lunedì 31 marzo 2014

Libri e titoli.... di casa mia



Ultimo post per stasera....: i  titoli più carini dei libri e questa volta... dei libri in mio possesso ^_^

,
LA RAGAZZA CHE RUBAVA LE STELLE
(Brunonia Barry, Garzanti, 2011)

Mi piace perchè mi dà un'idea di coraggio, libertà, audacia.

LA PICCOLA BOTTEGA DEI RICORDI
(A. Corbrion, Fabbri, 2013)

Lo associo alla dolce malinconia dei ricordi
e la parola bottega mi dà una sensazione di familiarità e calore.


.
L'ULTIMO BATTITO DEL CUORE
(V. Cebeni, Giunti, 2013)


IL CANTO DELLE PAROLE PERDUTE
(A. Pascual, Corbaccio, 2012)

Gli ultimi due titoli mi trasmettono tenerezza e nostalgia.

Un libro e un film tratti da una storia vera: I TREDICI FIORI DELLA GUERRA



Ecco un libro drammatico, che narra una storia molto forte e di cui ho visto il film la settimana scorsa.

.

I TREDICI FIORI DELLA GUERRA
di Geling Yan


I Tredici fiori della guerra
Ed. Rizzoli
198 pp
16  euro
2012
Trama

Inverno 1937. La guerra è arrivata a Nanchino. 
Le allieve del collegio di Santa Maria Maddalena, sotto la guida di padre Engelmann, devono lasciare al più presto quel luogo in procinto di sprofondare nel terrore e nel caos. 
Mentre attendono sulla banchina l’arrivo del vaporetto che dovrebbe condurle a Pukou, un gruppo di soldati feriti viene fatto passare davanti a loro. 
Sulla barca non c’è più posto per le ragazze, e padre Engelmann non può far altro che riportarle al collegio: restare allo scoperto è pericoloso per chiunque, figuriamoci per delle fanciulle di buona famiglia terrorizzate e sotto shock. 
Tra loro c’è anche Shujuan, giovane zia dell’autrice. 
Da giorni aspetta invano che i genitori, in viaggio negli Stati Uniti, tornino a prenderla nella città assediata dai giapponesi e dalla fame. Ma quando tredici prostitute poco più che bambine e un drappello di soldati cinesi si presentano al collegio in cerca di rifugio, una realtà dura e aliena quasi quanto la guerra irrompe nella vita di Shujuan e delle compagne. 
Costrette a fare i conti con un mondo del quale ignoravano l’esistenza, le ragazze scopriranno che i fiori più belli, a volte, si nascondono dove meno te lo aspetti. 

Ispirato a una storia vera, I tredici fiori della guerra è un grande successo di pubblico e critica in patria e all’estero. 

L'autrice.
GELING YAN è un’autrice cinese tra le più tradotte e premiate a livello internazionale
.
I fiori della guerra


Il film.

Zhang Yimou, acclamato regista di Lanterne rosse e La foresta dei pugnali volanti, nel 2011 ne ha tratto un memorabile film con il premio Oscar Christian Bale nel la parte del protagonista.

Ambientato a Nanchino nel 1937 ai tempi dell'invasione giapponese, il film racconta la storia di un gruppo di studentesse che si nasconde nella cantina di una chiesa insieme ad un americano John Miller, e a 13 prostitute di un vicino bordello. Quando i giapponesi attaccano l'edifico solo l'intervento di Miller, impresario di pompe funebri che si fingerà un missionario statunitense, le salverà dallo stupro.


Come vi dicevo all'inizio del post, il film ha molte immagini forti e drammatiche; del resto, non potrebbe essere altrimenti.... Siamo in un contesto di guerra e le guerre, si sa, non possono portare che distruzione, atrocità, crudeltà, solitudine, paura... ma anche tanta ed inaspettata solidarietà, anche tra gruppi di persone diversissime, come nel caso di questa storia.
Le ragazzine che studiano nel collegio,che diventa poi un rifugio non solo per esse stesse ma anche per le tredici prostitute, scopriranno che queste ultime, alcune delle quali non sono chissà quanto più grandi di loro, nonostante un iniziale e reciproco atteggiamento ostile, nascondono in realtà un gran cuore e la capacità di abbandonare ogni forma di egoismo per sacrificarsi per chi è più giovane ed innocente di loro....
E' un film che fa anche riflettere su quanto in basso possa arrivare la cattiveria dell'uomo, la cui lascivia e mancanza di pudore e rispetto non si ferma davanti a nulla, neanche davanti a delle ragazzine impaurite.

E VOI, AVETE LETTO IL ROMANZO O VISTO IL FILM? ^_^

Speechless Books presenta "Col nostro Sangue hanno dipinto il cielo" di Eleonora C. Caruso



Buon pomeriggio cari lettori ed amici!!
Come sono state le vostre letture del fine settimana?
Per quel che mi riguarda, nel corso del week end appena trascorso, sono andata avanti con la lettura di "Afterlife", che si sta rivelando intrigante al punto giusto, nonché di "La mia amica ebrea" di Rebecca Domino, ambientato nei difficili anni della seconda guerra mondiale e basato sull'amicizia tra una ragazzina tedesca ed una ebrea.

Ed ora eccomi qui a dare il via a un'altra settimana in cui parlare sempre dei nostri amati libri....!!

Comincio con una interessante e GRATUITA uscita in digitale!!!

COL NOSTRO SANGUE HANNO DIPINTO IL CIELO
di Eleonora C. Caruso


Speechless Books© 2014
 collana Scintille
Pagine 40
Formato Pdf, ePub, Mobi
Euro 0,00
dal 31 marzo 2014
Di Col nostro sangue hanno dipinto il cielo colpisce la vulnerabile fragilità di uomini e donne irrisolti ma con una buona posizione nella società, volitivi e di successo, che nascondono le crepe dei loro malesseri interiori e li affondano nell’alcol e nei locali di incontri. Intorno e grazie a loro il mercato capitalistico nipponico realizza un business incredibile che fa leva proprio sulle debolezze umane fino a sostenere che l’amore è un prodotto come un altro, nient’altro che questo. (G. Procino)

Dal 31 marzo sarà disponibile Col nostro Sangue hanno dipinto il cielo, il racconto lungo della scrittrice emergente Eleonora C.Caruso, che inaugura la collana Scintille del marchio editoriale Speechless Books. 




Trama

Shun ha 25 anni e vive in una Tokyo vanesia e spersonalizzata. 
Shun è un host, uno degli accompagnatori più richiesti del Parfume, locale frequentato da uomini e donne, giovani e non, in cerca di affetto, comprensione e una parvenza di amore. 
Shun finge di amare le proprie clienti, e loro pagano per questa illusione. 
L’incontro con il giovane Toru potrebbe cambiare la sua vita, ma Shun è stanco e la sua storia, per sua stessa ammissione, è una di quelle nelle quali non aveva perso niente né imparato niente. 
“La maggior parte delle storie finisce così”. 
La Tokyo di Eleonora Caruso è malinconica e affascinante nella sua crudezza, e rappresenta con disincanto e cinismo l'immaginario pop giovanile.

L'autrice.
Eleonora C. Caruso è nata nel 1986 e si è annoiata finché non è andato in onda Sailor Moon. Nel 2001 ha cominciato a scrivere in rete fan fiction sui suoi anime preferiti, conquistando in breve tempo migliaia di lettori. Ha fatto l’operaia, la commessa, l’impiegata, la centralinista di call center. Vive nella provincia di Novara e ha un blog dove parla senza soluzione di continuità di ciò che ama. Ha pubblicato per Indiana Comunque vada non importa
.

