giovedì 16 gennaio 2020

Casa Editrice Kimerik - segnalazioni editoriali (saggistica, libri per bambini, narrativa)



Cari lettori, oggi condivido con voi alcune novità pubblicate da Kimerik Edizioni (nonché mie prossime letture), appartenenti a differenti generi letterari:


LIBRARIA di Giulia Reale (150 pp, 14 euro) 
,


Esiste un mondo speciale. Un mondo che è nato con il primo libro stampato e continua a esistere solo grazie alla fantasia e alla dedizione degli scrittori e dei lettori.
Questi ultimi non hanno la minima idea di come sia tale mondo, né tanto meno sanno che i libri che si accingono a leggere sono suggeriti dalle così dette fatine Libriscenti che vivono nei libri situati sulla Terra e nel loro magico mondo a forma di libro.



Separazione e divorzio nella prospettiva dell'uomo violento di Elda Panniello (€ 19, 196 pp).

Quando si verifica una crisi in un contesto familiare, le conseguenze sul piano affettivo, psicologico e sociale sono notevoli, non solo nel rapporto tra marito e moglie, ma anche tra genitori e figli.
Se da un lato la giurisprudenza italiana, dai tempi in cui è stata approvata la legge sul divorzio, si è orientata sempre più verso una risoluzione consensuale delle separazioni, dall’altro lato vi sono ancora dei vuoti normativi per quanto riguarda, ad esempio, convivenze di fatto e unioni civili.
A partire da una disamina delle normative vigenti in materia di separazione e divorzio, si mette in rilievo come per una donna vittima di un coniuge o compagno violento, la separazione, già di per sé un evento traumatico, sia un vero e proprio atto di coraggio.


La Contessa del Regno di Goldon  di Giovanna Mangone (€ 13, 84 pp).

I bambini sono il nostro futuro. Il nostro compito è non perdere la speranza di insegnare loro che un mondo migliore è davvero possibile.
Il loro compito è insegnarci che forse, davvero, non tutto è perduto.
Tolleranza, solidarietà, comprensione, empatia: quanto sono difficili, quanto sono oscure queste parole alle orecchie dei più piccoli, invaghiti e ingannati da oggetti fuorvianti, inviti lampeggianti e attrattivi, ma illusori e tremendamente fallaci, lucidi e colorati come la mela rossa della strega di Biancaneve, ma spaventosamente insidiosi e bugiardi come il Mangiafuoco che rinchiude Pinocchio nel carro dei burattini, promettendogli una (contraffatta) gallina dalle uova d’oro.




Un cielo di papaveri rosso fuoco di Enzo Longobardi (€ 16, 164 pp).

Non esiste un amore perfetto come quello che c'era tra Adamo ed Eva prima che venissero cacciati dall'Eden, o come il sentimento che univa Dante e Beatrice o Laura e Petrarca, privo di gelosie, problemi sessuali, malattie veneree, Aids, noia, un amore che ti renda pari a Don Giovanni.
Non esiste un'amicizia perfetta come quella che esisteva tra Gesù Cristo e Giuda prima del suo tradimento, senza invidie, divergenze, odi e rancori, capace di renderti simile a San Francesco.
Non esiste un lavoro perfetto come quello che fu fatto per la creazione del mondo in sette giorni, senza morti bianche, lavoratori in nero e prodotti inquinanti, come auspica un vero comunista.
Esiste però un momento perfetto.



Le Giovanneidi - Giovanni e la terra delle sei pietre di Gandolfo Quercia  (€ 14, 136 pp)

Le Giovanneidi è un romanzo storico-fantastico.
Le vicende narrate mirano a esaltare innanzitutto il valore dell’amicizia; il valore dell’ospitalità e dell’accoglienza; i valori della tolleranza e dell’accettazione di culture diverse e l’amore per la propria patria che si estende a tutte le terre attraversate, dove l’eroe vuole portare (o riportare) i valori della libertà e della fratellanza fra i popoli.



LA DONNA DENTRO MIA MADRE di Anna Santolisier (14 eero, 180 pp)

Un romanzo autobiografico, in cui l’autrice racconta la propria infanzia e l’intimo rapporto con i genitori, in modo particolare con la madre, vittima inconsapevole e improvvisa di un male misterioso chiamato epilessia.
La sofferenza dell’autrice si evince ed è tangibile nella sua scrittura, evocativa e lineare.
La vicenda narrata è coinvolgente e sincera, scevra da sentimentalismi e pregna di pathos.
Cromie e profumi attraversano la vicenda, quasi lasciando trapelare le percezioni provate dall’autrice nella propria infanzia, in un’osmosi sensoriale.
Termini dialettali si intrecciano a pieno con la lingua italiana all’interno di un testo coeso e coerente, ricco di preziosismi linguistici e mai banale.

4 commenti:

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...