temeraria cacciatrice ed è deciso a proteggerla con ogni mezzo. Quando viene morso da un chupacabra, Jessica diventerà però una tentazione troppo forte per la sua incontenibile “sete”…
cover

LE TENTAZIONI DELLA NOTTE (Tempted in the Night) è il terzo romanzo della serie vampiresca Night Slayer.
I primi due romanzi della serie, SETE DI DESIDERIO (Out of the Night) e I SOSPIRI DELLA NOTTE (Seduced by the Night), sono già stati pubblicati da Mondadori.

L'autrice.
Robin T. Popp è cresciuta leggendo Namcy Drew e Sharon Greeme e guardando Star Trek; ha sempre amato le avventure di eroi romantici ma soprannaturali e ambientate in mondi ultraterreni; così, nonostante abbia preso diverse strade, a un certo punto ha deciso di condividere le sue storie; vive in Texas con la famiglia e qualche animaletto.



Wishlist: LA DONNA DALLE MANI DI PIOGGIA - IL GRANDE MARE DEI SARGASSI




Libri in wishlist

LA DONNA DALLE MANI DI PIOGGIA
di Wolfram Fleischhauer


Ed. Longanesi
La gaja Scienza
Trad. R. Cravero
400 pp
17.60 euro
2008
"Il disgelo non portò niente di buono.
Quando, nella primavera del 1867, il ghiaccio iniziò a creparsi e sulla Senna si staccarono le prime lastre, qua e là ci si trovò dentro un pezzo di essere umano. Erano i cadaveri degli affogati dell’inverno, quelli che avevano sfondato la superficie gelata. Si erano incastrati da qualche parte sotto il ghiaccio, che li aveva inglobati. Con l’incrinarsi delle lastre, la corrente aveva messo in movimento il manto di ghiaccio, spaccando anche i corpi congelati. I raccapriccianti ritrovamenti si protrassero per settimane.
Su quanto fosse stato davvero freddo quell’inverno c’erano opinioni diverse. Avevano registrato una media di nove gradi sotto lo zero. Tutti i giorni una considerevole folla si era riunita intorno al termometro dell’ingegner Chevalier, sul Pont-Neuf. Di quanti gradi il fiato dei molti curiosi avesse adulterato le misurazioni, ciascuno può valutarlo da sè. Ai più non importava. Loro misuravano il freddo secondo il vecchio metro del numero di congelati, e aspettavano che finisse, una buona volta."


Trama

Parigi, 1867: a qualche giorno dall’inaugurazione dell’Esposizione Universale viene ritrovato nella Senna il cadavere di un bambino di pochi mesi. 
La madre, Marie Lazès, arrestata per l’omicidio, si proclama innocente e sostiene di aver affidato il piccolo Camille, gravemente malato, a un’infermiera. 
All’ospedale, però, nessuno ricorda né lei né il bambino. 
Il difensore d’ufficio che le viene assegnato è dapprima convinto della colpevolezza di Marie, ma dalle indagini emergono sconcertanti contraddizioni e, a un certo punto, persino la polizia segreta si interessa al caso...
Parigi, 1992: quale motivo induce la giovane Gaëtane a studiare i documenti di una biblioteca relativi al presunto infanticidio di centoventicinque anni prima? 
A chiederselo è Bruno, uno studioso tedesco di storia dell’architettura giunto nella capitale francese per fare ricerche sull’edificio dell’Esposizione Universale. Dal momento in cui vede per caso in biblioteca l’enigmatica ragazza desidera conoscerla, a ogni costo. 
Lei alterna nei suoi confronti un timido interesse a un gelido distacco. Ma quanto più, a poco a poco, il loro rapporto si approfondisce, è la storia che lei sta studiando – e da cui sembra dipendere la sua stessa vita – ad affascinare sempre più Bruno…

"Un romanzo meraviglioso. Il racconto di un amore renero e di un omicidio mostruoso. Un libro che incanta e cattura il lettore dalla prima all'ultima pagina."

Neue Westfalische 

"Un thriller storico emozionante, un'entusiasmante miscela di Storia e invenzione."
Focus 

"Fleischhauer costruisce intrecci, tra passato e presente, con formidabile maestria."
Der Spiegel
L'autore.
Wolfram Fleischhauer è nato nel 1961 a Karlsruhe. Ha studiato letteratura all'Università di Berlino e ha vissuto a lungo in Francia, Spagna e negli Stati Uniti.
Ha lavorato per alcuni anni a Bruxelles come interprete parlamentare. I suoi romanzi riescono a coniugare abilmente una grande capacità di raccontare trame avvincenti con un'alta tensione culturale
.

IL GRANDE MARE DEI SARGASSI
di Jean Rhys


Il grande mare dei sargassi
Ed. Adelphi
Trad. A. Motti
171 pp
12 euro
Aprile 2013
Sinossi

Siamo in Giamaica, intorno al 1830, in un mondo dove «tutto era fulgore e tenebra». 
Da una parte le pratiche del voodoo e le storie degli zombi conosciute attraverso la servitù di colore, dall'altra la calma ferocia dei bianchi, l'intrico delle loro vendette e inganni e tutto accolto in una natura che stordisce col suo splendore: così appaiono le cose alla piccola Antoinette, che già si sente avvolta in un destino avverso.

«C’è in Jane Eyre di Charlotte Brontë un personag­gio minore, ma discretamente inquietante. Il per­sonaggio di una folle reclusa che si dice sia una bella ereditiera creola. 
Jean Rhys ha avuto l’idea di rico­struire la vita di una simile ombra labile e confu­­sa prima dell’arrivo in Inghilterra. Una idea può es­sere buona o cattiva ... a se­conda dell’esecu­zione. Ora l’esecuzio­ne di Jean Rhys è straordi­naria, un ro­manzo avvele­nato di fa­scino, squili­brato di passioni, con­dan­nato e riscat­tato dalla magia ... Scacciata dal suo paradiso di Coulibri, Antoinette affronta un tra­gico e tu­mul­­tuoso destino d’amore e follia pro­prio perché di tale tragicità e tumultuosità è con­vinta lei per pri­ma. O, facciamo, per seconda. Per prima ne è con­vinta Jean Rhys che con mano im­placabile e de­li­cata, com­plice e spietata sospin­ge la sua ero­ina a bru­ciare e consumarsi nello straor­dinario ro­manzo che è Il grande mare dei sar­gassi sino a ridursi al­l’om­bra labile e confusa di un per­sonaggio mi­nore del­lo straordinario romanzo che è Jane Eyre di Charlotte Brontë». (Oreste Del Buono)

L'autrice.
Jean Rhys, pseudonimo di Ella Gwendolen Rees Williams (1890 – 1979), è stata una scrittrice britannica di origini caraibiche attiva nella metà del Novecento
.

Anteprime. Il maggio di Neri Pozza!!



Sbirciando sulla pagina Fb della Neri Pozza ho scoperto che a maggio ci sono tre uscite very interesting!!

Devo dire che in particolare il primo, "Dal ventre della balena", mi incuriosisce per via dell'uomo nudo e puzzolente che giace nel ventre di una balena, che ricorda un po' il biblico Giona e un po' Geppetto di Pinocchio; e il secondo, "Sangue e onore" è il genere che amo, storico e per di più ambientato in Italia; il terzo dev'essere una commedia simpatica.

Voi che ne pensate?

