martedì 31 gennaio 2012

LA VERITA' RENDE LIBERI

“Conoscerete la verità

e la verità vi farà liberi.”
Giovanni 8:32

COSA DEVI SAPERE SULLA VERITA'

Se la Bibbia chiama il diavolo «padre della menzogna», che cosa teme di più questo angelo decaduto? Riflettendoci, mi sono accorto che è la conoscenza della verità. Non della verità come entità assoluta, perché è sempre esistita, ma del fatto che l’uomo la possa conoscere. Per combattere la verità, il diavolo sparge ogni tipo di menzogna, col solo obiettivo di tenere il più possibile l’uomo lontano da essa. Oggi, vorrei condividere con voi tre principi della verità.

1. La verità parziale rimane ignoranza.

È ovvio che vale di più della menzogna, ma se ti accontenti di quella non sperimenterai mai la pienezza dell’eredità che Dio ti ha riservato in Cristo, e non compirai i piani che ha per te. Molti credenti hanno ridotto il messaggio della salvezza al primo passo della nuova nascita. Di conseguenza, sono così frustrati, così poco prosperi che non riescono a gustare la vita qui sulla terra, ma aspettano con ansia il traghetto che li porterà in cielo.

BUON MARTEDI'

lunedì 30 gennaio 2012

Naricisismo e stress



Chissà quante volte ci sarà capitato di imbatterci in persona narcisistiche, che non pensano altro che a se stesse e per di più in termini fin troppo lusinghieri, come se fossero le sola belle, talentuose ecc...

Ebbene, se è vero che una personalità narcisistica è ascrivibile ad un disturbo di personalità, è recente la scoperta secondo cui il narcisismo sarebbe una risposta immunitaria allo stress.

A dirlo è un team di ricercatori dell'Università della Virginia che ha notato che, in caso di forte stress, le ghiandole surrenali producono il cosiddetto "ormone dello stress", il cortisolo, il quale in genere è prodotto in casi di infiammazioni.

Nel nostro caso, i ricercatori hanno esaminato la saliva di 40 giovani volontari i quali sono stati chiamati a rispondere a quiz in cui si valutava l’autorità, la superiorità, la vanità e l’autosufficienza, oltre che, ovviamente, il grado di narcisismo; il livello di cortisolo era più alto nei ragazzi che avevano fatto registrare nel test un più alto tasso di narcisismo.

Questo livello più alto del normale di cortisolo può costituire anche un campanello d'allarme perchè potrebbe segnalare un eventuale situazione di stress cronico nonchè una certa predisposizione dell'individuo alle malattie cardiovascolari, ai problemi di pressione alta ecc...

Insomma, una persona narcisista - e gli uomini sembrano essere maggiormente predisposti rispetto al gentil sesso - in fondo, avendo problemi di rapporti interpersonali in quanto si rende antipatica a causa del proprio atteggiamento e questo la porta a isolarsi, vivrebbe facilmente momenti di stress, che vanno a riversarsi sul piano emotivo ma anche fisico.

sabato 28 gennaio 2012

Maestre esaurite..

Una maestra che prende i bambini a schiaffi i proprio alunni, li chiama "pecore nere", li prende e trascina per i capelli, li imbocca selvaggiamente... si può definire un'educatrice?
Bah.....!

QUI la notizia

venerdì 27 gennaio 2012

Trono blu. Anticipazioni Cristian, Alessio e Francesco

Trono blu: anticipazioni

Ieri c' stata la registrazione del trono Blu, con Alessio, Francesco e Christian.
A parte il Lo Passo, che non ha mai - E SOTTOLINEO MAI!!! - destato il mio interesse nè come corteggiatore nè tanto meno come tronista, anche in puntata le attenzioni sono rivolte effettivamente più su Francesco e su Christian.

Per quanto concerne Christian, diciamo subito che il tipo non è che sembri avere le idee molto chiare, ma soprattutto, l'ultima volta che l'ho visto interessato ad una ragazza in tv, è stato ai tempi di Paola Frizziero; dopoidchè.. IL SONNO ETERNO!
Ma questa è una considerazione soggettiva.
Ad inizio puntata, Maria dice a Cri che Tare gli manda una letterina e un Rwm per fargli sapere che in studio non ci sarà, che è arrabbiata con lui perchè la critica continuamente, ma lei è sincera e lo è semrpe stata, prova dei forti sentimenti per il ragazzo ma a quanto pare, se lui non le crede, non vale la pena star lì a scaldare la sediolina...

giovedì 26 gennaio 2012

Un film.... PER NON DIMENTICARE

Domani è la GIORNATA DELLA MEMORIA e non posso non iniziare da stasera a dare il mio minuscolo contributo per ricordare le vittime dell'Olocasuto...
Inizio a farlo con uno dei film più belli che abbia mai visto e che è diventato, negli anni, uno dei film-documentario simbolo della Shoah.

