martedì 30 giugno 2015

Segnalazione e recensione: MISTERI DI UNA NOTTE D'ESTATE di Giulia Mastrantoni



Lettori, questa mattina voglio segnalarvi una raccolta di racconti, che dal 22 maggio è in libreria: “Misteri di una notte d’estate, l’antologia firmata Giulia Mastrantoni.
La giovane Autrice, ventiduenne di Frosinone, aveva vinto quindici giorni prima il primo premio per la sezione Narrativa Giovani al concorso internazionale Napoli Cultural Classic. Oltre ad avere all’attivo una moltitudine di collaborazioni con riviste, una laurea in Lingue e diversi viaggi di studio e non, Giulia ha una gran voglia di fare.

MISTERI DI UNA NOTTE D'ESTATE
di Giulia Mastrantoni

Montag Edizioni
55 pp
12 euro
Maggio 2015
Sinossi

“Misteri di una notte d’estate” è un susseguirsi di storie, tutte diverse, a tratti ironiche, tutte immerse in un mondo di assurdità e contraddizioni in cui gli stereotipi vengono scardinati e i segreti rivelati. 
C’è una vecchia solitaria che si imbatte in un gallo magico e inizia a rivivere la sua gioventù, uno Spiderman che va a ballare quando la moglie è in vacanza, un cane che non capisce gli uomini e che rivoluziona un tranquillo pomeriggio d’autunno. 
E poi c’è Elise, la giovane che non ne può più di essere un giocattolo sessuale e che è pronta a tutto pur di liberarsi di chi l’ha usata. Silvia e il suo alter ego sono le due adolescenti che affrontano la vita, chi coraggiosamente e chi rintanandosi nel proprio guscio. 
Un gruppo di personaggi, alcuni fiabeschi e altri incredibilmente reali, scenari che vanno dal non sense al thriller; le tinte si susseguono assecondate dalle sfumature della prosa e i personaggi prendono vita accompagnando il lettore nella propria storia.

La raccolta, edita da Edizioni Montag in versione cartacea, è disponibile in libreria, oltre che su una moltitudine di stores online, tra cui Mondadori, Amazon, Ibs, Libreria Universitaria, San Paolo, Libreria Fernandez, MaurOnline…

autrice
L'autrice.
Giulia Mastrantoni nasce a Frosinone nel 1993, studia Lingue a Udine e si appassiona al cinema.
Da tre anni collabora all’inserto Scuola del Messaggero Veneto, scrive per il mash up online SugarPulp e per la rivista dell’Università di Trieste Sconfinare. I suoi racconti “Scott è un cane blu” , “Il primo sparo” e “Preconcetti Universali” sono stati pubblicati su SugarPulp, “Halloween con le lasagne” è parte dell’antologia “Halloween all’italiana 2014”, mentre “Una tesi sulla Terra” e “Un gelato a Milano” fanno parte dell’eBook del concorso artistico-letterario di Ufo sulla rete.
Giulia ha vinto il primo premio per la sezione Narrativa Giovani al concorso internazionale Napoli Cultural Classic con il suo racconto “I Denti di dracula” nel Maggio 2015.
Dopo trascorso un periodo in Inghilterra, sta per iniziare un periodo di studi in Canada, ma, dovunque sia, scrive. Questa è la sua prima antologia. A gennaio 2016 vedrà la luce il suo primo romanzo in eBook per la Panesi Edizioni.




I racconti che compongono questa raccolta sono cinque:

- Mistero di una notte d’estate
- Il gallo della mezzanotte
- Il corpo di Silvia e Beatrice non ama
- Assalto al castello
- Elise

Tre di essi (Mistero di una notte d’estate, Il gallo della mezzanotte,  Assalto al castello) sono spiritosi e divertenti, gli altri due sono seri, hanno risvolti drammatici e, se vogliamo, crudi.

Nel primo racconto (Mistero di una notte d’estate) conosciamo una ragazza che sta cercando di riposare nonostante i dolori all'osso sacro; comprensibilmente di cattivo umore e poco compresa dai familiari, si lascia distrarre da rumori sospetti nella notte, mettendosi alla ricerca di eventuali criminali, per poi fare conoscenza con un ragazzo gentile e simpatico, e con un signore davvero strambo...
Come stramba e buffa è la signora Pranley (Il gallo della mezzanotte), che ha ormai la sua età e colma la propria "singletudine" con abbondanti dosi di cioccolata.
Fino al giorno in cui qualcuno non insiste per venderle un gallo speciale, che dovrebbe portar fortuna alla simpatica signora; ed infatti... tra un chicchirichì e l'altro, a mezzanotte qualcuno suona il campanello della donna...
Riuscirà a trovare l'uomo perfetto, vecchina com'è? Dopotutto
L’amore non ha età e c’è sempre speranza per tutti. Chi ha smesso di sperare si ricordi di questa storia (e compri un gallo?) e pensi che un giorno la felicità farà dlin dlon.
E poi c'è il generoso cane Buck (Assalto al castello), la cui "trovata geniale" per la torta di compleanno del piccolo Josh, sarà per il festeggiato la spinta giusta per capire cosa vuole fare da grande, perchè
In un mondo che va come va, il segreto della vita è trasformare in positivo ciò che sembra negativo, mai buttarsi giù, mai arrendersi.

 Tra botte e risposte veloci e ironici, personaggi divertenti e bizzarri, con una vena umoristica arguta e intelligente, l'Autrice ci regala piccole storie che, anche se paiono delle "barzellette" spassose che fanno ridere, hanno invece la loro morale, il loro significato, il loro messaggio ottimista, proprio di chi guarda e affronta la vita con un sorriso e una buona dose di speranza.

Speranza e sorriso che farebbero bene anche alle protagoniste degli altri due racconti, più seri, come dicevo.
In  Il corpo di Silvia e Beatrice non ama, conosciamo una ragazza allegra, spensierata - Beatrice -, che si sente fortunata per ciò che è ed ha,  e vuol vivere la propria vita in modo sereno, amandosi ed amando; ma Beatrice è l'alter ego di Silvia, che è l'esatto opposto: infelice, triste, si sente sola e vive sotto il peso di una disabilità particolare: quella di non saper amare.
Forse Silvia ha bisogno di imparare ad amarsi e a sopravvivere alle proprie paure, alle insicurezze, con quella forza e quella capacità di ricominciare che solo la donna sa trovare in se stessa...?

Anche Elise ha un disagio interiore e cerca di vincerlo usando e lasciando usare ad altri il proprio corpo: il sesso è una sorta di valvola di sfogo, un modo per sentirsi viva, e questo negli anni l'ha resa fredda, cinica..., anche se dentro di lei, quando sogna ed è sola, il desiderio di avere un amore vero, profondo, che la faccia sentire al sicuro, si fa spazio, lasciandole però la consapevolezza che per lei non c'è un destino felice.
E allora cosa le resta, se non fare del sesso un'arma per dominare e ribellarsi a quegli uomini che, con superficialità e indolenza, si illudono di poterla usare come un giocattolo?

A differenza dei primi tre racconti, la cui atmosfera è serena, quasi fiabesca, negli altri due ci sono tinte "scure", come oscuro è il malessere vissuto dalle protagoniste, per arrivare - con Elise - a sfumature quasi noir, crude.

Il tratto che contraddistingue questa raccolta è l'originalità, il saper cogliere e donare al lettore, attraverso decise pennellate, personaggi definiti -  che siano un po' bizzarri o fin troppo realistici - e storie brevi eppure efficaci, che in un modo o nell'altro lasciano un sorriso o una riflessione.