Il racconto potrà essere scaricato gratuitamente dal sito ufficiale di Speechless Books, 


Tutti i link utili:

Eleonora C. Caruso su Facebook www.facebook.com/eleonoraccaruso
Speechless Books su Facebook www.facebook.com/SpeechlessBooks
Speechless Books su Twitter twitter.com/SpeechlessMag
Il blog di Eleonora C. Caruso www.colored-pins.org/myhead/
Speechless Books sul web www.speechlessmagazine.com
Col nostro sangue hanno dipinto il cielo su Goodreads http://goo.gl/i3iTTd
#SpeechlessBooks #ColNostroSangueHannoDipintoIlCielo


Infine, per quanti sentissero di possedere una "vena da scrittori" e volessero mettersi i gioco in questo senso, sappiate che la collana Scintille raccoglierà racconti lunghi di autori italiani emergenti o esordienti, tutti aventi come comune denominatore una speciale qualità nell’arte narrativa, e capaci, con i loro scritti, di suscitare passioni e fomentare energie positive e contagianti. 

È, quindi, possibile inviare un racconto da sottoporre alla redazione all'indirizzo mail racconti@speechlessmagazine.com.

domenica 30 marzo 2014

Maggio Anteprima: VITA DOPO VITA di Kate Atkinson



Anche quest'anteprima è di maggio: la vita straordinaria di Ursula Todd, più volte spezzata e messa di fronte alla sfida di cambiare il proprio destino.

VITA DOPO VITA
di Kate Atkinson


Editrice Nord
534 pp
18.90 euro
DAL 22 MAGGIO
2014
Trama

In una gelida notte di febbraio del 1910, a Londra nasce una bambina. 
Il cordone ombelicale è stretto intorno al suo collo, e nessuno riesce a salvarla. 
Quella stessa notte, a Londra nasce una bambina.
Il cordone ombelicale è stretto intorno al suo collo, ma il medico di famiglia, giunto proprio all'ultimo istante, lo taglia e permette alla piccola di respirare.
Inizia così la vita straordinaria di Ursula Todd, una vita che, nel corso degli anni, verrà spezzata più e più volte, mentre l'umanità si avvia inesorabilmente verso la tragedia della guerra. 
Vita dopo vita, Ursula troverà la forza di cambiare il proprio destino, quello delle persone che incrocerà e quello del mondo intero?

.
L'autrice.
Kate Atkinson è nata a York nel 1951 e lavora e vive a Edimburgo. Insieme al suo lavoro di insegnante di letteratura ha intrapreso la carriera di scrittrice. È anche autrice di teatro e le sue commedie sono state rappresentate al festival di Edimburgo. Presso Einaudi ha pubblicato I casi dimenticati (2007) e Un colpo di fortuna (2009) e prossimamente uscirà il nuovo libro, che sta riscuotendo un grande successo estero, When Will There Be Good News? Tutti e tre hanno come protagonista l'investigatore privato Jackson Brodie.



E' sempre il momento del tag (Expectation&Reality)



Ed eccoci con un simpatico tag adocchiato nel blog di Francy di "Never Say Book"!

Mi raccomando, divertitevi a rispondere e a condividere con "me curiosa" le vostre librosissime risposte!!!

BOOKAHOLIC

1.Expectation: Hai vinto al gratta e vinci ben 100 euro da spendere, cosa fai da perfetta bookaholic li spendi tutti in una volta sola per i libri o...metti qualcosina da parte?
No, sono troppo parsimoniosa per spenderli tutti in una volta.... Compro massimo cinque libri subito e poi conservo per fare acquisti scaglionati... ^_^

2.Reality: Niente, questo mese hai esagerato. Il portafoglio è vuoto con 15 miserabili euro rimasti e tantissime uscite in libreria: quale novità acquisteresti per prima?

Credo "Christiane F. La mia seconda vita".


SHOPPING

3.Expectation: Tantissimi libri scontati al 50% e hai soldi abbastanza per permettertene 3. Quali prenderesti dalla tua wishlist approfittando della super offerta?
,
Hum.... com'è difficile scegliere!!! 
Penso che opterei per Chocolat, Le scarpe rosse e Il giardino delle pesche e delle rose della Harris.

4.Reality: Altro che sconti. Il libro che adocchiavi da tempo è improvvisamente aumentato di prezzo. Ma tu lo vuoi, lo devi avere e quindi...lo compri lo stesso. Qual è il libro irrinunciabile?

"Le stelle non stanno a guardare" d Loredana Limone!! Il libro precedente, Borgo propizio, mi era piaciuto troppo, quindi desidero leggere assolutamente il seguito!!
FANTASIA

5.Expectation: Piovono improvvisamente libri dal cielo (attenti alla capoccia..) ma sono solo del genere classico. Quale classico acciufferesti con la voglia di leggerlo?
Io amo i classici quindi ... posso portare una cesta???

No vabbè, forse Villette di Charlotte Bronte!

6.Reality: Altro che libri piovuti dal cielo, qualcuno ha misteriosamente fatto sparire un libro dalla tua libreria, se sparisse, quale sarebbe quello di cui ti accorgeresti subito della mancanza?

"Scomparsa" di Chevy Stevens: un thriller che mi ha preso tantissimo e la cui assenza "sentirei" molto....

17345616
Fracture
(Night School, #3)
FRIENDSHIP 

7.Expectation: Un tuo amico americano decide di far spazio nella sua libreria, ti dà la possibilità di portarti via 2 libri che sono ancora inediti in italia...Quali sarebbero?

Allora.... il terzo libro della saga de "La chimera d Praga" e il terzo di "Night School".

8.Reality: Hai prestato un libro autografato (autografato!) ad un tuo amico. Lui l'ha perso, ma si offre di ricomprartelo a qualsiasi prezzo. Quale libro sarebbe?

Ho perbacco.... ho pochi autografi, ad ogni modo ne dico uno, il romance storico  "Fiore di Scozia" di Stefania Auci! ^_^


GENEROSITA'

9.Expectation: Una persona misteriosa ti contatta per farti un regalo libroso, a scelta, senza limitazione di prezzo. Quale libro, che non puoi permetterti da sola, sceglieresti?

Hum... Credo chiederei la serie della Gabaldon, "Outlander"... che è da molto che vorrei leggere!!
9635095
,

10.Reality: In realtà sono sempre io a regalare libri. Un libro che hai letto e che ti è piaciuto talmente tanto che lo acquisteresti anche ai tuoi amici?

Ma forse.... "La chiave di Sarah" di Tatiana De Rosnay, che tratta della tragedia della persecuzione degli Ebrei, in particolare di un episodio della storia francese....

INCONTRI e SCONTRI

11.Expectation: Incredibile ma vero, l'autore/autrice dei tuoi sogni, il tuo preferito, colui che mai avresti pensato di poter incontrare...è nella tua città per un incontro con i fans. Di chi si tratta, e che libro porteresti a fargli autografare?

Allora..., non potendo far risorgere Emily Bronte, devo scegliere qualcuno di attuale... mumble mumble...
Credo ci sarebbe Donato Carrisi e mi farei autografare "L'ipotesi del male"!!

12.Reality: I tuoi amici non ne vogliono sapere di libri e non capiscono questa smania di fare ore di fila per un autografo. Ma tu li vuoi convertire, ad ogni costo. Quale libro e quale genere gli consiglieresti sapendo che gli piacerà sicuramente?

Eh non saprei, dipende dagli amici!
Diciamo che tanti potrebbero amare il thriller, magari made in Italy...!

Allora, che ne dite?? Fatemi compagnia rispondendo anche voi!!

sabato 29 marzo 2014

Tratto da...... Afterlife



Sto leggendo "Afterlife" di Stephanie Hudson e vi lascio questo breve passaggio..