SHINDLER'S LIST di Steven Spielberg

Trama

Cracovia, 1939. L'industriale tedesco Oskar Schindler, bella presenza e temperamento avventuroso, manovrando i vertici nazisti tenta di rilevare un fabbrica per produrre pignatte e marmitte. 
Già reclusi nel ghetto di Podgorze, ed impossibilitati a commerciare, alcuni ebrei vengono convinti da Schindler a fornire il denaro per rilevare l'edificio: li ripagherà impiegandoli nella fabbrica, pagandoli con utensili da scambiare e sottraendoli al campo di lavoro comandato dal sadico criminale tedesco Amon Goeth. 
Dopo aver ricevuto la breve visita di Emilie, la moglie che subito torna in Moravia vista la vita di libertino impenitente del marito, Schindler, sempre più nelle grazie dell'alto comando nazista e di Goeth, costruisce un campo per i suoi operai, dove le milizie non possono entrare senza la sua autorizzazione. 
Infine, scatenatosi lo sterminio, decide di attivare, dando fondo a tutte le sue risorse finanziarie, una fabbrica di granate nella natia Brinnlitz. Con l'aiuto dell'inseparabile Itzhak Stern, il contabile ebreo, compila una lista di 1100 persone ebree perché vengano a lui affidate come operai. Mentre gli uomini arrivano a destinazione, le donne vengono per errore tradotte ad Auschwitz, e solo con grande rischio ed impiegando a fondo risorse e conoscenze, Schindler riesce a strapparle alla morte. 
Per sette mesi la fabbrica produce appositamente granate difettose, finché l'armistizio non trova l'industriale senza denaro. I suoi operai gli donano un anello d'oro con su incisa una frase del Talmud: "Chiunque salva una vita salva il mondo intero".

Questa è forse la scena più commovente del film...
                 

mercoledì 25 gennaio 2012

Pyramid di Tom Martin

Ed ecco un giveaway tutto per voi da parte di bookland - viaggiando tra i libri!
Scade l'8.2 e questo è il libro che potete provare a vincere commentando al post e rispondendo alla domanda... QUI

 
TRAMA

Un professore assassinato, un mistero sepolto dalle sabbie del tempo, un codice da decifrare.

Quando la polizia mortuaria copre il cadavere del professor Kent con un lenzuolo bianco, gli investigatori scuotono la testa concludendo che si tratta di suicidio. 
Ma Catherine Donovan, giovane e bellissima astronoma dell’università di Oxford, non accetta la versione ufficiale. 

martedì 24 gennaio 2012

Il mio pensiero su: NEMESI di Jo Nesbo (recensione)



L'ultimo thriller letto...
NEMESI di Jo Nesbo

Nemesi
Sorgenfri
Ed. Piemme
Collana Paperback Adulti
Trad. di G. Puleo
496 pp
11.50 euro
2010
Trama

Quando era entrato nella casa di Anna Bethsen la sera prima, il commissario Harry Hole pensava che sarebbe stato per l’ultima volta. Invece, quella mattina, dopo essersi svegliato sul divano di casa sua, coperto dal cappotto e completamente intorpidito dall’alcol, viene chiamato per un nuovo caso. Giunto sulla scena del crimine, scopre che questa coincide con la casa della donna, dove tutto pare uguale alla sera precedente, se non fosse che ora Anna è distesa sul letto con una pistola nella mano destra e un buco nero nella tempia.Anna era un’artista, la loro era stata una storia di passione, alcol e liti furibonde, e quando la donna, dopo anni, lo aveva invitato a cena, Hole non aveva saputo resisterle.Ma ora lei è morta e lui, che probabilmente è stato l’ultimo a vederla, non ricorda nulla della notte precedente. Quando però riceve una mail anonima che lo accusa di essere coinvolto nella morte di Anna, capisce che qualcuno sta cercando di incastrarlo e che dietro l’apparente suicidio può nascondersi ben altro. Dalla Norvegia al Brasile, seguendo un percorso che lo porta nel cuore della malavita organizzata, in un crescendo di morti, Harry scopre legami insospettabili, tra cui si snoda la forza oscura della vendetta.



L'autore.
Jo Nesbo, musicista rock, giornalista, ma soprattutto autore bestseller e di culto, non solo in Norvegia, dove è stato insignito di prestigiosi premi e i suoi thriller si trovano in ogni casa, ma in tutto il mondo.Il pettirosso è il suo primo libro, votato in Norvegia come migliore crime novel e presentato in Italia al Noir in Festival di Courmayeur, dove ha suscitato grande interesse di pubblico e di critica. Per Piemme ha pubblicato anche Nemesi, La stella del diavolo, La ragazza senza volto e L'uomo di neve.