Consigliato!

SE FOSSI SU UN'ISOLA DESERTA....



Buongiorno cari lettori ed amici!!

Questa giornata la iniziamo con un giochino, suggeritomi da Jodi Picoult - sempre lei e sempre in "L'altra famiglia" - in questo brano tratto dal romanzo.

«E la prima canzone pop di cui hai imparato a memoria le parole? Quando ero piccola, la sorella maggiore della mia migliore amica aveva un giradischi e ascoltava Billy, Don't Be a Hero in continuazione. Era il 1974, e la cantava Paper Lace. Ho messo da parte la mia paghetta per comprarmi anch'io quel disco. Ancora oggi, quando sento quella canzone, mi viene da piangere alla fine, quando la ragazza apprende da una lettera la morte del suo fidanzato» racconto. «È curioso... se potessi scegliere una sola canzone da portare su un'isola deserta, porterei quella. Credimi, ho ascoltato musica molto più complessa e interessante dopo di allora, ma quanto a nostalgia pura, sceglierei quella.» Guardo Lucy. «E tu? Che musica vorresti portare con te se finissi su un'isola deserta?»



Permettetemi di girarvi la domanda:

CHE MUSICA PORTERESTE CON VOI SE FINISTE SU UN'ISOLA DESERTA?

OVVIAMENTE, NON POSSO NON CHIEDERVI 
QUALE LIBRO PORTERESTE CON VOI, OLTRE A QUEL GENERE MUSICALE/CANZONE.

VI DICO LE MIE RISPOSTE:

SONO TANTE LE CANZONI CHE NON MI STANO DI ASCOLTARE E RIASCOLTARE,
MA DOVENDONE SCEGLIERE UNA, VI DICO: STAND BY ME DI BEN E. KING.

IL LIBRO? EH, DIFFICILE SCEGLIERE....

FORSE QUALCOSA DELLA KINSELLA PER RIDERE UN PO',
VISTO CHE LA SOLITUDINE MI METTE UN'ANSIA!!

SU, SU..., NON LASCIATEMI DA SOLA A RISPONDERE!! ^_^

lunedì 29 giugno 2015

Cito e canto: Le amiche (Vallesi)



Buon lunedì, amici e lettori.
La settimana si apre qui sul blog con un breve passaggio tratto da "L'altra famiglia" di Jody Picoult, sul valore e l'insostituibilità dell'amico/a nella nostra vita.

E voi, che state leggendo? C'è qualche frase/passaggio che vi va di condividere perché vi ha colpito?

Ma le amiche sono insostituibili: ti tengono in contatto con la realtà. Sono loro a dirti quando hai un rimasuglio di spinaci tra i denti o quando un certo paio di jeans ti fa il sedere grosso o quando stai comportandoti da stronza. Te lo dicono senza drammi e senza preavviso, diversamente da quello che accadrebbe se il messaggio venisse da tuo marito. Ti dicono la verità perché hai bisogno di udirla, ma senza che alteri il legame tra voi. Credo di non aver mai capito quanto mi mancasse tutto questo, finora.

domenica 28 giugno 2015

"Quei giorni mai esistiti", il legal thriller di Andrea Canto



Lettori, vi segnalo che è disponibile, in ebook e in print on demand, il nuovo legal thriller di Andrea Canto, edito da goWare nella collana di narrativa Pesci rossi: Quei giorni mai esistiti.

QUEI GIORNI MAI ESISTITI
di Andrea Canto

EDITORE: goWare 
COLLANA: Pesci rossi
PREZZO: ed. digitale € 4,99 
ed. a stampa € 17,99
Pagine: 544

L'avvocato di New York Jason Davis porta avanti una class action contro multinazionali dell'auto. I ricordi, il sangue, le morti violente provocate da pneumatici difettosi, riportano a galla l'oscuro passato di Jason.
Il denaro e il potere, i sogni e la realtà: un mix di elementi che sfocia in un finale inaspettato.


Sinossi

Siamo nella New York del 2000. La storia prende avvio da un fatto realmente accaduto: una causa legale avviata negli Stati Uniti contro le multinazionali automobilistiche.

Jason Davis, avvocato e socio fondatore dello Studio legale «Davis Baker & Reynolds», protagonista del romanzo, è un uomo complesso con passato di violenze familiari impossibile da dimenticare. Intorno a lui si muovono personaggi carichi di umanità, spietati e cinici, ricchi di compassione o vittime di arrivismo.
Jason impersonifica il sogno americano, ha uno studio legale importante, una famiglia apparentemente perfetta. Ma il suo oscuro passato torna di colpo nella sua vita a scompigliare il presente e a rimettere pericolosamente in gioco ricordi mai sopiti.

In un crescendo di avvenimenti imprevedibili che tengono incollato il lettore alla pagina, si assiste a un evento drammatico che d’un tratto farà precipitare i personaggi nel timore che possano essere rivelati inconfessabili segreti.
Andrea Canto mescola generi tra loro differenti, con una scrittura serrata e intessendo una trama complessa che avvicina questo romanzo alla narrativa americana di genere.
Un testo scritto con vero passo da narratore che sa mixare realtà e finzione e solo nel finale svelerà perché quei giorni non sono mai esistiti.

L'AUTORE
Andrea Canto, quarantenne, consulente finanziario, ha esordito nel 2009 con il romanzo Con tutto il cuore edito da Baldini Castoldi Dalai. Andrea è stato redattore di una rubrica finanziaria pubblicata giornalmente e letta da ottomila persone. Scrivere è la sua passione e un modo per creare realtà parallele rispetto a quella in cui vive.
Quei giorni mai esistiti è il suo secondo romanzo.

Le cover di TI PREGO PERDONAMI (Please, forgive me) di Melissa Hill



Da qualche giorno è in libreria TI PREGO PERDONAMI, di Melissa Hill, una storia d'amore forte e travolgente.

Ecco le cover. Quale preferite?
Quella italiana è molto carina, ma anche la terza *_-

BUONA DOMENICA
e vi ricordo che avete ancora qualche giorno per 
PARTECIPARE AL GIVEAWAY IN CORSO 
QUI SUL BLOG!!

Rizzoli
n.1
6695435
by Hodder & Stoughton
n.2




















Please Forgive Me
by Hodder
n.3
13180539
croata
n.4

13449638
tedesca
n.5
13132080
finlandese
n.6




























11331159
formato kindle
n.7
23494924
slovacca
n.8






sabato 27 giugno 2015

Novità Piemme: LA RAGAZZA DEL TRENO di Paula Hawkins



Un nuovissima uscita Piemme che conto di leggere il prima possibile...!
Che ne pensate?

LA RAGAZZA DEL TRENO
di Paula Hawkins

Ed. Piemme
312 pp
16.90 euro
Giugno 2015
Trama

Rachel conduce una vita piuttosto anonima.
Vive sola, non ha amici, e ogni mattina prende lo stesso treno, che la porta dalla periferia di Londra al suo grigio lavoro in città. 
Un viaggio sempre uguale, che però è il momento preferito della sua giornata. 
Seduta accanto al finestrino, può osservare, non vista, le case e le strade che scorrono fuori e, quando il treno si ferma a uno stop, può spiare una coppia, un uomo e una donna senza nome che ogni mattina fanno colazione in veranda. 
Un appuntamento cui Rachel, nella sua solitudine, si è affezionata.
Li osserva, immagina le loro vite, ha perfino dato loro un nome: per lei, sono Jess e Jason, la coppia perfetta dalla vita perfetta. Non come la sua. 
Ma una mattina Rachel, su quella veranda, vede qualcosa che non dovrebbe vedere. 
E da quel momento per lei cambia tutto. 
La rassicurante invenzione di Jess e Jason si sgretola, e la sua stessa vita diventerà inestricabilmente legata a quella della coppia.
Ma che cos’ha visto davvero Rachel

Nelle mani sapienti di Paula Hawkins, il lettore viene travolto da una serie di bugie, verità, colpi di scena e ribaltamenti della trama. 
Ecco il debutto dell’anno, ai vertici di tutte le classifiche.