DAL VENTRE DELLA BALENA
di Michael Crummey


Foto: Prossimamente

Michael Crummey, Dal ventre della balena

La prima volta che Mary Tryphena incontra il «Grande Bianco» non può sapere che quell’uomo nudo, puzzolente e dalla pelle chiarissima, diventerà suo marito. Mary è solo una bambina e l’unica cosa che le interessa è l’enorme balena che si è appena spiaggiata sulle coste del suo villaggio. È aprile, il giorno della festa di San Marco, ma il ghiaccio non accenna a sciogliersi. Gli orti marciscono sotto la pioggia incessante e i pescherecci tornano vuoti. In una tale carestia, quell’animale morente non può che essere un dono di Dio.
Gli abitanti aspettano che la balena muoia per spartirla equamente, quando King-me Sellers si presenta in spiaggia dicendo che l’animale si è arenato sulla sua proprietà e perciò a lui spettano l’intero fegato e otto botti d’olio. Mentre per risolvere il contenzioso si attende l’arrivo della Vedova, matriarca temuta e rispettata, dotata di poteri soprannaturali, la balena muore e i pescatori si armano di coltelli, accette e seghe, scalano il dorso del leviatano e prendono a tagliarne le carni e a raccoglierne il grasso. Hanno appena iniziato quando sulla spiaggia risuonano le grida di un ragazzo: nel ventre della balena c’è un uomo nudo, dalla pelle chiarissima, che puzza di pesce marcio. 
Inizia così un racconto epico e ipnotico che schiude davanti ai nostri occhi il mondo del Newfoundland, in Canada, a cavallo tra Ottocento e Novecento. Un mondo magico e spietato in cui due villaggi confinanti, Deep e Gut, con le loro due famiglie – da una parte i Sellers, protestanti di origine inglese, dall’altra i Devine, pescatori irlandesi cattolici – si combattono da decenni, per un motivo che ormai pochi ricordano ancora.
Neppure il singolare ritrovamento del «Grande Bianco», un uomo che pare non invecchiare e che, novello Messia, porterà benessere e abbondanza in una terra dimenticata da Dio, eviterà che i vecchi rancori tra la Vedova e i Sellers tornino a galla e trascinino tutti in un vortice inarrestabile.
Narrato da uno dei più grandi scrittori canadesi contemporanei e già paragonato a Cent’anni di solitudine di Márquez e a L’urlo e il furore di Faulkner, Dal ventre della balena è un romanzo popolato da fantasmi e creature magiche che racconta l’eroismo e il fallimento di una comunità
di immigrati, e l’insondabile malvagità che si annida in ogni famiglia.

Michael Crummey, nato nel 1965 a Bunchas, sulle coste del Labrador, esordisce a metà degli anni Ottanta con raccolte di poesie e di racconti, accreditandosi fin da subito come una delle voci più originali e interessanti del panorama letterario canadese. Nel 2001 il suo primo romanzo, River Thieves, è stato un bestseller in Canada. Tradotto in francese e olandese, ha vinto il Thomas Head Raddal Award e l’Atlantic Independent Booksellers’ Choice Award ed è stato candidato al Giller Prize e al Commonwealth Writers’ Prize. The Wreckage, del 2005, è stato nominato per l’IMPAC Award. Dal ventre della balena è il suo terzo romanzo, vincitore del Commonwealth Writers’ Prize e finalista al Governor General’s Award.

«Fantasmi, gangster, sirene e un guaritore simile a Cristo che emerge dal ventre di una balena spiaggiata sono solo alcune delle attrazioni di questo romanzo epico».
Kirkus

«È stato a ragione paragonato a Cent’anni di solitudine di Garcia Márquez. Ma richiama alla mente anche... i racconti epici del William Faulkner di L’urlo e il furore».
Library Journal

«Sulla scia del realismo magico di Márquez, un ambizioso romanzo sulle vicende di una comunità di immigrati, sui conflitti e sulle alleanze tra le famiglie, sull’eroismo e sul fallimento».
Booklist
Ed. Neri Pozza
I narratori delle tavole
384 pp
18 euro
MAGGIO 2013

Trama

La prima volta che Mary Tryphena incontra il «Grande Bianco» non può sapere che quell’uomo nudo, puzzolente e dalla pelle chiarissima, diventerà suo marito. 
Mary è solo una bambina e l’unica cosa che le interessa è l’enorme balena che si è appena spiaggiata sulle coste del suo villaggio. 
È aprile, il giorno della festa di San Marco, ma il ghiaccio non accenna a sciogliersi. Gli orti marciscono sotto la pioggia incessante e i pescherecci tornano vuoti. 
In una tale carestia, quell’animale morente non può che essere un dono di Dio.
Gli abitanti aspettano che la balena muoia per spartirla equamente, quando King-me Sellers si presenta in spiaggia dicendo che l’animale si è arenato sulla sua proprietà e perciò a lui spettano l’intero fegato e otto botti d’olio. 
Mentre per risolvere il contenzioso si attende l’arrivo della Vedova, matriarca temuta e rispettata, dotata di poteri soprannaturali, la balena muore e i pescatori si armano di coltelli, accette e seghe, scalano il dorso del leviatano e prendono a tagliarne le carni e a raccoglierne il grasso. 
Hanno appena iniziato quando sulla spiaggia risuonano le grida di un ragazzo: nel ventre della balena c’è un uomo nudo, dalla pelle chiarissima, che puzza di pesce marcio.
Inizia così un racconto epico e ipnotico che schiude davanti ai nostri occhi il mondo del Newfoundland, in Canada, a cavallo tra Ottocento e Novecento. 
Un mondo magico e spietato in cui due villaggi confinanti, Deep e Gut, con le loro due famiglie – da una parte i Sellers, protestanti di origine inglese, dall’altra i Devine, pescatori irlandesi cattolici – si combattono da decenni, per un motivo che ormai pochi ricordano ancora.
Neppure il singolare ritrovamento del «Grande Bianco», un uomo che pare non invecchiare e che, novello Messia, porterà benessere e abbondanza in una terra dimenticata da Dio, eviterà che i vecchi rancori tra la Vedova e i Sellers tornino a galla e trascinino tutti in un vortice inarrestabile.

Narrato da uno dei più grandi scrittori canadesi contemporanei e già paragonato a Cent’anni di solitudine di Márquez e a L’urlo e il furore di Faulkner, Dal ventre della balena è un romanzo popolato da fantasmi e creature magiche che racconta l’eroismo e il fallimento di una comunità

di immigrati, e l’insondabile malvagità che si annida in ogni famiglia.
The Wreckage
cover

«Fantasmi, gangster, sirene e un guaritore simile a Cristo che emerge dal ventre di una balena spiaggiata sono solo alcune delle attrazioni di questo romanzo epico».  
Kirkus

«È stato a ragione paragonato a Cent’anni di solitudine di Garcia Márquez. Ma richiama alla mente anche... i racconti epici del William Faulkner di L’urlo e il furore».Library Journal

«Sulla scia del realismo magico di Márquez, un ambizioso romanzo sulle vicende di una comunità di immigrati, sui conflitti e sulle alleanze tra le famiglie, sull’eroismo e sul fallimento».Booklist

Crummey
L'autore.
Michael Crummey, nato nel 1965 a Bunchas, sulle coste del Labrador, esordisce a metà degli anni Ottanta con raccolte di poesie e di racconti, accreditandosi fin da subito come una delle voci più originali e interessanti del panorama letterario canadese. Nel 2001 il suo primo romanzo, River Thieves, è stato un bestseller in Canada. Tradotto in francese e olandese, ha vinto il Thomas Head Raddal Award e l’Atlantic Independent Booksellers’ Choice Award ed è stato candidato al Giller Prize e al Commonwealth Writers’ Prize. The Wreckage, del 2005, è stato nominato per l’IMPAC Award. Dal ventre della balena è il suo terzo romanzo, vincitore del Commonwealth Writers’ Prize e finalista al Governor General’s Award.

Anteprime Mondadori 7 maggio (seconda parte)



Continuiamo a sbirciare i libri Mondadori in uscita il 7 maggio.

"Perduti tra le pagine" dev'essere davvero carino perchè tratteggia il valore delle pagine scritte, dei nostri amati libri....:; "La danza del mondo" mi sembra un romanzo forte, in cui la protagonista farà davvero esperienze che la cambieranno e la scuoteranno da un'esistenza che fino a quel momento è stata grigia e sterile.

VI PIACCIONO QUESTE TRAME?

PERDUTI TRA LE PAGINE
di Margherita Oggero


Perduti tra le pagine
Ed. Mondadori
Libellule
160 pp
10 euro
USCITA 7 MAGGIO
2013
Trama

Una classe d'asilo in visita al Salone del libro di Torino.
Una baby-sitter romena appassionata di letteratura.
Due coppie di genitori più o meno affannate, più o meno in crisi, più o meno felici nella giungla quotidiana, tra la routine del lavoro e le distrazioni del cuore. 
E, soprattutto, due bambini: Leone, che si chiama così per davvero, e Orso, che avrebbe un nome meno "feroce" ma non vuole essere da meno del suo amico.
Leone e Orso non si conoscono fino a quando, proprio nella stessa mattina di caos e di carta, non si perdono entrambi tra gli stand della Fiera.
E mentre le maestre, la tata e i genitori si mettono a cercarli tra i corridoi del Lingotto in un crescendo di preoccupazione, ai due dispersi si aggiunge Giulia, la fidanzatina di Orso. 
Questo bel "terzetto di evasi", ignorando i richiami, come in una meravigliosa avventura esplora i padiglioni e va alla scoperta delle sorprese che si nascondono tra le pagine dei libri, anche quelli dei grandi, anche quelli "senza figure".
Perché i libri, a differenza degli adulti, non hanno mai fretta, non cambiano discorso nelle situazioni delicate, giocano con la fantasia e trovano le parole per ogni emozione.
Una favola delicata e divertente che ci racconta quanto fitta è la trama che unisce la vita alla letteratura, quanto la poesia di una pagina può cambiare il senso della nostra piccola grande storia.