IL MIO PENSIERO

Il protagonista di questo thriller di nazionalità norvegese è Harry Hole, un commissario di polizia un po' particolare, non proprio irreprensibile, visti i suoi problemi con l'alcool.
Non solo, ma a quanto pare non riesce  neanche ad essere fedele al 100% alla propria compagna (momentaneamente a Mosca per ottenere l'affido del figlio), ed infatti i suoi "guai" inizieranno proprio a partire dal suo incontro con una vecchia fiamma, Anna Bethsen, con la quale passa una notte ma, al risveglio, non ricorda assolutamente nulla.
Intanto, il lavoro chiama e Harry dovrà occuparsi di una rapina in una banca, durante la quale un'impiegata rimane uccisa; dalla visione delle registrazioni e da tutta una serie di particolari collegati tra loro, Harry si troverà non solo a risolvere questo caso ma anche il "proprio", visto che Anna verrà trovata morta (suicida?) la mattina dopo che sono stati insieme e una mail molto strana e anonima accuserà Harry dell'omicidio della stessa Anna.

Il romanzo procede con un buon ritmo narrativo, sempre tenendo sveglia la curiosità e l'attenzione del lettore e facendolo entrare non solo nella mente e nella vita problematica del commissario Hole, ma anche dando uno spaccato di vita di altri personaggi chiave e della cultura zingara (Anna è una zingara), tutte aventi come filo conduttore la vendetta...

I casi di rapina e di omicidio verranno risolti con un finale a sorpresa per il lettore, anche se Harry ha ancora una "questione in sospeso da risolvere"...

Curiosità sul titolo: Nemesi è la dea della giustizia e della vendetta, e rappresenta la “giustizia distributiva”. Dosa, infatti, la buona e la cattiva sorte, la gioia e il dolore, secondo i meriti, tra tutti i mortali. Perseguita i malvagi e coloro i quali non fanno buon uso dei doni avuti dal destino. Tormenta chiunque infrange le regole. Esprime la collera divina contro gli orgogliosi, gli arroganti e i trasgressori della legge.

Per chi fosse interessato, collegati a Nemesi e a Harry Hole  sono gli altri libri di Nesbo, Il pettirosso, L'uomo di neve, la ragazza senza volto, il Leopardo e La stella del diavolo.

QUI il sito italiano

Personalmente lo ritengo un buon thriller, Nesbo è bravo e convincente nel presentarci debolezze e qualità del protagonista e a condurci  di volta in volta in particolari enigmatici che poi vengono compresi e risolti nel corso della narrazione.

Liebster blog

Stamattina ho trovato ben presto una bellissima sorpresa: il blog francilettricesognatrice mi ha premiato così....
Ringrazio di vero cuore e a mia volta scelgo 5 blog da premiare!!!!



Che cos'è il Liebster Blog?
La parola Liebster deriva dal tedesco e significa "amabile". In questo caso,blog preferito. Ogni blogger che lo riceve deve consegnarlo ad altri cinque blog preferiti, con meno di duecento follower, altrimenti un sortilegio di antica tradizione gli farà perdere tutti i capelli (non credo sia questa la causa ma meglio non sfidare la sorte).

Ecco le semplici regole:
1. Il ricevente del premio dovrà ringraziare il blog che l'ha premiato (e questo viene spontaneo) e linkarlo.
2. Dovrà copiare e incollare l'immagine del Liebster Blog.
3. Scegliere cinque blog meritevoli con meno di duecento iscritti.
4. Avvisare i blogger con un commento sul loro blog.

Ecco i 5 blog che ho scelto:

lunedì 23 gennaio 2012

Aspettano un figlio: lei ha 40 anni, lui 16




Una notizia che ha lasciato l'Austria intera - e non solo, evidentemente - a bocca aperta per... l'indignazione? lo stupore?
Beh qualunque cosa sia, questa è la notizia: Erwin e Renata stanno insieme da tre anni e aspettano un bambino; in programma c'è anche il matrimonio a Budapest.
Direte voi: embè? che c'è di straordinario in questo??
Bah, solo il fatto che tra i due fidanzati c'è una distanza anagrafica nono proprio irrilevante....: lei ha 40 anni e lui... solo 16!!!!
E se si fanno velocemente dei semplicissimi conti, Renata si è messa con il "piccolo Erwin" quando questi aveva... 13 anni o poco più...!
Ovviamente, come forse ci si aspetterebbe dalla legge, la donna ha avuto anche una condanna di  22 mesi  con la condizionale per abusi sessuali, in quanto il ragazzo non aveva ancora compiuto i 14 anni.
Lei, Renata Juras, è un'insegnante di pallamano; lui, Erwin, frequenta il liceo e da venti settimane sa che la sua compagna aspetta un figlio da lui...: un bambino voluto e che va a "coronare un sogno d'amore"...

Per la serie:  l'amore non ha età...!?!?!?


Bah, qua non si tratta solo di "qualche anno di differenza", bensì di una generazione intera...!!!
Lei potrebbe tranquillamente essere la madre di lui...
Cosa può spingere una donna di 40 anni a stare con un ragazzino??

Il diavolo, sicuramente

Ed ecco l'opportunità di vincere l'ultimo libro di Andrea Camilleri, IL DIAVOLO, SICURAMENTE.
QUI il link per partecipare al giveaway!