.
"Zigzagai in mezzo a una folla variegata: 
tutte quelle persone erano venute lì per sentirsi parte di qualcosa di più grande. 
Non era quel che facevamo tutti, in un modo o nell’altro? 
Trovare un posticino in una realtà migliore, 
far crescere i nostri pensieri e aprire le menti 
a possibilità nuove e più eccitanti. 
Non erano questi i presupposti della fuga dalla realtà?
A volte la realtà non basta. Io credevo molto nella fantasia. 
Per me era un’àncora di salvezza, 
perché nelle mie fantasie le cose 
che mi erano successe nella vita diventavano sogni. 
No, non sogni. Incubi.
Ma così era come se non fossero mai accadute 
e riuscivo ad affrontarle: 
il dolore poteva essere dominato, 
potevo sprofondare in uno stato di inconsapevolezza. 
Non mi dava la serenità, ma almeno mi aiutava ad andare avanti, 
un giorno dopo l’altro, 
senza trascinare gli altri nel baratro della mia angoscia.
Era la mia maledizione, soltanto mia.

Dietro le pagine di "Nostra Signora degli Scorpioni"



Buondì!!

Eccomi per la seconda volta con una rubrica che ho deciso di inserire il sabato e che, sto scoprendo, mi piace molto, forse perchè richiede una attività di ricerca, cosa che mi piace fare con entusiasmo!!

Allora, il libro di oggi è uscito soltanto ieri in libreria, ma eccoci a svelarne l'ispirazione...!

Cosa c'è dietro un romanzo, una storia, dei personaggi?

NOSTRA SIGNORA DEGLI SCORPIONI
di Laura Pariani, Nicola Fantini


Ed. Sellerio
448 pp
15 euro
9.99 euro (e-book)
dal 27 marzo
2014
Al fondo di Nostra Signora degli scorpioni sta un fatto di sangue e abiezioni familiari realmente accaduto. Ma non è una cronaca, è un romanzo di atmosfera e di mistero, segnato da una densa malinconia, e richiama la letteratura che attraverso il delitto si immerge negli abissi dell’io.

Nell’avanzante autunno del 1869, Orta, sul lago, è un borgo tranquillo e forse intorpidito, solo con un fremito di animosità verso i forestieri.
Ci vive Enrico Costa, detto il Francesino, ultimo figlio di una famiglia proprietaria squassata dalla disgrazia; vi soggiorna il grande scrittore Dostoevskij, in cerca di un riparo appartato dall’assillo dei creditori; vi scorrono le esistenze immutabili di tanti, ciascuno col suo soprannome, ciascuno con la smorfia tipica del volto che svela a tutti carattere e destino, ciascuno tormentato da qualcosa di indicibile. 
Perché qui, cinquantasei anni prima, è avvenuto un macabro delitto, di quelli germinati nel torbido di una famiglia e nell’odio di famiglie tra loro.
Teodoro Costa, bisnonno di Enrico, è stato ucciso con feroce violenza. Facilmente, la giustizia ha trovato il colpevole nel figlio Demetrio, ghigliottinato dopo un rapido processo. 
Tutta la famiglia dispersa.
Tornato dalla Francia, dove il nonno s’era stabilito seguendo l’armata napoleonica, l’ancor giovane Enrico il Francesino non è mai stato ben accolto in paese. 
Poeta e scrittore, ha sempre avuto il desiderio di scrutare nell’oscurità intorno alla storia dei suoi avi. Inoltre, un rasoio e un messaggio cifrato ritrovati per caso, gli sembrano una combinazione troppo azzardata per non essere un messaggio. 
Il suo itinerario progressivo, di verità e di liberazione, s’incontra con la curiosità intellettuale di Fedja Dostoevskij, che invece è motivato dall’inquietudine e dal continuo interrogarsi sulla colpa e sull’odio alla base della sua ricerca spirituale.
Lentamente, si apre il velo della storia segreta, che è storia di tante vite che portano il proprio tributo di dolore, ingiustizia tragica e vendetta.
Una prosa che ricorre spesso al detto e al proverbio, usando il commento corale di una folla di personaggi di sfondo, evoca così in modo palpabile lo spirito dei luoghi, e scolpisce ogni personaggio nella sua unicità.
Autori.
Laura Pariani (1951), pittrice e sceneggiatrice, è autrice di numerosi romanzi e di una ventina di opere teatrali. Con questa casa editrice ha pubblicato Di corno o d’oro (1993), Il pettine (1995), La spada e la luna (1995) e, con Nicola Fantini, Nostra Signora degli scorpioni (2014).
Nicola Fantini (1962), traduttore e scrittore, ha lavorato nel campo del reportage. Il suo ultimo romanzo è La setta delle catacombe (Firenze 2008).



Ciò che leggiamo spesso è frutto della fantasia dell'Autore ma altre volte quest'ultimo trae ispirazione da storie/situazioni/persone reali, di cui ha avuto conoscenza diretta o indiretta.

La rubrica "Dietro le pagine" prende nome e idea da una presente nel blog "Itching for books" e cercherà di rispondere (cercherò di darle una cadenza settimanale, sempre in base alle piccole ricerchine che riuscirò a fare) a questa curiosità: Cosa si nasconde dietro le pagine di un libro? Qual è stata la fonte di ispirazione?".

Bene, nel caso del romanzo di oggi, è la stessa Autrice Laura Pariani a darci informazioni su come è nato il libro... e potete visitare il suo sito QUI.

Il tutto prende avvio  in seguito alla lettura di un resoconto giudiziario di un delitto avvenuto nel 1813 nel novarese, di cui sembra parlare lo scrittore russo Dostoevskij nel libro I fratelli Karamazov.


« Ciascuno di fronte a tutti è per tutti e di tutto colpevole. E non solo a causa della colpa comune, ma ciascuno, individualmente. »
(I fratelli Karamazov)


La trama del romanzo si sviluppa attorno alle vicende dei membri della famiglia Karamazov, al contesto in cui matura l'assassinio di Fëdor, il capofamiglia e al conseguente processo nei confronti di Dmitrij, il figlio primogenito accusato di parricidio; ad un livello più profondo è il dramma spirituale scaturito dal conflitto morale tra fede, dubbio, ragione e libero arbitrio.
I caratteri che accomunavano la vicenda delittuosa con il noto romanzo erano i seguenti:

1) un padre avaro e sordo alle esigenze dei figli;
2) il distacco precoce dei tre figli che si allontanano da casa per la carriera militare, per un'attività commerciale in una città lontana, per la vita religiosa; 
3) la sfrenata passione per il gioco e la “vita dissoluta” del presunto assassino, che si sfinisce in continui litigi col padre riguardo all’eredità; 
4) l’arresto dell’imputato dopo una serata passata nei bagordi dell'osteria e il suo cadere dalle nuvole di fronte alle accuse di parricidio; 
5) l’influenza di “cattivi libri” francesi che predicano la legittimità dell’uccisione di un padre indegno; 
6) l'andamento del processo in cui si insiste sul carattere dell'imputato più che sui fatti.

Forse il celebre autore si era ispirato sul delitto novarese, di cui poteva esser venuto a conoscenza nel corso dei suoi viaggi nel nostro Paese, inserendolo quindi in una sua opera?
Non è impossibile pensare che egli sia rimasto impresso dalla frettolosità dei giudici nell'emettere la condanna e dalle continue dichiarazioni d'innocenza dell'accusato, pure sul patibolo.....!