L'autrice.
Margherita Oggero è nata a Torino, dove vive, e ha insegnato in quasi tutti i tipi di scuola. Ha pubblicato il suo primo romanzo, La collega tatuata, con Mondadori nel 2002.
Da quest'opera Luciana Littizzetto ha tratto il fortunato film Se devo essere sincera. Nel 2003, sempre con Mondadori, è uscito Una piccola bestia ferita che ha ispirato la serie televisivaProvaci ancora, prof! con Veronica Pivetti. I suoi ultimi libri sono L'amica americana (2005),Qualcosa da tenere per sé (2007), Il rosso attira lo sguardo (2008), Orgoglio di classe (2008), L'ora di pietra (2011), tutti pubblicati con Mondadori
.

LA DANZA DEL MONDO
di Maria Pia Ammirati


La danza del mondo
Ed. Mondadori
Scrittori italiani e stranieri
204 pp
17 euro
USCITA 7 MAGGIO
2013
Trama

Linda ha trent'anni e la sua vita è bloccata
È divisa tra un marito sposato senza grandi slanci e il fuoco di un amore clandestino che troppo in fretta ha perso calore. 
È stretta in una quotidianità borghese, in una vita sterile, nella finzione di un'esistenza che obbliga ad anestetizzare le domande, i tormenti, gli "astratti furori". 
E, improvvisamente, dopo un aborto spontaneo e una furiosa lite con il marito, decide di lasciare tutto. 
Per abbandonarsi al richiamo di un Sud oscuro, mitico, ancestrale.
Non lascia nessuna notizia di sé, getta via telefonino, carte di credito, documenti, e parte verso la Calabria e la Sicilia. 
Ancora non sa cosa c'è dietro a questa "discesa", dietro al suo bisogno di perdersi, all'impulso di degradarsi, di toccare con mano la sporca e vitale sostanza del mondo. 
Ma da questa fuga, che presto diventa un viaggio profondo, una sfida con se stessa, nascono incontri sorprendenti - storie di dolore, di solitudine, di violenza, d'inaspettata dolcezza. 
Linda affronterà il freddo, la fame, la paura e conoscerà la solitudine. 
Ma, al tempo stesso, troverà solidarietà e ascolto dove non avrebbe mai pensato. 
Fino all'approdo nella Palermo caotica e incantatrice che fa da sfondo a questa storia di amori senz'amore, di maternità e paternità che si sfiorano.
Lontana dal conforto narcotizzante della modernità quotidiana, Linda scoprirà la sua anima segreta nel cuore di una terra dove sopravvive intatto, sia pure in agonia, un selvaggio melodramma senza lacrime e senza retorica. 
Nel Sud ritroverà l'impulso vitale primigenio che feconda, scuote, ferisce, umilia, ma che lascia sfiniti di verità in un mare di luce abbagliante.

Con piglio asciutto, nervoso, a tratti crudele, Maria Pia Ammirati ha scritto il romanzo di un'orgogliosa libertà, di una vertigine incontrollabile che trascina lì dove hanno origine tutti i grovigli. La fuga di Linda si trasforma in un'sperienza esemplare, che ci ricorda la più antica e indimenticabile delle lezioni: per ritrovarsi, prima, bisogna perdersi.


L'autrice.
Maria Pia Ammirati è dirigente televisiva, scrittrice e giornalista. Dopo gli esordi con due saggi di critica letteraria, Il vizio di scrivere(Rubbettino 1991) e Madamina: il catalogo è questo (Rubbettino 1995), ha pubblicato i romanziI cani portano via le donne sole (Empiria 2001, selezionato al premio Strega, premio Palmi per l'opera prima), Un caldo pomeriggio d'estate(Edizioni Cadmo 2005, premio Grinzane-Cavour Calabria), Se tu fossi qui (Cairo 2011, premio Selezione Campiello, premio Procida), Le voci intorno (Cairo 2012) e ha curato, con Ornella Palumbo, l'antologia Femminile plurale. Voci della poesia italiana dal 1968 al 2002 (Abramo 2003)
.


L'amore protagonista delle uscite Mondadori del 7 maggio (prima parte)



Prossimi arrivi Mondadori, tutti in uscita il 7 maggio; sono tutti molto carini: "La cucina degli amori impossibili", che dev'essere spassoso - una commedia all'italiana che ricorda la tragedia shakespeareana di Romeno e Giulietta, almeno per quanto  riguarda l'amore impossibile tra i due rampolli di famiglie rivali! -, Il mio dolce gemello per quest'amore mai dimenticato che irrompe e sconvolge, e "Quello che ti dice il fuoco" per la forza del destino e della passione, che mettono a soqquadro la vita con le sue già traballanti certezze....!

VI PIACCIONO QUESTE TRAME?
QUALE DI QUESTI ROMANZI VI ATTIRA DI PIU'?

LA CUCINA DEGLI AMORI IMPOSSIBILI
di Roberto Perrone


La cucina degli amori impossibili
Ed. Mondadori
Omnibus
300 pp
17 euro
USCITA 7 MAGGIO
2013
Trama

Siamo nella bella Riviera Ligure: due ristoranti, entrambi "stellati" si contendono la clientela di questo luogo esclusivo: sono i Cavasso e i Maggiorasca le famiglie titolari dei due ristoranti pluripremiati, da sempre vicinissime, da sempre irriducibilmente contrapposte.
Cesare Cavasso, uomo eccentrico e autoritario, cuoco di genio, ma abituato a tiranneggiare parenti e sottoposti, sostiene che Vittorio Maggiorasca, ex sous chef nel suo ristorante prima di mettersi in proprio, gli abbia rubato le ricette; Vittorio, al contrario, ritiene che sarebbe stato Cesare a ispirarsi alle sue idee. 
I conflitti sono sempre aperti, dunque, ma Vittorio ancora non riesce ad aggiungere la terza stella al proprio ristorante, finchè...l'improvvisa morte del patriarca Cavasso non cambia le cose.
Per i Maggiorasca è finalmente il momento di sorpassare i rivali, rimasti senza guida; e per farsi sostenere in questa impresa fanno rientrare la figlia Rossella, che nel frattempo è diventata socia di un ristorante a Boston.
Sullo stesso aereo che la riconduce in Italia c'è anche Augusto Cavasso, il figlio di Cesare, affascinante giocatore di basket, che è divenuto una star della NBA dopo essersi allontanato vent'anni prima dall'Italia per non dover seguire le orme del padre, e che adesso sta tornando a casa per i funerali e per raccoglierne, malvolentieri, l'eredità. 
Tra i due, che non si conoscono, scatta, immediata, un'attrazione fortissima, ma basta scendere dall'aereo perché tutto si complichi. 
Lo sgomento che, a vederli insieme, si dipinge sul volto di sua sorella, rende subito chiaro ad Augusto che quella passione repentina quanto bruciante ha davanti a sé una strada tutta in salita... 
E così la contesa tra i Cavasso e i Maggiorasca si arricchisce di nuove tonalità, quasi fossero dei moderni Montecchi e Capuleti. Che stavolta, però, si fronteggiano in cucina.

Scandito con la grazia leggera di una favola e l'implacabile geometria di certe felicissime commedie, Roberto Perrone ci regala un racconto gustosissimo a base di amore e risentimento, alta cucina e umane bassezze, percorso da una vibrante sensualità, condito di humour tipicamente ligure. E nel tardivo apprendistato, culinario e amoroso, di Augusto, nella sua ascesa contrastata verso il cuore di Rossella, ogni lettore non potrà non riconoscere una parte di se stesso.
Roberto Perrone
R. Perrone

L'autore.
Roberto Perrone è nato a Rapallo ma vive a Milano. Scrive di sport, gastronomia e viaggi per il "Corriere della Sera". Nell'ultimo ventennio ha seguito tutti gli avvenimenti sportivi più importanti, dalle Olimpiadi ai Mondiali di calcio. È autore dei romanzi Zamora (Garzanti 2003), La lunga (Garzanti 2007, premio Forte Village), Averti trovato ora (Mondadori 2007, premio Coni per la narrativa) e della biografia di Gigi Buffon Numero 1(Rizzoli 2008), nonché della fortunata serie per ragazzi Banana Football Club, pubblicata da Fabbri.
In qualità di raffinato buongustaio recensisce ristoranti e ha scritto diversi libri di "ricette per tifosi", sempre usciti da Fabbri
.