Scadenza: 2 febbraio



Sinossi:
Due filosofi in lotta per il Nobel, un partigiano tradito da un topolino, un ladro gentiluomo, un magistrato tratto in inganno dal giallo che sta leggendo, un monsignore alle prese col più impietoso dei lapsus, un bimbo che rischia di essere ucciso e un altro capace di sconvolgere un'intera comunità con le sue idee eretiche... 

sabato 21 gennaio 2012

INCIPIT DI DUE ROMANZI COMPRATI OGGI...

Stamattina mi sono data a due piccoli acquisti "libreschi"!!!!!

Uno è LA CHIAVE DI SARAH, di Tatiana de Rosnay - di cui potrete vedere il film dal 14 gennaio nelle sale cinematografiche italiane.
QUI trovate la sinossi del romanzo.
Di seguito vi  riporto l'incipit.


"Parigi, luglio 1942.
La bambina fu la prima a udire che qualcuno bussava forte alla porta. La sua camera era la più vicina all'ingresso. Sulle prime, intontita dal sonno, pensò che fosse il padre che saliva dal suo nascondiglio in cantina. Aveva dimenticato le chiavi e si era spazientito perchè nessuno aveva sentito i suoi primi, timidi colpi. Ma poi nel silenzio della notte giunsero  voci dure e aggressive. Il padre non c'entrava nulla. "Polizia! Aprite! Subito!" I colpi ripresero più decisi, rintronandole fin nel midollo. Il fratellino, nel letto accanto, si mosse nel sonno. "Polizia! Aprite" Aprite!". Che ora era? Sbirciò tra le tende. Ancora buio, fuori.".


Il secondo libro è LA PAPESSA di Donna Woolfolk Cross; QUI trovate la trama.
QUI l'incipit del romanzo.

mercoledì 18 gennaio 2012

Delitto Avetrana. L'ossessione di Sabrina per Ivano



Come si sa da giorni, è in corso il processo per l'omicidio della 15 enne di AVetrana, Sarah Scazzi, a carico dei tre principali imputati - Michele Misseri, Sabrina Misseri e Cosima Serrano -.
Dalle testimonianze delle amiche di Sabrina Misseri sta emergendo sempre con maggiore forza l'ossessione amorosa (e morbosa) della giovane estetista, Sabrina, per il giovane "Alain Delon di Avetrana", Ivano Russo.
Entrambe le amiche delle due cugine, Stefania De Luca ed Angela Cimino, hanno testimoniato che Sabrina non faceva che parlare di Ivano, della loro particolare amicizia - scandita da numerosi messaggini e telefonate - e di come ella sperava si sviluppassero le cose tra loro.

lunedì 16 gennaio 2012

A colazione...: girelle alla cannella!

Amo preparare soprattutto i dolci e devo dire che a volte mi diletto anche in quella categoria dolciaria che richiede tempi di lievitazione; non accade molto spesso perchè, frettolosa come sono, non amo attendere gli impasti che crescono....

Però mi son ripromessa di fare queste girelle!!!!

Gli ingredienti per preparare queste brioshes alla cannella sono: 500 gr di farina 00, 200 ml di latte, 7g di lievito di birra, 70 gr di zucchero, 100 gr di Vallé, 1 uovo.
Per il ripieno: 40 gr di zucchero di canna, 30 gr di Valle’, 2 cucchiaini di cannella.
Fate intiepidire il latte, poi mescolatelo col lievito, 1 cucchiaio di zucchero e 2 cucchiai di farina.
Coprite e lasciate lievitare per 15 minuti, quindi versate questo composto in una ciotola in cui avrete messo la farina, aggiungete lo zucchero rimanente, la margarina fusa e l’uovo leggermente sbattuto, mescolate e riversate sulla spianatoia infarinata. 

sabato 14 gennaio 2012

ELINOR CHILDE - Il Tempo Stregato

Segnalo oggi un'autrice di romance history, ELINOR CHILDE, il cui vero nome è Anna Luisa Zazo e che, appassionata di letteratura femminile, teatro elisabettiano e di autori quali Shakespeare, Jane Austen, George Eliot, le sorelle Bronte, Oscar Wilde..., a un certo punto decide di "dar sfogo" a questa passione scrivendo romanzi; QUI potete leggere un pò la trama di questi suoi romanzi, che privilegiano l'ambientazione inglese tra Settecento e Ottocento.

Vi parlo di questa scrittrice di casa nostra perchè, se vi sta affascinando (come sta accadendo a chi scrive..., che resto un'inguaribile romantica... :P), sappiate che il 17 gennaio in libreria uscirà proprio il suo ultimissimo romanzo...


Titolo: Il Tempo Stregato
Autore: Elinor Childe
Editore Piemme
Pagine 532
Prezzo € 19,50

Trama

Inghilterra, fine XV secolo. Avice, orfana di un ricchissimo mercante, ha solo sei anni quando il suo tutore la dà in sposa al proprio figlio Philip, di quattordici. 
Troppo giovani perché il matrimonio venga consumato, quell’unione si tramuta per Avice in una lunga attesa, perché subito dopo le nozze Philip scompare, trattenuto a Londra da misteriosi impegni. A dare sue notizie sono solo le lettere che invia regolarmente.

venerdì 13 gennaio 2012

Contatti e banner del blog



Mi rendo disponibile per eventuali segnalazioni e recensioni letterarie, se volte contattarmi, oltre che qui sul blog, anche privatamente, ecco le mail:


Contatti


angyarmy@hotmail.it 


 iacov.angie@gmail.com


Ed ecco i banner di  CHICCHI DI PENSIERI!!

