lunedì 30 settembre 2013

Rizzoli anteprima. IO PENSO DIVERSO di Josef Schovanec



Un libro che tratta una tematica difficile, ma con un linguaggio toccante e umoristico insieme.

IO PENSO DIVERSO
di Josef Schovanec


Ed Rizzoli
Saggi
250 pp
16 euro
USCITA 4 OTTOBRE
2013
Sinossi

Josef Schovanec ha la sindrome di Asperger, e racconta il suo stato di autistico non come qualcosa di lontano dalla normalità (un handicap o un tratto di genialità "aliena"), ma come una condizione quotidiana, con vantaggi e svantaggi. Dall'attaccamento ad alcune passioni (lui le definisce "manie" o "dipendenze") come la storia, la matematica, l'astronomia, la letteratura, lo studio delle lingue antiche e moderne (ne padroneggia una dozzina) ai piccoli problemi di tutti i giorni: le estenuanti preparazioni prima di prendere il metrò, l'angoscia che lo afferra quando suona il telefono, il panico di fronte al minimo imprevisto, la difficoltà di comprendere i codici delle relazioni sociali, dell'amicizia, del lavoro. 
Grazie a una narrazione piena di umorismo e intelligenza, Schovanec ci regala un toccante resoconto in prima persona di una mente non comune e straordinariamente umana.

L'autore.
Schovanec è dottore in Filosofia e lavora come collaboratore presso il Municipio di Parigi.
Potete leggere una sua intervista QUI.

IL SORRISO NELLE PAROLE



I titoli di questo lunedì hanno in comune la parola SORRISO.
Il sorriso è una dei modi di comunicare senza parole più eloquenti che ci sia...

La nostra capacità di riconoscere qualsiasi oggetto fallisce dopo se si dispone di meno di mezzo secondo. Per gli oggetti geometrici, se si ha a disposizione meno d'un cinquantesimo di secondo. Ma la percezione d'un sorriso rimarrà in noi dopo che è balenato per non più d'un millesimo di secondo, tanto è sensibile la nostra mente alla vista del volto umano. (Richard Bach)

Un sorriso non dura che un istante, ma nel ricordo può essere eterno (Friedrich von Schiller).


BUSSOLE IN CERCA DI SORRISI PERDUTI
(A. Espinosa, Ed. Sperling&Kupfer, 2013)



IL SORRISO DELLA LUNA
(K. Zambiasi, Ed. Narcissus.me, 2013)



LE FIGLIE DEL SORRISO E DEL PIANTO
(B. Colombo, Ed. youcanprint, 2013)



IL TUO SORRISO NEL TRAMONTO
(B. Miglietta, CreateSpace, 2013)


Libri da leggere... e da guardare: LE ORE (The hours)



dal libro al cinema

Il libro trasposto in film di oggi è uno che ho in lettura e che, come dicevo qualche post fa, è pure ritenuto un capolavoro, film compreso - che vedrò di cercare -: Le ore di Cunningham.
cover


Trama

Il libro racconta i destini intrecciati di tre donne, che vivono in luoghi e momenti storici diversi, ma sono in qualche modo legate dal romanzo La signora Dalloway di Virginia Woolf. 
La prima è proprio la Woolf, autrice del libro e raccontata nei momenti più feroci della depressione che la portò a togliersi la vita; la seconda è Laura Brown, una madre di famiglia che nell'America degli anni cinquanta, anche grazie al libro della Woolf, troverà il coraggio di cambiare vita; e infine c'è Clarissa Vaughan, un'intellettuale newyorkese che dai tempi del college vive col nomignolo di Mrs. Dalloway per le sue somiglianze col personaggio creato da Virginia Woolf.
 E Le ore nasce proprio come un omaggio di Cunningham alla Woolf, sua musa ispiratrice: a partire dal titolo (La signora Dalloway doveva chiamarsi inizialmente proprio The Hours) e fino nelle pieghe della scrittura, debitrice dello stile woolfiano, più attento ai minimi mutamenti degli animi e dei pensieri dei personaggi che a fatti veri e propri.

locandina
The Hours (Le Ore in italiano) è un film del 2002 diretto da Stephen Daldry. 
Per il difficile ruolo di Virginia Woolf, Nicole Kidman è stata premiata con l'Oscar alla miglior attrice.
 Anche le altre due protagoniste Meryl Streep e Julianne Moore hanno ottenuto validi riconoscimenti. 
La Moore è stata anch'essa candidata all'Oscar mentre la Streep è stata candidata al Golden Globe per la migliore attrice in un film drammatico. 
Tutte e tre le interpreti al Festival internazionale del cinema di Berlino sono state premiate con l'Orso d'argento per la migliore attrice.
Dopo aver lasciato una lettera al marito Leonard in cui dice di non poter più combattere contro la depressione, ringraziandolo per la felicità che le ha dato, la scrittrice britannica Virginia Woolf, si suicida annegandosi nel fiume Ouse. Dopodiché la storia si divide in tre: la storia di un giorno nella vita di Virginia nel 1923; la storia di un giorno nella vita di Laura Brown, una casalinga infelice che aspetta un bambino, nel 1951; e la storia di una editor lesbica, Clarissa Vaughan, che sta preparando una festa per il suo ex-amante Richard che sta per morire di AIDS, nel 2001.

CITAZIONI

«L'intera vita di una donna, in un giorno. Un solo giorno. 
E in quel giorno, tutta la sua vita.»

«Il tempo di nascondersi è finito. Il tempo di rimpiangere è andato. 
Il tempo di vivere è adesso.»

"Perché tengo cosi stretta la mia vita quando soffro a viverla? 
Ella mi sta scivolando via, allo stesso tempo mi aggrappo a lei."


The Literary Dinner Party: giochiamo con i personaggi di nostri libri!!!



Meme letterario diverso dagli altri e che richiede pure una bella memoria circa i personaggi dei libri che abbiamo letto!!!
L'ho visto da Lady Cooman, sul suo blog (Libri&Popcorn).

The Literary Dinner Party



1. Un personaggio che sappia cucinare o al quale piaccia cucinare.

Direi Elsie Schmidt, una delle due protagoniste del romanzo "La figlia dei ricordi": fa certi dolci tipici della cucina tedesca davvero buoni e profumati, io ho provato anche a farli a casa!!

Montecristo:
colui che paga!!
2. Un personaggio che abbia i soldi per finanziare la cena.

Hum....  Pensavo all'affascinante ed intelligente, oltre che stra-ricco, Conte di Montecristo!!!