A questa trama gli Autori hanno intrecciato la storia di alcuni "femminicidi" avvenuti nella stessa epoca, per i quali però non si avviò mai un processo e questo forse perché i delitti che avevano come vittime le donne erano considerati fatti privati e perciò di nessuna rilevanza giudiziaria, il che ci fa considerare a come si ritenesse la donna meno importante dell'uomo tanto da non voler neppure indagare e cercare dei colpevoli quando era lei la vittima di omicidio...

venerdì 28 marzo 2014

L'ARMATA DEI SONNAMBULI di Wu Ming (Anteprima Einaudi)





L' armata dei sonnambuli
Ed. Einaudi
808 pp
21 euro
USCITA 8 APRILE
2014
Il romanzo del Terrore di Wu Ming. L’opera piú ambiziosa, punto d’arrivo di un percorso ventennale.

Trama

1794. Parigi ha solo notti senza luna. Marat, Robespierre e Saint- Just sono morti, ma c’è chi giura di averli visti all’ospedale di Bicêtre.
Un uomo in maschera si aggira sui tetti: è l’Ammazzaincredibili, eroe dei quartieri popolari, difensore della plebe rivoluzionaria, ieri temuta e oggi umiliata, schiacciata da un nuovo potere. 
Dicono che sia un italiano. 
Orde di uomini bizzarri riempiono le strade, scritte enigmatiche compaiono sui muri e una forza invisibile condiziona i destini, in città e nei remoti boschi dell’Alvernia. 
ualcuno la chiama «fluido», qualcun altro Volontà. Guarda, figliolo: un giorno tutta questa controrivoluzione sarà tua. Ma è meglio cominciare dall’inizio. 
Anzi: dal giorno in cui Luigi Capeto incontrò Madama Ghigliottina.

L'autore.
Wu Ming è un collettivo di narratori fondato a Bologna nel gennaio 2000 e al momento composto da quattro elementi. Fondatori del gruppo sono gli autori di Q (pubblicato a firma Luther Blissett da Einaudi Stile libero nel 1999) e l'autore di Havana Glam (pubblicato a firma Wu Ming 5 da Fanucci nel 2001). Gli ultimi romanzi di Wu Ming sono Altai (Stile libero 2009 e NumeriPrimi 2011) e Anatra all'arancia meccanica (Stile Libero Big 2011).Previsioni del tempo pubblicato per la prima volta nel 2008, nella collana «Verdenero» delle Edizioni Ambiente, è stato riproposto da Stile Libero nel 2010. Inoltre hanno collaborato alla raccolta Sei fuori posto (Einaudi, Stile libero Big 2010).

Torna la collana economica Newton Compton: "Live Deluxe" da 10 aprile



L'anno scorso la Newton Compton aveva proposto la collana Live, che comprendeva tanto dei classici quanto libri di autori più recenti, sempre di 128 pagine a 0.99 euro.
Ad aprile ritorna l'economica "Live Deluxe", che però alza il prezzo a 1.90 euro ^_^
Direi che si tratta di una proposta editoriale che fa bene alle tasche di noi lettori e probabilmente incontrerà i gusti di tanti.

Ehm.. i miei non tantissimo, son sincera; tra questi al massimo potrebbe interessarmi... la Austen...! ^_^

E voi,che mi dite?


Antologia fantasy Sangue di drago (I doni delle Muse)



In questa giornata ho preparato post che per la maggior parte saranno segnalazioni di anteprima, per altri argomenti ci "risentiamo" nel week end! ^_^

Allora, in questi momenti desidero segnalarvi l'uscita prossima dell'antologia fantasy "Sangue di Drago", che vede la partecipazione di numerosi autori del genere fantastico e storico, per l'associazione culturale I Doni Delle Muse. Tra i nostri autori, Fabiana Redivo, Demetrio Battaglia, Alberto De Stefano.
Si tratta di un affascinante viaggio tra storie di draghi attraverso epoche diverse per mostrare questa figura mitologica in tutta la sua complessità simbolica.

SANGUE DI DRAGO
di AA.VV.


Editore: I Doni Delle Muse
Genere: racconti fantasy e storici
ISBN: 978-88-909656-0-9
Pagine: 226
Prezzo: 12 euro
Formato: cartaceo
USCITA 31 MARZO
2014
Sinossi

Molte cose si narrano dei Draghi. 
I poeti cantano di come si siano formati tra le onde del mare infinito o nelle viscere roventi della terra, altri celebrano i loro occhi venefici, i loro cuori che recano potere e immortalità. 
Ma questo non è tutto.
Tra l'oscurità dei tempi passati e la disillusione di mondi dove la magia non è altro che un lontano ricordo, si sviluppano le trame dei diciannove racconti di questa raccolta, selezionati tra le migliori voci del fantasy italiano, per restituirci nella sua complessità la figura di una delle creature fantastiche più amate di tutti i tempi.

I RACCONTI DELL'ANTOLOGIA

"Il drago bianco" di Daniele Picciuti
"Il canto delle balene-drago" di Alessandro Renna
"Magia d'amore" di Fabiana Redivo
"Calinen il cacciatore" di Guido Colombo
"Rovesciato" di Marco Migliori
"L'ultima luna dell'inverno" di Dario de Judicibus
"Il drago della piana di Ares" di Lavinia Scolari
"Ormserkr" di Marco Albé
"Drianna e il drago" di Alexia Bianchini
"Senza macchia e senza paura" di Viviana Tenga
"Io e il cavaliere" di Marco Bertoli
"Un peccato antico" di Angelo Ficino
"Tempo di guerra" di Alberto De Stefano
"Il patto" di Elvio Ravasio
"Scuola di cucina" di Marco Gavio de Rubeis
"Come nasce una leggenda" di Alessandro Fusco
"Codarda" di Anna Gili
"Tutto così ebbe fine e tutto così ebbe inizio" di Angelo Berti
"L'ultimo dragoluce" di Demetrio Battaglia

Anteprima Marsilio. IL PAESAGGIO DELLE CENERI di Elisabeth Gille, la figlia di Irene Nemirovsky



Per chi ha letto "Suite francese" e apprezzato Irene Nemirovsky (QUI c'è la mia recensione), il 2 aprile Marsilio pubblica il seguito "ideale" del romanzo - rimasto incompiuto -, così come lo ha immaginato la figlia stessa dell'Autrice.

Un romanzo intenso e toccante sulla tragedia della guerra e la forza dell’amicizia

«Un paesaggio di ceneri ci commuove non solo con la storia di una ragazzina ebrea esiliata da un posto all’altro, da una vita all’altra, ma anche grazie alla sobria delicatezza con cui tale storia è raccontata»  - Elie Wiesel

UN PAESAGGIO DI CENERI
di Elisabeth Gille


Marsilio Editori
Trad. C. Bigliosi
176 pp
16.50 euro
USCITA 2 APRILE
2014
«In fondo, quella bambina non sapeva niente di se stessa, niente delle proprie origini e della propria identità. Non era che terra bruciata, un paesaggio di ceneri»

