sabato 18 novembre 2017

New entry... a basso costo




Cari lettori, in questo e nel prossimo post vi presento le mie ultime new entry nella mia personale libreria.
Sono tutte copie non proprio recentissime e acquistate in un mercatino dell'usato.




Forse non si vede molto bene perchè il volume è già piccolo di suo, poi io per prendere tutto il basso (costruito da mio marito) ho fatto la foto "da lontano"; si tratta di SENZA MUSICA di Claudio Baglioni (di cui sono fan), in cui il cantautore racconta se stesso attraverso le note di un diario che lo ha accompagnato in trent'anni di viaggi, di carriera, di vita, alternando cenni biografici e narrativi, racconti, bozzetti, riflessioni sui temi della guerra, considerazioni sulla vita dell'artista girovago, sferzanti critiche musicali e sociali, intensi appunti che hanno seguito il suo primo tour in Africa, Sud America ed Est Europeo.


VIENI VIA CON ME di Roberto Saviano: in queste pagine l'autore ci dà un ritratto dell'Italia di oggi, scavando dentro alcune delle ferite vecchie e nuove che affliggono il nostro Paese. Il mancato riconoscimento del valore dell'Unità nazionale, il subdolo meccanismo della macchina del fango, l'espansione della criminalità organizzata al Nord, l'infinita emergenza rifiuti a Napoli, le troppe tragedie annunciate. Accanto alla denuncia c'è anche il racconto - commosso e ammirato - di vite vissute con onestà e coraggio: la sfida senz'armi di don Giacomo Panizza alla 'ndrangheta calabrese, la lotta di Piergiorgio Welby in nome della vita e del diritto, la difesa della Costituzione di Piero Calamandrei.



L'autobiografia di Martin Luther King, uno dei più importante e carismatico sostenitore della lotta al razzismo negli Stati Uniti.

L'ultimo libro è il racconto che una figlia fa del padre: UN UOMO COSI' di Agnese Moro.
Aldo Moro nella poltrona di casa, col cappello floscio, mentre raccoglie i fichi e sbuccia le arance, mentre si fa la barba. Moro che canta filastrocche alla figlia, gioca a scacchi col nipotino, va al cinema con la famiglia a vedere i western. E piange, disperato, alla morte del padre. C'è poca politica in questo breve, lieve, struggente "album di famiglia" di Agnese Moro: qualche viaggio, gli onnipresenti giornali, le preoccupazioni del partito. Il Moro stratega, l'uomo pubblico contornato dal mito del martirio, è assente da queste pagine, sostituito da una figura di padre di famiglia ben più reale e commovente del ritratto convenzionale.



2 commenti:

  1. Il libro di Roberto Saviano mi sembra davvero molto interessante!
    Mi piacerebbe molto leggerlo!
    Un abbraccio e buon fine settimana!

    Nuovo post sul mio blog!
    Ti aspetto da me se ti va!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me piace molto la scrittura di saviano, oltre agli argomenti trattati :)
      passo :)

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...