3. Un personaggio che potrebbe provocare una scenata.
La cognata un po' matta di Daphne, Annabella, protagonista insieme a lei di "Cara cognata, ti odio!".

4. Un personaggio che sia divertente.

il simpatico della comitiva...
Mah, una protagonista dei libri della Kinsella, ad esempio Samantha Sweeting ("La regina della casa"): come cucina lei...!!

5. Un personaggio che sia molto socievole e popolare.

D'Artagnan..?? ^_^ Un gran compagnone!!!

il cattivo di turno

6. Un personaggio cattivissimo.

Beh, pensavo che Dracula non è proprio uno che va in giro avendo buonissime intenzioni..... Dai magari basta dargli un po' di succo di pomodoro....!!




7. Una coppia (non necessariamente romantica).

Butch e Vishous della Confraternita del Pugnale nero (Ward)!! Amiconi inseparabili.

il mio eroe
8. Un eroe o un'eroina.

Robin Hood: vado sul classico, lo so!! Sono una sognatrice d'altri tempi!!!

9. Un personaggio sottovalutato.

Robert Langdon. Lo metto tra quelli sottovalutati solo perchè credo che sembri un personaggio un po' pesantuccio per via del lavoro che fa e delle avventure in cui viene coinvolto (sempre un tantino inquietanti), ma secondo me potrebbe essere più simpatico di quel che appare e chissà... intrattenere gli ospiti di una cena con qualche indovinello dei suoi!!

10. Un personaggio di tua scelta.

Scelgo il protagonista maschile del classico che ho nel corazòn più di tutti: Heathcliff, sperando sorrida un po' di più!

Che ne pensate di questo meme?

Provate anche voi e lasciatemi le risposte o i link in cui rispondete al meme!!!

Recensione: VOLEVO SOLO UNA VITA TRANQUILLA di Anna Talò



Recensione di inizio settimana!!
Il libro di cui vi parlo - e che vi consiglio!! - lo avevo segnalato qui semplicemente come anteprima, poi però la recensione positiva di Lady†Aredhel sul proprio blog (L'antro di Aredhel) mi aveva invogliato a leggerlo immediatamente.
A dire il vero, quando m'è saltato in mente di leggerlo, ero già immersa in un'altra lettura ("Le ore" di Cunningham)... ma l'immersione mi stava facendo affogare nella noia (chiedo scusa a chiunque abbia letto e apprezzato questo libro, e vi assicuro che ho letto molti pareri positivi!!! - ma io proprio non riesco a trovare un feeling con le protagoniste femminili) così mi son fatta tentare da Anna Talò, che era lì che si sbracciava più delle altre perchè leggessi  il suo "Volevo solo una vita tranquilla".
Come ignorarla?

E così la mia lettura ha preso avvio...

VOLEVO SOLO UNA VITA TRANQUILLA
di Anna Talò


Ed. Corbaccio
172 pp
14.90 euro
2013
Trama

Teresa scrive manuali di auto­aiuto, in cui consiglia alle lettrici di andare fiduciose incontro al domani. 
Un insegnamento che proprio lei si guarda bene dal seguire: vive quotidianamente reclusa in casa, frequenta solo lo zio e pochissime amiche storiche, e respinge da anni un vicino aitante e sciupafemmine che la corteggia. 
Per sfuggire alla noia apre un blog di piccola posta, sotto falso nome, sul quale si scatena con risposte ciniche e spietate. 
E proprio il suo stile corrosivo stuzzica uno stalker che interviene sul blog con commenti inquietanti ma che inizialmente nessuno prende sul serio. 
Finché non è troppo tardi...







il mio pensiero
Vi siete mai soffermati/e a leggere le domande e le risposte riguardanti problemi amorosi e di solito contenute nelle riviste destinate a un pubblico femminile?
Io sì, e non vi nascondo che a volte alcuni quesiti fanno davvero sorridere, un po' per le "questioni sollevate" (a volte davvero "fuori dal mondo" e bizzarre) e un po' per l'età (presunta o vera che sia) di chi scrive, che a volte sono ragazzine o persone con qualcosa di "particolare" nella propria vita...
Bene, trasferite questo tipo di "rubrica del cuore" dal rotocalco a un blog, frequentatissimo ma soprattutto gestito da una blogger tutt'altro che dolce e gentile.
Eh sì, perchè Lucilla - questo è il nick della blogger che risponde alle domande e alle richieste di consigli in amore dei suoi "followers" - tutto è fuorchè un'amica accondiscendente, che annuisce con compassione davanti ai tuoi crucci sentimentali, o che ti fa un sorriso pietoso per dirti "Ma sì, dai, si aggiusterà tutto", che ti asseconda e ti dà ragione non perchè sia giusto ma perchè pensa che tu ne abbia bisogno per non scoraggiarti ancora di più.
No no, Lucilla dà risposte e "consigli" a modo suo, cioè con un pizzico di cinismo, in modo secco, con frasi brevi e concise che spezzano le gambe, che rifuggono ogni sorta di pateticità e sdolcinatezza inutile.
Un esempio? Ecco, ve ne scrivo uno, tra i tanti, che mi ha fatto ridere molto!

Cara Lucilla, sono divisa fra due fuochi. 
Da una parte c'è mio marito, che è un
brav'uomo, ma ormai siamo come consanguinei: 
andiamo d'accordo, ci vogliamo
bene, tiriamo su i nostri due figli 
in concordia, ma la passione è morta.
Poi ho un amante, che ha portato 
nella mia vita la passione che mancava, ma
col quale non ho altro in comune se non il sesso, 
mentre lui dichiara di amarmi.
Me li vorrei tenere entrambi, 
ma mi sento un po' in colpa.

E perché? È da quando siamo piccole 
che ci insegnano ad approfittare delle
offerte Due al prezzo di uno.

Forse Lucilla si diverte a non prendere sul serio i problemi di chi la segue? O è una zitellona inacidita e frustrata che, invidiosa della vita amorosa che gli altri hanno, non riesce a dare consigli sinceri e partecipativi? Forse è semplicemente antipatica, cinica, sarcastica fino alla crudeltà, così, per carattere?

.
No, figuriamoci.... Anche perchè dietro la spietata Lucilla si nascondo una donna appena 40enne, di nome Teresa Mirella, che è famosa - quantomeno a Marina Lombarda e dintorni - per aver scritto dei manuali di autoaiuto in cui, con simpatia, dispensa consigli alle sue lettrici affinché abbiano fiducia in loro stesse, nelle proprie potenzialità, senza buttarsi giù e avendo una visione della vita più ottimista.