L’autrice.
Paula Hawkins, esordiente inglese con un passato di giornalista, diventa una celebrità, e ai 24 editori che avevano acquistato i diritti del romanzo prima dell’uscita (tra cui Piemme per l’Italia)se ne aggiungono molti altri, per un totale strabiliante di 41. La Dreamworks comincia a lavorare al film tratto dal romanzo. Ad appena cinque mesi dall’uscita, La ragazza del treno ha ormai raggiunto i due milioni di copie solo in America, e la sua corsa non accenna a rallentare.

Romanzi in arrivo il 2 luglio (anteprime Garzanti, Longanesi)



Qualche anteprima prevista per i primi di Luglio!

Qualcosa vi attira?


  • Dopo aver fatto sognare migliaia di lettori con Regalami una favola, per settimane in classifica sul «New York Times», Hester Browne torna a parlare di emozioni e di coraggio con Il sogno più bello. Il coraggio di lasciarsi andare, di abbattere il muro delle proprie paure. Perché arriva sempre il tempo per amare e credere che possa durare davvero per tutta la vita.
  • Dopo il successo di Tu sei mia, che ha conquistato i lettori italiani che aspettavano con ansia un suo nuovo romanzo, Elizabeth Anthony torna a Belfield Hall. Ai suoi intrighi di palazzo e alle sue passioni proibite. Alle sue regole che vengono infrante in nome di un valore più alto che è quello dell'amore, quando diventa tentazione irresistibile.
  • Torna la scrittura delicata e sensibile di Lisa See con il suo universo femminile, carico di emozioni, in una San Francisco alle soglie del secondo conflitto mondiale.


IL SOGNO PIU' BELLO
di Hester Browne

Ed. Garzanti
trad. S. Caraffini
400 pp
16.90 euro
IN LIBRERIA:
2 LUGLIO 2015
Trama

A 30 anni Rosie  è una delle più famose wedding planner di Londra, che organizza ricevimenti indimenticabili in un lussuoso e antico hotel dalle ampie sale e dagli scintillanti addobbi per tutte le spose che si affidano ai suoi consigli. 
Eppure per Rosie la preparazione del giorno più bello della vita non ha nulla di romantico. 
Si tratta solo di lavoro. Perché lei non crede più nel matrimonio. Perché Rosie non può dimenticare il momento in cui è stata abbandonata sull'altare. 
Da allora non riesce a intravedere nessun lieto fine all'orizzonte, nessuna promessa che possa durare per sempre. 
Fino a quando non è costretta a lavorare fianco a fianco con Joe, tornato da un viaggio intorno al mondo per curare il suo cuore ferito. Ma, nonostante tutto, Joe non ha smesso di avere fiducia nella forza di Cupido. 
Tra i due lo scontro è immediato. 
I loro obiettivi non potrebbero essere più diversi. 
Per Joe è importante che gli sposi siano sicuri di fare la scelta giusta e non importa se il ricevimento salta.
Per Rosie si tratta solo di affari e la carriera è l'unica cosa su cui ha concentrato tutta sé stessa dopo la fine della sua relazione. 
Eppure, giorno dopo giorno, Joe riesce a fare breccia nel suo cinismo. 
18774978
,
A mostrarle che se è vero che l'amore a volte può ingannare e far soffrire, a volte può anche regalare nuove inaspettate possibilità. Rosie deve scoprire se è pronta a coglierle, se è pronta a rischiare di nuovo. 
Perché nei sentimenti non ci sono regole, solo emozioni da vivere. 

L'autrice.
Hester Browne ha studiato inglese al Trinity College di Cambridge e vive a Londra. Con Regalami una favola ha raggiunto il successo internazionale entrando fra i bestseller del «New York Times»
.




venerdì 26 giugno 2015

I libri dell'estate Neri Pozza - Le uscite di luglio‏



Lasciatevi tentare dalle prossime pubblicazioni Neri Pozza!
Eccone tre per voi... e per me , in arrivo nel mese di luglio  ^_-


  • Con una scrittura semplice ma potente, e una galleria di personaggi memorabili, Vanessa Lafaye in Tempo d'estate regala ai lettori un romanzo dal ritmo incalzante che porta alla luce un’intensa storia d’amore sullo sfondo dell’America degli anni Trenta, flagellata da disastri naturali e tumulti sociali, da emarginazioni e pregiudizi e, nello stesso tempo, abitata da donne come Missy, capace di opporsi a ogni avversità per difendere la sua libertà e il suo amore.
  • Muovendosi tra Pakistan e Stati Uniti, Bapsi Sidhwa – autrice di Acqua (premio Mondello 2007) e La spartizione del cuore (inserito dalla Modern Library tra i 200 libri migliori in lingua inglese) – in Lingua d'amore ci insegna che non è più il tempo della diffidenza. I nostri vicini hanno tradizioni, credi religiosi e convinzioni politiche diverse dalle nostre ma, se vogliamo vivere felici, non dobbiamo arroccarci dietro alla diffidenza e usare una lingua nuova, una lingua universale basata sulla tolleranza e sull’amore.
    Con una prosa divertente e profonda, ricca di dettagli storici e meravigliose descrizioni, Sidhwa torna con un libro attuale e coraggioso, che è anche una strabiliante lezione di vita.
  • Impreziosito da uno stile avvincente e una trama perfetta, La figlia del boia e il re dei mendicanti mette in scena un thriller storico «ricco di dettagli sul tessuto sociale e sulla struttura del potere politico nella Baviera del XVII secolo». Una storia d’amore, tradimento e vendetta, che consegna ai lettori un’altra avventura dell’amatissimo e impavido boia Jacob Kuisl. 


TEMPO D'ESTATE
di Vanessa Lafaye


Tempo d'estate
trad. C. Brovelli
Pagine 368

Euro 18,00
LUGLIO 2015

«Un romanzo d’esordio devastante che cattura le tensioni sociali e razziali negli Stati Uniti del sud dopo la Prima guerra mondiale». 

The Bookseller

«È raro leggere qualcosa che possieda una tale intensità emotiva e un ritmo così esaltante. A mio parere, 
è bello quanto The Help».
Elizabeth Noble, scrittrice


Trama

Florida, 1935. Mentre gli Stati Uniti soffrono ancora l’eco della Grande Depressione, nella piccola città di Heron Key la vita scorre tranquilla: i turisti affollano le spiagge, le strade sono addobbate a festa per il 4 luglio e Missy si sente felice come non le capitava da tempo
Prima di tutto perché ha trovato lavoro come domestica presso la famiglia Kincaid. 
E poi perché Henry (il suo primo grande amore) è appena tornato dal fronte francese. 
Come se non bastasse il governo ha fatto due promesse per migliorare la qualità della vita a Heron Key: frenare i linciaggi dei neri sempre più frequenti e trovare lavoro a tutti i mille veterani rientrati dalla Prima guerra mondiale e sistemati malamente in baracche al confine della città. 
Purtroppo, però, niente va come promesso.
23220038
-
I veterani presto vengono dimenticati e lasciati a vagare per le strade, costantemente ubriachi, come mendicanti o malati fuggiti da un ospedale psichiatrico. 
Perciò, mentre la polizia accusa Henry di aver pestato a morte una donna e un violento uragano si avvicina alle coste della Florida, Missy capisce che il suo sogno di una vita felice potrebbe non realizzarsi mai. 
Solo una cosa importa adesso: sopravvivere a quella catastrofe. 
Bianchi e neri, assieme.