Se vi fa piacere, potete prelevarli!! ^_^

Thanks a lot! :)






glitter effects online










Rubriche del blog


Ecco, se c'è una cosa che di me si può dire è che DI SOLITO quando prometto... mantengo! ^_^
Nella mania di metter sempre mano alla grafica, e soprattutto guardando come i blog degli altri son tutti belli ordinati..., mi son decisa a mettermi in riga... ^_^

Quindi ecco qua il post in saranno rintracciabili le rubriche settimanali del blog!!


RUBRICHE DEL LUNEDI'

clicca
clicca

RUBRICHE DEL MARTEDI'


clicca

RUBRICHE DEL MERCOLEDI'

clicca
clicca

RUBRICHE DEL GIOVEDI'


clicca

clicca


RUBRICHE DEL VENERDI'



clicca



Ecco le rubriche "senza appuntamento", cioè quelle che non hanno una cadenza fissa!!


image
clicca



canzoni che menzionano "il leggere",
 i libri o  personaggi letterari




Questa rubrica registra le mie new entry
nella mia modestissima libreria!!






Libri con i quali ho stabilito un feeling o che al contrario
non mi son proprio piaciuti!!
 
La presenza del libro nelle varie forme d'arte, moderna e non!!

Sexting: fenomeno allarmante tra i giovanissimi

E' di questi giorni la notizia di un ragazzino di 14 anni che ha pubblicato in Internet le foto delle proprie compagne di scuola che si ritraevano con il cellulare in "pose sexy", mentre facevano atti di autoerotismo o erano comunque quasi totalmente nude...
Le foto sono state scoperte dalla polizia postale e delle comunicazioni di Catania, ed erano pubblicate su un sito italiano; le ragazze sono delle adolescenti, alcune individuate con certezza (lombarde); le immagini sono state immediatamente tolte dal sito e tutti i dati sono stati acquisiti per poter fare le indagini a livello informatico così da risalire a chi le aveva pubblicate.
E' emerso che l'autore della pubblicazione delle foto osè è appunto un ragazzo di 14 anni che ha cercato di "fare il furbetto" per non essere scoperto, usando il pc e la connessione ad Interne all'interno della biblioteca comunale.
Grazie a tutti i precisi accertamenti, si è risaliti a questo ragazzino, c'è stata anche una perquisizione in casa sua e ad occuparsi di tutto ora è la Procura per i minorenni del Nord Italia.

Il fenomeno  è ascrivibile n quello che la Polizia postale chiama sexting, una "parola nuova" nata dall'unione di sex e texting e che indica l'invio di immagini o testi concernenti il sesso in modo esplicito, attraverso l'uso di Internet.

Quasi Due (di Hamid Ziarati)

Durante un conflitto il mondo si divide sempre in due parti: alleati e nemici. Machi sono davvero i nemici? Qual è il vero significato dell’eroismo in guerra? Nel romanzo la vicenda bellica si intreccia a quella di due ragazzi: uno è il protagonista Darioush, iraniano, l’altro un iracheno.Due lingue diverse, due mondi relativamente distanti e una sola cosa in comune: essere due ragazzi, per giunta abituati ad odiarsi.




Titolo: Quasi Due
Autore: Hamid Ziarati
Casa editrice: Einaudi
Collana: I Coralli
Pagine: 150
Prezzo: 15 euro
Data di uscita: gennaio

Trama

Il "gioco dei colombi" è il più popolare sui tetti di Teheran: consiste nel farli volare in cielo secondo determinate regole, per catturare quelli degli altri. Darioush è uno dei giocatori più accaniti: si alza all'alba, si fionda sul tetto, toglie i lucchetti e i colombi si librano in volo e lui con loro, in un rapimento ipnotico. 
Anche oggi, a poche ore dall'invasione irachena, Darioush pensa solo a vendicarsi del vicino che gli ha ucciso un colombo. E a farlo in modo spettacolare. 
Come nei film americani. E passato un anno e al volo dei colombi si sono sostituite le bombe; sotto i piedi di Darioush c'è la terra del fronte. E per fare l'eroe, viene catturato dal nemico. 
Che è anche lui un ragazzo, ma un ragazzo iracheno. 
Rinchiusi in un bunker, parlano lingue diverse, si odiano, li unisce solo la voglia di vivere l'adolescenza. Ziarati usa la sua voce più vera, quella di un adulto che ha mantenuto lo sguardo di un ragazzo, per raccontare l'intensità di una vita e la demolizione dell'idea di nemico

giovedì 12 gennaio 2012

TRAPANI: TRAGEDIA FAMILIARE, OMICIDIO-SUICIDIO

Tragedia familiare a Trapani, dove un uomo ha sterminato la propria famiglia, poi ha dato fuoco alla propria abitazione ed infine si è suicidato lanciandosi dalla finestra.
L'omicida-suicida si chiama Pietro Fiorentino ed era in fase di separazione con la moglie, Stefania Mignali.
I due ex litigavano spessissimo ed evidentemente l'esasperazione per la situazione ha condotto l'uomo a compiere un gesto folle: così si è recato a casa dell'ex moglie e ha dato atto alla propria pazzia omicida nei confronti di lei, della mamma (disabile) e del fratello di lei e in più si è scagliato anche contro la loro stessa figlia, una bimba di 8 anni.