Ma allora, chi è Teresa/Lucilla? Una schizofrenica dalla doppia personalità? Una donna in realtà confusa che, non avendo finora capito un granché della vita, dà consigli contrastanti tra loro, nascondendosi dietro nick falsi e lo schermo di un pc?

Teresa/Lucilla è semplicemente una donna come tante, intelligente, istruita, ironica, acuta, ma con un piccolo "problema" che la rende poi la donna meno adatta a dar consigli su come affrontare la vita e, in particolare, gli uomini.

Delusa da una vita sentimentale fino a qual momento scadente, con uomini che l'hanno solo presa in giro ed illusa, facendola sentire stupida, orfana di entrambi i genitori e senza fratelli o sorelle, Teresa vive la propria esistenza da sola.
Sì, ha delle amiche, come Giovanna, la redattrice di una rivista (Donna donnissima) su cui Teresa scrive; ci sono le amiche del periodo della scuola, con cui si incontra ogni tanto; c'è Curreri, il suo editore, cui interessa solo che Teresa si sbrighi a scrivere altri manuali da vendere...; c'è il vicino di casa, Pier, con cui però non si può parlare di amicizia vera e propria.
Eh sì, perchè il bel giovanotto, che pure la corteggia con costanza, si porta a casa ogni settimana una donna diversa; è un dongiovanni, insomma, e certo fa parte della categoria di uomini che meno piace alla nostra disillusa Teresa che, proprio in virtù delle delusioni passate, ha deciso di rinchiudersi in casa e far vita da reclusa; uscire di casa per fare la spesa e altre commissioni la secca moltissimo e cerca di fare tutto da casa (tipo, perchè andare a prendere il quotidiano in edicola, quando ormai sul web si legge e si sa tutto subito?).

A cercare di scrollarla un po' e a dare una piega leggermente meno appartata alla sua vita, c'è zio Michele, magistrato, che si è trasferito a Marina Lombarda per stare più vicina all'unica familiare che ha, Teresa appunto, figlia della defunta sorella.
Zio Michele è un bell'uomo sulla 60ina, intelligente, colto, di poche parole e di poche smancerie, pratico, protettivo al punto giusto verso la nipote solitaria e che ha in comune con quest'ultima un'esistenza, fino ad allora, trascorsa in solitudine, senza donne e senza famiglia, a motivo del proprio "pericoloso" lavoro.

I due verranno coinvolti in un'esperienza che toccherà Teresa in prima persona: in seguito ad una sua risposta piccata data sul blog, un certo utente dal nick ridicolo, Vendicatore del Testosterone -  che fa commenti dal "vago" sapore misogino, incolpando il genere femminile di essere attaccato solo alle cose materiali e di ricercare dallo sfruttato sesso forte solo quelle.... - comincerà a "perseguitare" Lucilla, manifestando di saperne la reale identità, cioè che in realtà lei sia Teresa Mirella, cosa che la nostra protagonista si era ben tenuta dal rivelare, per non far sentire tradite sia le lettrici dei suoi manuali che quelle del blog.

Chi sarà mai questo folle Vendicatore, che comincia a dar fastidio la popolazione stessa di Marina Lombarda, sporcando saracinesche e muri di diverse attività commerciali?

Il lettore si ritroverà tra biglietti minatori e scritte firmate stile Zorro, firmate VT, che metteranno in allarme una spaventatissima Teresa e coinvolgeranno anche degli investigatori, tra cui un certo dottor Baccaro, un bravo ragazzo anche se un po' musone,  che sembrerà addirittura interessato all'ancora affascinante Teresa.
Qualche sospetto azzardato porterà alle persone sbagliate mentre quella giusta non verrà proprio presa in considerazione perchè all'apparenza non ha le caratteristiche per essere uno stalker, così che potrà agire indisturbata fino a mettere in pericolo la vita di Teresa...

Mi fermo qui, vi dico solo ancora che è un libro scritto in modo simpatico, divertente, spiritoso, come del resto lo è la protagonista e voce narrante, Teresa che ci fa sorridere dalla prima all'ultima pagina per il suo modo di parlare di sè, di chi le è attorno e della varie esperienze vissute, con arguzia, ironia, con un linguaggio molto alla mano, informale (anche se curato), facendoci entrare nel suo piccolo mondo e regalandoci momenti piacevoli e spensierati.
In fondo, ognuna di noi è un po' Teresa e un po' Lucilla; a volte, diamo (e desideriamo ricevere!!) consigli pacati e tranquilli, accompagnati da una rassicurante pacca sulla spalla, altre volte sentiamo il bisogno di dare/ricevere scossoni che ci mettano davanti, con un pizzico di necessario cinismo e pragmatismo, le cavolate che stiamo facendo affinché ci svegliamo e ci riappropriamo di noi stesse....!

Lettura consigliata!!!!!!!

domenica 29 settembre 2013

Aspettiamo in Italia: DOCTOR SLEEP



Chi di voi ha visto Shining di Kubrick, tratto dal famoso romanzo del maestro Stephen King?
Io il libro non lo lessi ma ho visto il film e devo dire che mi era piaciuto!!

.
Bene, per quanti non hanno dimenticato nè Jack Torrance (col suo sguardo spiritato e folle, interpretato da un bravissimo Jack Nicholson) nè il figlioletto col caschetto biondo, Danny, vi ricordo che Sperling&Kupfer pubblicherà per noi lettori il seguito, dopo 36 anni, di "The Shining": "Doctor Sleep", che in America è già disponibile dal 24 settembre!!
Eccovi un assaggio di quello che si preannuncia come l’evento thriller dell’anno, attraverso il video dell’anteprima dello spot TV americano di Doctor Sleep,  che vedrà protagonista ormai un adulto Danny, sempre alle prese con le proprie inquietanti doti extrasensoriali, denominate, appunto, "la luccicanza".




Libro in sala d'attesa: LA FIGLIA PERFETTA



Glitter Photos
libri che attendono di essere letti
e intanto riposano tra i ripiani della libreria!!