L'autrice.
Vanessa Lafaye è nata a Tallahassee, in Florida, e vive in Inghilterra dal 1987. Collabora con alcuni giornali e canta in un coro. Tempo d’estate è il suo primo romanzo
.


Noività Lettere Animate: ARABA FENICE di Michele Sbriscia



Buongiorno amici e lettori!

Oggi daremo spazio ad alcune segnalazioni, visto che non ho ancora terminato nessuno dei libri in lettura e non ho recensioni da postare.

ARABA FENICE
di Michele Sbriscia

Formato: Formato Kindle
Dimensioni file: 312 KB
Lunghezza stampa: 219
Editore: Lettere Animate Editore 
Dal 4 giugno 2015
Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
Lingua: Italiano
ASIN: B00YWH19KW

LINK UTILI


‪#‎seguilapiumadellafenice‬


Trama

Andrea è un giovane neo imprenditore, appassionato di viaggi.
Ama la lettura e passa intere giornate in biblioteca.
È perdutamente innamorato di Kari, ragazza tunisina da poco giunta in città.
Entra in possesso casualmente di un documento cartaceo, scritto probabilmente dal famoso alchimista Cagliostro.
Ma sulle tracce dell'antico reperto ci sono loschi e pericolosi individui pronti a tutto!
Tra improvvisi balzi spazio-temporali e fughe repentine, Andrea dovrà vedersela anche con un terrificante killer giunto dall'Africa.
Riuscirà a proteggere la sua amata Kari e a risolvere l'arcano mistero celato nell'indecifrabile foglietto scritto col sangue?

L'autore.
Michele Sbriscia è nato a Fano (PU) l’8 Agosto 1970.
E’ sposato con Lara e ha 2 figli, Giorgia e Matteo.
E’diplomato in elettronica ed ha la fortuna di lavorare nel settore da venti anni.
Questo è la sua prima fatica.

giovedì 25 giugno 2015

Romantiche letture: in libreria: "Un weekend da sogno" e "Ti prego perdonami" ‏



Lettrici (ma anche lettori?) alla ricerca di storie d'amore che vi facciano sognare, è già in libreria da  pochissimi giorni l'ultimo romanzo di Jojo Moyes, Un weekend da sogno, ed è in uscita proprio oggi, 25 giugno, il nuovo romanzo di Melissa Hill, Ti prego perdonami.

UN WEEKEND DA SOGNO
di Jojo Moyes


Ed. Mondadori
126 pp
12 euro
dal 23 giugno 2015
Trama

Nell vive in una piccola cittadina dell'Inghilterra e, a ventisei anni, non è mai stata a Parigi.
In effetti non ama l'avventura e non ha viaggiato molto, ma il suo sogno sarebbe quello di passare un weekend con Pete, il suo ragazzo, nella capitale francese.
Dato che lui non fa il primo passo, Nell pensa bene di organizzare tutto lei... 
Peccato che al momento di salire sul treno Pete non si presenti in stazione e lei parta da sola, triste e malinconica, convinta che la sua vita sia un vero disastro. 
Ma si sa, la vita riserva anche delle belle sorprese e, dopo un arrivo piuttosto traumatico, il weekend di Nell si trasforma inaspettatamente nelle quarantotto ore più belle della sua vita...

24389206
.
Un weekend da sogno è la nuova, incantevole storia romantica scritta dall'autrice più popolare del momento in Inghilterra.

L'autrice.
Jojo Moyes (1969), è nata e cresciuta a Londra. Scrittrice e giornalista, ha lavorato all'«Independent» per dieci anni prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura. Oggi è una delle più affermate scrittrici in Inghilterra e all'estero, e i suoi romanzi sono sempre in testa alle classifiche. Il suo romanzo Io prima di te(Mondadori, 2013) è stato il libro più votato nella storia del "Richard and Judy Book club". Mondadori ha poi pubblicato Luna di miele a Parigi e La ragazza che hai lasciato nel 2014 e Una più Uno nel 2015. L'autrice vive nell'Essex con il marito e tre figli.

TI PREGO PERDONAMI
di Melissa Hill


Ed. Rizzoli
traf. R. Zuppet
367 pp
18 euro
dal 25 giugno 2015
Amore mio, so che probabilmente sono l’ultima persona da cui vorresti ricevere una lettera, ma ci tenevo a chiederti scusa. Devi sapere che non farei mai nulla per farti soffrire, almeno non di proposito, ma questa volta ho commesso un errore madornale, anzi irreparabile.
Mi rendo conto di non poter più tornare indietro, e non lo pretendo nemmeno. Volevo solo dirti che mi dispiace tanto per l’accaduto. Vorrei con tutto il cuore che non fosse mai successo, però ormai è capitato ed è solo colpa mia, e farei qualsiasi cosa per rimediare, ma non posso.
So di non avere il diritto di domandartelo, ma stai bene?
Spero di sì.
Non saprei cos’altro aggiungere. Ricorda che non ho mai voluto farti del male e che mi rincresce immensamente.
Ti prego, perdonami.


Un plico di lettere, una misteriosa richiesta di perdono direttamente dal passato e un grande amore segnano il ritorno di Melissa Hill. 

Trama

Chi non ha mai sognato di saltare sul primo aereo e lasciarsi tutto alle spalle? 
Leonie, capelli rossi e cuore irlandese, l’ha appena fatto. 
Se ne è andata da Dublino mandando a monte il matrimonio, ed è volata nell’incantevole e libera San Francisco dei cable car, delle otarie che prendono il sole sul molo, dei cieli azzurrissimi e frizzanti, per provare a iniziare da capo in un luogo dove nessuno sa chi è, né conosce il suo segreto. 
Ma ad aspettare Leonie c’è una storia misteriosa, racchiusa in un cofanetto di legno che trova per caso nella casetta in stile vittoriano con vista sul Golden Gate che ha preso in affitto. 
Il cofanetto è pieno di lettere d’amore, tutte indirizzate a una certa Helena, e tutte si chiudono con un’identica frase: ti prego, perdonami. 
Chi è quest’uomo così gentile, dolce e disperato che le firma? E perché le lettere sono ancora lì, dimenticate? 
Commossa dalle parole toccanti e vere che si ritrova a leggere, Leonie si imbarca nell’impossibile tentativo di rintracciare la destinataria di un amore passato. 
E, forse, ricostruendo la storia d’amore di due sconosciuti riuscirà a fare i conti con la propria. 

6695435

In questo nuovo libro di Melissa Hill tornano lo humor leggero, le amicizie luminose che resistono alla distanza, la curiosità delle ragazze che fa sempre girare il mondo. E, naturalmente, l’amore, più forte che mai.

L'autrice.
MELISSA HILL, irlandese, vive a Dublino con il marito e la figlia. È autrice di numerosi bestseller internazionali, tra cui Un regalo da Tiffany (Newton Compton 2011) e, per Rizzoli, Il braccialetto della felicità (2012), Un regalo per sempre (2013) e All’improvviso a New York (2014).

