venerdì 28 febbraio 2014

Se fossi libro.... scriverei



if I was a book

Il libro di oggi , che risponde alla "domanda" della rubrica del venerdì "Se oggi fossi un libro", mi piace e lo condivido con voi perchè ruota attorno all'attività dello scrivere, che inevitabilmente è qualcosa che mi piace e sento parte di me.
Non sono una scrittrice, però amo scrivere ed esprimere pensieri, stati d'animo, desideri attraverso questo potente mezzo che è la scrittura e quindi scelgo questo "manuale" perchè già dal titolo sento che un po' mi rappresenta....:

SCRIVO DUNQUE SONO
di Elisabetta Bucciarelli


Scrivo dunque sono
Ed. Ponte delle Grazie
208 pp
15 euro
Sinossi

«Siamo quello che scriviamo»: per questo è necessario trovare le parole giuste per raccontarsi.
 Per lo stesso motivo un corso di scrittura può fornire non solo gli attrezzi del mestiere di narratore, ma anche e soprattutto gli strumenti per raccontare e scoprire se stessi
Dietro le scelte tecniche e stilistiche, dall’uso dei tempi verbali alle figure retoriche o alla punteggiatura, c’è sempre una ricerca interiore, un tentativo di mettere ordine e fare chiarezza nel proprio tragitto personale.
In fondo, «scrivere è dipingere il proprio autoritratto con le parole». Gli esercizi che l’autrice propone nei suoi corsi di scrittura e riportati in queste pagine, oltre a nutrire le nostre eventuali ambizioni letterarie, possono aiutarci a ricostruire un’immagine coerente di noi stessi, che può sorprenderci o perfino spaventarci. 
Scrivere è anche un modo di appropriarsi del mondo che ci circonda, di trovare la giusta distanza e la prospettiva migliore sulle cose e sulla nostra posizione nel palcoscenico della vita: ambienti, personaggi, descrizioni si muovono tra le pagine dando forma a un microcosmo autonomo e vitale.
La scrittura è inoltre un modo per curare e curarsi: nelle lettere, quando cerchiamo di sanare un conflitto, e nei diari, una vera e propria forma di autoterapia, in cui possiamo esplorare noi stessi, rimarginare una ferita dell’anima, conservare il nostro vissuto. 
Al confine tra creatività e indagine psicologica, analisi linguistica e ricerca di un equilibrio interiore, Elisabetta Bucciarelli racconta una passione che non ha mai fine e che ogni volta si rinnova di fronte alla pagina bianca: «La scrittura è un costante stato d’innamoramento».

Alcune anteprime di marzo



Marzo è un mese in cui diverse pubblicazioni faranno il loro ingresso nelle  librerie italiane.
Eccone alcune che mi interessano particolarmente!!!

Il primo è di Loredana Limone, autrice da me già apprezzata in "Borgo Propizio" (RECENSIONE), un romanzo che mi è piaciuto tantissimo e di cui quest'uscita è il seguito.

E LE STELLE NON STANNO A GUARDARE
di Loredana Limone


E le stelle non stanno a guardare
Ed. Salani
384 pp
14.90 euro
USCITA 6 MARZO
2014
"Un romanzo terapeutico, capace di iniettare una dose di buonumore... 
ha il sapore delle ricette riuscite."
Donna Moderna 

"Curiosa e amena favola di Loredana Limone, ovvero la felicità lontano dalla pazza folla."
La Stampa

Trama

Tanti sono gli avvenimenti che scombussolano le giornate di Borgo Propizio e dei suoi numerosi abitanti, come la sempreverde zia Letizia, indaffarata a gestire la latteria insieme a Belinda, nipote acidina; le due sorelle Mariolina e Marietta, con il loro teatrino di litigi e riappacificazioni; l’amabile Ruggero, rozzo-che-piace; Dora, più pettegola che giornalaia; il maresciallo capo Bartolomeo Saltalamacchia...
Con a capo il sindaco Rondinella, il paese sfoggia una nuova zelante giunta, il cui assessore alla Cultura, il nevrotico professor Tranquillo Conforti, incarica Ornella di organizzare un evento per l’inaugurazione della biblioteca. 
Sì, perché il paese ora vuole la sua biblioteca civica. E dovrà essere un evento speciale, o meglio spaziale, addirittura un festival letterario, sotto le luccicanti e propizie stelle del borgo. Be’, non sempre propizie. 
Le chiacchiere ricominciano il giorno in cui giunge Antonia, una forestiera dai boccoli ramati, che porta un misterioso bagaglio interiore. Scappando da se stessa, è alla ricerca di un luogo dove curare l’anima,tanto da decidere che lì organizzerà la propria vendetta d’amore.
Una vendetta contro chi? E perché? Quale che sia il motivo, è un piatto che andrà servito freddo. 
Ma Antonia non sa che Borgo Propizio ha il dono di cambiare la vita di coloro che varcano la sue mura merlate…

L'autrice.
Loredana Limone (Napoli, 1961) ha pubblicato libri gastronomici e per bambini. Ha ideato e conduce il laboratorio di scrittura creativa «Sapori letterari» di cui ha curato l’antologia omonima, con la prefazione di Allan Bay.


Ed ecco il secondo:

LE PICCOLE BUGIE DEL CUORE
di Gemma Townley


Ed. Giunti
Trad. L Melosi
320 pp
9,90 euro
dal 5 MARZO 2014
Personaggi impacciati e sentimentali, situazioni tragicomiche e terribilmente romantiche: Gemma Townley colpisce ancora!

Trama

In fondo cos’è una piccola bugia innocente?
Se può aprirti qualche porta senza recare danno a nessuno, è solo un peccato veniale...
 È questo che pensa Natalie, trentenne di provincia appena sbarcata a Londra. Ma la vita nella grande metropoli non è così sfavillante, soprattutto quando fai la commessa e vivi sola. 
Come se non bastasse, il telefono continua a squillare e la cassetta delle lettere è colma di buste colorate e invitanti: peccato che non siano destinate a lei ma a Cressida, la precedente inquilina, che a quanto pare aveva una vita sociale molto glamour. 
La tentazione si fa irresistibile quando Natalie nota su una busta l’indirizzo di uno dei club più esclusivi di Londra.
 Di lì ad aprirla e a presentarsi a una festa nei panni di Cressida il passo è molto breve…

In fondo cos’è una piccola bugia innocente?

827483
.

L'autrice.
Gemma Townley vive a Londra ed è la sorella di Madeleine Wickham, alias Sophie Kinsella con cui ha in comune lo straordinario talento rosa. Ha cominciato giovanissima a lavorare come giornalista free-lance per varie riviste, sia economico-finanziarie che di tendenza. Canta, suona il violoncello e il basso e ha inciso due dischi con il suo gruppo, Blueboy. È stata editor del «Financial Management Magazine». In Italia il suo Come Audrey Hepburn è uscito nel 2004.
È autrice della fortunata trilogia di Jessica Wild, pubblicata in Italia da Giunti con grande successo (L’ importanza di essere sposata, Occhio allo sposo e Una moglie ideale, adesso anche in formato tascabile). Sempre per Giunti è uscito il romanzo Cura miracolosa per un’inguaribile romantica (2013
).