Il libro che attende di essere letto, oggi, non  è cartaceo, bensì in formato pdf e mi sta chiamando con taaaanta insistenza, che credo finirà presto tra le mie grinfie (virtuali):

LA FIGLIA PERFETTA
di Anne Tyler


La figlia perfetta
Ed. Tea
Trad. L. Pignatti
291 pp
9 euro
2011
Trama

Baltimora, 15 agosto 1997. Due piccole orfane arrivano dalla Corea. Ad attenderle all'aeroporto le due famiglie che le adotteranno: i Donaldson, una coppia molto americana, e gli Yazdan, di origine iraniana. Grazie al legame delle bambine, tra queste famiglie, pur tanto diverse, nasce un'insolita e intensa amicizia.
 Ogni anno, infatti, il 15 agosto, anniversario dell'arrivo delle piccole, i politicamente corretti Donaldson organizzano una festa che, se all'inizio sembra un pretesto per favorire l'integrazione delle figlie, ben presto diventa un'occasione di socialità e calore per tutti. 
Anno dopo anno la festa si ripete, sempre più elaborata e affollata; le due famiglie nel frattempo si allargano, si aprono, s'intrecciano... 

Ricco di momenti di grande tenerezza e di spassosa comicità, questo romanzo di Anne Tyler offre uno spaccato attuale sul problema dell'integrazione e regala al lettore una carrellata di personaggi ai quali è impossibile non affezionarsi.

Torna la regina del suspense. SEI TORNATO, PAPA'? di Mary Higgins Clark



Un'altra anteprima, targata Sperling&Kupfer, sempre in arrivo il primo giorno di ottobre!!
E' un'autrice di thriller molto apprezzata; di lei ho letto solo un libro, "La culla vuota", di cui trovate la recensione qui sul blog!!

SEI TORNATO, PAPA'?
di Mary Higgins Clark


Ed. Sperling&Kupfer
Pandora
320 pp
19.90 euro
USCITA 1° OTTOBRE
2013
Due sorelle, un segreto sepolto nel passato, una verità sconcertante pronta ad esmergere.....

Trama

Giovane e determinata, Hannah Connelly di una cosa è certa: non ha alcuna intenzione di lavorare alla Connelly Fine Antique Reproductions, la ditta di mobili fondata dai nonni a Long Island. 
Il suo destino è nel mondo della moda: infatti, a nemmeno trent’anni, ha già davanti a sé una promettente carriera come fashion designer. 
Quando però in piena notte un incendio devasta l’azienda di famiglia e l’annesso museo che ospita pezzi di valore inestimabile, per lei è l’inizio di un incubo.
 Il fuoco ha distrutto ogni cosa e per un soffio non le ha portato via anche l’amata sorella Kate, che adesso è in ospedale in condizioni gravissime. 
Ma perché Kate, commercialista di uno dei più importanti studi del Paese, si trovava lì a quell’ora? E perché con lei c’era Gus, artigiano in pensione? 
Se non si fosse trattato di un incidente? 
Purtroppo nessuno può raccontare che cosa è accaduto realmente: Gus è morto tra le fiamme e Kate è in coma. 
Ma sotto la cenere si nasconde ancora un’inquietante e macabra sorpresa, che porta ad altri angosciosi interrogativi. Qualcuno potrebbe non essere chi dice di essere… fin dove si spingerà pur di lasciare sepolto il passato? 

The Lost Years, by Mary Higgins Clark
.
Pagina dopo pagina, Mary Higgins Clark dà nuovamente prova del talento che l’ha portata, con ogni romanzo, ai vertici delle classifiche internazionali dei bestseller.

L'autrice.
Mary Higgins Clark, acclamata autrice di numerosissimi bestseller internazionali che hanno venduto più di trecento milioni di copie, è nota in tutto il mondo come la Regina della suspense. Vive a Saddle River, nel New Jersey, con il marito. Madre di cinque figli, si divide tra la scrittura e i molti nipoti.

sabato 28 settembre 2013

Occhio al pozzo dei desideri....




Eccomi a rovistare nel mio  pozzo dei desideri...!!
Cosa vi ho trovato?

Ehm... libri!!!
Sono due testimonianze di donne che hanno vissuto esperienze dolorose, la prima per avere avuto un figlio al confine tra la vita e la morte, l'altra per aver vissuto l'orrore della deportazione, da bambina, per un errore da parte dei nazisti.

TIENIMI LA MANO
di Glenys Carl


Tienimi la mano
Ed. Tea
Trad. D. Restani
310 pp
9 euro
2006
“Un tragico incidente. Il viaggio della speranza di una madre. La lotta per la sopravvivenza di un figlio.”

Trama

«L'autopattuglia sfreccia attraverso i quartieri di Darlinghurst prima di accostare vicino a una lunga struttura di pietra grigia con una torretta in cima, immersa in un prato curatissimo. Il St Vincent's sembra più una scuola che un ospedale. Ormai sono in preda a un'ansia incontenibile. Mi precipito dentro e chiedo all'infermiera: 'Dov'è il reparto di terapia intensiva? In che stanza è Scott? Come sta? C'è stato qualche miglioramento''.
 Alla fine, entro in punta di piedi nel silenzio verde pallido della stanza di Scott. In un letto con le sponde di metallo, sotto un lenzuolo bianco, c'è il mio bambino, tutto solo, con gli occhi chiusi. Sembra che stia dormendo e sognando. Non vedo neppure i fili e i tubi che lo collegano a quei macchinari freddi e ticchettanti, né l'occhio nero o la fasciatura attorno alla testa.
 L'unica cosa che vedo è quel bimbo con il pigiamino di flanella blu e gli orsetti gialli e neri che ogni sera mettevo a letto con un bacio, per cacciare via le sue paure, per fargli capire che era al sicuro, che c'ero io a vegliare su di lui. 
Con lacrime che non riesco a trattenere, lo stringo forte tra le braccia. 'Va tutto bene, Scotty', gli dico con voce rassicurante. 'La mamma è arrivata. Puoi svegliarti, adesso.'» 
Ma Scott non si sveglierà per tre mesi....

NON AVEVO LA STELLA.
di Marisa Catone


Non avevo la stella
Nuova Dimensione
264 pp
16 euro
2011
Trama

L’autrice vive a otto anni, con i suoi genitori, la tragica esperienza di un trasporto da Treviso in vari campi di transito (Bolzano, Innsbruck, Vienna); di qui la deportazione e l’internamento nei campi di concentramento boemi, tra cui Theresienstadt e Brandsdorf.
 Le ragioni dell’arresto? 
Un caso; i nazisti per la somiglianza del cognome materno con quello di un intellettuale ebreo antinazista, Franz Werfel - emigrato in Francia e di qui negli Stati Uniti – scambiano in un primo momento il nucleo familiare della scrittrice per ebreo. 
Le memorie dell’Autrice ricostruiscono la storia della loro sopravvivenza nei lager, dell’arrivo nei Sudeti ospiti di parenti, del lavoro forzato e del rientro in Italia, con mezzi di fortuna, dopo la Liberazione. 
Le vicende sono osservate con gli occhi di una bambina che vorrebbe avere anche lei una stella, come i bambini ebrei prigionieri per essere uguale a loro. Unico suo conforto sarà la marionetta Bibì da animare e con cui strappare un sorriso o un balzo di gioia agli altri bimbi all’interno dei reticolati dei campi.