Trama

Nella Francia occupata dai nazisti, un giorno del 1942 Léa Lévy, di 5 anni, separata dai genitori, ebrei russi, nella speranza che così le sia più facile sfuggire alla deportazione, viene accolta in un collegio religioso della regione di Bordeaux. 
Testarda e ribelle, la bambina semina lo scompiglio, dando filo da torcere alle suore che la nascondono e proteggono. 
Sarà la grande amicizia che la lega a Bénédicte, di due anni più grande, ad aiutarla a evadere in un mondo infantile, lontano dalla violenza degli adulti.
Ad accomunare le due bambine, il pesante tormento di non sapere più nulla dei genitori scomparsi. 
Ma se alla Liberazione per l’una ogni cosa si chiarisce, tutto rimane immerso nella tenebra più fitta per l’altra, che niente e nessuno riuscirà a distogliere dalla sua ostinata ricerca della verità. 
Bénédicte si batterà per restituire un futuro a Léa. 
Ma quando l’identità di una ragazzina è stata distrutta, la sua coscienza saccheggiata e devastato il suo immaginario, è ancora possibile rinascere dalle proprie ceneri?
Salutato all’uscita in Francia nel 1996 come un avvenimento letterario, Un paesaggio di ceneri costituisce sotto molti aspetti il seguito ideale di Suite francese, il romanzo capolavoro di Irène Némirovsky, madre dell’autrice. 
Nella drammatica e struggente storia della piccola Léa si rispecchiano, trasfigurate in grande letteratura, le vicissitudini personali e famigliari della Gille.
-

L'autrice
Élisabeth Gille, figlia di Michel Epstein e della scrittrice Irène Némirovsky, nasce a Parigi nel 1937. Nel 1942, prima la madre e poi il padre vengono arrestati e deportati ad Auschwitz, da dove non faranno mai ritorno. Il padre ha il tempo di affidare a Élisabeth e alla sorella maggiore Denise pochi effetti personali, tra cui il prezioso manoscritto inedito di Suite francese (che verrà dato alle stampe più di cinquant’anni dopo). Le due sorelle tra il 1943 e il 1945 imparano a vivere in clandestinità, sotto nomi falsi, nascoste tra cantine e collegi nella regione di Bordeaux. In seguito, Élisabeth Gille diventerà un’importante editor e pubblicherà tre libri, Mirador (Fazi, 2011), Le crabe sur la banquette arrière e Un paesaggio di ceneri, vincitore del Grand Prix des Lectrices di «Elle» e selezionato per tutti i più prestigiosi premi francesi, il Goncourt, il Médicis, il Fémina e il Renaudot. La Gille morirà di un tumore contro cui combatteva da tempo nel 1996, poche settimane dopo l’uscita di Un paesaggio di ceneri.

giovedì 27 marzo 2014

Frammenti ..... tolkeniani



Piccolo frammento tolkeniano tratto da LA COMPAGNIA DELL'ANELLO.

"Il mondo è davvero pieno di pericoli, e vi sono molti posti oscuri;
ma si trovano ancora delle cose belle,
e nonostante l'amore sia ovunque mescolato al dolore,
esso cresce forse più forte.
(...)
...l'Ombra un dì arretrerà,
e la pace regnerà nuovamente.
Eppure io non credo che il mondo intorno a noi tornerà mai
com'era in passato,
e che la luce del Sole brillerà come prima.

Cover "The EVE Serie" di A.L. Waddington



Le cover di oggi appartengono ai primi due romanzi della paranormal "The EVE Series":

1. Essence
2. Enlightened
2. Perception
4. Illumination

Le trame sono molto sintetizzate, ma da come ho compreso traducendo, la storia ha un che di affascinante per via della doppia vita della protagonista, trasposta su due diversi piani temporali.

Che ne pensate delle cover e della trama?


19279000
Paperback, Second, 308 pages
Published January 15th 2014
by Booktrope Publishing


12443730
Paperback, 329 pages
Published October 25th 2011
by Tate Publishing & Enterprises





















Trama Essence.

Jocelyn Timmons è una ragazza convinta di non avere nulla di speciale; va a scuola pratica la pallavolo, ha i suoi amici...., una vita normale.
Non sa quanto si sta sbagliando...!

Jackson Chandler, capelli scuri mossi, occhi verdi, sguardo carismatico, attira chiunque lo guardi... tranne Jocelyn.
Quando la vede, Jackson si sente male e anche lei comincia ad avvertire strane sensazioni ed allucinazioni, di un'altra vita, un altro tempo; quando queste allucinazioni si fanno troppo frequenti e chiare, Jocelyn crede di star diventando pazza....!
Forse sono i ricordi di un'altra vita, che ha vissuto in un altro momento e da qualche altra parte?
A volte le nostre menti possono vagare... e le nostre anime?


Paperback, 250 pages
Expected publication: April 21st 2014
by Booktrope Publishing
Trama Enlightened.

La barriera nella coscienza di Jocelyn continua a dissolversi man mano che comprende meglio le due vite che lei vive e la grandezza del dono che ha ereditato, E.V.E. (Essence Voyager Era), che le permette di addormentarsi in una realtà e svegliarsi in un'altra, come la sua anima viaggia di notte...!
Scopre quindi l'Era vittoriana ma capisce che la vita delle donne di quel tempo non è meravigliosa come sembra leggendo i classici.
Intanto trova sostegno nella famiglia e l'amore per Jackson si va rafforzando e diventa la luce di cui lei ha disperatamente bisogno.

Jakson è davvero il suo destino e il loro amore potrà resistere al tempo?


Libro in sala d'attesa.... Ti prendo e ti porto via



Glitter Photos
.

Ecco uno di quei romanzi, come dicevo ieri, che possiedo ma che ancora non leggo.

Voi l'avete letto?

TI PRENDO E TI PORTO VIA
di Niccolò Ammaniti


Ti prendo e ti porto via
Ed. Mondadori
462 pp
10.50 euro
2000
Trama

Due storie d'amore tormentate e insolite, ricche di umorismo eppure sottilmente inquietanti, ambientate in uno scenario angusto e surreale.

Pietro è un timido studente di scuola media, figlio di una famiglia molto problematica, innamorato della sua compagna di classe, Gloria. 
La ragazza, figlia di una buona famiglia borghese, vive un'esistenza opposta alla sua, ma proprio per queste differenze intreccia una forte amicizia con il ragazzo.
Il romanzo comincia con la scoperta della bocciatura di Pietro e procede con un flashback che ci riporta indietro di sei mesi, per raccontarci le vicende dell'anno scolastico di cui sono protagonisti i due ragazzi. 
Graziano, playboy fallito ed eterno adolescente, torna ad Ischiano Scalo dopo anni di bagordi, di sesso e di droga e qui scopre per la prima volta il vero amore. 
Si innamora infatti della professoressa Flora Palmieri, l'insegnante di Pietro, una donna sola e problematica...


L'autore.
Niccolò Ammaniti (Roma 1966) ha pubblicato i romanziBranchie, Ti prendo e ti porto via, Io non ho paura, Come Dio comanda (premio Strega 2007), Che la festa cominci, Io e te, e le raccolte di racconti Fango e Il momento è delicato.
I suoi libri sono tradotti in quarantaquattro paesi.

Recensione LA COMPAGNIA DELL'ANELLO Il Signore degli Anelli n.1 di J.R.R. Tolkien



E finalmente ho terminato il primo libro della corposa e fantastica trilogia di Tolkien, "Il Signore degli Anelli":

Possibili spoiler, evidenziati in nero.

LA COMPAGNIA DELL'ANELLO
Il Signore degli Anelli n.1
di  J.R.R. Tolkien


Siamo alla fine della Terza Era, nella Terra di Mezzo, e una missione pericolosa ma necessaria cade sulle spalle del povero Frodo, un hobbit cugino di Bilbo Baggins (le cui avventure sono narrate in "Lo Hobbit"), colui che aveva rubato alla viscida creatura Gollum un potentissimo anello, quello forgiato direttamente dal malvagio Sauron l'Oscuro Signore, il nemico di tutti gli abitanti della Terra di mezzo.

Frodo si ritrova suo malgrado in possesso di quest'anello, sotto i rigidi ordini dello stregone Gandalf il Grigio di non infilarlo al dito, considerati gli oscuri poteri da esso posseduti.