L'ULTIMA MADRE
di Giovanni Greco


L'ultima madre
Ed. Feltrinelli
384 pp
17 euro
dal 12 MARZO
2014
Trama

Le vite degli individui sono rette parallele che s’incontrano all’infinito, in un orizzonte illusorio, sono impulsi che corrono avanti e indietro, s’inseguono, talora s’intravedono o si sognano reciprocamente, più spesso si mancano. María è una mite casalinga di un barrio povero di Buenos Aires, vedova di un muratore di origini italiane. 
Gli uomini che hanno preso il potere in Argentina hanno fatto sparire i suoi due figli, i gemelli Pablo e Miguel, insieme a tante altre persone dissolte nel nulla. María cerca una risposta, vuole la verità, e per questo viene imprigionata, torturata, esiliata. 
La sua vicenda si sovrappone a quella di Mercedes, figlia e moglie di due militari di quella giunta che reprime nel sangue ogni forma di opposizione. 
Anche Mercedes è madre di due gemelli, Nacho e Mari. I bambini le sono stati consegnati alla nascita, figli di un’attivista politica arrestata e poi scomparsa. 
Sono cresciuti in una famiglia che non è la loro, all’oscuro di tutto. 
Nato come spettacolo sul tema dei desaparecidos, frutto di un’inchiesta condotta sul campo a Buenos Aires, il libro è un potente affresco: destini che procedono asimmetrici nel tempo e nello spazio, ma indissolubilmente intrecciati, personaggi che appaiono a un angolo di strada o svaniscono senza lasciare traccia, che si ergono a divinità del male, mutano pelle come serpenti, impazziscono, frugano disperatamente nei bassifondi dell’animo alla ricerca della propria identità. 
Quell’identità negata a molti negli anni bui della dittatura e che solo alcuni hanno potuto recuperare grazie al lavoro straordinario delle nonne di plaza de Mayo. 

Giovanni Greco racconta l’oltraggio con una lingua meticcia, che dà forma plastica all’oralità, muovendosi in un arco di tempo che va dall’Argentina degli anni settanta ai nostri giorni, ma che affonda le radici nella storia europea del Novecento, tra violenza di stato e realismo magico, tra aneliti di rivolta e voluttà del tango.

Da lontano vedo.... QUESTA VOLTA TOCCA A TE (Corbaccio, anteprima maggio)



Eh lo so... Siamo praticamente a marzo e a maggio mancano ben due mesi, ma se trovo anteprime interessanti, non è meglio che me le segni...?? ^_^

E così, eccomi qui a condividere con voi la prima anteprima di maggio.

Ad  una prima lettura della trama di "Questa volta tocca a te", ho avuto una reminiscenza di nome "L'enigmista".
Ad ogni modo, sembra un thriller ad alta tensione.
Che ne pensate?

QUESTA VOLTA TOCCA A TE
di M. J. Arlidge

Ed. Corbaccio
360 pp
16.40 euro
USCITA 22 MAGGIO
2014

UN THRILLER ENIGMATICO HIGH CONCEPT GIÀ DIVENTATO CASO EDITORIALE


UNO DEGLI ESORDI PIÙ DESIDERATI
DI QUESTA STAGIONE LETTERARIA ALLA LONDON INTERNATIONAL BOOKFAIR



L'AUTORE È UNO DEI MAGGIORI SCENEGGIATORI TELEVISIVI DEL MOMENTO, È NATO IL NUOVO RE DEL THRILLER


«Sam dorme. Potrei ucciderlo ora. È voltato dall’altra parte: non sarebbe difficile. Se mi sentisse, forse reagirebbe? Proverebbe a fermarmi? O sarebbe solo contento per la fine di un incubo? Meglio non pensarci. Devo concentrarmi su ciò che resta di vero e di buono. Però, quando sei prigioniera, i giorni sembrano infiniti e la speranza è la prima a morire. Mi scervello alla ricerca di ricordi felici per allontanare i pensieri più cupi, ma sono sempre più faticosi da evocare.»

Tratto da Questa volta tocca a te


Trama

Uno psicopatico
Due vittime


Volevi lasciarti il passato alle spalle
Volevi dimenticare le tue origini
Ma hai sbagliato i tuoi conti


Eeny Meeny by M.J. Arlidge
,
Rapite, private di cibo e acqua con una pistola a disposizione: chi uccide l’altro avrà salva la vita e tornerà libero.
Un incubo?
No, è realtà!!
Un criminale psicopatico narcotizza e rapisce delle coppie: le vittime si risvegliano disorientate, nessuno può sentire le loro urla. 
Si disperano, si agitano, cercano in tutti i modi di uscire dalla prigione in cui sono incarcerate, fino a quando trovano una pistola e, accanto, un cellulare che comunica per sms un ultimatum terribile: una delle due morirà, solo così l’altra potrà salvarsi.
La peggiore tortura psicologica possibile: essere costretti a guardare nel più profondo di se stessi e scoprire di che pasta siamo fatti veramente.
La detective Helen Grace della polizia di Southampton e la sua squadra sono in lotta contro il tempo, alla ricerca di indizi, di un filo conduttore che spieghi con che criterio vengono scelte le coppie di vittime, qual è il collegamento tra loro. 
Intanto i rapimenti si susseguono senza sosta: una madre e una figlia, due colleghi, due innamorati...: quale legame c'è tra essi?
Helen, mentre è alle prese con l’indagine più difficile della sua carriera, deve anche misurarsi con i suoi lati oscuri e con un passato apparentemente lontano che ha deciso di rifarsi vivo proprio ora.

Romanzo che mette a nudo la forza delle relazioni, le scelte più difficili, il significato del sacrificio, la difficoltà di continuare a vivere, Questa volta tocca a te ha un ritmo mozzafiato, che colpisce come un film e trasmette un’inquietudine profonda, come solo i thriller dei grandi maestri sanno fare.



M.J. Arlidge
,

L'autore.
M.J. Arlidge lavora in televisione da quindici anni e si è specializzato nella produzione di serie di alto livello. Ha iniziato alla BBC e ha poi trascorso sette anni alla Ecosse Films. In seguito ha creato una sua società di produzione specializzata in crime serial. Attualmente sta lavorando a un adattamento di Addio alle armi di Hemingway per la BBC/FX
.

Segnalazione: FANTABESTIE di Emiliano Corrieri

 

Lettori, oggi ho un paio di segnalazioni da sottoporvi.
Spero possano incontrare i vostri interessi e gusti!!

Ecco la prima: si tratta di un volume satirico di esilaranti vignette sulla stregua di un bestiario medievale che, mediante disegni e descrizioni di animali fantastici, assurdi e politicamente scorretti, intende mettere a nudo le contraddizioni della nostra società moderna, con la sua frenesia, la sua ansia e la sua presunta superiorità sul regno animale e sui tempi.


FANTABESTIE
di Emiliano Corrieri


Copertina ebook Fantabestie di Emiliano Corrieri
Ed. goWare
2.99 euro
Sinossi

Un viaggio immaginario alla ricerca di animali sconosciuti.