Anteprima Romance. Dal primo ottobre: UNA PRINCIPESSA PER DUE RE di Philippa Gregory



Lo ammetto, a mia vergogna: non ho mai letto nulla di Philippa Gregory, pur essendo lei un'Autrice di un genere tra i miei preferiti, cioè il romance storico.
Mi ripeto sempre di cominciare a leggere qualcosa di suo (ed ho anche alcuni suoi romanzi in digitale!!) ma ancora non càpita..., ahimè!
Credo che a frenarmi sia l'idea che i suoi libri siano inseriti in saghe familiari, quindi per capirci qualcosa dovrei leggerle con un criterio cronologico...
Ad ogni modo, rimpianti e confessioni a parte, lei continua a scrivere, menomale, a prescindere dal fatto che io la legga, ed ecco il prossimo suo romance che uscirà il primo ottobre e che fa parte della saga "The Cousins's War":

1. The white Queen (La regina della rosa bianca)
2. The red Queen  (La regina della rosa rossa)
3. The lady of the rivers (La signora dei fiumi)
4. The kingmaker's daughter (La futura regina)
5. The White Princess (Una principessa per due re)
6. The last rose

A VOI PIACE QUEST'AUTRICE?
DIVERSAMENTE DA ME, LEGGETE ABITUALMENTE I SUOI ROMANCE?
ASPETTAVATE QUEST'USCITA?

UNA PRINCIPESSA PER DUE RE
di Philippa Gregory


Ed. Sperling&Kupfer
Pandora
544 pp
19.90 euro
USCITA 1° OTTOBRE
2013
Trama

Inghilterra, 1485. Quando Enrico Tudor raccoglie la corona d’Inghilterra dal fango della battaglia di Bosworth, sa che l’unico modo per unificare un regno da quasi vent’anni diviso dalla guerra è sposare la principessa della casata nemica, Elisabetta di York. 
Ma lei è ancora innamorata del defunto sovrano, Riccardo III, e mezza Inghilterra sogna di vedere sul trono l’erede legittimo, che la Regina della Rosa Bianca ha mandato in un luogo ignoto proprio per proteggerlo. 
La nuova monarchia può anche aver conquistato il potere, ma non ha certo conquistato il cuore dei sudditi, che tramano complotti e congiure nella speranza di un trionfante ritorno degli York. 
Ora la più grande paura di Enrico è che da qualche parte, oltre i confini dell’Inghilterra, un principe della dinastia avversaria stia solo aspettando il momento giusto per invadere il regno e reclamare il trono. 
E il giorno in cui un giovane uomo – che potrebbe essere il legittimo re – impugna le armi e minaccia la corona, Elisabetta sarà costretta a scegliere tra il marito che ha appena imparato ad amare e il ragazzo che dichiara di essere il suo amato e perduto fratello: la rosa di York finalmente torna a casa.
.


L'autrice.
Philippa Gregory, scrittrice e giornalista radiotelevisiva, si è laureata in Letteratura all'Università di Edimburgo. Tra i suoi libri spiccano numerosi romanzi storici di grande successo internazionale. Vive con la famiglia nel Nord dell'Inghilterra
.

Novità Sperling&Kupfer



Recenti arrivi in libreria by Sperling&Kupfer....!

La signora Harrisè tornata: la madrina delle favole che tutti vorremmo incontrare nel momento del bisogno; una lettura talmente piacevole, divertente e tenera da strapparci più di un sorriso.

LA SIGNORA HARRIS VA A NEW YORK
di Paul Gallico


Ed. Sperling&Kupfer
(Frassinelli)
Trad. F. Pè
192 pp
17,50 euro
Settembre 2013


Trama




Dopo l’incursione da Dior a Parigi, la signora Harris è tornata felicemente alle sue quotidiane abitudini: la tazza di tè in compagnia dell’inseparabile signora Butterfield, qualche fuggevole visita al pub, il cinema settimanale. E soprattutto il lavoro di colf nelle case della Londra upper class, dove non mancano mai succulenti quanto scandalosi intrighi sui quali fantasticare con l’amica. Ma un giorno qualcosa interrompe di nuovo la routine: Ada Harris si accorge che Henry, il tenerissimo ragazzino della casa accanto, viene regolarmente maltrattato dai genitori adottivi che se ne occupano dopo l’abbandono della – snaturata! – giovane madre. Ada decide allora di rintracciare il vero padre di Henry, impresa non facile dal momento che vive negli States e il suo cognome è Brown… come cercare un signor Rossi in Italia. Ma niente può fermare la nostra entusiasta signora inglese. Perché quel che è giusto è giusto! D’altro canto la fortuna (che qualche volta ci vede benissimo) fa la sua parte: una delle facoltose famiglie per le quali Ada lavora deve trasferirsi proprio a New York, e non può assolutamente fare a meno dei suoi impagabili servigi. Accompagnata dall’imprescindibile, e straordinariamente recalcitrante, signora Butterfield, Ada solca l’oceano con una nuova missione: restituire un bambino all’affetto del padre. La signora Harris è irresistibile: eccentrica e generosa, ironica e risoluta, energica e gentile, affronta ogni avventura con lo spirito pragmatico di una donna inglese, la mancanza di pregiudizi di un cuore puro e lo spirito eroico di un cavaliere della Tavola Rotonda.

L'autore.
Paul Gallico (1897-1976) era nato a New York da un immigrato italiano e da un'austriaca.
È stato uno scrittore di successo, autore di romanzi, racconti e giornalista sportivo.
Da molti dei suoi lavori sono stati tratti film famosi.
Alla sua prima pubblicazione, negli anni Sessanta, La signora Harris è stato un grande bestseller: per 61 settimane in classifica, 70.000 copie vendute negli Stati Uniti, tradotto in Francia, Germania, Italia.
Ne sono stati tratti un film e un musical.


Sotto la veste di un thriller serrato e avvincente, Marco Cesati Cassin ha scritto un libro illuminante e profondo che fa il punto sulle Near Death Expericence.

