venerdì 20 febbraio 2015

Imparare leggendo: la sfera armillare



Questo è un post nato per solleticare la vostra curiosità!
Vi anticipo solo che è legato al romanzo di Lucinda Riley, "Le sette sorelle".
Per scoprire perchè e in che modo... non vi resta che leggere il libro!

L'oggetto speciale che voglio presentarvi ha a che fare con l'astronomia.

Partiamo dal definire l'armilla.

ARMILLAAnello, generalmente di metallo, che nelle sfere armillari rappresenta uno dei circoli della sfera celeste. Le armille fisse rappresentano il meridiano e l'orizzonte, mentre quelle mobili, che seguono la rotazione diurna, indicano l'equatore, l'eclittica, il coluro solstiziale e altri circoli della sfera celeste.

LA SFERA ARMILLARE

Strumento astronomico - già in uso presso i Greci nel III secolo a.C - che rappresenta le orbite solide dei pianeti e del Sole mediante armille (anelli) imperniate in un centro comune.
Una sorta di mappamondo, quindi, composto di un certo numero di cerchi ( in latino armillae = anelli) come quelli dell’equatore celeste, dell’eclittica, del meridiano attraversati dall’asse del mondo cui se ne possono aggiungere altri come l’orizzonte e i paralleli. 
La Terra è posta al centro della sfera. Essa serviva a descrivere il moto dei corpi celesti e può funzionare anche come orologio solare equatoriale

Anche se generalmente la sfera armillare rispecchia la visione geocentrica dell'universo, propria del sistema tolemaico, ne esistono anche variazioni eliocentriche o copernicane, con le armille dei pianeti e della Terra imperniate su un centro comune nel quale è collocato il Sole.

Eratostene è ritenuto l’inventore della sfera armillare.
,
Scienziati rinascimentali e altre figure pubbliche spesso si facevano ritrarre con in mano una sfera armillare, che rappresentava le vette della saggezza e della conoscenza.
Una rappresentazione della sfera armillare è presente nell'attuale bandiera portoghese ed è stata un simbolo nazionale fin dal regno di Manuele I del Portogallo.


Rotazione della sfera armillare:




fonti:
http://catalogo.museogalileo.it/
http://www.le-meridiane.info/

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...