Pazienti accostamenti, lunghe ore di osservazione per riuscire a descrivere l’aspetto e le abitudini di nuove, pazze forme di vita: le fantabestie.

Grazie a esilaranti giochi di parole nascono animali assurdi, dissacratori e politicamente scorretti.
Incontrerete bestie come il bivacco (simpatico bovino a due teste), il giaguardo (dolce e curioso felino maculato dagli enormi occhi neri) o la cerbottana (ruminante femmina decisamente disinvolta).
Ma non sentitevi offesi se la natura, nel proprio sacrosanto desiderio di ribellione alla stupidità umana, si è presa gioco anche di voi!


Ecco alcuni link che potete visitare:




L'AUTORE
Emiliano Corrieri nasce a Verona nel 1980. A 14 anni si iscrive all’ITIS della sua città, presso il quale si diplomerà deciso a non proseguire la carriera scolastica.
Nel frattempo fonda un gruppo rock in cui ricopre i ruoli di cantante e chitarrista ritmico e per il quale scrive canzoni.
Legge abbastanza e ogni tanto scrive.
Lavora presso un’azienda metalmeccanica dove, dopo alcuni spostamenti di reparto, svolge la mansione di operaio addetto alle presse piegatrici.
Nel 2003 conosce Alice, che diventerà sua moglie sei anni dopo dando una bellissima svolta alla sua vita.
Nel 2004 lascia il gruppo e fonda un duo acustico con cui suona nei locali di Verona.
Nel 2011 nasce Camilla, la prima figlia, che gli fa capire che la vita è meravigliosa.
Da tempo inventa giochi di parole illustrati da vignette per divertire i colleghi. Spinto da questi ultimi, dalla moglie e dagli amici, scrive il libro che state leggendo, forse già pentiti di averlo acquistato
.

Freschi arrivi in libreria



Vediamo le ultimissime novità presenti in libreria??

Iniziamo dal genere storico, intriso di una buona dose di thriller.
Due romanzi che partono da "r "realtà" da sempre motivo di curiosità e mistero: massoneria e "segreti" del Vaticano ^_^

LA FIGLIA DEL PAPA
di Luis Miguel Rocha


Ed. Newton Compton
Trad. P. Vallerga
432 pp
9.90 euro
dal 27 FEBBRAIO
2014
Un segreto inviolabile
Una verità in grado di cambiare il mondo
Tanti cadaveri e un unico, grande mistero

Trama

Niklas, un giovane prete, viene rapito, e un misterioso sicario semina il panico tra le alte sfere vaticane, minacciando di rivelare uno dei segreti più sconvolgenti di sempre: papa Pio XII aveva una figlia. Rafael – agente del servizio segreto pontificio, leale alla Chiesa e alla sua fede – viene incaricato di scoprire chi si nasconde dietro ai crimini che stanno insanguinando le strade di Roma e di fare il possibile per proteggere tutti coloro che in Vaticano si sono sporcati le mani pur di insabbiare la verità. Saprà fare luce su questo malefico intreccio di morte? Chi è la misteriosa figlia del papa, e quale ruolo ricopre nella Santa Sede? Riuscirà la Chiesa di Roma a sopravvivere a questo ennesimo scandalo o soccomberà una volta per tutte?



IL  SIGILLO DEI TREDICI MASSONI
di G.L. Barone


Ed. Newton Compton
384 pp
9.90 euro
dal  27 febbraio
2014
Governano segretamente il mondo 
Controllano politica e finanza
Chi si oppone al loro potere muore

Trama

Nel giorno dei funerali del primo ministro italiano, ucciso in un terribile attentato, il cadavere di un uomo con uno strano tatuaggio sul petto viene rinvenuto sotto un ponte ai piedi di Castel Sant’Angelo. L’indagine, affidata al pubblico ministero Lorenzo Fossati, si svolge in un clima surreale e sotto fortissime pressioni politiche, mentre nel partito di maggioranza cominciano le lotte per l’elezione di un nuovo leader. Contemporaneamente, in un’isola della Grecia, una donna di nome Eva viene aggredita nella sua villa affacciata sul mare. Non è un tentativo di furto ma un assalto in piena regola, compiuto da paramilitari armati di tutto punto. I due eventi, all’apparenza così lontani e diversi, sono in realtà collegati, ma quando Fossati lo scoprirà, si troverà davanti a un’organizzazione troppo forte per un solo uomo… In fuga da pericolosi individui, Fossati si metterà in viaggio per l’Europa in compagnia di Eva, anche lei minacciata di morte. Chi si cela dietro il gruppo di cospiratori? Di quali delitti, ancora senza colpevole, si sono macchiati in tutto il mondo?

Il prossimo libro ha per protagonisti due voci femminili diverse per età eppure con qualcosa che le accomuna.....

TUBI TUBI
di Neige De Benedetti


Tubì, tubì
Ed. Sellerio
220 pp
12 euro
dal 20 FEBBRAIO
2014
Trama

Layla e Andrea. Una bambina e una donna tengono questo diario a due voci, pagine che si alternano e si sorreggono a vicenda. Due sofferenze che all’inizio procedono come rette parallele ma che poi si incontrano e fondendosi si fanno solitudini meno dolorose.

«Ho cinque anni. Tutti i pomeriggi vado a nascondermi nella cantina sotterranea della nonna. Mi chiamo Layla. A mio padre piaceva la chitarra. La sapeva anche suonare, le dita gli galoppavano su e giù per le corde, velocissime. “Layla” era la sua canzone preferita, la suonava sul balcone con un sigaro in bocca, che faceva un odore cattivo ma squisito, battendo il piede sul pavimento e tenendo un occhio un po’ socchiuso per via del fumo. La mamma non la suona bene come papà, e nemmeno lo stereo».

Layla e Andrea, una bambina senza amici, una ragazza che non vuole vivere: il romanzo è raccontato da queste due voci ed è la storia, con tutte le peripezie e i personaggi d’intorno, del reciproco salvataggio, di come la bambina poté riportare la ragazza che non voleva nulla sulla riva dell’essere.Tubì, to be.

Neige De Benedetti ha pubblicato finora libri di fotografia (La notte di Mattia e Doppio rosso) ed ha una prosa che riesce a dare il senso della incantata profondità e della quieta disperazione.

Continuiamo con un'altra uscita Newton Compton che tratta i delicati temi della maternità e della famiglia.

LA BAMBINA SEGRETA
di Anne Berry


Ed. Newton Compton
Trad. M. Francescon
448 pp
12 euro
dal 27 FEBBRAIO
2014
Trama

Galles, anni Quaranta. La giovanissima Bethan si innamora, ricambiata, di un prigioniero di guerra tedesco e rimane incinta.
Colpevole di essersi concessa al nemico, macchiata dal disonore, Bethan viene segregata in casa e costretta dalla famiglia a dare in adozione la sua bambina, Lucilla.
Anni Sessanta, l’epoca della contestazione. Lucilla è cresciuta, si sente libera e indipendente. Non sopporta la severità e i pregiudizi dei suoi genitori, e ha un pessimo rapporto con la madre Harriet, che è sempre fredda e distante, e sembra non averla mai amata davvero. E un giorno, a 14 anni, scopre la verità: quella non è la sua vera famiglia… E così, anni dopo, dopo la morte di Harriet, Lucilla decide di mettersi alla ricerca della sua madre naturale. È la figlia Gina a insistere perché ritrovi le sue radici e faccia luce sul passato. Ma troppo tempo è trascorso, e troppe lacrime sono state versate…




Dopo Beautiful Bastard ecco un altro romanzo delle due autrici nascoste dietro un unico pseudonimo...