Oggi in libreria una saga familiare travolgente: L'OMBRA DEL SILENZIO di Kate Morton


Buondì!!
Ecco un romanzo che mi attira tanto e che troverete in libreria proprio da oggi...!

L'OMBRA DEL SILENZIO
di Kate Morton



Ed. Sperling&Kupfer
Pandora
672 pp
19.90 euro
USCITA 30 APRILE

Trama

1961. In un caldo giorno d’estate, mentre la famiglia festeggia nella bella dimora nel Suffolk, la sedicenne Laurel si rifugia nella casa sull’albero della sua infanzia e sogna: del ragazzo che
le piace, di trasferirsi a Londra, di cogliere al più presto il futuro brillante che – ne è certa – la sta aspettando.
Ma prima che quel pomeriggio idilliaco finisca assiste a un terribile crimine...
Un segreto che custodirà per anni e anni.

2011. Come aveva spesso fantasticato, Laurel è diventata un'attrice famosa e amatissima. Nemmeno il successo, però, ha potuto dissipare le ombre lunghe di quel passato lontano. Ossessionata dagli oscuri ricordi di ciò che accadde cinquant'anni prima, Laurel ritorna alla casa nel Suffolk per ricomporre i frammenti di una storia rimasta sepolta troppo tempo.
La storia di un uomo e due donne, cominciata per caso nella Londra semidistrutta dalle bombe della Seconda guerra mondiale. Una storia di passioni fatali che segnerà tragicamente i destini di quei tre giovani tanto diversi eppure uniti da un indicibile mistero.
Quello che solo Laurel, testimone innocente di un delitto nell'estate della sua adolescenza, è in grado di svelare.
Titolo originale: THE SECRET KEEPER

L'ombra del silenzio è una grande saga famigliare ricca di segreti e costellata di gelosie e tradimenti dalle conseguenze tragiche quanto imprevedibili.
Un romanzo travolgente, pieno di rivelazioni e svolte inattese, che incalzano il lettore fino all'ultima parola.

«Probabilmente non c'è autrice più dotata di Kate Morton: nessuno come lei sa raccontare storie e misteri di famiglia, intrecciando le vite di oggi con quelle del passato, in perfetto stile neogotico. Con L'ombra del silenzio il suo talento si è persino raffinato: questo è un libro che non si riesce a smettere di leggere.» USA Today



L'autrice.
Kate Morton, australiana, a ventinove anni scrive il suo primo romanzo, che diventa subito un grande successo internazionale. Con Il giardino dei segreti conferma il suo talento e si afferma definitivamente sulla scena letteraria mondiale.
Affascinata dall'Ottocento, si è laureata con una tesi sulla tragedia nella letteratura vittoriana e attualmente sta svolgendo un dottorato sul gotico nel romanzo contemporaneo.
Vive a Brisbane con la famiglia e sta scrivendo il suo terzo libro.

lunedì 29 aprile 2013

Dal libro al cinema: I FIGLI DELLA MEZZANOTTE



cineromanzo

Ecco un libro da cui è stato tratto un film di recente.

I FIGLI DELLA MEZZANOTTE
di Salman Rushdie


I figli della mezzanotte
Ed. Mondadori
Oscar Contemporanea
Trad. E. Capriolo
672 pp
11 euro
2008
Sinossi

I "figli della mezzanotte" sono i bambini nati il 15 agosto 1947, allo scoccare della mezzanotte: il momento, cioè, in cui l'India proclamò la propria indipendenza. Possiedono tutti doti straordinarie: forza erculea, capacità di diventare invisibili e di viaggiare nel tempo, bellezza soprannaturale.
Ma nessuno è capace di penetrare nel cuore e nella mente degli uomini come Saleem Sinai, il protagonista di questo romanzo che, ormai in punto di morte, racconta la propria tragicomica storia; una vicenda surreale attorno a cui si dipana una grandiosa saga familiare, un magnifico canto corale sullo sfondo della storia dell'India del Ventesimo secolo.

L'autore
Salman Rushdie (Bombay - 1947) si è trasferito a Londra quando aveva quattordici anni. È l'autore di Grimus, I figli della mezzanotte, La vergogna, I versi satanici, Harun e il mare delle storie, L'ultimo sospiro del Moro, Est, Ovest, La terra sotto i suoi piedi, Furia, Shalimar il clown, del reportage sul Nicaragua Il sorriso del giaguaro e dei volumi di saggi Patrie immaginarie e Superate questa linea.

I figli della mezzanotte - Cinema
locandina




Critiche e recensioni

Salman Rushdie ha ceduto i diritti dei “Figli della mezzanotte” per un dollaro, durante una cena, all’amica Deepa Mehta. Ha lavorato alla sceneggiatura del suo romanzo; tanto lo scrittore quanto la regista avevano la loro lista di "scene intoccabili"’ e miracolosamente le liste coincidevano.
Lungo i 148 minuti di film Mehtaincrocia dunque storia privata e storia pubblica alternando il racconto degli eventi della Nazione in profondo cambiamento a quello dei due bambini assegnati uno al destino dell'altro.
un film epico, visivamente attraente che stenta però a condensare in più di due ore di pellicola le oltre cinquecento pagine e rivoluzioni del libro. Tanti (troppi) i personaggi in un arco temporale (anch'esso) molto ampio contribuiscono a diluire la forza del film che si perde, con il passare dei minuti, nella grande mescolanza di elementi narrativi. La grande forza visiva di alcune immagini e le descrizioni di alcuni momenti cruciali (che dimostrano la sensibilità artistica di Deepa Mehta) non bastano dunque a fare de I figli della mezzanotte un film all'altezza delle aspettative, perché se da un lato le vicende storico/politiche che fanno da sfondo sono solo abbozzate, neanche l'odissea umana del protagonista Saleem Sinai e dei suoi ‘fratelli' riesce a creare la giusta empatia con lo spettatore, perché infine troppo frammentaria (sia dal punto di vista temporale sia dal punto di vista dei luoghi). Dall'incontro tra lo scrittore Salman Rushdie(che firma la sceneggiatura) e della regista Deepa Mehta viene così fuori un film ibrido, (troppo) ricco di storie e sensazioni e proprio per questo poco capace di arrivare al pubblico, specie se non particolarmente addentro alle vicende di cui si narra.

Anteprima e contest by Garzanti: Tra la notte e il cuore di Julie Kibler



Ecco un'anteprima allettante per me e per il genere letterario che preferisco...!
Inoltre, a questo libro è annesso un concorso...!
Seguitemiiiiii


TRA LA NOTTE E IL CUORE
di Julie Kibler


Ed. Garzanti
Narratori moderni
USCITA 9 MAGGIO
2013

«Un esordio che incanta per la sua originalità. E che fa luce su una delle pagine più buie e controverse della Storia.» «Booklist»

Trama

Non ho saputo proteggerti.
Ma adesso tutto può cambiare.
E saremo ancora insieme.


È mattina presto, e Miss Isabelle si ferma per un attimo sulla soglia di casa ad ammirare la luce dell’alba che colora di rosa i tetti della cittadina di Arlington, Texas. Come ogni lunedì sta aspettando Dorrie, la sua giovane parrucchiera, che per lei è diventata come una figlia. Da dieci anni è la sua cliente speciale, da dieci anni la sua richiesta è sempre la stessa: domare la sua vaporosa chioma in ordinati riccioli argentati. Ma non questo lunedì. Oggi Miss Isabelle sa che la sua vita fatta di piccoli riti e abitudini sta per essere rivoluzionata. Il passato è tornato a tormentarle l’anima e niente potrà più essere come prima.
Con tutta la forza d’animo che riesce a raccogliere dopo novant’anni di vita, Miss Isabelle presenta la sua richiesta d’aiuto a Dorrie. Ed è una richiesta sconvolgente.
Un viaggio. Un lunghissimo viaggio in macchina verso Cincinnati, dalla parte opposta degli Stati Uniti, e bisogna partire subito. Senza spiegazioni.
Dorrie esita, ma le basta uno sguardo negli occhi della vecchietta per capire che non può rifiutare.
Mentre l’orizzonte inghiotte l’asfalto e il rosso del tramonto si dissolve in un cielo buio senza stelle, Miss Isabelle stringe tra le mani un antico ditale d’argento e sente il proprio cuore riaccendersi, come una notte di settant’anni prima, nel 1939. La notte in cui, mentre l’odio e la violenza dilagavano come un’epidemia, due occhi gentili avevano illuminato l’oscurità come un fulmine. Due occhi scuri che facevano paura a tutti, ma non a lei, che nella loro carezza aveva trovato la forza e il coraggio di sfidare il mondo e le sue convenzioni. Ma tutto l’amore non è bastato e gli anni hanno intessuto un groviglio di segreti e silenzi che si è annidato nel profondo dell’anima e che ora deve essere districato.
Calling Me Home book cover
COVER
E l’unico modo è percorrere gli ultimi chilometri che separano la notte dal suo cuore… E dalla verità.