La palazzina, quale luogo della tragedia, è stata evacuata e sono iniziate le indagini per appurare come il tutto si sia svolto anche se più o meno è chiara la dinamica a meno a grandi linee.

L’Ora prima dell’Alba

Ecco un libro che mi attira moltissimo: un bambino alla ricerca della propria madre e che intraprenderà un viaggio che lo farà crescere....!

Titolo: L’Ora prima dell’Alba
Autore: Michael Ondaatje
Casa Editrice: Garzanti
Pagine: 254
Collana: Narratori Moderni
Prezzo: 11,60 euro
Data di uscita: 19 gennaio 2012


Trama

Colombo, Sri Lanka, anni Cinquanta. È una notte piovosa. Michael ha undici anni ed è chiuso in un silenzio imbronciato mentre trascina i piedi nelle pozzanghere sulla banchina del porto. 
Ma non può trattenere un sussulto di emozione quando solleva lo sguardo verso l’alto e vede laOronsay, la grande nave di linea su cui sta per imbarcarsi. 
Una nave gigantesca, su cui il ragazzino deve salire per andare in Inghilterra, dove lo aspetta sua madre. Nei grandi saloni tutto è luccicante e sfarzoso, i pomoli delle porte, i distintivi del capitano, i vestiti eleganti delle donne durante le feste. Ma il ventre della nave nasconde un segreto. 

lunedì 9 gennaio 2012

Il mistero dei libri perduti

Un libro con protagonisti I LIBRI!!
Dev'essere una storia avvincente (il prezzo un pò meno...) e un fantasy piacevole!!

image



Titolo: Il mistero dei libri perduti

Autrice: Miriam Mastrovito

Editore: Zero91

Pagine 272

Euro 17,00


Trama

Tea Reali è una giovane scrittrice. Sogna di pubblicare il suo romanzo senza scendere a compromessi con editori spregiudicati e attenti solo a chiedere l’inevitabile obolo anche agli autori più promettenti.
Un giorno, Tea ottiene un colloquio presso la sede centrale della Wizard Edizioni.
I corridoi di quel vecchio edificio sembrano condurre lungo una casa degli orrori, le statue di pietra scrutano con occhi terrificanti, lo stesso editore ha un aspetto sinistro e modi poco rassicuranti.
Tea è sul punto di scappare, quando una figura indistinguibile sbuca dal nulla e le sottrae il manoscritto.
La ragazza insegue il ladro nei sotterranei della Wizard e perde conoscenza.
Si risveglierà così a Büchenland, un regno parallelo in cui vive una comunità di Troll.
Nessuno di loro sa leggere o scrivere e i libri, rubati dal coraggioso Adelindo, sono stati scambiati per mattoni.
Ora il varco che collega i due mondi rischia di chiudersi definitivamente proprio a causa di una presenza umana. Solo liberare la regina Wakandha dal nefasto Morten potrebbe rompere tutti gli strani incantesimi di quel regno.
Nel meraviglioso universo di Büchenland, Miriam Mastrovito riconsegna ai libri un’aura magica e necessaria. Tea e Adelindo ci allontanano eroicamente dalla monotonia, avvicinandoci ai nostri sogni dimenticati in un cassetto. 

Letture: Conta le stelle

Avvicinandoci alla GIORNATA DELLA MEMORIA, ecco un libro che ha come tema proprio la persecuzione degli Ebrei. (le due cover, italiana e originale)

     

Titolo: Conta le stelle
Autore: Lois Lowry
Titolo Originale: Number the stars 
Casa Editrice: Giunti (collana Extra)
Data pubblicazione Gennaio 2012
Pagine 192 
Prezzo: € 10,00 

Trama: 
È il 1943 e anche la Danimarca comincia a conoscere la persecuzione degli Ebrei.
Annemarie vive con i genitori e la sorellina minore a Copenaghen. La sua esistenza scorre normale fino a che la città non si riempie di soldati e i genitori della sua migliore amica, Ellen, sono costretti a fuggire. Annemarie non capisce, non comprende la paura che la anima ogni volta che incontra un giovane tedesco, non comprende perché la città improvvisamente ha perso i suoi colori e la sua aria tersa, non comprende perché i suoi genitori bisbiglino e non vogliano mai parlare dell’incidente mortale che ha strappato alla famiglia la sorella maggiore Lise.  

Bambini vittime di violenza domestica

Quanto un trauma vissuto nell'infanzia influenza e condiziona la vita del bambino non solo nei periodi vicini al vissuto, ma anche dopo?