BEAUTIFUL BITCH
di Christina Lauren


Leggereditore
128 pp
5.90 euro
dal 27 FEBBRAIO
2014
Trama

La vita di Bennett Ryan non è facile: ha trovato la donna giusta, l’unica in grado di tenergli testa, ma non riesce a stare insieme a lei quanto vorrebbe… 
Lei è Chloe Mills, la sua ex stagista, ora un’affascinante giovane donna in carriera, che continua a farlo impazzire di desiderio ogni volta che si incrociano negli uffici della Ryan Media Group. 
Proprio quando il lavoro di Chloe arriva a una svolta importante e sta per decollare, Bennett desidera che tutto rallenti un po’ per poter finalmente passare una notte selvaggia con la sua fidanzata. Metterà Chloe di fronte a due biglietti aerei, destinazione una meravigliosa villa in Provenza, deciso a non accettare un no come risposta e a rimandare ogni discussione a una lotta sotto le coperte…

LeggiamOrientale: Natsuo Kirino



Stamane vi presento solo un paio di libri di un'autrice noir i cui libri mi sembrano accattivanti, come trama; voi che ne pensate? Li avete letti? Conoscete quest'autrice?

LE QUATTRO CASALINGHE DI TOKYO
di Natsuo Kirino 


Le quattro casalinghe di Tokyo
Ed. Neri Pozza
Trad. L. Origlia
656 pp
14 euro
2009
Trama

La pazienza di Yaoyoi, della dolce e graziosa Yaoyoi, si è rotta oggi improvvisamente come un filo. 
Nell’ingresso di casa, davanti alla faccia insopportabilmente insolente di Kenji, il marito che ha dilapidato tutti i suoi risparmi, Yaoyoi si è tolta la cinghia dei pantaloni e l’ha stretta intorno al collo del disgraziato.
Kenji ha tentato di afferrare la cintura, ma non ne ha avuto il tempo. 
La cinghia gli è penetrata subito nella carne.
È stato buffo vedere come il collo di Kenji si sia piegato all’indietro e le mani abbiano cominciato ad annaspare disperatamente nell’aria. 
Sì, buffo, veramente buffo, poiché un uomo così, un infelice che beve e gioca, non si cura dei figli, è attratto da donne impossibili e picchia la moglie, non meritava certo di vivere!
Le gambe abbandonate storte sul pavimento di cemento dell’ingresso, accasciato sulla soglia, la testa tutta girata, Kenji, a un certo punto, non si è mosso più. 
Yaoyoi gli ha messo allora una mano sul collo per sentire le pulsazioni. Niente. Sul davanti dei pantaloni ha visto una macchia bagnata.
E ha riso, stupefatta della forza furiosa, della crudeltà di cui era stata capace. Ha riso anche quando Masako e Yoshie, le fedeli amiche, l’hanno aiutata trasportando il cadavere a casa di Masako, tagliandolo a pezzetti e gettando poi i resti in vari bidoni d’immondizia.

Straordinario thriller che ha per protagoniste quattro amiche (la dolce e graziosa Yayoi, l’intelligente e coraggiosa Masako, Yoshie, la madre angariata da una figlia capricciosa e da una suocera invalida, Kuniko, la trentenne derubata dal marito e minacciata da un usuraio) che si conoscono in una puzzolente fabbrica di cibi precotti e che scoprono insieme il gusto della rivolta e il fascino e il business del crimine, Le quattro casalinghe di Tokyo, come accade spesso nei buoni romanzi polizieschi, illumina ciò che accade in un mondo in cui la tradizione si rompe come la pazienza di Yaoyoi: improvvisamente come un filo.

REAL WORLD


Real World
Ed. Neri Pozza
trad. G. Coci
256 pp
15.50 euro
2009
Trama

In un affollato quartiere residenziale di Tokyo quattro studentesse trascorrono un’estate caldissima e soffocante preparandosi ad affrontare gli esami per il college. 
Sono molto diverse tra loro: Toshi è affidabile e sicura, Yuzan riservata e malinconica, Terauchi ha un grande talento per gli studi, Kirarin occulta dietro la sua dolcezza un’attrazione morbosa per i comportamenti piú estremi.
Un rumore inconsueto che proviene da un appartamento stravolge improvvisamente il loro destino: il vicino di casa, un liceale che le quattro amiche chiamano il Vermiciattolo, ha ucciso la madre ed è scappato con la bici e il cellulare di una di loro. 
In fuga dalla polizia, il giovane assassino inizia a contemplare affascinato il proprio volto riprodotto in innumerevoli fotografie e servizi televisivi, assapora l’improvvisa visibilità mediatica, il racconto della sua vita riscritto da giornalisti e reporter, e asseconda l’ossessiva curiosità collettiva intorno alle ragioni che lo hanno spinto a uccidere. 
Il pigro distacco del giovane si trasforma progressivamente in una consapevolezza crudele: insensibile alle conseguenze del suo crimine, vuole che le ragazze scrivano per lui un manifesto filosofico che giustifichi ed esalti la lucida follia delle sue azioni…
Immerse in una vita di chat, messaggi sul telefonino e Reality TV, le quattro adolescenti scoprono un mondo scabroso e brutale, in cui la propria esperienza e le proprie inclinazioni diventano fonte di tensioni e minacce. 

Una realtà popolata di bambini e ragazzi in attesa di una guida, di un esempio, di un salvatore che li riscatti dalla noia invincibile di un sistema incapace di comprendere la loro diversità, la radicale distanza che li separa dai genitori e dalle generazioni che li precedono. 
E il loro profeta può essere chiunque, anche un assassino. Basta che sia capace di ribellarsi, in nome di tutti loro.

L'autrice.
Natsuo Kirino è nata nel 1951 a Kanazawa, un’antica città del Giappone centrale. Nel 1993 si è aggiudicata il premio Edogawa Ranpo con il romanzo Pioggia sul viso. Con Le quattro casalinghe di Tokyo (Neri Pozza 2003) ha raggiunto una notorietà internazionale e ha vinto il prestigioso premio dell’Associazione giapponese degli autori di romanzi polizieschi. Morbide guance (Neri Pozza 2004) ha vinto il premio Naoki. Nel 2008 è stato pubblicato con grande successoGrotesque. La fama mondiale della scrittrice è in costante ascesa, e viene ormai considerata un’autrice capace di innovare la lezione di autori come Chuck Palahniuk e Murakami Haruki.

giovedì 27 febbraio 2014

Frammenti letterari



Breve assaggio per voi, tratto da UNA LUNA MAGICA A NEW YORK (recensione sul blog).