I GUARDIANI DELLA SOGLIA.
Il romanzo del tempo e del destino
di Marco Cesati Cassin


Ed. Sperling&Kupfer
300 pp
17 euro
Settembre 2013
Sinossi

Matteo e la fidanzata Jennifer hanno visto quello che non avrebbero dovuto vedere: un uomo che si risveglia dopo essere morto e può riferire con chiarezza cosa ci aspetta nell’aldilà. 
Esattamente quello che i Guardiani della Soglia sono chiamati a impedire a ogni costo: nessuno può tornare indietro, né raccontare la verità.
 Questo è l’ordine del club Bilderberg. 
Da quel momento parte una corsa contro il tempo, tra l’Indonesia, gli Stati Uniti, l’Australia e l’antica Via della Seta, per sfuggire a spietati aggressori e far sapere al mondo che la morte è solo una fine apparente. 
Sotto la veste di un thriller serrato e avvincente, Marco Cesati Cassin ha scritto un libro illuminante e profondo che fa il punto sulle Near Death Expericence. Coloro che le hanno vissute hanno avuto visioni molto simili: una dimensione spirituale di pace dove tutto – l’esistenza, il tempo, il divino – acquisisce un senso e noi siamo restituiti all’amore universale.
 Pura suggestione o il paradiso esiste davvero? Quali persone ritroviamo e quali perdiamo? Chi è chiamato a reincarnarsi e chi a evolversi in una realtà ultraterrena?
 Tutte le domande trovano risposta in questo libro che, attraverso esperienze vere, ricerche, storie documentate e antiche conoscenze, apre nuove prospettive sulla vita dopo la morte e sulla grandezza e il destino dell’anima.

L'autore.
Marco Cesati Cassin (Milano 1961) ha lavorato per lungo tempo nel settore della gestione alberghiera. Da circa vent'anni è un sensibile ricercatore e studioso di fenomeni legati al destino, alle coincidenze e alla sfera spirituale. Ha già pubblicato il romanzo Il ricercatore di emozioni (La Lepre, 2011) e il saggio Non siamo qui per caso(Sperling & Kupfer, 2012)
.

Ti consiglio un libro: CADABRA. Un buco nell'underground di Francesco Radicci



Buongiorno e buon sabato, amici lettori!!
Iniziamo la giornata con una segnalazione letteraria che mi auguro possa incontrare i vostri gusti!!
Un romanzo ma anche una appassionata autobiografia di un batterista del Sud e della sua band; una storia tra musica, ricordi ed esperienze d vita.

CADABRA. Un buco nell'underground
di Francesco Radicci

cover-cadabra-promo
EKT Edikit
342 pp
16 euro
Maggio 2013
Trama

Contrariamente a quanto si possa credere, “Cadabra, un buco nell’underground” non è propriamente (o solo) la biografia di una band musicale.
Il libro nasce come una biografia ma lo si può leggere come un romanzo.
Scritto in prima persona dal batterista fondatore della band, ripercorre le vicende dei protagonisti dall’adolescenza, a Gioia del Colle (Bari), negli anni Ottanta, fino ai giorni nostri.
Racconta di ragazzini, cresciuti con certi miti e certe idee, catapultati in corpi di adulti.
Sullo sfondo, l’underground musicale italiano, visto dapprima (nei primi capitoli) con gli occhi di un bambino che sognava di “bucarlo”, poi (nei successivi) con quelli di un adulto che quell’underground lo vive e lo respira dall’interno.
È anche, per così dire, un libro di viaggi, incontri, luoghi, persone, fatti, musica, concerti e aneddoti, molti dei quali spassosi, accaduti in anni di intensa attività on the road, girando la penisola in lungo e in largo (da Genova a Reggio Calabria, da Cagliari a Pescara).
Per chi invece non conosce la band, il libro si presenta come un romanzo. La trama si svela poco alla volta e con essa i protagonisti. Il lettore impara a conoscerli, se ne affeziona e ne segue l’evoluzione da bambini ad adulti.

L'autore.
Francesco Radicci nasce a Gioia del Colle (BA) il 10 maggio 1975. Intorno ai dieci anni si avvicina alla musica, per lo più dark e new wave, e poco dopo comincia a suonare la batteria. Nei primi anni Novanta suona nei Liquid Heads. Poi, nel 1998, fonda i Cadabra, con i quali pubblica cinque dischi e scrive i testi dei primi due, Sound Moquette e Blood and Blades
.

venerdì 27 settembre 2013

Recensione IL MARCHIO DI DAMIAN di Marta Palazzesi



In attesa di poter leggere il sequel de "Il bacio della morte" di Marta Palazzesi - "Il sogno dell'incubo" è in uscita il 9 ottobre - ho letto il prequel, "Il marchio di Damian".

IL MARCHIO DI DAMIAN

Ed. Giunti Y

Il marchio di Damian è un breve scritto che ci lascia entrare nel mondo di Damian all'interno del Mondo Sotterraneo, popolato dai cattivissimi Azura, prima che il mezzo demone, con la natura di Succubo, capace di manipolare i sogni e dal bacio letale, conoscesse la ribelle Thea.
Damian ha solo 12 anni quando accetta di seguire i suoi genitori nel Mondo Sotterraneo; una scelta che nessuno dei tre vorrebbe prendere ma che è necessaria per la sopravvivenza della madre, che ha bisogno di assecondare la propria natura di Succubo e nutrirsi di esseri umani, succhiando loro l'energia, fino a lasciarli senza vita.
Damian cresce in un mondo che è davvero simile all'inferno, per lui, in quanto è abitato dagli avidi e crudeli demoni Azura, ingioiellati e assetati come non mai di perversi divertimenti, in particolare a danno degli umani, che costantemente rapiscono e con i quali si divertono, torturandoli per poi ammazzarli senza alcuna pietà.

L'adolescenza di Damian, quindi, è tutto fuorchè rosea, tutt'altro che circondata da affetto e cose belle; l'unico amore che lo muove è quello per i propri genitori.
Per loro sarebbe capace di fare qualsiasi cosa, come del resto ha dimostrato scendendo nel Mondo Sotterraneo con e per amor loro.
Ma la malvagità che lo circonda lo ha reso apparentemente duro, cinico, indifferente, lontano da ogni manifestazione di sentimenti.
Fino a quando non riceve il regalo per il suo 22esimo compleanno dalla madre Melisenda: un'umana, poco più che 16enne, piccola, fragile, terrorizzata.

Cosa ne farà, Damian, di questo regalo?