Sicuramente moltissimo e del resto è una verità che intuiamo anche a prescindere dagli studi di psicologia.

Però c' è uno studio molto interessante che ci aiuta a cogliere la "portata" e la gravità di questi traumi infantili.

I bambini esposti a violenza tra le mura domestiche soffrono, dal punto di vista cerebrale, come i soldati in guerra: sviluppano la capacita' di riconoscere piu' velocemente un'imminente minaccia da cui doversi difendere e sono piu' in grado di attivare dei meccanismi di difesa.

A dirlo è un gruppo di ricercatori inglesi che però fanno notare come questa capacità di "adattamento" non sia in realtà affatto una cosa positiva, anzi!

Essa infatti contribuisce a rendere i futuri adulti maggiormente vulnerabili sul fronte di ansia, depressione e problemi di salute mentale di diverso tipo.
 
Gli studiosi hanno esaminato le risonanze magnetiche condotte su 20 bambini londinesi di 12 anni di eta' media allontanati dalle rispettive famiglie per problemi di violenza domestica, e le hanno paragonate a quelle effettuate su un gruppo di controllo di 23 bambini non sottoposti a violenze di alcun tipo. 
Durante le risonanze magnetiche ai bambini venivano mostrate delle immagini di volti maschili e femminili ritratti con espressioni tristi, calme o arrabbiate: i ricercatori hanno cosi' potuto documentare che davanti ai volti arrabbiati i bambini esposti alle violenza in casa mostravano una maggiore attivazione in due regioni cerebrali associate al rilevamento delle minacce, l'insula anteriore e l'amigdala.

I risultati avuti nelle ricerche effettuate con questa categoria di vittime sono stati comparati con quelli ottenuti dalle ricerche sulle risposte cerebrali dei soldati in guerra; da qui l'accostamento dell'esperienza dei traumi tra i due tipi di vittime.

Pedofilia: monaco condannato a 5 anni

                    VERGOGNA DELLE VERGOGNE.

la pedofilia è uno dei crimini più schifosi che si possano commettere perchè è fatto da gente adulta e consapevole contro anime innocenti ed indifese: I BAMBINI!!

Un altro caso di un religioso pedofilo!!
In monaco benedettino (o dovrei scrivere: MALEDETTINO?!!?!??) è stato a (SOLI) cinque anni di carcere per aver abusato di due ragazzini di 12 anni, nel periodo tra il 1988 e il 1989.
In quegli anni, Richard White era insegnante di Geografia presso una scuola britannica cattolica più che rispettabile (!) ed è stato allora che ha abusato di ben 2 ragazzini suoi allievi; uno di questi è stato lui stesso a fare denuncia alla polizia; l'altra vittima è uscita dalle labbra del religioso in persona, che ha confessato anche di aver "pagato" il suo alunno affinchè, una volta insieme e da soli in biblioteca, si prestasse ad atti sessuali o permettesse al mostro di toccarlo nelle parti intime: 50 centesimi a volta...

La cosa forse ancora più drammatica e squallida è che LE AUTORITA' RELIGIOSE SAPEVANO degli abusi di White a fine anni '80 ma invece di denunciarlo esse stesse perchè pagasse per i propri reati, lo hanno SEMPLICEMENTE spostato, trasferito da una sede ad un'altra, solo che stavolta non era insegnante e non stava a contatto con i fanciulli.
In più, secondo un confratello, l'uomo è stato sottoposto anche a psicoterapia e da allora non è più "ricaduto nel peccato".

INSOMMA, UN SISTEMA MOLTO COMODO PER FAR PASSARE SOTTO SILENZIO SQUALLORI DEL GENERE!!!

venerdì 6 gennaio 2012

Consigli per le letture: "Una stella tra i rami del melo" e "I Gillespie"





Ecco due libri che mi piacerebbe aggiungere alla mia libreria, sempre troppo piccola per me...
La cover e i titoli da soli mi attirano, ma le trame ancora di più!!
Interessanti davvero!!
E le recensioni che ho letto in giro sono positive!!




"Una stella tra i rami del melo" di Annabel Pitcher

La trama:

Tutti continuavano a dire che col tempo sarebbe passata, ma Jamie sa che è solo una di quelle bugie che i grandi dicono nelle situazioni difficili. Da quando sua sorella Rose è morta in un attentato sono passati cinque anni, e ora è peggio che mai: il papà beve, la mamma se n'è andata con un altro e a Jamie sono rimaste tante domande a cui deve rispondere da solo.
Anche sua sorella Jasmine, la gemella di Rose, non sembra essersi ripresa: si è tinta i capelli di rosa, si è fatta un piercing e ha smesso di mangiare. Jamie però ha deciso di salvarsi: gioca con il suo gatto Roger, pensa alla maglietta di Spider-Man che desidera tanto e fa amicizia con Sunya, una bambina musulmana, cercando di tenerlo nascosto al padre. 
Quando un giorno vede alla tv l'appello per partecipare a una trasmissione di giovani talenti, sogna che possa essere un modo per salvare la sua famiglia... 
Sullo sfondo del piccolo mondo di Jamie rimbombano le grandi questioni dell'umanità,ma è la sua voce trasparente e pura, sono i suoi occhi ingenui di bambino che danno la misura della forza che hanno solo le cose essenziali: l'amore della mamma, la verità della morte, l'immensità della vita.