«Eccovi il segreto dell’amore», aggiunse lei. «Assicuratevi sempre che un uomo vi ami un soffio più di quanto voi amate lui.»
«Mamma!» gridò George.Mamma rise. «Tu no, anatroccolo!» e lo cullò tra le braccia.
«Questo non è giusto, Mamma», disse Mimi, che prendeva immancabilmente leparti di papà, anche quando lui non era presente.
«Oh, Mimi, il bene che voglio a tuo papà è l’amore più grande che una donna possadare a un uomo. Però lui mi ama un soffio di più. È l’unico modo sano. Se una donna amatroppo un uomo – se il suo amore è troppo grande – finisce per non vedere altro che lui. Diventacieca rispetto al mondo. Le donne sono fatte così. Dobbiamo imparare a non diventare ossessive. L’amore vive nella concordia, non nella tortura.»Così dicendo mi guardò negli occhi, e le sue parole si scolpirono nel mio cuore.


love

Cover Moment: Moon's Flower



Le cover di oggi sono soltanto le due del sesto libro della serie "Kingdom" di Marie Hall: Moon's Flower.

Mi piacciono entrambe, però preferisco leggermente la prima perchè della seconda (che pure mi attira per il soggetto e per il "tocco fucsia), non gradisco molto la grafica relativa al titolo.... ^_^

E voi cosa ne pensate?

.


2


Anteprima: UN GIORNO, FORSE, dal 25 marzo


.
Anteprima di fine marzo:

UN GIORNO, FORSE
di Lauren Graham


Un giorno, forse
Ed. Sperling&Kupfer
Pandora
376 pp
17.90 euro
USCITA 25 MARZO
2014
Trama

Quante volte Franny Banks, passeggiando sulla Fifth Avenue con gli anfibi e l'uniforme da cameriera, si è detta: un giorno, forse, camminerò su questa strada con i tacchi alti e una borsa firmata. Quando è arrivata a New York, aspirante attrice e aspirante molte altre cose, Franny aveva un piano: sfondare nel cinema entro tre anni. Ora ne sono passati due e mezzo e le cose non stanno andando come aveva sperato. 
Finché un giorno, durante una produzione della sua scuola di recitazione, cade rovinosamente sul palco... 
Sembra la fine della sua carriera mai iniziata, e invece sarà il punto di svolta. 
Tra esilaranti avventure sul set, coinquilini bizzarri, provini assurdi e un amore inatteso, Franny scoprirà che la vita non è un film. 
E, tutto sommato, meno male!

L'autrice.
Lauren Graham è attrice e produttrice tv, famosa principalmente per aver interpretato il ruolo di protagonista in "Una mamma per amica" e in Parenthood.







mercoledì 26 febbraio 2014

Cito e canto I’ll be Seeing You



Anche questo passaggio è tratto da UNA LUNA MAGICA A NEW YORK ed è associata la canzone citata nel brano stesso!!!


Mentre eravamo seduti a tavola la radio trasmise la nostra canzone. «Vuoi ballarecon me?» mi chiese.«Sempre», risposi. Henry sapeva ballare in modo fantastico. Mi sollevava letteralmente da terra, un incanto.Ballammo con il sottofondo di Bing Crosby che cantava I’ll be Seeing You.Io lo guardavo mentre mi faceva volteggiare canticchiando a bassa voce. Non mi stancavo mai di guardare il suo viso. Gli occhi castani, più chiari dei miei. Il colore della pelle,morbida ed elastica – un invito a toccarla, come per le stoffe di velluto. Il mento deciso, le sopracciglia sempre inarcate e l’aria scherzosa,indovinando che stavo per fare qualcuno dei miei trucchetti. Ma soprattutto la sua bocca. Fin dal primo bacio sotto la quercia. Per il modo in cui pronunciava il mio nome. Non il mio soprannome, non Itsy. Per il modo in cui prolungava,accarezzandolo, il mio nome vero. Il nome che mi avevano dato alla nascita, il nome che il mioamore gridò quella vigilia di Natale...."


I'll be seeing you in all the old familiar places 
That this heart of mine embraces all day through 
In that small cafй, the park across the way 
The children's carousel, the chestnut trees, the wishing well 

I'll be seeing you in every lovely summer's day 
In everything that's light and gay 
I'll always think of you that way 
I'll find you in the mornin' sun 
And when the night is new 
I'll be looking at the moon 
But I'll be seeing you 

I'll find you in the mornin' sun 
And when the night is new 
I'll be looking at the moon 
But I'll be seeing you


Book_Tag. IF I WAS.... A BOOK!!!!



Francy - la mia spacciatrice di tag (heheh) - ha condiviso sul suo blog (Never Say Book) un tag libroso carinissimo; non potevo non aggregarmi!!!
Come sempre, resto curiosa di leggere le vostre risposte!! ^_-

1. Quale sarebbe il titolo del tuo libro?

Mhmmmmmmmmmmmmmmmmm... Vediamo....................

La primavera non è così lontana.
Non chiedetemi il perchè di questo titolo... mi è venuto e basta ^_^
Ad ogni modo, credo che la parola primavera mi piaccia      utilizzarla perchè la associo inevitabilmente a una "rinascita", alla vita che si rinnova dopo un lungo inverno (in senso metaforico, anche).
clà

2. Quale autore scriverebbe la tua storia?

Oh beh.... Tra i tanti nomi che mi sorgono in mente, credo che alla fine sarei indecisa tra un'autrice italiana il cui stile mi piace molto (Sara Rattaro) al mio cantAUTORE preferito (che scrive anche libri, comunque), cioè Claudio Baglioni   :D 


3. Quale copertina sceglieresti?

Ovviamente una che in qualche modo si leghi al titolo, tipo questa, che mi ha incantata...



4.Saresti un rilegato o una brossura?

La brossura è più maneggevole, certo; però vuoi mettere una rilegatura di tutto rispetto che fa la sua figura nella libreria personale??
,

5. Quante pagine avresti?

Io amo i romanzi grossi, ma per non tediare il lettore direi attorno alle 350; mi pare un buon compromesso :P
Al massimo, se ho altre cose da dire, scrivo un secondo libro, no?????

6. A quale genere apparterresti e perché?

Mah, narrativa in generale, o una biografia romanzata.... perchè sono  generi che leggo molto volentieri.


7. Chi vorresti che scrivesse la recensione da mettere sul retro del tuo libro?

Nu, questa è difficile...! Allora  dico...: chiunque abbia voglia di leggermi ha il diritto di dire la sua!! :D

Da oggi in libreria (26 febbraio)....



