lunedì 2 luglio 2018

Recensione: IL FUOCO SACRO DI ALTEA.Gli arconti ombra di Isabel Harper



Buongiorno e buon inizio di settimana!
Ecco a voi la prima recensione di luglio ^_-


Avventura, fughe rocambolesche, inseguimenti, singolari mezzi di trasporto, animali fantastici dai nomi  e dall'aspetto bizzarri, uno scrigno prezioso e due ragazzini alla ricerca di un fuoco che può restituire vitalità a un'intera città.


IL FUOCO SACRO DI ALTEA. Gli arconti ombra
di Isabel Harper



Edicart
319 pp
12.90 euro
Ailan è un ragazzino intelligente e vivace che vive spensierato ad Altea, con i suoi genitori; i suoi inseparabili amici sono uno strano animaletto femmina di nome Zill (dotato di poteri particolari che lo rendono straordinariamente in sintonia con il suo padroncino), fedelmente appollaiato sulla sua spalla, e la compagna di scuola Marill, una tredicenne saggia e vispa che dimostrerà molto coraggio e lealtà nel corso dello svolgersi delle vicende.

Il padre di Ailan è un pittore e una mattina Ailan è in giro per cercare di venderlo e guadagnare qualche soldino, quando si imbatte in un uomo dall'aria poco raccomandabile, che più tardi scoprirà essere Kaspar Kayman, capo dei feriflammi, i funzionari dei Servizi Segreti di Altea. L'uomo è anche il braccio destro dell'unico arconte che governa su Altea, Victor Vimperion, e per compiacerlo è pronto a tutto; quando incontra casualmente il giovane Ailan e nota che con lui c'è Zill, desidera impadronirsene a tutti i costi.

Ailan diviene ben presto il bersaglio dei feriflammi, per sfuggire ai quali finisce per rifugiarsi in una bottega davvero speciale: il Bazar delle Meraviglie, un luogo magico, in cui è custodito un numero infinito di oggetti particolari, dall'uso sconosciuto; il proprietario è Dedalus, da tutti ritenuto un tipo strano, brontolone e bizzarro.
In realtà Dedalus non è uno qualsiasi, ricopre anzi un ruolo non irrilevante nella storia e sia lui che la cara nonna di Marill, la pasticcera Amandine, incoraggiano i due ragazzi ad essere protagonisti di un'importantissima e segretissima missione...
Di cosa si tratta?

Un tempo l’isola di Altea era un paradiso sereno, ma ora sta morendo: i suoi abitanti diventano ogni giorno più grigi e spenti, in essi non c'è più alcuna gioia e la loro forza vitale si sta esaurendo. Come è potuto accadere tutto questo?

La colpa è tutta di colui che attualmente li governa, il crudele arconte Victor Vimperion, ricco e potente; egli sfrutta l’isola in modo egoistico per accrescere i propri averi e progetta nuove macchine per produrre sempre di più, incurante dell’inquinamento. Si mantiene giovane grazie al siero che allunga la vita, ma le sue mire sono ancora più ambiziose: vuole governare ed essere l'unico arconte di Altea e per farlo ha bisogno
di impossessarsi della Fiamma di Altea.

La Fiamma, il mitico Fuoco Segreto, è scomparsa e a cercarla disperatamente non è solo il malvagio Vimperion, ma anche gli Arconti Ombra,  anche se per uno scopo ben più nobile: risvegliare gli abitanti dell’isola prima che sia troppo tardi. 

Purtroppo la polizia segreta di Vimperion impedisce agli Arconti Ombra di agire liberamente, infatti essi son costretti ad operare di nascosto e a reclutare ragazzi inesperti cui affidare la più pericolosa delle missioni: ritrovare la Fiamma di Altea.

Missione che, per l'appunto, verrà affidata ai due amici, Ailan e Marill che, seppur titubanti e un tantino intimoriti dalla portata dell'incarico, andranno incontro a quest'avventura incredibile, affrontando non pochi pericoli, finendo in prigione e cercando vie di fuga spericolate per scampare ai feriflammi e alla crudeltà di Vimperion.

Marill tirerà fuori il suo caratterino deciso e agirà sempre in modo leale, sacrificandosi pur di non lasciar solo Ailan, e quest'ultimo scoprirà di essere più audace di quanto avrebbe creduto, saprà fare scelte sagge e si lascerà guidare dall'intuito per escogitare delle soluzioni ai piccoli grandi problemi che si presenteranno di volta in volta.

Un'avventura in cui, in qualità di lettrice, mi sono sentita piacevolmente coinvolta e che mi ha appassionata; mi sono ritrovata a incontrare personaggi buoni e onesti ed altri cattivi ed egoisti, come anche altri buffi che ci regalano momenti di ilarità, tipo i due strambi feriflammi Sberling e Coppins; non solo, ma, grazie ai giovani protagonisti, sono andata di qua e di là tra le strade assolate di Altea, tra buie e squallide prigioni e sontuosi palazzi reali; mi è sembrato di sentire il profumino dei dolcetti della pasticceria di Amandine; ho fatto la conoscenza di pericolosi marchingegni, misteriosi ed efficienti tecnomaghi, buffi gendarmi in velocipede, oggetti solo all'apparenza comuni ma in realtà magici e il cui giusto impiego sarà di grande aiuto ai nostri piccoli eroi; mi sono divertita nel conoscere vari e incredibili animali dai nomi fantasiosi, come memostrilla, mimure, tenerilli...; non manca l'affascinante e misteriosa creatura chiamata ipogena... Siete invitati a fare la loro conoscenza!!

E' un romanzo avventuroso che si legge tutto d'un fiato, le peripezie che vedono coinvolti i giovanissimi e impavidi protagonsti si susseguono rapidamente l'una dietro l'altra e li mettono davanti a scelte importanti, che li faranno crescere e li renderanno consapevoli delle propre potenzialità; la tecnologica città di Altea è collocata nell'omonima isola immaginaria e passeggiare (o meglio, correre a perdifiato!) e con gli occhi dell'immaginazione tra i palazzi, le stradine e il porto è stato affascinante; molto bella la copertina e in generale il progetto grafico che caratterizza il libro.

Lo consiglio, perchè è ricco di azione, ha un ritmo incalzante, personaggi intriganti, uno stile narrativo vivace e adatto a giovani lettori, consono al genere e alla storia, uno sviluppo degli eventi avvincente, originale, con la giusta dose di colpi di scena; insomma, un fantasy che può divertire e incantare lettori molto giovani... ma anche meno giovani!

E' una saga fantasy composta da 4 volumi e a questo seguiranno IL TESORO DI VJNLAN, LA REGINA DI KEOLA e LA NUOVA FIAMMA. Questo è il sito dedicato alla saga.


6 commenti:

  1. Ciao Angela! Non sono proprio una fan delle saghe fantasy… ma tu ne parli con entusiasmo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, fan neanche io,però alcuni libri sono davvero carini e costituiscono uno svago piacevole! ;-)

      Elimina
  2. Mi è arrivato qualche settimana fa e non vedo l'ora di iniziarlo! Sono troppo curiosa! *_*

    RispondiElimina
  3. Sembra molto carino, ma amo la narrativa per giovanissimi, meno il fantasy. Ho il dubbio, insomma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qui ci sono avventure e magia :-D
      È carino, Comunque, Sì ;)

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...