Parole di incoraggiamento per il 2012

“Sii forte e coraggioso,
perché tu metterai questo popolo 
in possesso del paese
che giurai ai loro padri di dar loro.”
Giosuè 1:6

Guarda al futuro con coraggio

Vivere senza coraggio equivale a vivere in cantina!

Il coraggio è quella qualità che ti fa andare avanti, il muscolo che fa agire la tua fede. La fede da sola è solo un catalogo di credenze. Il coraggio permette di attivare queste credenza. 
Ogni Terra Promessa è costellata da problemi di formato “gigante”, e dobbiamo affrontarli e abbatterli prima di poter penetrare e insediarci in questo paese.
Note le tre affermazioni che Dio fa al popolo d’Israele nel capitolo sette del libro del Deuteronomio:
«Non ti sgomentare per causa loro, perché il SIGNORE, il tuo Dio, Dio grande e terribile, è in mezzo a te.» (Deuteronomio 7:21) 
Il tuo Dio è molto più potente di qualsiasi opposizione!
«Scaccerà … queste nazioni davanti a te.» 
Dio camminerà davanti a te. 

mercoledì 4 gennaio 2012

Pineta Ostia. Arrestati 2 uomini per stupro di gruppo



Anno nuovo... notizie "vecchie"...!
E con vecchie intendo semplicemente "notizie che purtroppo da sempre fanno da padrone nei nostri TG"...
Una donna di 33 anni di nazionalità polacca, è stata violentata dai due uomini, di origine romena, in una pineta ad Ostia.
A coglierli proprio sul fatto sono stati proprio degli agenti di polizia che erano in servizio e che ieri notte, nel corso di un giro di controllo, hanno appunto sorpreso i due stupratori mentre stavano abusando della giovane.
Immediatamente dopo i riscontri da parte della polizia giudiziaria, sono stati arrestati con l'accusa di violenza sessuale di gruppo mentre un terzo uomo - di cui ancora bisogna accertare il ruolo e in che rapporti sia con i due stupratori e con la donna stessa -, in quel momento non presente sul posto, è stato rintracciato e denunciato.

Libri in uscita a gennaio...!!!

Ecco alcuni libri che in gennaio saranno nelle nostre librerie!!!!

Le lezioni proibite

Titolo: LE LEZIONI PROIBITE
Autore: Sadeed Suraya
Prezzo € 17,50
 256 pagine, ril.
Editore Piemme
Collana Piemme voci

Descrizione
Quando fa ritorno nell'Afghanistan dei talebani, dopo il ritiro dei sovietici, 
Suraya non riesce a credere ai propri occhi.
 Lei che a Kabul è nata e si è laureata, non può non sconvolgersi di fronte 
a quella distruzione, quella povertà, quell'arretratezza. 
In uno dei famigerati "campi delle vedove", dove migliaia di donne si aggirano lacere e affamate, sfruttate come schiave del sesso, le si fa incontro un fantasma coperto dal burka. 
Il fantasma, di cui scorge solo una mano devastata, la riconosce. 
È una sua coetanea, poco più che quarantenne, laureata allo stesso college, 
probabilmente di buona famiglia. 

Un pò di musica.....

lunedì 2 gennaio 2012

Preghiera: "O Dio, Tu che hai del tempo per noi...."


O Dio, tu che hai del tempo per noi,
donaci del tempo per te.
Tu che tieni nelle tue mani ciò che è stato e ciò che sarà,
fa' che sappiamo raccogliere nelle nostre mani
i momenti dispersi della nostra vita.
Aiutaci a conservare il passato senza esserne immobilizzati,
a vivere rendendoti grazie e senza nostalgia,
a conservare fedeltà e non rigidità.
Libera il nostro passato da tutto ciò che è inutile
che ci schiaccia senza vivificarci,
che irrita il presente senza nutrirlo.

Donaci di restare ancorati al presente
senza esserne assorbiti,
di vivere con slancio e non a rimorchio,
di scegliere l'occasione favorevole
senza aggrapparci alle occasioni perdute,
di leggere i segni senza prenderli per oracoli.
Libera il nostro presente dalla febbre che agita
e dalla pigrizia che spegne ogni decisione.
Donaci il sapore del momento presente
e liberaci da ogni sogno illusorio.

Facci guardare al futuro,
senza bramare la sua illusione,
né temere la sua venuta; insegnaci a vegliare.
Libera il nostro avvenire da ogni preoccupazione inutile,
da ogni apprensione che ci ruba il tempo,
da tutti i calcoli che ci imprigionano.
Tu sei il Dio che mette il tempo
a disposizione della nostra memoria, delle nostre scelte,
della nostra speranza.

Joseph Rozier
Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...