Oggi in uscita:


BELLA MIA
di Donatella Di Pietrantonio

Elliot Edizioni
191 pp
17.50 euro
USCITA 26 FEBBRAIO
2014
Trama

La storia di una donna che si ritrova a improvvisarsi madre, nonostante quell'idea di sé fosse stata abbandonata da tempo, con un adolescente taciturno e scontroso.
E ciò che succede alla protagonista e io narrante di questo romanzo, quando la sorella gemella, che sembrava predestinata alla fortuna, rimane vittima del terremoto de L'Aquila.
Il figlio Marco viene affidato in un primo tempo al padre, che però non sa come occuparsene. 
Prendersi cura del ragazzo spetta dunque a lei e alla madre anziana, trasferite nelle C.A.S.E. provvisorie del dopo-sisma. 
Da allora il tempo trascorre in un lento e tortuoso processo di adattamento reciproco, durante il quale ognuno deve affrontare il trauma del presente, facendo i conti con il passato. 
Ed è proprio nella nostalgia dei ricordi, nei piccoli gesti gentili o nelle attenzioni di un uomo speciale, che può nascondersi l'occasione di una possibile rinascita.




LA BELLA INDIFFERENZA
di Sarah Hall


Ed. Gran Via
Trad. g. Scocchera
133 pp
13 euro
USCITA 26 FEBBRAIO
2014
Sinossi

Dalla calma apparente della campagna inglese, alla frenesia di Londra, dall'insolito scenario dei laghi finlandesi, all'Africa lontana dalle abituali rotte turistiche: in questi sette racconti Sarah Hall evoca i diversi paesaggi con straordinaria precisione ed eleganza, offrendo il ritratto di una natura di volta in volta feroce e brutale, poetica e delicata. 
I personaggi che si muovono in questi territori sono dei sopravvissuti, donne e uomini incapaci di frenare i loro più profondi e spesso violenti desideri, mentre i loro corpi imperfetti e pieni di conflitti emozionali - forniscono una cornice sensuale a ogni storia.
Disturbante e profondamente erotica, questa raccolta conferma Sarah Hall come una delle più apprezzate scrittrici della sua generazione, capace di cogliere con ispirata acutezza il volto poetico del dolore.

Sarah Hall, classe 1974, è considerata una delle penne migliori della narrativa inglese. Il suo stile e potente diretto e la sua scrittura fa i conti con la parola fino a smontarla. 
Sulla pagina quello che la Hall ci mostra e la passionalità viscerale di quello che scrive. C’è adrenalina nella sua narrativa. 
Le sue storie mettono a nudo le contraddizioni dell’essere umano fino alle sue estreme e violente conseguenze.


NON MI CHIEDERE DI PIU'
di Paolo Crepet


Ed. Barney
964 pp
12.90 euro
USCITA 26 FEBBRAIO
2014
Trama

Un uomo enigmatico. 
Una donna sola, ostinatamente orgogliosa della propria solitudine. 
Lui è sempre in viaggio. 
Ogni volta che torna in città, le fa visita. Incontri improvvisi e fugaci, senza alcuna spiegazione.
Di quell'uomo lei non sa nemmeno il nome, né che lavoro faccia: il mistero è parte del suo fascino. 
Un rapporto che non esige impegno né approfondimento. 
Entrambi preferiscono non farsi domande. 
Fino al giorno in cui lui le propone di trascorrere insieme un week-end in una casa al mare. 
Una volta giunti in quel luogo, sulla spiaggia, i segreti vengono a galla come spinti da un'improvvisa mareggiata. 
A unirli c'è qualcosa di sconvolgente che affonda nel loro passato marchiandoli per sempre, qualcosa che assomiglia al rapporto tra vittima e carnefice. Intorno a loro tutto precipita.




PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI
di Andrea Vitali


Ed. Rizzoli
447 pp
18.50 euro
USCITA 26 FEBBRAIO
2014
Trama

Bellano 1915. In una sera di fine novembre una fedele parrocchiana, la Stampina, si presenta in canonica: ha urgente bisogno di parlare con il prevosto, che in paese risolve anche le questioni di cuore. 
Suo figlio Geremia, docile ragazzone che in trentadue anni non ha mai dato un problema, sembra aver perso la testa. 
Ha conosciuto una donna, dice, e se non potrà sposarla si butterà nel lago.
 L'oggetto del suo desiderio è Giovenca Ficcadenti, di cui niente si sa eccetto che è bellissima - troppo bella per uno come lui - e che insieme alla sorella Zemia sta per inaugurare una merceria. 
Il che basta, nella piccola comunità, a suscitare un putiferio di chiacchiere e sospetti. 
Perché la loro ditta può dirsi "premiata"?
 Da chi? E quali traffici nascondono i viaggi che la Giovenca compie ogni giovedì? Soprattutto, come si può impedire al Geremia di finire vittima di qualche inganno? 
Indagare sulle sorelle sarà compito del prevosto, per restituire alla Stampina un figlio "normale". 
Facile dirlo. Non così facile muoversi con discrezione laddove sembrano esserci mille occhi e antenne... 
Cos'è un paese se non un caleidoscopio di storie, un'orchestra di uomini e donne che raccontando la vita la reinventano senza sosta, arricchendola di nuovi particolari? 

Con micidiale ironia, Vitali dà voce a questo coro - una sinfonia di furbizie e segreti, invidie e pettegolezzi - che mostra una faccia sempre diversa della verità, e un attimo dopo la nasconde ad arte...

IL DELITTO DELL'IMMACOLATA
di Domenico Capocardo


Ed. MArsilio
221 pp
16 euro
USCITA 26 FEBBRAIO
2014
Trama

Filippo Solimèni, detto Lollo, narra la propria storia, dall'arrivo dei carabinieri in viale San Martino 447, dove abita con i genitori. 
È l'alba del 4 marzo 1977. Lollo viene condotto in caserma e interrogato sulla morte di Immacolata Pianuzza in Barbalonga Chirò, la vicina di casa assassinata nella tarda serata dell'8 dicembre 1976, festa dell'Immacolata Concezione. 
Ascoltata la sua deposizione, la dottoressa Adele Piraino Limongi, sostituto procuratore, lo arresta e lo rinchiude nel carcere di Gazzi. Fabrizio Prisicianotto, penalista di Messina, viene incaricato della difesa e la delega in gran parte al giovane praticante procuratore Italo Agro, suo sostituto e cugino dell'indagato. 
Qualche tempo dopo che è stato considerato estraneo al delitto e, quindi, rilasciato, la sua situazione si complica a causa di un altro omicidio. 
Anche questa volta, i carabinieri lo arrestano, ma sono costretti a rimetterlo in libertà per una inattesa risolutiva testimonianza. Ma i guai di Solimèni non finiscono qui. 

Ambientata tra Messina e Letojanni, nelle atmosfere siciliane raccontate senza veli, mostrandone convenzioni e tabù, tic collettivi e individuali, un giallo serrato e imprevedibile nel quale il giovane Italo Agrò padroneggia il proprio ruolo di legale e lo interpreta con la passione che merita un parente sfortunato.

Parole e dediche d'Autore



Ed ecco quali frasi aprono "Il muro invisibile", la autobiografia romanzata di Harry Bernstein.

Sono poche le regole o le leggi
che non vengono infrante
quando le circostanze lo richiedono,
e rare le distanze troppo grandi
per non essere percorse.

E poi c'è una dolcissima dedica dell'Autore.