Segnalazione novità "I Doni delle Muse": L'ISOLA DEL GHIACCIO di Angelo Berti



Lettori, vi segnalo l'uscita del nuovo romanzo di Angelo Berti, "L'isola del ghiaccio"
Si tratta di un'opera storico-mitologica che narra le ultime imprese dell'eroe Starkadr, protagonista di numerose saghe norrene.


L'ISOLA DEL GHIACCIO
di Angelo Berti 


Editore: I Doni Delle Muse
ISBN: 978-88-99167-10-3
Pagine: 230
Prezzo: 12 euro

DALLA QUARTA DI COPERTINA 

In un villaggio del nord, un fabbro vive per guadagnarsi l’idromele che gli consente di dimenticare un passato che resta impresso a fuoco nella sua memoria.
Tre atti d’infamia si dice debba compiere in ognuna delle tre vite a cui l’hanno destinato gli dei. 
Ma la sua vita è una soltanto, gravata dal peso di troppi ricordi. 
Ora anche la sua solitudine sta per essergli tolta, per volontà di guerrieri leggendari che vivono in un’isola di ghiaccio dove non cala mai la notte. 
Si avvicina un tempo di corvi e di sangue, in cui pochi ancora lottano per salvare le proprie terre dall’invasione di un oscuro nemico. Inviso a Þórr e amato da Óðinn, Starkaðr dovrà assumersi la responsabilità di portare un nome che è già leggenda.

DAL ROMANZO 

L’aria era calda. Le fiamme ardevano e dentro la forgia le braci erano rosse. Dappertutto erano sparsi pezzi di ferro grezzi, alcuni abbozzati e in un angolo, in ordine, quelli lavorati. Spade, cerchi, asce. L’officina di un fabbro. La stanza, avvolta nella penombra, non era grande. Molti preferivano fare quel lavoro all’aperto, per sfuggire il caldo a volte opprimente, ma lui no. Non amava mostrarsi. I lunghi capelli castani, striati di grigio, si attaccavano alle spalle larghe e sudate, lasciando intravedere una profonda cicatrice che, dalla testa, attraversava la fronte e terminava sul sopracciglio destro. La barba era lunga e tratteneva il sudore che scivolava dalle tempie sulle guance. In un attimo i frammenti della porta volarono davanti ai suoi occhi, distrutta come se fosse stata sfondata dal bue Himinhrjóðr infuriato. Senza perdere il ritmo, strinse con ancora più forza l’impugnatura del martello mentre colpiva il ferro incandescente. Un’ombra si allungò oltre la soglia seguita dalla massa possente di Arnljótr. «Dannato Starkaðr. E tu saresti un fabbro? Che Vár mi sia testimone e ti giudichi come il pezzo di merda che sei». L’uomo continuò a battere il ferro, ignorandolo. Arnljótr avanzò con due ampie falcate. Sarebbe risultato minaccioso per chiunque, ma non per Starkaðr. «Il carro che hai riparato ieri è già rotto. Lo riparerai di nuovo e non ti pagherò».

L'AUTORE
Angelo Berti è nato nel gennaio del 1963 a Cortemaggiore, un piccolo paese in provincia di Piacenza. Direttore di Fantasy Planet e collaboratore di TrueFantasy, vive a Forlì. Come autore ha pubblicato alcuni racconti e sei romanzi, tra cui La notte della Hyena, uscito nel 2014 per I Doni delle Muse.

Cito e canto: Ho messo via



Un "pezzetto" di Dimmi che credi al destino di Luca Bianchini, tutto per voi:

Quando cambi radicalmente vita, hai due possibilità: 
o rimuovi il passato, e “il prima” lo cancelli con tutte le tue forze 
 fino a convincerti che non sia mai esistito, 
oppure fingi di non ricordarlo, ma ogni tanto, 
quando meno te lo aspetti, riappare. 
Era quello che le stava succedendo. 
Negli ultimi tempi le tornava di nuovo in mente suo marito, che di fatto non
ricopriva più quel ruolo, ma che continuava a essere presente nelle sue
solitudini. Alcuni amori sono capaci di restarti nel cuore anche quando
sanno solo farti male.


Non chiedetemi perchè, ma mi è venuta in mente questa bellissima canzone di Luciano Ligabue..: HO MESSO VIA; io però vi posto la versione cantata dalla dolcissima voce di Elisa.

 

Contest Sperling&Kupfer: AMAMI PER UN'ESTATE



Una lettura romantica e tutta estiva...!

AMAMI PER UN'ESTATE
di Katie Cotugno


Ed. Sperling&Kupfer
300 pp
17.90 euro

A volte l'amore ci regala una seconda occasione.

Quando Molly, dopo aver combinato un bel pasticcio ed essere scappata per un anno dalla cittadina dove viveva con la mamma, è costretta a tornarci (in attesa che trascorrano 99 giorni fino alla partenza per il college) scopre che ci sono dolori difficili da superare e scelte impossibili da fare.
Ma anche, e sopratttutto, che in un'estate alcune cose possono anche cambiare.

La Sperling&Kupfer ha organizzato  un contest per provare a vincere una copia di Amami per un'estate!



N.B. IL CONTEST NON E' QUI SUL BLOG 
MA PER PARTECIPARE DOVETE VISITARE
LA PAGINA FB  DELLA C.E.


è LA PAGINA DEL CONTEST IN CUI C'E' IL POST 
DOVE DOVRETE LASCIARE IL COMMENTO

La domanda cui dovete rispondere per provare a vincere è: cosa può succedere in un'estate? cosa vi è successo di importante in un periodo breve ma intenso come l'estate.
Raccontatelo in 300 battute iniziando la frase con #unEstateper...
Verranno scelti i 3 contributi che riceveranno uno special pack by TooLate con il freschissimo bracciale #toolateiscream e una copia del romanzo di Katie Cotugno AMAMI PER UN'ESTATE.

Postate il vostro contenuto come commento nella pagina che vi ho linkato, cercando di rispettare i limiti di lunghezza!
Potete partecipare per una settimana, dal 23 al 30 giugno!

mercoledì 24 giugno 2015

Viaggiare leggendo con "I misteri di Chalk Hill"



E dopo aver recensito I misteri di Chalk Hill, eccoci a fare un giro turistico per i luoghi menzionati nel romanzo!

(N.B. le immagini sono state prese dal web attraverso una semplice ricerca su Google; qualora avessi violato i copyright, fatemi un cenno e tolgo le foto "incriminate" ^_-  Dove l'ho ritenuto necessario, ho indicato i link originari).

La prima cosa che vede la protagonista, Charlotte Pauly, dalla nave sono le bianche scogliere di Dover.




Chalk Hill è situata, come ho già precisato nel post precedente, nella regione del Surrey (zona a sud-est della G.B.).
Il territorio è prevalentemente pianeggiante ed ondulato. A sud si elevano le North Downs che raggiungono i 295 metri di altezza con la Leith Hill. L'area a nord delle Norh Downs è attraversata dai fiumi Wey e Mole.