Questa è la storia di come la vita ci concede una seconda occasione. La storia di una donna che cerca la libertà del suo cuore. Perché questo è il momento di far crescere di nuovo la speranza.

L'autrice.
Julie Kibler vive in Texas con il marito e i figli. Tra la notte e il cuoreè il suo romanzo d’esordio
.



IL CONCORSO
CLICCA SUL BANNER
PER ESSERE INDIRIZZATO ALLA PAGINA
DEL LIBRO
E AVERE TANTE INFORMAZIONI
SU ROMANZO E CONCORSO...!


Il concorso è ispirato al romanzo che secondo ilPublishers Weekly è il debutto più amato del 2013 e ha incantato gli editori di tutto il mondo.

Per partecipare inviate una foto o un disegno del vostro viaggio del cuore, quello che ricordate con più affetto, su www.tralanotteeilcuore.com entro il 7 maggio.

In palio un abbonamento annuale a Vanity Fair, la pubblicazione su VanityFair.it, una copia del romanzo e la partecipazione alla serata con l'autrice al Salone del Libro di Torino 2013. Le 10 immagini più belle vinceranno tutte la pubblicazione su VanityFair.it.

Concorso valido dal 24 aprile al 7 maggio su tutto il territorio nazionale, 420,50€ il valore stimato del montepremi

Piccole anteprime I PENDOLARI DELLE 16:02



I PENDOLARI DELLE 16.02
di Priya Basil


I pendolari delle 16:02
Ed. Piemme
Narrativa
Trad. R. Scarabelli
98 pp
9 euro
USCITA 30 APRILE
2013
Trama

Londra, un treno affollato nell’ora di punta. Due passeggeri persi nei loro pensieri. Helen ha appena finito di digitare un post sulla sua bacheca di Facebook, alludendo a un segreto che è stanca di tenere per sé; indugia un po’ prima di premere invio, perché sa che quelle parole avranno delle conseguenze. 
Kerm, medico, è di ritorno dal funerale del nonno e, con lo sguardo sul paesaggio che scorre oltre il finestrino, si interroga sul senso della vita.
Nel caos scatenato da una banda di ragazzini, i destini di quei due estranei si intrecciano in maniera inaspettata.
Può un semplice viaggio cambiare le loro vite per sempre?

cover

L'autrice.
PRIYA BASIL nata a Londra nel 1977 da genitori indiani, è cresciuta in Kenya e ora vive tra Londra e Berlino. Grazie al suo primo romanzo, Profumo di spezie proibite, si è affermata come nuova rivelazione della letteratura anglo-indiana ed è stata candidata a vari premi letterari, tra cui il Commonwealth Writers’ Prize 2008, il Dylan Thomas Prize e l’IMPAC Dublin Literary Award. Il dio degli amori impossibili ha confermato l’ottimo consenso di pubblico e critica. Nel 2011 Priya Basil è stata ospite al Literaturfestival di Berlino e alla Casa delle Letterature di Roma. Molto attiva nel campo del sociale, ha fondato il progetto Authors For Peace e sostiene la lotta contro il traffico illegale di armi.

Anteprima thriller d'autore. INFERNO di Dan Brown



Anteprima super attesa, amanti del thriller ed in particolare, estimatori del "maestro" Dan Brown...!!!
Personalmente non lo attendo con trepidazione, pur avendo letto sia "Il codice da Vinci" che "Angeli e demoni", per quanto io li abbia apprezzati abbastanza come thriller, soprattutto il secondo.
Ciò non toglie che lo vorrei leggere, ma credo che lo farò quando lo ristampano... adesso non ho proprio voglia di spendere 25 euro per Dan.... ^_^

VOI LO ATTENDETE' LO LEGGERETE?
GLI ALTRI LIBRI LI AVETE LETTI E VI SON PIACIUTI?

INFERNO
di Dan Brown


Inferno. Anteprima assoluta
Ed. Mondadori
Omnibus
Trad. N. Lamberti, A. Raffo,
R. Scarabelli
600 pp
25 euro
USCITA 14 MAGGIO
2013
Trama

Nei suoi bestseller internazionali - Il Codice da Vinci, Angeli e demoni e Il simbolo perduto -, Dan Brown ha mescolato in modo magistrale storia, arte, codici e simboli. In questo nuovo e avvincente thriller, ritorna ai temi che gli sono più congeniali per dare vita al suo romanzo più esaltante. 
Robert Langdon, il professore di simbologia di Harvard, è il protagonista di un'avventura che si svolge in Italia, incentrata su uno dei capolavori più complessi e abissali della letteratura di ogni tempo: l'"Inferno" di Dante. 
Langdon combatte contro un terribile avversario e affronta un misterioso enigma che lo proietta in uno scenario fatto di arte classica, passaggi segreti e scienze futuristiche. Addentrandosi nelle oscure pieghe del poema dantesco, Langdon si lancia alla ricerca di risposte e deve decidere di chi fidarsi... prima che il mondo cambi irrimediabilmente.

L'autore.
Dan Brown, prima di diventare uno dei più acclamati autori di thriller, Dan Brown è stato professore universitario e storico dell'arte. I suoi libri, Crypto, La verità del ghiaccio, Angeli e Demoni, Il Codice da Vinci e Il simbolo perduto, tutti pubblicati in Italia da Mondadori, sono bestseller nel mondo.

Libri e titoli ^_^



I titoli che mi hanno colpito di più ultimamente??
Eccoli.. ^_^

L'ULTIMA NEVE DI PRIMAVERA (B. Busquets, Ed. Piemme, Maggio 2013).

Questo titolo mi piace perchè mi da sensazioni di delicatezza, immagini poetiche, che associo tanto alla neve quanto alla primavera.

127c14b5_1.jpg
.

UN CIELO PIENO DI LUCCIOLE (C. Watson, Mondadori).
Gioia, speranza, fiducia: il fatto che nel buio possano brillare delle lucciole, nel cielo, mi dà sensazioni positive!!

Fond d'écran animé, screensaver 240x320 pour téléphone portable
l

LA CASA DEI GIORNI FELICI (E. Hildebrand, MoNdadori). 
Questo titolo mi piace perchè mi fa pensare alla tenerezza, al senso di sicurezza e alla felicità che si prova quando si vive in una casa (nel senso di famiglia) in cui c'è serenità e della quale porterai sempre con te un bellissimo ricordo, anche crescendo!!

maisons,house,casa,Zuhause
.

CRONACHE DI PICCOLI MIRACOLI (D. Chan, Nord, 2013).
E infine questo titolo, che mi fa pensare a quanti piccoli miracoli, di cui a volte non ci accorgiamo o diamo per scontato, che accadono intorno a noi e che invece contribuiscono alla nostra felicità quotidiana....!!

BELLES IMAGES ANIMEES
.

A VOI, PIACE QUALCUNO DI QUESTI TITOLI?

Recensione: "L'età dei miracoli" di Karen Thompson Walker




Buondì!!!
Eccomi con una recensione di un romanzo molto carino e che mi ha accompagnato in questo ultimissimi giorni!
Per molti versi mi ha ricordato quei tanti film che ruotano attorno a cataclismi e sciagure varie che piombano all'improvviso sul genere umano, in particolare sugli Stati Uniti.
Eh sì, ci avrete fatto caso anche voi che in genere tutti gli eventi apocalittici più straordinari sono localizzati là, in particolare in California o a New York :D Forse gli americani temono più degli Europei e degli altri abitanti dei continenti la fine del mondo...??
Ad ogni modo, considerazioni ironiche a parte, ecco la trama e, a seguire, il mio pensiero sul libro.