Ed è così che prende avvio la mirabolante avventura che vedrà protagonisti diversi simpatici personaggi, alcuni umani altri un po' meno, essendo il mondo di Tolkien popolato da elfi, nani e.... affini.
La Compagnia dell'Anello andrà incontro a non poche traversie, la vita dei nostri eroi (che cammin facendo raggiungeranno il numero di Nove componenti) sarà messa varie volte in pericolo a causa degli spietati Cavalieri Neri mandati dall'Oscuro Signore, il cui desiderio è riappropriarsi del proprio Unico e potente Anello, il quale è un oggetto piccolo eppure carico di influenza, visto che chi lo indossa diventa automaticamente malvagio, incapace di operare alcun bene per sè o per gli altri: un anello in grado di corrompere anche un cuore puro.
Per questa ragione esso va distrutto: è impensabile e sarebbe da ingenui credere o sperare che l'Anello possa essere usato per il Bene.
Chiunque si trovi a contatto con questo meraviglioso e allo stesso tempo "spaventoso" oggetto è tentato di farlo proprio per riceverne i poteri: che sia Frodo o la Dama Galadriel o altri...

Proprio perchè esso risveglia pensieri e desideri sbagliati, Gandalf è assolutamente convinto che vada portato nello stesso posto che ne ha visto "la nascita" per mano del malvagio Sauron di Mordor: al vulcano di Orodruin.

Chi potrà portare avanti questa importante e perigliosa missione?

,
Lui, Frodo...!

Timoroso e determinato al contempo, affiancato dal fedele amico Sam, il mezzo uomo sa di dover affrontare pericoli e oscurità per poter portare a termine il proprio compito.
Certo, il viaggio sarà meno spiacevole se accanto vi saranno degli amici e compagni fidati e utili, come Pipino, Merry, Aragorn ...., e in diverse occasioni i Nove Compagni se la vedranno davvero brutta.

Parlare di questo primo libro della saga fantasy forse tra le più imponenti ed articolate della letteratura internazionale, per me non è affatto semplice.
Ammetto anzitutto di aver letto questo libro un po' a fatica, soprattutto nella prima metà; quando poi decisi - in seguito a un triste abbandono - di riprenderlo prefiggendomi di terminarlo e di proseguire tutta la saga entro il 2014, allora ammetto anche che re-immergermi nel mondo magico di Tolkien è stato molto piacevole.

Come potrebbe non esserlo?
Il modo di scrivere di questo autore è meraviglioso; è vero, non posso negare che l'eccesso di descrizioni dettagliate (degli ambienti naturali, in particolare) è stata la principale motivazione che mi fece porre in stand by il romanzo, però dopo averlo ripreso, mi sono lasciata trasportare dalla precisione e dalla capacità dell'Autore di presentarci scenari, personaggi, situazioni, momenti di riflessione e di azione... con un linguaggio ed uno stili affascinanti, poetici, vividi, capaci di farti entrare lì dove vivono e agiscono i fiabeschi personaggi da lui creati.

E' un romanzo ricco: ricco di dettagli, di personaggi, di parole, dove nulla, ma proprio nulla, è lasciato in sospeso o al caso, ma tutto è offerto con cura al lettore, che si ritrova coinvolto in un mondo lontano ed immaginario, che non di rado sentirà di conoscere da vicino, quasi sperando che in fondo, in qualche parte sconosciuta della terra, esistano davvero nani, elfi, orchi, oggetti magici, dame eleganti ed eteree, cavalieri da cui fuggire, stregoni dallo sguardo severo eppure buoni ed intelligenti.

Insomma, un'opera monumentale in cui confluiscono mitologie diverse e affascinanti (norrena, finlandese, germanica), ideali cristiani, in riferimento all'eterna lotta tra Bene e Male, alla presenza tanto di virtù da ricercare che di peccati da evitare.


,
Che dire di più?
Il problema è che ci sarebbe da dire anche troppo e io non sono capace di allargarmi nell'universo tolkeniano, perchè ammetto di essere abbastanza a digiuno; posso solo scusarmi col maestro Tolkien per averlo inizialmente bistrattato e dichiararmi soddisfatta di aver fatto la conoscenza di tanti personaggi, che ho imparato a conoscere, cui mi sono affezionata (ho trovato il tratteggio caratteriale, psicologico, degli stessi non affrontato con tono "didascalico", ma in armonia con la narrazione e le diverse situazioni e scene presentate; li conosciamo per quello che dicono, fanno, per come reagiscono....) e che mi hanno trasportata in un mondo parallelo, una specie di sogno da cui mi sono dovuta svegliare, giunta all'ultima pagina, ma che son curiosa di proseguire col prossimo libro...., che però non leggerò immediatamente in quanto altri romanzi hanno acquisito man mano il "diritto di precedenza"!!!

Se consigliarvelo?? Ma certamente!!!

ANTEPRIME PIEMME DI APRILE



Tanti arrivi interessanti firmati Piemme  Edizioni!!

Che ne pensate? Ce n'è qualcuno che potrebbe interessarvi?

IL GIOCO DEL SILENZIO
di Anita Rau Badami


Ed. Piemme
252 pp
14.50 euro
USCITA 1° APRILE
2014
Trama

Un mattino d’inverno, nel cortile della famiglia Dharma viene ritrovato un corpo senza vita. 
È Anu Krishnan, la scrittrice che affittava la casa sul retro, in cerca di tranquillità e ispirazione. 
La donna era rimasta incantata dalla bellezza del posto, sperduto tra le foreste del Canada, e dalle tradizioni indiane che la famiglia preservava con cura: gli aromi inebrianti della cucina, il fascino delle antiche storie. Ma ben presto si era accorta del terrore che aleggiava nella casa, delle crepe che incrinavano quel quadro perfetto. 
Con le migliori intenzioni aveva osato portare a galla i segreti nascosti tra le mura domestiche. 
Non sapeva che persino chi ne era vittima era disposto a tutto pur di proteggerli. Non sapeva che la regola è il silenzio. 
11539637
.
E chi sbaglia deve pagare. Quattro voci.  
Un’unica verità: inattesa fino all’ultima pagina.

L'autrice.
Scrittrice e pittrice, Anita Rau Badami è nata nel 1961 in India, dove ha studiato Letteratura inglese e Comunicazione. Ha lavorato come copywriter e giornalista free lance. Trasferitasi in Canada nel 1991, ha conseguito un master in Letteratura inglese all’Università di Calgary e ha iniziato a scrivere romanzi, ottenendo un successo immediato
.


L'AMORE INVOLONTARIO
di Chiara Marchelli


Ed. Piemme
250 pp
15.50 euro
USCITA 8 APRILE
2014
Trama

Il giorno in cui Riccardo riceve la telefonata, per lui sua sorella è solo un pensiero sgradito, un ricordo scacciato con rabbia dalla mente. Irene è un’autrice molto amata, ma il fratello non le ha mai perdonato di aver scritto di lui nel romanzo che l’ha portata al successo. 
Di aver parlato di quel dolore che lo ha segnato e lo ha reso un uomo duro e cinico. 
Ora che Irene giace in coma dopo un grave incidente, però, ci si aspetta che lui le sia vicino. 
E di fronte a quella vita che lotta per stare a galla, pian piano la rabbia si allenta, lasciando uno spiraglio nel muro che si è costruito negli anni. 
La storia commovente di un risveglio. 
Dei sentimenti, dei ricordi, della voglia di vivere. 
Per trovare il coraggio di mettere da parte il dolore e prendersi cura degli affetti che rimangono.