Recensione: I MISTERI DI CHALK HILL di Susanne Goga



Buon mercoledì, lettori!
Cosa state leggendo di bello in questi giorni?
Io sono immersa in una storia d'amore vissuta ai tempi della guerra (Lettere a un amore perduto di Iona Grey) ma in questo post desidero parlarvi dell'ultimo libro terminato:

I MISTERI DI CHALK HILL
di Susanne Goga


Ed. Giunti
trad. L. Ferrantini
416 pp
12 euro
in libreria:
MAGGIO 2015

Un'istitutrice riservata e colta; una bella bambina cui fare da insegnante e educatrice; un padrone di casa burbero e fin troppo distante; domestici poco loquaci e molto sospettosi (come se avessero qualche segreto da custodire?); una villa maestosa ed immersa nel verde cupo di una foresta inglese, tanto bella e imponente quanto inquietante, in cui di notte si sentono rumori e voci sinistri, che mettono i brividi: ditemi voi se questo scenario non ricorda almeno un po' l'affascinante e misterioso mondo di Charlotte Bronte in Jane Eyre.

I misteri di Chalk Hill è un romanzo ambientato nell'Inghilterra del 1809, più precisamente nel Surrey, contea dell'Inghilterra sud-orientale, nella regione del Sud Est.
La nostra storia inizia con il viaggio che sta portando la giovane Charlotte Pauly dalla Germania all'Inghilterra per motivi di lavoro, che si vanno ad unire al bisogno e desiderio di riprendere in mano la propria vita, lasciandosi alle spalle una brutta esperienza.
Charlotte ha sempre lavorato come istitutrice qualificata e come tale viene assunta da un signorotto  inglese, il deputato Sir Andrew Clayworth, rimasto vedovo da poco e con una bambina di 8 anni di cui prendersi cura, Emily.
L'impatto con questa nuova realtà è contrastante per Charlotte: da una parte non può non essere affascinata dall'imponente ed antica villa in cui si ritroverà a vivere; sente tutto l'entusiasmo per questo lavoro che ama e la piccola educanda si mostra subito affettuosa e diligente, anche se legittimamente triste per la morte della mamma; dall'altra, però, la giovane avverte in modo pressante l'atmosfera cupa e di mistero che aleggia tra quelle mura antiche.
Ben presto la nostra istitutrice si renderà conto di essere circondata da segreti, mezze verità e frasi dette e non dette; infatti, tutti in quella casa sembrano essere a conoscenza di fatti importanti sui quali però vige il divieto di parlare.
Attorno a sè, Charlotte trova muri di diffidenza, atteggiamenti di chiusura e freddezza che però vanno ancor di più a solleticare la sua curiosità, soprattutto quando si rende conto che la sua protetta, Emily, cova un malessere dentro di sè e questo molto probabilmente è legato alla defunta signora Clayworth, Lady Ellen, e lo è in un modo che diventerà il nocciolo attorno al quale si svilupperà tutta la vicenda.

Chiuso com'è nel proprio dolore, nella propria disperazione, sir Andrew ha proibito a tutti, bimba compresa, di nominare Lady Ellen, che pare sia morta tragicamente, in una terribile notte in cui il fiume Mole (che scorre nei pressi della casa) era in piena.

Come mai a Chalk Hill non è possibile neanche nominare la povera defunta? Cosa c'è davvero dietro la tragica morte di questa donna il cui cadavere non è mai stato ritrovato?

-
Il silenzio attorno a Lady Ellen non aiuta la piccola Emily a superare il proprio dolore, a colmare quel bisogno di amore e attenzioni che solo lei sembrava colmare, visto che il padre si dimostra molto scostante e duro anche con la proprio bambina.
E se mentre era in vita Ellen, Emily soffriva di malesseri fisici - fonte di preoccupazione soprattutto per la sua amorevole madre -, dopo la morte della stessa, la bambina ha cominciato a star bene fisicamente ma a star molto male nello spirito, nell'anima.


Emily è convinta di sentire e vedere la madre morta: cosa vuol dire questo? Forse il dolore l'ha fatta impazzire? O esistono davvero fantasmi e fenomeni paranormali?
Cosa è accaduto veramente a Lady Ellen e in quanti, in casa e in paese, sono a conoscenza della verità ma non ne vogliono parlare?

Parallelamente alle vicende di Charlotte, sin dall'inizio del romanzo, si sviluppa un'altra storia, che vede protagonista il giovane giornalista, Thomas Ashdown, critico e recensore di opere teatrali, dalla penna arguta, tagliente e ironica; agnostico per scelta, dopo la morte della sua Lucy, ha iniziato a sentirsi combattuto tra la razionalità di chi crede solo a ciò che vede, e l'esigenza/bisogno di spiegare fenomeni sovrannaturali che sfuggono all'umana ragione.
Sarà proprio quest'ultima esigenza a far intrecciare la sua storia personale con quella di Charlotte, così coinvolta e presa dal "caso misterioso di Emily", per svelare il quale i due si improvviseranno detective alla ricerca dei veri fantasmi che infestano Chalk Hill.


E' un romanzo molto gradevole, è interessante, ha un ritmo scorrevole frutto di una storia ben costruita, narrata in modo che ogni particolare contribuisca a far crescere la curiosità. la suspense e le domande del lettore circa i misteri su cui indagano Charlotte e Tom e sui quali tutti sembrano saper qualcosa che però non vogliono dire.
L'autrice disegna per noi un contesto senza dubbio intrigante, un po' "gothic", cupo, in cui i dettagli contano molto, e lo stesso ambiente naturale diventa anch'esso un personaggio, che "parla", comunica attraverso le folate di vento improvviso che creano mulinelli di foglie secche, rumori impercettibili avvertiti di spalle, al buio, momenti di assoluto silenzio interrotti da un urlo angosciante.
Non vanno ritenuti poco importanti i personaggi secondari che ruotano attorno ai principali e che, con il loro mutismo o le mezze frasi sibilline, con le loro espressioni sospettose o allarmate, contribuiscono ad infittire il mistero e a caratterizzare l'atmosfera surreale e "paranormale" che fa da sfondo alle vicende.
Ci si immedesima in Charlotte e insieme a lei sentiamo la curiosità di capirne di più e di aiutare la piccola Emily, così presa dalle proprie visioni inspiegabili.

Devo dire che mi è piaciuto abbastanza, è stata una lettura molto piacevole, non mi sono mai annoiata o distratta mentre leggevo (del resto, credo che il riferimento ai fantasmi sia sempre intrigante, bene o male), anche se forse mi sarei aspettata un tocco di romanticismo in più, che invece è arrivato molto tardi e appena accennato.

Lo consiglio, soprattutto per quanti amano le storie misteriose ambientate nel secolo scorso.

sabato 20 giugno 2015

Recensione film. ANIME NERE di Francesco Munzi



Non so se avete visto la premiazione del David di Donatello tenutasi la settimana scorsa; beh, nel caso l'aveste vista, vi sarete accorti che il film che ha ricevuto più riconoscimenti è stato ANIME NERE di Francesco Munzi, liberamente tratto dall'omonimo romanzo di Gioacchino Criaco.

  • Miglior film
  • Miglior regista a Francesco Munzi
  • Migliore sceneggiatura a Francesco Munzi, Fabrizio Ruggirello e Maurizio Braucci
  • Miglior produttore a Cinemaundici e Babe Films con Rai Cinema
  • Migliore fotografia a Vladan Radovic
  • Miglior montaggio a Cristiano Travaglioli
  • Miglior colonna sonora a Giuliano Taviani
  • Migliore canzone originale (Anime nere) a Giuliano Taviani, interpretata da Massimo De Lorenzo
  • Miglior sonoro a Stefano Campus



Cast: Marco Leonardi, Peppino Mazzotta, Fabrizio Ferracane, Anna Ferruzzo, Giuseppe Fumo, Barbora Bobulova.