Dedicato a Mà,
che così tanto ci ha dato e così poco ha avuto.
Può questo libro ricompensarla per questo?
C'è qualcosa che può farlo?

ex-epigrafe

Il significato della parola EPIGRAFE al quale mi riferisco è questo: Iscrizione in fronte a un libro o scritto qualsiasi, per dedica o ricordo; più particolarm., citazione di un passo d’autore o di opera illustre che si pone in testa a uno scritto per confermare con parole autorevoli quanto si sta per dire. (Treccani)

martedì 25 febbraio 2014

Viaggiare leggendo.... a New York



E dopo aver postato la recensione di "Una luna magica a New York", condivido con voi i principali luoghi citati dall'Autrice!!!

travel book

Cominciamo dal posto che è poi la base di tutte le vicende narrate: la 170th Street n. 1313 , nel Bronx, a New York.
Qui si trova l'abitazione magica e misteriosa delle sorelle Amore, Mimi, Fee e Itsy, tre donne davvero particolari con poteri straordinari.
Numero civico a parte, ecco la via presa dal fedele google Maps....! ^_^



Il Bronx è uno dei cinque borough in cui è divisa la città di New York. Situato a nord di Manhattan, il suo territorio corrisponde a quello dell'omonima contea. Ha una popolazione di quasi un milione e mezzo di abitanti.

Il Bronx è a sua volta suddiviso in varie zone: West Bronx ad ovest dell’omonimo fiume e East Bronx ad est del fiume.

Molte culture diverse convivono nel distretto: europei, portoricani, asiatici e il loro mix determina il forte carattere personale che contraddistingue il distretto. La zona meridionale vede l’insediamento di molti dominicani e messicani. Arthur Avenue è uno dei maggiori centri della cultura italo-americana di New Yok, a detta di molti decisamente più caratteristica della Little Italy della stessa Manhattan.

E chissà, la chiesa in cui Eleonor, la protagonista, andava con le zie a sentir la messa, poteva essere simile a questa!

chiesa

Far Rockaway è la località in cui si trova il cottage della famiglia Amore, in cui ha vissuto da sola zia Itsy da giovane....

Far Rockaway è un quartiere sulla penisola di Rockaway nel quartiere di Queens, a N.Y.
Il nome "Rockaway" può significare "luogo di sabbia" nella lingua Munsee di nativi americani Lenape .
far rockaway
far rockaway

Terminiamo con New Haven, la città in cui viveva e studiava Eleonor, prima di approdare nel Bronx, dalle bizzarre ziette.

È situata nel Connecticut, nella contea di New Haven sulla costa settentrionale del Long Island Sound. New Haven è soprannominata Elm City (Città degli olmi) per via dei numerosi olmi che storicamente l'hanno abbellita.

new haven
new haven

Vi è la celebre università di Yale, frequentata dalla protagonista; questa università privata è tra le più prestigiose al mondo, fondata nel 1701 e sono moltissime le personalità illustri statunitensi ad essersi laureate qui, come tante sono quelle registrate nell'albo della società segreta Skull & Bones, che avrebbe sede presso di essa.

yale
yale


fonti:

wikipedia
www.viagginewyork.it
www.visibleweather.com



Anteprima e wishlist: LE RAGAZZE RUBATE di Jennifer Clement



on my wishlist

Una storia di soprusi in cui una ragazza dovrà tirare fuori tutto il suo coraggio per vivere e non soccombere.

LE RAGAZZE RUBATE
di Jennifer Clement


La ragazze rubate
Ed. Rizzoli
266 pp
16.50 euro
USCITA 6 MARZO
2014
Trama

C'è un paese sperduto in Messico, che dista solo un'ora da Acapulco e dalle sue ville, ma sembra lontano migliaia di chilometri. 
Un paese nascosto tra le montagne, sul quale gli elicotteri della polizia scaricano il veleno che dovrebbero usare per distruggere le coltivazioni fuorilegge di papaveri da oppio, un paese dove non ci sono uomini, perché morti o emigrati, un paese devastato dalle incursioni continue dei narcotrafficanti, che rapiscono le ragazze più belle per passare qualche ora di divertimento prima di buttarle via come giocattoli rotti. 
In questo paese ogni madre ha scavato una buca dietro casa per nascondere e proteggere le figlie, in questo paese ogni donna che aspetta un bambino spera che non sia femmina.
.
È qui che vive la sua adolescenza Ladidi, abbandonata bambina dal padre.
Sono anni duri, in cui dovrà affrontare il rapimento della sua migliore amica Paula e un lavoro in una villa di Acapulco dove c'è qualcosa di poco chiaro.

L'autrice.
Jennifer Clement è un'autrice americana, cresciuta in Messico, ma ha studiato Letteratura a New York e a Parigi.

Recensione UNA LUNA MAGICA A NEW YORK di Suzanne Palmieri



Il primo post della giornata, finalmente!!

Ed ecco la recensione di un romanzo dalle magiche atmosfere:

UNA LUNA MAGICA A NEW YORK
di Suzanne Palmieri


2013
Sinossi

New York. Fiocchi di neve si posano leggeri sul tetto e i due comignoli fumanti si intravedono appena.
Eleanor è davanti alla vecchia casa. L'ultima volta che è stata lì da bambina la luce della luna colorava d'argento le foglie dell'acero in giardino. Eppure i ricordi di quella lontana estate sono avvolti in una fitta nebbia. L'unico particolare rimasto impresso nella sua memoria è l'intenso aroma di caffè che avvolgeva le stanze.
Eleanor ha dimenticato ogni altra cosa. E sa che da allora tutto è cambiato. La madre l'ha portata via da quel luogo, dalle donne della sua famiglia e dal loro dono speciale: prevedere il futuro.
Un dono che è anche una pericolosa maledizione.
Ma adesso è qui che Eleanor ha deciso di trovare rifugio.
Ha scoperto di essere incinta e il suo solo desiderio è fuggire. Fuggire dalle sue paure, dalla madre e dal fidanzato per proteggere il suo bambino.  Un misterioso richiamo la spinge verso il suo passato. Verso il posto da cui provengono le sue radici. Eleanor sente che la nonna e le prozie possono darle il sostegno di cui ha bisogno.
Perché, nonostante il passare degli anni, le anziane donne non hanno mai smesso di volerle bene.
Giorno dopo giorno tra quelle mura, nel silenzio di una buia soffitta, la nebbia intorno ai ricordi di Eleanor a poco a poco si rischiara e ciò che è rimasto celato per tanto tempo aspetta solo di essere svelato.
Eleanor è pronta a scoprirlo per ritrovare sé stessa. Per sapere finalmente la verità sulla storia della sua famiglia. Perché il peso dei segreti è troppo forte da sopportare.

il mio pensiero

Eleonor ha 23 anni, vive a New Haven e studia nella prestigiosa università di Yale; è una decoratrice di affreschi ed è un'artista in gamba, ma in ambito affettivo le cose non vanno alla grande.