L'ETA' DEI MIRACOLI
di Karen Thompson Walker

Ed. Mondadori
Collana Srittori italiani e stranieri
250 pp
prezzo: 18.50 euro (?)
USCITA 28 AGOSTO 2012
“Il 6 ottobre, gli esperti comunicarono ufficialmente la notizia. Dissero che c’era stato un certo cambiamento, un rallentamento. Da quel momento lo abbiamo chiamato proprio così: il rallentamento.”

Julia ha dodici anni quando la terra inizia a rallentare la sua rotazione, prima di sei minuti, poi dodici, poi ventiquattro, fino a quando il giorno si allunga oltre le cinquanta ore, la gravità si indebolisce, gli uccelli smettono di volare, gli astronauti si allontanano dalla terra, compare una nuova malattia chiamata “sindrome da rallentamento”... 
La terra inizia a cambiare e Julia con lei. 
E mentre il mondo impaurito si divide tra coloro che continuano a seguire le ventiquattro ore e quelli che si regolano con la luce del sole, Julia cerca di trovare il proprio posto nonostante tutto: nonostante la migliore amica che decide di non vederla più, nonostante le crepe nel matrimonio dei suoi genitori e le paranoie del nonno stravagante, e poi ancora la solitudine, l’adolescenza con tutti i suoi turbamenti, quell’ “età dei miracoli” piena di paura ed eccitazione, e un ragazzo di cui innamorarsi davvero... Intanto il rallentamento, inesorabile, continua.


il mio pensiero

Ho letto L'età dei miracoli pagina dopo pagina aspettandomi non so quale grossissimo evento catastrofico, in perfetto stile "film hollywoodiano", di quelli in cui le montagne prendono fuoco, la terra si spacca in due, i vulcani eruttano come mai hanno fatto .... e cose di questo genere.
Beh, non vi aspettate nulla di particolarmente "cinematografico" leggendo il romanzo della Thompson Walker.
E' una storia che, benchè si collochi a metà strada tra il reale e il surreale, ha un ritmo pacato, tranquillo, anche se il lettore - almeno a me ha fatto questa sensazione - si attende ad ogni pagina di capire che tipo di sconvolgimenti l'evento straordinario ipotizzato porterà con sè, e questa curiosità inevitabilmente getta suspense e curiosità.
Ed in effetti, l'Autrice ci illustra codesti effetti con chiarezza, semplicità, a volte anche con termini "tecnici", ma dal punto di vista non di uno scienziato o di un adulto, bensì di una bambina.
Julia - protagonista e voce narrante del romanzo -,ormai grande, fa un viaggio nella memoria e nel tempo e racconta come ha vissuto i primi "momenti" (ore, giorni, settimane, mesi...) del rallentamento della Terra

Siamo in California e la notizia che il movimento terrestre sta rallentando pian piano ma inesorabilmente arriva di punto in bianco a sconvolgere la mente e la vita della persone.
All'inizio non ci si dà molto peso e la gente prosegue con la propria vita e le proprie abitudini senza mutarle di un millimetro, ma quando le leggi della fisica vengono sconvolte senza che l'uomo - con tutta la sua intelligenza e il suo progresso scientifico-tecnologico - possa trovare la spiegazione all'evento, nè tanto meno la soluzione, c'è poco da stare tranquilli.
.
Le ore di luce cominciano ad aumentare, il sole tarda a tramontare ma, quando il buio comincia, lo stesso sole tarda a risorgere; insomma, le giornate si allungano via via sempre più e questo mette in crisi le persone, che si ritrovano ad aver sonno quando in alto splende ancora il sole e a svegliarsi quando manca ancora molto all'alba....
Come può un avvenimento tanto straordinario non cambiare la vita degli individui?
La cambia, infatti, ma non per tutti allo stesso modo.
Alcuni - la maggioranza, sostenuta dal Governo - vuole continuare a vivere seguendo "l'ora dell'orologio", a prescindere dalla luce e dal buio -, ma altri credono che sia giusto "assecondare" il nuovo status naturale e seguire l'ora reale.
Quest'ultima scelta non sarà ben vista dalla maggioranza, che costringerà questi dissidenti ad allontanarsi e a fondare comunità negli spazi desertici, in cui possano vivere come vogliono.
Tra la frenesia di raccogliere quante più scorte alimentari possibili, preparare dei rifugi sotterranei contro le radiazioni, la consapevolezza che il mondo sta mutando (stormi di uccelli cadono al suolo morti, le balene spiaggiano, tutto secca, l'agricoltura perde colpi...), il sopraggiungere di ansie, paure, malattie specifiche e nuove (la cosiddetta "sindrome da rallentamento"), anche la vita di una ragazzina di soli 11 anni verrà toccata e scossa, nelle relazioni familiari e amicali, ma soprattutto insieme al rallentamento terrestre, il prolungarsi delle ore di luce sembrerà mettere in bella vista tutti quei problemi, quelle crepe, quei "difetti" che sembravano nascosti.
Julia è una bambina come tante, solo un po' più timida, silenziosa, impacciata rispetto alle coetanee che frequenta a scuola; non ha veri e propri amici, è troppo insicura e questo viene visto dai coetanei come una caratteristica da perdente, il che li porta a prenderla in giro o ad allontanarla.
Julia ne soffre; lei sa di non essere "nulla di particolare", di non saper far colpo sui maschi o di essere carina come le compagne, ma non sa come rimediare a tutto questo; vorrebbe piacere ed essere apprezzata ma ogni giorno riceve tristi conferme di non piacere ai ragazzi e questo la avvilisce e la rende ancora più silenziosa ed introversa.
Finora ha potuto contare sull'amicizia di Hanna, ma pare che il rallentamento stia producendo i suoi effetti anche sul legame stretto che c'era tra loro; e poi, dall'unico ragazzo che le piace, Seth Moreno, non riceve molti input positivi perchè tra i due nasca qualcosa, così la ragazzina passa invisibile tra i ragazzi, senza che nulla riesca a farla sentire importante per qualcuno.
Per non parlare di ciò che accade a casa.

.
Mamma e papà hanno problemi tra loro, sembra che a malapena riescano a sopportarsi, litigano spesso e Julia avverte questa tensione, chiedendosi se essa ci fosse già - ed era lei a non averla vista - o se sia frutto del rallentamento, che sta influendo negativamente sulla psiche delle persone.
Anche il nonno è più strano del solito, più stravagante e le sue "fisse" vengono fuori con maggiore evidenza; insomma, tutti attorno a lei stanno cambiando e Julia è certa che nulla sarà più come prima.
Si palpa, ad ogni pagina, la tensione e la paura che tocca le persone, di fronte al mutamento della Terra, il senso di ineluttabilità e di impotenza, il voler sfuggire alle conseguenze e sopravvivere nonostante tutto, l'euforia e l'eccitazione di chi si rende conto che le cose potrebbero peggiorare e dare il via ad una vera e propria catastrofe mondiale.
Ma anche questa sensazione di paura è presentata al lettore con quella tranquillità e ingenuità tipica dei ragazzini; attraverso Julia avvertiamo dubbi e paure, che però vengono "distratti" dai suoi piccoli problemi personali, legati al particolare periodo che sta vivendo, appunto "l'età dei miracoli", in cui si comincia ad avvicinarsi all'adolescenza, i corpi di maschi e femmine mutano, così pure i comportamenti, influenzati dalla sensazione di inadeguatezza e dal desiderio di essere grandi e di piacere.

L'Autrice è stata molto sensibile nel darci un ritratto psicologico chiaro della personalità della protagonista, lasciandoci entrare nella sua anima, nei suoi pensieri, nei suoi timori, speranze, attese e sentimenti; Julia è il prototipo della pre-adolescente piena di dubbi ed ansie, di contraddizioni, di voglia di crescere e, allo stesso tempo, la paura di non essere come gli altri, ma restare "sfigata", insipida...; in lei rivediamo il nostro desiderio di ricevere amore e incoraggiamento dai genitori - che però hanno già i loro problemi da risolvere - e apprezzamento ed amicizia sincera dai coetanei.
E nonostante attorno a sè, Julia veda indifferenza ed egoismo, riuscirà ad assaporare le prime emozioni dell'innamoramento e ad entrare in sintonia proprio col ragazzo che le piace, Seth, anch'egli un'anima sola e bisognosa di affetto e amicizia.