L'autrice.
Nata ad Aosta e laureata a Venezia in Lingue Orientali, Chiara Marchelli vive a New York dal 1999. Nel 2003 ha pubblicato il suo primo romanzo, Angeli e cani (Marsilio Editori), vincitore del premio Rapallo Carige Opera Prima, e nel 2007 una raccolta di racconti, Sotto i tuoi occhi (Fazi Editore). Ha lavorato come docente di Scrittura creativa presso l’Università di Pavia e la John Cabot University di Roma. Dal 2004 insegna Italiano e Scrittura creativa alla New York University e collabora con varie case editrici americane e italiane come editor e traduttrice
.

LA RAGAZZA DI PIETRA
di Brian Freeman

Ed. Piemme
420 pp
12.90 euro
USCITA 8 APRILE
2014
Trama

Cat ha sedici anni ma l’esperienza di una donna navigata. 
Ne aveva soltanto sei quando, nascosta dietro casa, ha udito distintamente le quarantuno coltellate che hanno massacrato sua madre e la pallottola che ha ucciso suo padre. 
Il trauma è stato troppo grande per non lasciare segni, e le persone cui è stata affidata inadeguate a tenerla lontana dalla droga e dalla strada. Adesso, nel cuore della notte, si introduce in casa del tenente Stride in cerca di aiuto: qualcuno sta cercando di ucciderla. 
A Stride basta uno sguardo per riconoscerla e una frazione di secondo per decidere di salvarla. 
Oltre ogni senso del dovere. Perché il tenente conosceva bene la madre di Cat: le aveva promesso di proteggerla, e aveva fallito. 
Forse, con questa nuova promessa, potrebbe finalmente riparare a quella mancata di dieci anni prima, e lenire il senso di colpa che da allora lo perseguita. 
17902989
.
Stride non sospetta nemmeno per un istante che, oltre ad avere paura per lei, dovrebbe avere paura di lei: delle sue menzogne, delle sue allucinazioni, del coltello che nasconde sotto il cuscino mentre dorme proprio in casa sua.
E della scia di morte che la ragazza sembra portarsi appresso ovunque vada.

L'autore.
Brian Freeman. I suoi thriller sono venduti in quarantasei paesi e tradotti in venti lingue. Ha esordito con Immoral (Piemme, 2006), che ha vinto il Macavity Award come migliore opera prima. Con Il veleno del sangue (2013) ha vinto gli International Thriller Awards per il miglior romanzo dell’anno. In Italia è stato nominato miglior autore del 2009 dai blogger di Corpi Freddi. Cura con grande passione il contatto con i fan, via mail, su Facebook e Twitter. Vive in Minnesota con la mogli
e.

LA FRAGILE COSTELLAZIONE DELLA VITA
di Anthony Marra


Ed. Piemme
420 pp
18.50 euro
USCITA 15 APRILE
2015

Questo romanzo parla delle cose che sopravvivono dentro di noi quando tutto intorno crolla: città, istituzioni, il tetto sopra la nostra testa. Parla dell’amore di un genitore per un figlio, dell’amore di una sorella per una sorella, dell’amore che nasce tra due sconosciuti, con tutte le complessità e i sacrifici che l’amore stesso richiede.

Trama

Achmed è il medico più incompetente di tutta la Cecenia. 
Del resto, all’università ha sempre saltato le lezioni di patologia per frequentare quelle di arte. 
Ha seguito la vocazione sbagliata, ma adesso sa che non può fallire la sua missione più importante: salvare la piccola Havaa, la figlia del suo migliore amico, arrestato dai soldati russi.
Sonja ha abbandonato una brillante carriera di chirurgo a Londra per tornare in patria a cercare la sorella scomparsa. 
Insieme a un’unica infermiera, gestisce ciò che resta dell’ospedale della città, dove è più facile procurarsi munizioni che garze, le suture si fanno con il filo interdentale, e due soli reparti restano aperti: maternità e traumatologia. 
Perché la vita ormai è semplice, essenziale: si nasce, si muore. 
A Sonja, che non sopporta i bambini e tira avanti ad amfetamine, Achmed chiede di nascondere lì Havaa, ricercata senza un perché, in quella guerra infinita dove non ha più senso farsi domande. 
Nei suoi otto anni, Havaa ha già imparato ad aspettarsi il peggio. Eppure, nulla ha potuto intaccare quella parte di lei che le permette ancora di parlare con gli alberi e sognare di essere un anemone di mare. 
18428067
,
Grazie Ad Havaa, nel corso di cinque giorni cruciali, Achmed e Sonja scopriranno i complicati intrecci che legano da sempre le loro strade, la costellazione di coincidenze che decideranno inaspettatamente il loro destino.

L'autore.
A soli 29 anni Anthony Marra ha vinto il Whiting Award, il Pushcart Prize, l’Atlantic’s Student Writing Contest e il Narrative Prize ed è stato selezionato per il prestioso National Book Award grazie al suo romanzo d’esordio, La fragile costellazione della vita. Nato a Washington, ha studiato e vissuto nell’Europa dell’Est, e ora abita a Oakland, in California
.



LA MAGIA DI UN GIORNO IMPERFETTO
di Lydia Netzer


Ed. Piemme
364 pp
17.50 euro
USCITA 15 APRILE
2014
Trama

Maxon ha sette anni, quattro mesi e diciotto giorni quando vede per la prima volta Sunny. 
Due persone particolari, imperfette per il mondo ma perfette l’uno per l’altra. 
E il loro è un amore unico, fatto di tante piccole stranezze che lo rendono speciale. 
Vent’anni dopo sono sposati, Maxon è un ingegnere impiegato alla NASA e tutto ciò che Sunny desidera è una vita normale. Tutto sommato le cose funzionano: una bella casa, una famiglia felice, rapporti di buon vicinato. 
Fino al giorno in cui Maxon parte per una missione sulla Luna, lasciandola sola a occuparsi di un figlio autistico di quattro anni e incinta del secondo. 
Il vaso trabocca quando, una mattina, nell’impatto con un Suv la parrucca bionda di Sunny vola fuori dal finestrino, rivelando la calvizie che la affligge dalla nascita. 
13167199
.
Da quel momento, l’equilibrio che ha faticosamente costruito va in frantumi. Ma sarà anche l’occasione di imparare la lezione più importante: è la vita a essere difettosa, e la felicità sta nel saperlo accettare.

L'autrice.
Nata a Detroit, Lydia Netzer vive in Virginia con il marito e i due figli. Ama profondamente la lettura e suona la chitarra in una rock band. La magia di un giorno imperfetto è il suo primo romanzo
.




QUANDO IL DIAVOLO MI HA PRESO PER MANO
di April Genevieve Tucholke


Ed. Piemme
Freeway
264 pp
16 euro
USCITA 15 APRILE
2014

Mini serie composta da due libri, "Between":

1. Between the Devil and the Deep Blue Sea  (Quando il diavolo mi ha preso per mano)
2. Between the Spark and the Burn

Smetti di temere il diavolo quando gli stringi la mano.....

Trama

Nel paesino di mare dove abita Violet White non succede mai niente... fino a quando River West non affitta la casetta dietro la sua e incominciano ad accadere cose inquietanti. River è soltanto un bugiardo dal sorriso irresistibile e un passato misterioso? O dietro i suoi occhi ipnotici si nasconde qualcos'altro? La nonna di Violet l'aveva sempre messa in guardia dai giochi che sa fare il diavolo, ma lei non aveva mai pensato che potesse nascondersi dietro un ragazzo dai capelli scuri che si appisola in giardino, adora il caffè e ti fa tremare di passione.
.