La scena iniziale del film si apre in Olanda per poi passare brevemente a Milano; in realtà la nostra storia si svolge per lo più in Calabria, in un vecchio e decadente paesino sull'Aspromonte, proprio lì dove "Garibaldi ha fatto una brutta fine", per dirla con le parole di uno dei personaggi,  Leo (Giuseppe Fumo), un ventenne pieno di rancori che con una sua bravata innescherà un meccanismo di vendette incrociate all'ultimo sangue.

Ma andiamo con ordine.
Leo è figlio di Luciano (Fabrizio Ferracane), che ha due fratelli minori, Rocco (Peppino Mazzotta) e Luigi (Marco Leonardi); i tre sono figli di un pastore che anni prima è stato barbaramente assassinato.
Questa famiglia è coinvolta nel giro della malavita, della 'ndrangheta, in particolare ad avere la "capa guasta" è Luigi, che gestisce un traffico di droga a livello internazionale, ed è totalmente immerso in questa vita, tanto da non scandalizzarsi quando il nipote Leo mostra il desiderio di seguire le sue orme.

Il fratello di mezzo, Rocco, vive a Milano, è sposato con Valeria (Barbora Bobulova) e apparentemente conduce una vita normale, di chi è andato via dal proprio paese arretrato per vivere nella modernità e lontano dai legami con la malavita, ma in realtà egli stesso è un imprenditore grazie ai guadagni illeciti di Luigi, che però critica e disapprova.
Luciano, il fratello maggiore, fa il "capraro" ed è l'unico che vorrebbe restare davvero al di fuori della vita criminale, visto che ancora sente il peso della morte tragica del padre e non vede di buon occhio nè i fratelli nè il figlio Leo, che pare ben intenzionato a vivere da delinquente.
In effetti, questo ragazzo mostra subito una personalità molto "cupa", ben riflessa nel viso sempre corrucciato, arrabbiato con tutto e tutti, col pensiero fisso della vendetta; pensiero che gli costerà caro..., molto caro.
E, come dicevo, sarà proprio Leo ad accendere la miccia che provocherà seri problemi in famiglia; a causa di un'offesa ricevuta, decide di vendicarsi sparando alla saracinesca del bar dell'offensore (protetto dai mafiosi del post); ma questo gesto non verrà visto dalla malavita di paese come una bravata da  ragazzi, bensì come un affronto, che dovrà essere pagato a caro prezzo.

E' un film dalle atmosfere "buie", in cui si respira un'aria pesante, opprimente in tutti i sensi; ad es., non c'è mai una giornata di sole (o ricordo male io?), ma i colori predominanti sono della tonalità di un triste grigio, "nuvoloso", come del resto triste e nera è l'anima di ogni personaggio di questo film (come suggerisce il titolo stesso).
La presenza del dialetto calabrese in tutto il film contribuisce - a mio avviso -  ad accentuare il senso di chiusura e di arretratezza (lo stesso Rocco, a tavola con Valeria, Luigi e Leo, nella sua casa a Milano, risponde con una battuta ironica alla moglie: "L'italiano là  - nel paesino da cui vengono - non è ancora arrivato").
E' inevitabilmente un film triste, in cui personalmente ho avvertito da una parte la "rabbia" per una realtà criminale purtroppo ancora presente ai nostri giorni, dall'altra compassione per chi vi è coinvolto, ahilui, suo malgrado, visto che nascere in certe famiglie e in certi contesti criminali, pericolosi, non è una scelta, e andarsene, separarsene in modo netto, non dev'essere semplice e naturale.

Mi ha ricordato in molte cose la realtà raccontata da Gomorra (la serie, in particolare), in cui vicende e personaggi sono totalmente immersi e sommersi dalla malavita, dove l'esistenza di ciascuno è fagocitata dalla criminalità, che miete le sue vittime in una spirale di vendette e faide familiari che non finiscono mai... se non con la morte.

Nel complesso, un bel film, fatto e recitato bene (lo dico dall'alto della mia esperienza  ), che certo un po' d'angoscia la mette, e giunti alla fine non è che l'umore e le emozioni possano migliorare..., ma è così: la realtà su cui si sofferma è davvero quella descritta, e resta solo la tristezza e un senso di impotenza per questa famiglia spezzata e distrutta, forse un po'  a causa delle proprie scelte o magari di un "destino" che l'ha voluta e messa in un contesto senza dubbio difficile e drammatico, in cui sembra che la sorte di chi vi è dentro sia quasi segnata e decisa anzitempo. Ma è poi davvero così?

Insomma, lo consiglio sicuramente però consentitemi la domanda ironica: Ma erano davvero necessarie tutte 'ste stauette solo per Anime nere? No perché io le avrei distribuite diversamente. 



Per leggere le recensione di altri film clicca sull'etichetta "Cinema"

venerdì 19 giugno 2015

LeggendOrientale: NUOVE STORIE DAL VICOLO DELLA POLVERE ROSSA di Qiu Xiaolong



In libreria un libro che ci racconta, con grande affetto e ironia insieme, le contraddizioni più brucianti della metropoli-simbolo della superpotenza cinese, sullo sfondo degli ultimi cinquant'anni di storia.

NUOVE STORIE DAL VICOLO DELLA POLVERE ROSSA
di Qiu Xiaolong 

Ed. Marsilio
trad. F. Zucchella
234 pp
17.50 euro

Trama

Bentornati in Vicolo della Polvere Rossa. Nel cuore pulsante e antico di Shanghai, l'ormai veneranda tradizione della conversazione serale prosegue ininterrotta: quale occasione migliore, dopo una giornata di duro lavoro, per ritrovarsi e tenersi aggiornati sulle nuove vicende politiche, ma soprattutto sulle storie personali degli abitanti del quartiere?
Perché tutto può accadere, in Vicolo della Polvere Rossa. Un'anziana aristocratica ora è una ieratica venditrice di ghiaccioli, che dispensa dalla sua carriola traballante. 
Per colpa della Rivoluzione Culturale, un libraio-filantropo è costretto a reinventarsi erborista (di grande successo). 
Una ragazza qualsiasi, carina ma priva di titoli di studio, accetta di diventare la concubina di un ricco uomo d'affari di Taiwan. 
Una cuoca disillusa si è trasformata in una ricchissima immobiliarista. 
Qual è il destino di Vicolo della Polvere Rossa? 
Verrà demolito per far posto a un nuovo, avveniristico grattacielo? 
Forse non potrà impedirlo neppure l'esemplare vicenda umana di un geniale professore universitario di filosofia, che dopo i fatti di Piazza Tiananmen si guadagna da vivere facendo l'indovino. 


L'autore.
Xiaolong Qiu è nato a Shanghai. Dopo gli avvenimenti di Tiananmen, ha deciso di rimanere negli Stati Uniti, dove oggi insegna letteratura cinese alla Washington University di Saint Louis. Di Qiu, Marsilio pubblica la serie dell’ispettore Chen, tradotta in dodici paesi. Uscito per la prima volta a puntate su «Le Monde», e drammatizzato per la radio pubblica francese, Nuove storie dal Vicolo della Polvere Rossa è la continuazione de Il Vicolo della Polvere Rossa, frutto di un lungo lavoro di ricerca e scrittura parallelo alla serie poliziesca.

Sonzogno\In libreria dal 2 luglio "Mistero a Villa del Lieto Tramonto" di Minna Lindgren‏



Carissimi, vi segnalo l’uscita in libreria il prossimo 2 luglio del libro Mistero a Villa del Lieto Tramonto di Minna Lindgren, il primo volume della trilogia di Helsinki che sta conquistando i lettori di tutta Europa.