Con delicatezza e sensibilità, l'Autrice ci racconta una storia che riflette un po' i timori che in fondo il genere umano ha da sempre - la fine del mondo, come sarà, chi e se si sopravviverà.... -, ipotizzando un evento straordinario che di per sè giudicheremmo impossibile, ma che ci fa comunque riflettere su come le azioni, tanto spesso irresponsabili, dell'uomo sulla natura attorno a sè, possano davvero portare conseguenze negative che, come un boomerang, potrebbero ritorcerglisi contro, senza che egli sappia o possa fare qualcosa per salvarsi.
In mezzo a questa grande Età dei Miracoli, che è il periodo storico particolare narrato dall'Autrice e che coinvolge il mondo intero, si colloca un'età dei miracoli più piccola, quella personale di una bambina di 11 anni che, con i suoi occhi ingenui ma disincantati, guarda il mondo attorno a sè mentre gira (più lentamente....!) e cambia, portando via con sè cose vecchie e inaugurandone delle nuove, cui lei guarda, anche a distanza di anni, con nostalgia e stupore.

Se non fosse per un senso (inevitabile????) di "rallentamento" che ho vissuto leggendo (in molti momenti, è come se avessi avvertito una "stasi", una lentezza nell'andare avanti con la narrazione dei fatti, e il soffermarsi troppo sulle minuzie, sui dettagli), darei anche un giudizio positivo nel senso pieno del termine, cosa che non mi sento di dare proprio per una certa lentezza del ritmo; resta il fatto che si tratta di un libro molto piacevole, mi sono ritrovata moltissimo nella protagonista, perchè a 11 anni ero esattamente come lei...!!

Lo consiglio, certamente è un buon inizio per la Thompson Walker.


sabato 27 aprile 2013

Presto in casa Sperling&Kupfer: LA SORELLA BUGIARDA - IL ROSSO DELLA LUNA


Due arrivi Sperling - Frassinelli che mi sembrano molto interessanti!!

LA SORELLA BUGIARDA
di Janice Steinberg



Ed. Sperling&Kupfer
Pandora
Trad. M.L. Cantarelli
392 pp
18.50 euro
USCITA 30 APRILE
2013
Trama

La sua è stata una vita da combattente, eppure adesso, ad ottantacinque anni, Elaine Greenstein, sembra rassegnata a trasferirsi nella casa di riposo Rancho Mañana, che ha ribattezzato ironicamente il Ranch Senza Domani.
Mentre mette ordine tra le carte prima della partenza, però, Elaine trova un vecchio biglietto da visita sul quale, per quanto sia ingiallito, si legge nitidamente:

Philip Marlowe
Detective

Sul retro del biglietto, scarabocchiato frettolosamente, un altro nome - Kay Devereaux - fa riaffiorare alla mente di Elaine il ricordo di Barbara, la sua gemella scomparsa da casa quando aveva diciotto anni, lasciandosi dietro una scia di guai e neanche la più pallida traccia.
Almeno fino a questo momento: con il biglietto ritrovato come unico indizio, Elaine si imbarca in un'indagine a ritroso nel tempo che la riporta all'infanzia. 
Al quartiere di Los Angeles dove è cresciuta, costellato di improbabili scuole yiddish, sartorie fuori dal tempo e aromatiche gastronomie kasher. 
The Tin Horse: A Novel
cover
Alla bizzarra famiglia di origine, in cui ancora aleggiava la leggenda del nonno scappato dalla Russia e dal suo primo amore affrontando le acque profonde di un fiume gelido, e quella della nonna che a dodici anni aveva attraversato a piedi l'Europa per solcare l'oceano verso la Terra Promessa Americana. 
E naturalmente alla sorella Barbara, tanto sexy, ribelle e ambiziosa quanto lei era stata timida, silenziosa e obbediente. La sorella rivale con la quale si era disputata l'amore dell'affascinante figlio dei vicini di casa. La ragazza scapestrata che adesso Elaine vorrebbe tanto ritrovare.
La sorella bugiarda è la storia di una donna e del suo viaggio in un passato che affonda le radici nella Los Angeles di Raymond Chandler. 
È l'irresistibile racconto di una vita combattiva, ironica, piena di ricordi e di immaginazione. L'inventivo, appassionante romanzo di una narratrice incantevole.

«Un romanzo fatto di segreti e tradimenti, di ricordi e verità nascoste: un libro sulla natura mutevole dell'animo umano, da raccomandare caldamente.» Library Journal

L'autrice.
Janice Steinberg è giornalista e scrittrice. Nata nel Wisconsin, si è laureata all'Università della California e vive a San Diego con il marito.


IL ROSSO DELLA LUNA
di Benjamin Percy

Ed. Sperling&Kupfer
Pandora
Trad. C. Brovelli
564 pp
18.90 euro
USCITA 30 APRILE
2013

Vivono in mezzo a noi. Sono i nostri vicini, le nostre madri, i nostri amanti. Cambiano. Si trasformano.
Trama

Tutte le adolescenti pensano di essere speciali.
Quando gli agenti del governo abbattono la porta della casa in cui Claire Forrester vive con la sua famiglia e ammazzano i suoi genitori, lei si rende conto di essere davvero diversa.
Patrick Gamble era un ragazzo come gli altri, fino al giorno in cui è salito su un aereo da cui è sbarcato alcune ore dopo, unico superstite tra i passeggeri, un eroe.
Chase Williams ha giurato di proteggere i cittadini americani dal pericolo che serpeggia in mezzo a loro, ma sta diventando lui stesso ciò che ha promesso di annientare.
Finora la minaccia è stata controllata con le leggi, con la violenza e con i farmaci. Ma la notte della luna rossa si avvicina. Una notte da cui emergerà un mondo nuovo, e in cui inizierà la battaglia per l'umanità.
Il rosso della luna è un romanzo formidabile che reinventa il mito e crea un nuovo modernissimo eroe; è un libro di grande impatto, l'opera di un autore di grande talento, già acclamato dalla critica e amatissimo dal pubblico in America: sono bastate le prime 90 pagine perché gli editori di tutto il mondo decidessero di pubblicarlo e una delle più importanti major hollywoodiane lo scegliesse per farne un film spettacolare.
cover
L'autore.
Benjamin Percy è nato nel 1979 a Eugene, in Oregon.
Dopo la laurea, ha cominciato a pubblicare racconti e insegnare scrittura creativa.
Il suo primo romanzo, The Wilding, ha vinto numerosi premi e riconoscimenti. Il rosso della luna è il suo secondo libro, i cui diritti cinematografici sono già stati venduti a Gotham Group, i produttori di Abduction.

Alcuni libri in arrivo a maggio (anteprima)



Buon sabato pomeriggio!!
Confesso di non avere molto tempo da dedicare al blog, purtroppo, come capita ogni week end, ma cercherò di fare almeno un post-ino con alcune novità interessanti previste per maggio!!!
Ce ne sono diverse di allettanti!!

Fatemi sapere cosa ne pensate!!

E' IL TUO GIORNO, BILLY LYNN!
di Ben Fountain


Ed. Minimum Fax
Trad. M. Testa
370 pp
17 euro
USCITA MAGGIO 2013
Trama

I dieci soldati della squadra Bravo hanno compiuto una coraggiosa azione di guerra in Iraq, immortalata per caso dalle telecamere di un tg; trasformati di colpo in eroi nazionali, vengono richiamati in patria per due settimane di Victory Tour (interviste in tv, visita alla Casa Bianca, ospitate nei centri commerciali), che culminano nell’apparizione come ospiti d’onore alla spettacolare partita di football del Giorno del Ringraziamento. 
Durante questa fatidica giornata, fra le strette di mano ai petrolieri texani, le canne fumate di nascosto, il trauma ancora vivissimo della recente morte di un compagno, la sensualità delle cheerleader, le avances di Hollywood e una proposta di diserzione, il diciannovenne caporale Billy Lynn cerca di non impazzire: la mattina dopo, la squadra deve tornare al fronte. 
La spettacolarizzazione dello sport e della guerra, il conflitto di classe, lo strapotere dell’entertainment e del mercato, ma anche la forza dell’amicizia, la paura della morte,la scoperta dell’amore: c’è tutto questo, in un romanzo scatenato e brillante che negli USA è uno dei casi letterari dell’anno.

L'autore.
Ben Fountain (1958) ha debuttato con la raccolta di racconti Fugaci incontri con Che Guevara (Spartaco, 2011), vincendo il PEN/Hemingway Award e il Whiting Award. È il tuo giorno, Billy Lynn! è il suo primo romanzo.