Eleonor è fidanzata con il bel Cooper, che però è un tipo arrogante e violento; il loro rapporto (che pure dura da anni) si basa sulla violenza, sulle botte di lui e su continue umiliazioni psicologiche a danno della povera Eleonor, che non riesce a lasciare questo violento fidanzato, che pure sente di non amare.
A complicare la sua vita affettiva è il rapporto con la mamma, la bella ed elegante Carmen, che per motivi professionali, gira l'Europa in lungo e in largo; Carmen ed Eleonor hanno un legame forte eppure conflittuale, estremamente contraddittorio: si vogliono bene ma non riescono ad andare d'accordo, litigano su tutto e la madre è molto fredda e critica verso la figlia, riconoscendo in lei una debolezza ed una fragilità caratteriali che mal sopporta.

Come se ciò non bastasse, c'è tutto un passato familiare che appartiene a mamma e figlia e che, in qualche modo, la madre cerca di tener lontano da entrambe, ritenendo di non volerne far parte fino in fondo.
E sarà questo passato ad aiutare la dolce e spaventata Eleonor nel momento più triste della sua giovane esistenza.
Eleonor è incinta dell'aggressivo Cooper, ma ha finalmente deciso di lasciarlo; dove andare per cercare rifugio, consolazione?

C'è un solo luogo in cui il suo cuore le suggerisce di andare, di tornare: quel posto è la sua casa, nel Bronx, lì dove ha trascorso i momenti più belli della sua infanzia, venendone strappata dalla madre senza una apparente ragione; momenti che Eleonor tiene gelosamente custoditi in un cantuccio della propria mente.
Ricordi di giorni trascorsi in casa delle tre bizzarre zie, Mimi, Fee e Itsy Amore, dello zio George, eterno bambino, di Anthony, il fidanzatino dei tredici anni... e di tutta una serie di piccoli segreti scoperti accidentalmente, ma poi... dimenticati!
Sì, perchè Eleonor non ricorda nulla dei momenti passati in casa Amore; sente solo che tornare in quella casa è per lei la cosa migliore perchè c'è una vocina dentro di lei che le dice di riandare alle proprie radici, lì dove risiede il suo passato, quello più importante per poter recuperare una parte di sè smarrita da troppo tempo, soffocata dal dolore e dalla solitudine.
E così Eleonor, tornando nel Bronx, a New York, a casa di nonna Mimi, incontrerà nuovamente tutte quelle persone importanti dell'infanzia, cui ha voluto bene e che, sente, l'amano moltissimo.
C'è bisogno di Amore, nel cuore di una stanca e smarrita giovane che sta per diventare madre ma che si sente sola più che mai.
E l'Amore è lì, a portata di mano!
A cominciare da Anthony, il giovanotto che vive in un appartamento vicino alle tre sorelle Amore, ed ha con loro un rapporto quasi filiale; Anthony è un ragazzo leale, paziente, dolce, innamorato da sempre della bella Eleonor (che "battezzerà" immediatamente col nomignolo affettuoso Elly), desideroso di riaverla con sè e tutta per sè, di essere l'uomo della sua vita, per sempre.

Elly è titubante: abituata all'aggressività e alla mancanza d'amore da parte del borioso Copper (che non mancherà di andare a cercarla e provare con la forza, come è suo solito, a riprendersela....), riuscirà ad abbandonarsi all'amore totale e devoto di un ragazzo che non ha mai dimenticato di averla spostata, dieci anni prima, in riva al mare, scambiandosi piume invece di anelli?


E le tre zie, con il loro carattere particolare, con i loro incantesimi, le loro erbe magiche, la loro capacità (chiamata "la Vista") di vedere oltre, di vedere nel futuro, di sentire i pensieri e sentimenti degli altri..., ma anche con la loro incredibile capacità di amare chi è parte della loro "stregata" famiglia, riusciranno ad aiutare Elly nel suo difficile compito di recuperare ricordi che sembrano cancellati definitivamente ma che costituiscono l'unico modo per comprendere il presente e costruire il proprio futuro?

L'Autrice ha costruito una storia magica, con personaggi particolari e accattivanti: la protagonista è una giovane "normale", carina, dolce, piena di timori ma anche desiderosa di capire le proprie radici, di conoscere la propria famiglia, perchè sa che è lì che può capire meglio se stessa e divenire in grado di prendere decisioni importanti.
Ci sono le sorelle Amore; Mimi, madre di Carmen e nonna di Elly, è forte, paziente, accoglie la nipote e decide di aiutarla, senza forzarla, nel ricordare quell'estate di dieci anni prima, che costituisce un buco nella memoria della ragazza.
Ci sono Fee e Itsy, che son divenute rispettivamente sorda e muta dopo i terribili episodi di "quel giorno".
Quale giorno?
L'intreccio narrativo ruota attorno agli avvenimenti accaduti in un giorno del 1945, quando la famiglia Amore (composta da mamma Margaret, papà Vincent e  i loro otto figli) subirà una serie di tragedie, che la decimeranno e che segneranno il futuro dei membri sopravvissuti, tra cui le tre sorelle ma anche le future generazioni.
Perchè? Cosa è accaduto tanti anni prima di così triste e doloroso da portare con sè brutte conseguenze anche dopo tanto tempo?
E cosa c'entra in tutto questo Elly?

La ragazza dovrà realizzare tante realtà e consapevolezze, che la riguardano personalmente e che passano attraverso la natura "magica", stregata della famiglia Amore (di origini italiane!): eh sì, perchè le sorelle Amore, come la mamma e la nonna prima di loro, sono persone speciali, con doni speciali, che afferiscono alla sfera della "magia bianca", di quel tipo di magia che "non fa del male" a nessuno (tranne in casi di pericolo...), che è fatta di capacità extrasensoriali, di sesto senso, di pozioni ed incantesimi; alcuni innocui, altri cui ricorrere più raramente possibile, perchè potrebbero innescare conseguenze difficili da gestire.

E così, tra profumini speziati e pranzetti all'italiana,  voci udibili solo da alcuni, persone che appaiono e scompaiono come fossero fantasmi, segreti tristi e dolorosi che vanno portati a galla per risolvere nodi del presente, conflitti genitori-figli non semplici da gestire e risolvere...., Elly avrà modo di comprendere sempre più cose di sè, della sua straordinaria famiglia, e di costruire il proprio futuro senza più paure; un futuro che non è già scritto in modo irreversibile, ma che può essere preso in mano e modificato.

Magia, mistero, emozioni, episodi buffi, personaggi particolari, un'atmosfera di nostalgia mista alla tenerezza e ad una dolce allegria, sono alcuni degli ingredienti di questo romanzo che, partendo da un piano di realtà e trasferendoci in uno quasi del tutto surreale, riesce però a donare momenti incantevoli e deliziosi, spensierati, in cui il lettore può immergersi, immaginando, per qualche ora, che ci sia davvero attorno a noi, più vicino di quanto pensiamo, qualcosa di magico e misterioso, che non comprendiamo con la ragione, non vediamo con gli occhi... ma che si può sentire solo col cuore.
Perchè "Una luna magica di New York" è soprattutto una storia d'amore e di tenerezza, di desiderio di tornare a casa per ritrovare se stessi, di sentirsi a casa e amati.

Una lettura che consiglio a chi ha voglia di sognare e vivere momenti di magia....!!
Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...