Un’acuta osservatrice del nostro tempo, in grado di combinare sapientemente commedia e racconto giallo.

Un gruppo di personaggi irresistibili, grazie ai quali si affrontano con brillante leggerezza e un sottile humor “finlandese” temi difficili quali l’invecchiamento, la malattia, la morte.


MISTERO A VILLA DEL LIETO TRAMONTO
di Minna Lindgren


Ed. Sonzogno
288 pp
16.50 euro
in libreria:
2 LUGLIO 2015

Un mystery intelligente con un delizioso cast di personaggi a cui ci si affeziona immediatamente: racconta la storia di tre simpatiche vecchiette che si improvvisano Miss Marple per risolvere i misteri della singolare residenza per anziani di cui sono ospiti. Il romanzo è anche un affresco sociale della città di Helsinki e un curioso oltre che molto godibile tour architettonico della capitale finlandese.

Trama

«Tic tac, tic tac, tic tac.» A Villa del Lieto Tramonto, ridente casa di riposo immersa nella foresta vicino a Helsinki, è l’ora del caffè e, come al solito, Irma e Siiri, due vivaci novantenni ospiti della residenza, amano trascorrere quel momento in perfetto relax. 
Dopo le partite a canasta, le lezioni di ginnastica dolce, il whiskino prescritto dal medico o le riunioni del gruppo per la memoria, un’oretta di svago ci vuole per scambiarsi ricordi di giovinezza o spettegolare sul funerale del giorno, che è pur sempre una festa e un avvenimento per curare il proprio look. 
Ma soprattutto, l’ora del caffè dà l’occasione per criticare il regolamento e l’incuria del personale specializzato, quello che figli e nipoti, per guarire i sensi di colpa, chiamano “servizi di eccellenza”. Per fortuna dalla Villa si può anche uscire, andare in giro in tram per rifarsi l’occhio con le bellezze della capitale finlandese, e così a Siiri, Irma e alla loro terza compagna, Anna-Liisa, capita di osservare, con bonario sarcasmo, le stranezze del mondo moderno che le circonda. 
A turbare la routine delle tre amiche è però un fatto terribile: la morte, in circostanze misteriose, del giovane cuoco, sempre gentile e pieno di allegria, accompagnata da una serie di episodi inquietanti che rivelano il lato sinistro di quel rifugio, ora non più così accogliente.

Provette Miss Marple, Siiri, Irma e Anna-Liisa si trasformano in intraprendenti investigatrici per venire a capo degli enigmi nascosti tra le mura dell’amena residenza in un mistery arguto che tocca sapientemente le corde del giallo e della commedia, con un pizzico di suspense e molto, irresistibile, dark humor finlandese.

L'autrice.
Minna Lindgren, giornalista, melomane, vive a Helsinki. Mistero a Villa del Lieto Tramonto, primo di una trilogia, è il suo romanzo d’esordio, tradotto in molti paesi tra cui Germania, Inghilterra, Francia, Stati Uniti. L’adattamento per il cinema della serie sarà firmato dal regista finlandese Neil Hardwick
.

giovedì 18 giugno 2015

Cito e canto: VIVO PER LEI



Un passaggio tratto da "L'altra famiglia" di Jodi Picoult, con associato un brano musicale italiano molto noto che è poi un inno alla MUSICA.

"A volte, quando canto, chiudo gli occhi.
C'è un'armonia in ogni mio respiro;
gli strumenti a percussione diventano il mio battito,
la melodia è il flusso del mio sangue.
Ecco cosa significa perdersi nella musica,
diventare una sinfonia di note,
pause e battute.".

VIVO PER LEI
(A. Bocelli, Giorgia)


Prossime pubblicazioni in arrivo in libreria (23-25 giugno)



Presto in libreria: un romanzo per chi ama appassionatamente la lettura; uno per chi vuol immergersi nella storia e in vicende ricche di intrighi (però il prezzo di codesto libro, ahimè, alletta poco: 22 euro... Un po' troppo, eh, cara Mondadori), e un altro per chi ama le storie al femminile, fatte di piccoli e grandi segreti...

C'E' QUALCOSA CHE VI ATTIRA? ^_-

L'ORA DI LETTURA
di Carole Lanham


Ed. Bookme
352 pp
19 euro
in libreria:
23 GIUGNO 2015
Trama
Nel Mississippi degli anni Venti, Hadley Crump e Lucinda Browning appartengono a mondi diversi, abituati a sfiorarsi ogni giorno senza mai incontrarsi davvero. 
Perché Lucinda, occhi come due campanule e capelli di burro fuso, è la viziata rampolla di una ricca famiglia; mentre Hadley, pelle color caramello e sorriso di un bianco squillante, è soltanto un garzone, il figlio mezzosangue di una cuoca ignorante, saggia e superstiziosa. Eppure, fin dal primo istante, la curiosità per quel ragazzo povero, con i calzoni troppo corti e i capelli tagliati male, si impossessa di Lucinda come una febbre. 
Tanto da spingerla, con il pretesto di insegnargli a leggere, a iniziarlo alla sua passione segreta: quella per i libri “proibiti”, di cui Lucinda si diverte a ricopiare i passaggi più arditi su sottili striscioline di carta. Nasce così, tra le pagine di capolavori come Anna Karenina e L’amante di Lady Chatterley, un legame insolito e pericoloso, segnato dall’ambivalenza e dai capricci della irrequieta Lucinda, forte e aggrovigliato come i rami del glicine che Hadley, giardiniere per vocazione, accudisce lungo tutta una vita. 

,
Romanzo di una passione smodata per i libri e attraverso i libri, L’ora di lettura celebra l’amore con la A maiuscola, quello capace di ribaltare le aspettative, di infrangere tutti i tabù e di sorprenderci con il regalo più grande: la libertà di essere fino in fondo noi stessi.

L'autrice.
Carole Lanham vive vicino a Saint Louis con la sua famiglia. L’ora di lettura è il suo primo romanzo
.


mercoledì 17 giugno 2015

La cover di "L'Angelo di Marchmont Hall" (The Angel Tree‏), dal 15 luglio in libreria



Prossimamente - per essere precisi, il 15 luglio - verrà pubblicato un romanzo di Lucinda Riley "L'Angelo di Marchmont Hall" (The Angel Tree‏).

Ecco le due cover, italiana e tedesca, di questo libro scritto e pubblicato per la prima volta 20 anni fa, ma ristampato quest'anno in due nuove edizioni.

Le cover dei libri della Riley hanno quasi sempre molti elementi simili, nonostante questo però non mi dispiacciono.
Che ne pensate?

Di seguito un accenno alla trama.

Sono passati trent'anni da quando Greta Marchmont lasciato la villa in cui una volta ha vissuto. Ora torna a Marchmont, tra le montagne innevate del Galles, senza aver memoria del suo passato, perché in seguito ad un tragico incidente soffre di amnesia. Ma mentre cammina attraverso il paesaggio invernale fa una scoperta sconvolgente: si imbatte in una tomba nel bosco, e la scritta sulla croce le rivela che qui un bambino è sepolto; suo figlio! Greta è profondamente scioccata e comincia a intraprendere la ricerca della donna che era una volta. Tuttavia, verrà fuori una scoperta così sconvolgente che Greta avrà bisogno di una grande dose di coraggio per guardare in faccia la verità...





Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...