Pur provando, con tutto se stesso, a tener fuori dal proprio cuore qualsiasi accenno d'emozione, cercando di mantenersi estraneo emotivamente a ciò che accade - in particolare alle urla disumane provenienti dai poveri prigionieri umani e/o ibridi -, la presenza dell'umana Julia aprirà una porticina perché la parte buona di lui emerga.
Il destino di ogni umano, nel Mondo Sotterraneo, è uno ed uno solo: tortura e morte dolorosa.

E' questo il destino che attende la spaventata Julia, che pure si rende conto che il suo "carceriere", Damian, non è come gli altri crudeli demoni?
E Damian si sottometterà al signore degli Azura, Saio, che sembra fidarsi di lui, oppure il senso di estraneità rispetto a quel mondo infernale sarà più forte?

Devo dire che questo prequel mi è piaciuto molto, l'ho letto tutto d'un fiato, è molto scorrevole nel linguaggio, Damian conferma di essere un personaggio interessante, solo in superficie duro, ma in realtà il suo voler soffocare i sentimenti è solo un modo per difendersi.
Lo scritto chiarisce molto bene il passato di Damian e questo è utile per comprendere il suo comportamento successivamente, ne "Il bacio della morte".

Vi consiglio di scaricarlo e leggerlo, sia che abbiate letto il primo libro della "Casa dei demoni", sia che vogliate accostarvi a questa saga YA per la prima volta!!

Leggere per emozionarsi con i prossimi arrivi Newton Compton



Due anteprime molto belle...:

La prima è una saga familiare con il volto di quattro donne coraggiose e uniche ambientata in Puglia.
L'altro libro narra il dramma dell'Olocausto e di chi è riuscito a sopravvivere, scritto dalla sorellastra di Anna Frank.
Un'avvincente storia di odio, amore, oscure ossessioni e terribili tradimenti è quella narrata in "Portami via".

IL GIARDINO DEGLI OLEANDRI
di Rosa Ventrella


Ed. Newton Compton
384 pp
12 euro
USCITA 3 OTTOBRE
2013
Trama

C'è un oleandro in fiore nel giardino di una casa a Carbonara, in Puglia. Lo ha piantato Agostino, quando si è trasferito lì con sua moglie Anita, per tutti “la Margiala”.
Donna di rara e profonda bellezza, la Margiala ha il potere di lenire i dolori dei neonati, è aiuto prezioso durante i parti e all’occorrenza è in grado di togliere il malocchio.
Ha tre figlie: Rosetta, Cornelia e Diamante, la più piccola. 
La prima è bella e selvaggia come lei. La seconda ha i capelli color miele e gli occhi chiari del padre. Diamante invece è paffuta e la sua testa è sempre arruffata: da quei ricci indomiti – le ripete la madre – deriva il suo spirito ribelle. 
Con occhio severo, che quasi mai indulge alla tenerezza, la Margiala assiste negli anni alla morte del marito, al sopraggiungere della guerra e alla crescita delle figlie, con i loro amori infelici, le passioni brucianti, le delusioni amare. 
La presenza rassicurante della Margiala, avvolta nel suo silenzio impenetrabile, veglia comunque su di loro, anche di fronte al destino più imprevedibile…



Rosa Ventrella
-
L'autrice.
Rosa Ventrella è nata a Bari, è laureata in Storia contemporanea e ha un master in Dirigenza scolastica. Ha curato per vari anni articoli per riviste storiche specializzate e ha tenuto conferenze soprattutto su temi riguardanti la condizione femminile nella storia. Ha collaborato come editor per una casa editrice. Da dodici anni insegna Lettere.Il giardino degli oleandri è il suo vero esordio
.




SOPRAVVISSUTA AD AUSCHWITZ
di Eva Schloss


Ed. Newton Compton
I volti della storia
336 pp
9.90 euro
USCITA 3 OTTOBRE
2013
Trama

Nel giorno del suo quindicesimo compleanno, Eva viene arrestata dai nazisti ad Amsterdam e deportata ad Auschwitz.
 La sua sopravvivenza dipende solo dal caso, e in parte dalla ferrea determinazione della madre Fritzi, che lotterà con tutte le sue forze per salvare la figlia.
Quando finalmente il campo di concentramento viene liberato dall’Armata Rossa, Eva inizia il lungo cammino per tornare a casa insieme alla madre, e intraprende anche la disperata ricerca del padre e del fratello. 
Purtroppo i due uomini sono morti, come le donne scopriranno tragicamente a mesi di distanza. 
Ad Amsterdam, però, Eva aveva lasciato anche i suoi amici, fra cui una ragazzina dai capelli neri con cui era solita giocare: Anne Frank.
 I loro destini – seppur diversissimi – sembrano incrociarsi idealmente ancora una volta: nel 1953 Fritzi, ormai vedova, sposerà Otto Frank, il padre di Anne. 
La testimonianza di Eva (scritta in collaborazione con Karen Bartlett) è dunque doppiamente sbalorditiva: per la sua esperienza personale di sopravvissuta all’Olocausto e per lo straordinario intreccio del destino, che l’ha unita indissolubilmente a quella ragazzina conosciuta molti anni prima.


L'autrice.
Eva Schloss vive a Londra con il marito Zvi. Dopo la guerra, ha lavorato come fotografa professionista (all’inizio usando la Leica che le aveva regalato Otto Frank), poi ha aperto un negozio di antiquariato. Co-fondatrice dell’Anne Frank Trust di Londra, gira il mondo per raccontare la sua straordinaria vicenda personale, cui è stata dedicata anche la pièce teatrale And Then They Came for Me: Remembering the World of Anne Frank, firmata da James Still. È autrice di vari volumi e nel 2012 è stata insignita dal principe Carlo della prestigiosa onorificenza di Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico per la sua opera di testimonianza nelle scuole e nelle prigioni
.

PORTAMI VIA
di Tanya Byrne


Ed. Newton Compton
Vertigo
Trad. M. Francescon,
N. Giugliano
384 pp
9.90 euro
USCITA 3 OTTOBRE
2013
Due amiche
Un uomo misterioso
Un inquietante segreto

Trama

Adamma, figlia di un diplomatico nigeriano, ha 16 anni quando la sua famiglia lascia New York e si trasferisce in Inghilterra, nel Wiltshire.
La nuova scuola di Adamma è il prestigioso Crofton College, frequentato dai ragazzi delle famiglie facoltose della zona, tra cui la bellissima e spregiudicata Scarlett. 
Tra le due nasce un’amicizia profonda, ma l’amore per lo stesso, misterioso ragazzo le allontana bruscamente. 
Dopo mesi di contrasti, bugie e ambiguità, proprio quando le loro incomprensioni sembrano infine appianarsi, Scarlett scompare e nessuno ha idea di cosa possa esserle accaduto, mentre Adamma scopre che l’amica nascondeva un inquietante segreto, che sconvolgerà la sua vita per sempre.