I GIORNI DELL'ARCOBALENO
di Antonio Skarmeta


I giorni dell'arcobaleno
Ed. Einaudi
Supercoralli
Trad. P. Tomasinelli
250 pp
19.50 euro
USCITA 7 MAGGIO
2013
Trama

E' il 1988, siamo in Cile. Mentre spiega ai suoi studenti il mito della caverna di Platone, il professor Santos viene portato via dalla polizia. Suo figlio Nico, in classe con i compagni, sa cosa deve fare: chiamare un numero di telefono per riferire l'accaduto, e, qualunque cosa succeda, non fare gesti avventati. Il giorno dopo l'arresto, alla vigilia del referendum per la riconferma di Pinochet, al pubblicitario Adrian Bettini viene offerta la guida sia della campagna per il Sì che di quella per il No, il cui simbolo è un arcobaleno. Tra compositori bizzarri che rivisitano Strauss, incidenti stradali, fidanzate restie a concedersi, recite scolastiche, Nino imparerà ad assumersi le proprie responsabilità e a guardare in faccia la realtà dei desaparecidos cileni, e Adrian riuscirà finalmente a buttarsi, confidando in se stesso. Skarmeta torna con un romanzo che fa i conti con il momento più buio del proprio paese ma che ci restituisce una splendida storia di redenzione.

L'autore.
Antonio Skármeta (1940), lasciato il Cile in seguito al colpo di stato contro Salvador Allende, per molti anni ha insegnato sceneggiatura in Germania. Oltre al «Premio Planeta 2003» per Il ballo della Vittoria, ha ricevuto numerosissimi premi in tutto il mondo (tra cui il «Prix Médicis» in Francia, il «Goethe» in Germania, e il «Grinzane Cavour» in Italia). Per Einaudi, ricordiamo Il postino di Neruda (Super ET 2007), da cui è stato tratto il film con Massimo Troisi e Philippe Noiret, Le nozze del poeta (ET Scrittori 2008), Match Ball (ET Scrittori 2010) e Un padre da film (I coralli 2011)
.

KSENIA E LE VENDICATRICI
di Massimo Carlotto, Marco Videtta


Ed. Einaudi
Stile libero big
200 pp
15 euro
USCITA 7 MAGGIO
2013
Sinossi

Ksenia, giovane e bella siberiana, è costretta dalla povertà e dalla mancanza di prospettive a credere ciecamente a un fascinoso italiano che le ha promesso un matrimonio da favola.
Un atroce inganno che la rende prigioniera del suo stesso sogno.
Da sola non ce la farebbe a uscire dall'incubo ma con l'aiuto di Luz,
Eva e di un'altra misteriosa donna, il riscatto può avere inizio e la vendetta compiersi.
Senza esclusione di colpi.

Autori.
Massimo Carlotto risiede attualmente a Flumini di Quartu Sant'Elena Nel 1976, giovane universitario e militante di L.C., scopre casualmente a Padova il cadavere senza vita di Margherita Magello, colpita da 59 coltellate, e viene accusato dalla polizia dell’omicidio dopo essersi recato volontariamente a testimoniare.
Dopo il processo d’appello e prima della sentenza fugge all’estero e si dà alla latitanza, trasferendosi poi in Messico e iscrivendosi all’Università. Viene catturato e riportato in Italia, sino alla grazia che il Presidente della Repubblica gli accorda nel 1993, grazie anche al favore dell'opinione pubblica.
Massimo Carlotto, libero, diventa scrittore. Esordisce nel 1995 con il romanzo-reportage Il fuggiasco, pubblicato da e/o e ispirato alla sua esperienza di latitante da cui è stato tratto nel 2003 un film, diretto da Andrea Manni, con Daniele Liotti. Per la stessa casa editrice ha scritto, oltre ad Arrivederci amore, ciao (secondo posto al Gran Premio della Letteratura Poliziesca in Francia 2003, finalista all’Edgar Allan Poe Award nella versione inglese pubblicata da Europa Editions nel 2006), diversi romanzi, tra cui: La verità dell’Alligatore, Il mistero di Mangiabarche, Nessuna cortesia all’uscita (premio Dessì 1999 e menzione speciale della giuria premio Scerbanenco 1999), Il maestro di nodi (premio Scerbanenco 2003), Niente, più niente al mondo (premio Girulà 2008), Nordest con Marco Videtta (premio Selezione Bancarella 2006), La terra della mia anima (premio Grinzane Noir 2007). Del 2009 Perdas de Fogu scritto insieme al gruppo riunito sotto la sigla Mama Sabot.
Del 2011 il seguito di Arrivederci amore ciao, intitolato Alla fine di un giorno noioso. Del 2012 Respiro corto(Einaudi) romanzo sulla criminalità a Marsiglia.
I suoi libri sono pubblicati in vari paesi.
Nel 2013 è autore assieme a Gianrico Carofiglio e Giancarlo De Cataldo di un volume di racconti intitolato Cocaina e pubblicato da Einaudi.
Massimo Carlotto è anche autore teatrale, sceneggiatore e collabora con quotidiani, riviste e musicisti.

Marco Videtta è nato a Napoli, ma vive a Roma. Ha pubblicato saggi e articoli su cinema e letteratura. Lavora come sceneggiatore, story editor e produttore per la fiction televisiva e il cinema.
Il suo primo romanzo Nordest, scritto a quattro mani con Massimo Carlotto è stato pubblicato da e/o nel 2005 e ha vinto il premio Selezione Bancarella. È stato tradotto in francese, inglese e tedesco. Un bell'avvenire è il primo romanzo che Videtta ha firmato col suo solo nome.

LA PRIMAVERA DEL LUPO
di Andrea Molesini


La primavera del lupo
Ed. Sellerio
La memoria
304 pp
14 euro
USCITA 9 MAGGIO
2013
Trama

Pietro, un orfano di dieci anni, ci racconta la sua fuga rocambolesca da un convento su un isola veneziana insieme a un gruppo di singolari compagni, negli ultimi mesi della Seconda guerra mondiale e nell’attesa spasmodica della liberazione.

La conferma del talento di una delle migliori novità della letteratura italiana degli ultimi anni. Un romanzo di grande delicatezza, capace di commuovere e divertire lettori di ogni età, su una pagina dolente della nostra storia.
«Dario ha le orecchie a sventola e quindi non può avere ucciso Gesù». È la voce esilarante e appassionata di Pietro, un bambino di dieci anni, orfano, che racconta la storia.

Tutto comincia nel convento di San Francesco del Deserto, una piccola isola al centro della laguna di Venezia, nel marzo del 1945. Da questo rifugio sicuro, all’improvviso, un gruppo di persone diversissime fra loro è costretto a scappare: due bambini di opposta indole ed educazione, Pietro e il suo amico Dario, «che sa i numeri» e si tiene le parole dentro, «dove non fanno danno»; le due anziane sorelle Jesi, Maurizia e Ada; una giovane suora, bella e dai modi sospetti, che scrive un diario schietto, e che si alterna nel racconto con la voce di Pietro. Braccato dai nazisti, il gruppo è aiutato da un pescatore «che vive come un gabbiano» e da un frate energico «che è come un sasso grande» nella corrente.
Nei risvolti tragici dell’avventura si unisce ai fuggiaschi un disertore tedesco, che custodisce un segreto pericoloso: il suo agire brusco e terribile cambierà il destino di tutti.
Sotto lune immense, attraverso boschi bui e casolari diroccati, si svolge l’inseguimento, tra colpi di scena e incontri con partigiani e fascisti disorientati: uomini e luoghi carichi di diffidenza e di terrore, ma dove una traccia di bontà, di tanto in tanto, a dispetto di tutto, riesce a sopravvivere.
La storia di Pietro e di Dario è una fuga dalla guerra e dal suo linguaggio torbido e ottuso, dalla violenza che tutto contamina. E alla lingua dell’infanzia, con la sua incredibile capacità di accogliere e divertire, di sconvolgere e amare, spetta il privilegio di mettere alla berlina l’odio e la paura che minacciano e governano il mondo.

L'autore,.
Andrea Molesini è l’autore di Non tutti i bastardi sono di Vienna, pubblicato da questa casa editrice, che nel 2011 ha vinto, tra gli altri, il Premio Campiello e il Premio Comisso, in corso di traduzione in inglese, francese, tedesco, spagnolo e molte altre lingue. Nel 2013 Sellerio ha pubblicato anche La primavera del lupo
.
Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...