venerdì 17 maggio 2019

Dietro le pagine di “Country Dark” di Chris Offutt



L’ultimo libro di cui vi ho parlato sul blog è “Country Dark” di Chris Offutt.

Chi o cosa ha ispirato la storia e la scelta dell’ambientazione?

Risultati immagini per dietro le pagine
.

Country Dark è incentrato sul personaggio principale, Tucker, un giovane veterano della Guerra in Corea, e sulla sua famiglia, tormentata dalla sfortuna, la cui situazione, a un certo punto, non fa che peggiorare.

Chris Offutt ha dichiarato che inizialmente voleva scrivere una saga famigliare che coinvolgesse su tre generazioni che vivevano sulle colline. Aveva già un finale in mente per la seconda e terza generazione, ma bisognava iniziare dal capostipite, e man mano restava sempre più affascinato da Tucker e non è più riuscito a superare il 1971! Più scriveva su di lui, più si interessava a questo giovane uomo, duro, di poche parole, che non beve nonostante contrabbandi alcolici, non si auto-esamina e non è un imbranato; è molto intelligente e pieno di risorse, agisce senza riflettere troppo eppure non lo si può giudicare uno spericolato; puoi esser sicuro che qualsiasi cosa gli tirerai addosso, lui lo affronterà a testa alta.

fonte
Country Dark è ambientato lì dove Offutt è cresciuto, una comunità rurale, fatta di strade sterrate, ruscelli e sentieri che attraversano i boschi, animaletti (dai simpaticissimi scoiattoli ai pericolosi serpenti, lasciati allo stato brado); un posto insolito in cui crescere, ma se n’è reso conto dopo essersene andato. 
Ci sono voluti anni per capire che la sua infanzia era avvenuta durante un periodo di cambiamenti drammatici - la costruzione dell'Interstatale, la Guerra alla Povertà, l'arrivo della TV via cavo. 
Quando cominciò a scrivere, il suo intento era narrare degli adulti che assistettero a questo enorme cambiamento culturale sulle colline.

La terra del Kentucky orientale e il modo di pensare della sua gente fa parte di lui; Offutt dice di sentire su di sé la “sporcizia” dal Kentucky, che ha portato con sè per oltre trent'anni in una piccola borsa di pelle. La bandiera del Kentucky è nel suo studio, il posto della casa in cui scrive, come a ricordargli di mantenere vivo il suo legame con lo stato e la terra.

Ad influenzare enormemente i suoi lavori hanno contribuito sicuramente la propria capacità di osservazione (ce l'ha anche Tucker!), l'ascolto, il parlare con gli estranei, i viaggi, la solitudine nei boschi e la lettura (in particolare, leggere testi incentrati proprio sulle colline l'ha aiutato moltissimo).


Fonti consultate per il post:
https://medium.com
http://newlimestonereview.as.uky.edu

2 commenti:

  1. Come sempre scrivi e racconti in modo molto piacevole, grazie Angela e buon pomeriggio.
    :-)
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei gentile sinforosa :*
      Buon pomeriggio a te

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...