L'autrice.
April Genevieve Tucholke è scrittrice, amante dei film classici, dei cattivi dai capelli rossi, delle grandi cucine e ama parlare dei delitti a cena. Vive col marito (libraio e giornalista) nell'Oregon. Questo è il suo primo romanzo.

mercoledì 26 marzo 2014

Cito e canto L'UOMO CHE VORREI



Tratto da LA STORIA DELL'AMORE di Nicole Krauss.

Alla fine, tutto ciò che resta di te sono gli oggetti che possiedi. 
Forse è per questo che non sono mai stato capace 
di buttare via niente. 
Forse è per questo che tendo a
far tesoro di ogni cosa, a conservarla, 
con la speranza che, quando sarò morto,
la somma totale di ciò che possiedo possa far pensare 
a una vita più importante di quella che in realtà
ho vissuto.

L'UOMO CHE AMI
(E. Ruggeri)


Nel ripostiglio una serie di oggetti da buttare:
qualcosa di indispensabile
che adesso è impensabile conservare.
Tempi passati ma già sviluppati in camere oscure:
vecchie certezze che non sono poi così sicure.

Amore che vieni, amore che vai,
non mi aspettano quasi mai.
Sono i tempi di attuazione
che confondono le persone
e si cambia copione.

Se ti avessi conosciuto prima,
tu saresti più vicina
o forse non saresti niente.
Se potessi rimanere ancora,
non sarei un'avventura
ma un pensiero ricorrente.
Restano le mani nelle mani,
mentre piano ti allontani
verso l'uomo che ami.

Recensione:LA STORIA DELL'AMORE (Nicole Krauss)



Altro libro terminato...:


LA STORIA DELL'AMORE
di Nicole Krauss


Ed. Guanda
Trad. V. Raimondi
304 pp
15 euro
2005
Trama

La storia dell’amore inizia a New York, dove l’ottantenne Leopold Gursky vive in solitudine sin da quando, sfuggito all’Olocausto, sbarcò in America.
O forse inizia sessant’anni prima, in un altro mondo e sotto un altro cielo, nel villaggio polacco in cui Leopold ragazzino scoprì per la prima volta che era facile dimenticare la paura della morte guardando gli occhi incantevoli e imperiosi di Alma.
Per Alma, Leopold scrisse un libro sull’unica cosa che conoscesse bene, intitolato La storia dell’amore.
Poi la tragedia dell’Europa cancellò i suoi sogni e adesso, da vecchio, è spaventato all’idea di morire senza lasciare traccia di sé.
Ma non sa che il manoscritto della sua gioventù non è andato perduto per sempre.
Come lui, ha cambiato pelle e parla un’altra lingua, non più l’yiddish delle origini ma lo spagnolo dell’America Latina: il libro ha seguito il destino dell’amico di un tempo Zvi Litvinoff, esule in Cile, e laggiù è stato pubblicato per poi cambiare il corso di molte vite.
Vite come quella di un’altra Alma, un’adolescente newyorkese che deve il proprio nome alla protagonista femminile della Storia dell’amore e che un giorno si metterà sulle tracce della donna che lo ha ispirato.


il mio pensiero

Il romanzo si apre presentandoci uno dei protagonisti, Leopold Gursky, ebreo polacco, ormai avanti negli anni, che vive in solitudine, se si fa eccezione per "l'amico Bruno".
Leopold è un uomo bizzarro, che ha le sue abitudini di persona sola, che ha passato la vita perdendo del continuo qualcosa o qualcuno di importante per poi cercare di recuperare ciò che aveva perduto, a causa di eventi più grandi di lui e non facilmente controllabili.

Ha perso l'amore della sua vita, Alma Mereminski, l'unica donna mai amata, da cui credeva di essere stato amato, ma che ha perso a causa della guerra e del nazismo.
Una donna nella quale lui però, senza esserne a conoscenza, ha lasciato un "segno": il figlio Isaac.
Isaac Moritz è l'unico figlio di Leopold e questi, nel tempo, lo rintraccerà e cercherà di essere presente, seppur in modo invisibile, senza farsi notare, nella sua vita, seguendolo passo passo, leggendo i suoi libri (Isaac è uno scrittore), "spiandolo", quasi per compensare il suo non essere stato fisicamente presente nella vita del figlio.

Ha perduto l'amico Zvi Litvinoff, che è emigrato in Cile e s'è sposato con una certa Rosa.

Ha perso, infine, il proprio romanzo "La storia dell'amore", un manoscritto che aveva dedicato all'amore della propria vita, Alma, convinto che esso non valesse un granchè (se non a livello personale) e che aveva "affidato" all'amico Zvi affinchè la guerra non lo disperdesse.

Un romanzo nel romanzo, "La storia dell'amore", in cui il lettore segue parallelamente la storia di un'altra Alma - Alma Singer -, molto più giovane d'età, che vive anche lei a New York e che, apparentemente e fino a un certo punto, non avrà niente a che fare con Gursky, Isaac e Alma Mereminski.

Eppure, il romanzo di Lepold la legherà al suo autore: il padre di Alma, infatti, acquisterà una copia del libro e da esso trarrà spunto per dar nome alla sua primogenita; non solo, ma sua madre ne farà una sorta di "oggetto di culto familiare" e, su richiesta di uno strano e misterioso signore, si ritroverà a tradurlo in un'altra lingua..., cosa che intreccerà varie esistenze, dando poi modo ad Alma Singer di capire chi è l'Alma cui è dedicato il romanzo e chi è il signore che ha chiesto alla sua mamma la traduzione del libro stesso.

Ma come mai il libro è stato pubblicato?
Leopold non l'ha mai portato da un editore, eppure La storia dell'amore è "in giro per il mondo", e non solo esso ma anche un altro libro di Gursky, anch'esso inspiegabilmente reso noto...

Il mistero sarà svelato nel corso della narrazione e svelerà al contempo anche la viltà di alcune persone che, pur non essendo per natura cattive, si faranno prendere la mano dal desiderio di "essere qualcun"o, rubando però le idee ad altri....

L'Autrice ci fa passare, con vivacità ma senza creare confusione, dall'esistenza grigia e sola di uno stanco Leopold, a quella fresca e giovane di Alma Singer, impegnata a ravvivare costantemente il ricordo dell'amato padre (perso prematuramente), a cercare di capire il bizzarro fratellino, chiamato Bird perchè ha il "vezzo" pericoloso di gettarsi dalle finestre, a flirtare con un amichetto russo e a indagare nell'animo imperscrutabile della mamma, per la quale lei vorrebbe semplicemente una vita felice.

I personaggi principali sono sufficientemente tratteggiati, così da provare tenerezza per l'anziano e sfortunato Leopold e simpatia per la vivace adolescente Alma, curiosa e intelligente.
La narrazione è attraversata da una diffusa vena malinconica, anche perchè i suoi personaggi sembrano continuamente alla ricerca di qualcosa, che si riassume in particolare con la ricerca dell'amore; l'amore come condivisione di sè rispetto agli altri, affinchè il proprio passaggio su questa vita non passi inosservato ed incolore, ma abbia un senso, uno scopo, e lasci un segno, che forse sfuggirà a qualcuno ma conterà per altri.

Una storia originale, raccontata con un certo sprint, con espressioni proprie del linguaggio parlato e quindi informale, con la presenza di simpatici intercalari (propri di Leopold: "e però", "E comunque"), una narrazione sempre in prima persona, che dona una doppia prospettiva narrativa, così da vedere la storia dell'amore da due punti di vista decisamente diversi, offrendo così slancio e ritmo alla narrazione stessa.

Un romanzo che si lascia apprezzare, con diversi passaggi belli e che fanno riflettere sulla natura umana, la sua ricerca incessante di bellezza e sensibilità.

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...