giovedì 18 luglio 2019

A novembre al cinema: L'UFFICIALE E LA SPIA || ATTRAVERSO I MIEI OCCHI



Un altro film tratto da un libro - in uscita in autunno - e che ruota attorno al celebre caso Dreyfus, è L'UFFICIALE E LA SPIA, la storia del capitano dell’esercito francese accusato di tradimento e confinato sull'isola del Diavolo e che sconvolse l'opinione pubblica francese alla fine del XIX secolo.
Firma la regia Roman Polanski; al cinema dal 21 novembre.

Robert Harris ha scritto l'omonimo libro, pubblicato da Mondadori - link IBS

Nel cast: Emmanuelle Seigner, Jean Dujardin, Louis Garrel, Mathieu Amalric, Melvil Poupaud. 


(mymovies)



"La storia è quella dell'affare Dreyfus: nel dicembre del 1894 il capitano Alfred Dreyfus fu accusato di tradimento dall'esercito francese di cui faceva parte. Condannato dalla corte marziale, fu mandato a scontare la pena nell'Isola del Diavolo: solo il colonnello Georges Picquart, capo del controspionaggio, comprese che era stato commesso un errore madornale nelle indagini, e che Dreyfus era innocente. Il suo tentativo di salvarlo portò l'esercito a isolare progressivamente Picquart e persino ad arrestare anche lui. Dreyfus fu scagionato solo dopo dodici anni." (Fonte: https://www.mymovies.it)


Ho scoperto, sbirciando sul sito filmtv, che un libro che ho letto un po' di tempo fa diventerà un film: L'arte di correre sotto la pioggia (recensione) di Garth Stein sarà un film diretto da Simon Curtis, con Milo Ventimiglia, Amanda Seyfried, Kathy Baker, Martin Donovan, Ryan Kiera Armstrong, Gary Cole.
 Attraverso i miei occhi (The Art of Racing in the Rain) racconta la storia di Enzo, un cane che attraverso il suo legame con il proprietario Denny Swift, un aspirante pilota di Formula Uno, acquisisce una straordinaria conoscenza della condizione umana e comprende che le tecniche necessarie in pista possono essere usate anche per muoversi con successo in quel viaggio straordinario che è la vita. In particolar modo, il film segue Denny e gli amori della sua vita: la moglie Eva, la piccola figlia Zoë e, ovviamente, Enzo, il suo miglior amico a quattro zampe. Avendo visto un documentario sulla Mongolia, in cui si sostiene che dopo la morte un cane possa reincarnarsi in un uomo, Enzo desidera rinascere come un umano, con i pollici opponibili e una lingua che facilita la comunicazione, permettendogli di esternare quei pensieri saggi e filosofici che una voce fuori campo (quella dell'attore Kevin Costner nella versione originale) tende a restituire.
Dal 7 novembre al cinema.



2 commenti:

  1. il primo film sembra interessante anche se già altri registi in passato hanno trattato quel tema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, del resto è un caso di cui si è parlato tanto

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...