L'autrice.
Tanya Byrne è nata a Londra e ha studiato nel Surrey, dove vive tuttora. Ha lavorato per diversi anni alla BBC radio, che ha poi lasciato per dedicarsi alla scrittura. Portami via è il suo secondo romanzo, dopo il pluripremiato Heart-Shaped Bruise, che è stato selezionato per il CWA John Creasey Dagger 2012, per il Branford Boase Award e per il premio New Writer of the Year (National Book Awards).


Romantiche anteprime: COME IN UN SOGNO - UN'OCCASIONE D'ORO



Anteprima Romance Mondadori....!!

COME IN UN SOGNO
di Judith McNaught


Ed. Mondadori
Emozioni
Trad. C. Sibaldi
formato kindle
2.99 euro
USCITA 5 OTTOBRE
2013
COME IN UN SOGNO ( A Kingdom of Dreams ) è il primo romanzo della saga dedicata alla dinastia Westmoreland:

1.A kingdom of dreams
2. Withney, my love
3. Until you
3.5 A holiday of love


Ambientazione: Inghilterra, 1497 ( periodoTudor )

Trama

Quando Jennifer Merrick e la sorella Brenna, figlie di un importante capoclan scozzese, vengono rapite, tra Scozia e Inghilterra nasce un nuovo motivo di ostilità e di scontro. 
Il rapitore è infatti Royce Westmoreland, il leggendario cavaliere di re Enrico d’Inghilterra conosciuto come Lupo Nero, abile e spietato in battaglia. 
Tuttavia Jennifer non si lascia intimorire. 
Spinta da una profonda fedeltà verso il proprio clan, non si ferma davanti a nulla pur di mettere Royce in difficoltà. 
E questi non è preparato ad affrontare un’opposizione tanto tenace, né intende accettare l’ordine del re di sposare la giovane ribelle per mettere fine alla pericolosa disputa. 
Ma ben presto i due si troveranno irretiti in una pericolosa quanto seducente trappola fatta di orgoglio, lealtà e… passione.
A Kingdom of Dreams (Westmoreland, #1)
-


Premi e riconoscimenti della critica:

Premio Reviewer’s Choice Award di Romantic Times nel 1988-89 come Miglior Romanzo Medievale ( Best Medieval Romance ); All About Romance DIK ( Desert Isle Keeper ); Romantic Times 4.5 G.

L'autrice.
Judith McNaugh è una scrittrice famosa che con i suoi best-seller ha scalato i vertici delle classifiche internazionali. Vive ad Houston, nel Texas.


UN'OCCASIONE D'ORO
di Rachel Gibson


Ed. Mondadori
Emozioni
Trad. B. Smiths-Jacob
formato kindle
2.99 euro
USCITA 5 OTTOBRE
2013
UN’OCCASIONE D’ORO ( Rescue Me ) è la prima opera di Rachel Gibson, affermata autrice di numerosi romanzi di ambientazione contemporanea, pubblicata da Mondadori.

Si tratta del terzo romanzo della serie “Lovett, Texas”, così chiamata dalla cittadina in cui sono ambientati i romanzi che la compongono, tuttavia precisiamo che il romanzo verrà da noi pubblicato come stand alone.

Ambientazione: Stati Uniti

Trama

Dopo anni di lontananza Sadie Hollowell sta tornando a Lovett, in Texas, per il matrimonio della cugina. 
E già sa come verrà accolta: tutti le chiederanno come mai a trentatré anni non sia ancora sposata, e sparleranno di lei come della figlia ingrata che ha abbandonato il padre da un giorno all’altro. 
Caso vuole che, sulla strada, Sadie si imbatta in Vince Haven, rimasto in panne con il furgone, e accetti di dargli un passaggio. 
E dato che Vince è bello e prestante, e soprattutto un perfetto estraneo, perché non chiedergli di farle da accompagnatore mettendo a tacere qualche pettegolezzo? Entrambi avevano intenzione di trattenersi a Lovett per pochi giorni, ma complicazioni con le rispettive parentele scombineranno i loro piani. 
E ancor più spiazzante sarà l’incontenibile passione che divamperà fra loro, così abituati a non lasciarsi coinvolgere da sentimenti profondi…


L'autrice.

  

Da lontano vedo... WILDFLOWER HILL di Kimberley Freeman



Adocchiato aspettando di capire quando esce....


WILDFLOWER HILL
di Kimberley Freeman


Wildflower Hill
Leone Editore
Sàtura
416 pp
15 euro
2013
Trama

Una storia travolgente, romantica e appassionante che attraversa tre generazioni e percorre mezzo mondo.
La carriera di Emma, prima ballerina a Londra, è a rischio per un infortunio a un ginocchio. 
Costretta al riposo, trae un bilancio della sua vita, accorgendosi con amarezza d'aver inseguito la fama e il successo invece dell'amore e dell'appagamento. 
Tornata in Australia, viene a sapere della morte di sua nonna Beattie e della strana eredità che le ha lasciato...
Wildflower Hill è un romanzo avvincente e d'atmosfera sulla possibilità di ripartire, sul ricostruire la propria vita credendo in se stessi, sulla possibilità di scoprire che la risposta a quello che si cerca potrebbe essere molto diversa da quanto si pensi...


L'autrice.
cover
Kimberly Freeman è nata a Londra, da una famiglia proveniente dall'Australia, è cresciuta nel Queensland, dove vive attualmente

giovedì 26 settembre 2013

WATERSONG'S COVER



Le cover di Watersong, la serie di Amanda Hocking.

COSA NE PENSATE?
A me piacciono la terza di Wake, la terza e la quarta di Lullaby, la prima di Tidal e quella spagnola (Olas) e la seconda di Elegy....!

10586539
WAKE
n.1

16085864
WAKE
spagnola
n.1

17666658
WAKE
n.1
tedesca
14759334
LULLABY
n.2





















17402786
LULLABY
spagna
n.1


17306621
lullaby
n.2
spagnola
18398565
lullaby
n.2
tedesco
17932393
TIDAL
n.3
16045037
TIDAL
n.3

18330560
TIDAL
n. 3
spagnola
18046804
TIDAL
n. 3
spagnola


13615701
ELEGY
n.4

18296552
elegy
N.4
Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...