lunedì 2 dicembre 2019

Bilancio di letture di novembre 2019



Accipicchia, ma sbaglio o il 2019 sta per terminare?!?!
No perché questo è il recap del penultimo mese dell'anno...! o.O

E mentre io mi riprendo dallo shock circa lo scorrere del tempo che, detto tra noi, va davvero troppo veloce, eccomi qui con il riepilogo delle mie letture novembrine.




  • NATALE ROSSO SANGUE (Autori Vari). I racconti che compongono l'antologia, tutti ad altissima tensione e carichi di suspense, hanno incomune l'ambientazione natalizia e tengono incollati i lettori su ogni singola pagina.
  • ARRIVÒ I PRIMI DI GENNAIO di Livin Derevel. L'adolescenza è così: complicata, movimentata, piena di turbamenti, paure, insicurezze, ma anche ricca di emozioni travolgenti, deliziose infatuazioni, baci rubati e vere amicizie che sfidano il tempo e le distanze.
  • POLOM PROJECT di Stephenie Queen: i due giovani ed impavidi protagonisti, unici eredi di un progetto scientifico dalla portata notevole e che fa gola ad un gruppo di gente senza scrupoli, vivranno un'avventura pericolosa e all'ultimo respiro, dalla quale non dipenderà soltanto la loro singola esistenza ma forse anche quella di molte persone.
  • SVEGLIARSI CON TRUMP UNA MATTINA  di Peppe Lanzetta. Una nuova indagine complicata attende il commissario Peppenella che, destreggiandosi tra vecchi casi non risolti, juventini ammazzati, pene d'amore e subalterni un tantino strambi, fa sentire il suo grido dalle periferie dimenticate per cercare di scuotere le coscienze di tutti.
  • PURCHÈ SIA AMORE di Barbara Nalin: un romance contemporaneo che ruota attorno a passioni ed amori intensi, una protagonista romantica alla ricerca del vero amore, quello che ti fa sentire viva e... "a casa".
  • ORIZZONTI di Francesco Canfora: raccolta poetica divisa in due parti: la prima, composta da poesie a verso libero, ha al centro domande sul senso della vita e sulle istanze spirituali dell’uomo; la seconda comprende solo poesie haiku, nelle quali, secondo la tradizione giapponese, il poeta esprime prevalentemente le sensazioni che prova davanti alle manifestazioni della natura
  • SUOR GIOVANNA DELLA CROCE. L'anima semplice di Matilde Serao: la sessantenne suor Giovanna della Croce, al secolo Luisa Benincasa, dopo più di trent'anni trascorsi in un convento di clausura, è costretta a tornare "nel mondo", scontrandosi così con una realtà ormai a lei estranea e davanti alla quale si ritroverà sola ed impreparata.
  • LA SCOPERTA DELL'INTELLIGENZA di Elisabetta Cicciola. Un saggio molto interessante che si concentra sulle ricerche di Alfred Binet nell'ambito della psicologia sperimentale e sul percorso scientifico che l'hanno portato ad elaborare il suo fortunato test.
  • TUTTO È SCRITTO  di Simone Ruggerini: la vita, le paure e gli amori di un gruppo di ragazzi di Parma si incrociano con una serie di delitti, si intrecciano insieme a nuovi personaggi alla ricerca di risposte su quanto accaduto durante il periodo degli omicidi, in un crescendo di avvenimenti drammatici e paranormali, fino ad arrivare a un movimentato e inaspettato epilogo.
  • GLI SPIRITI NON DIMENTICANO di V. Zucconi, che narra, come se fosse un romanzo, la vita del leggendario guerriero Sioux "Cavallo Pazzo", le continue lotte con l'Uomo Bianco, fino ad arrivare al tragico epilogo per gli indiani.


Tra queste letture, menziono Arrivò i primi di gennaio, che mi ha conquistata e convinta per la fluidità della narrazione, i personaggi ben caratterizzati e le tematiche adolescenziali affrontate con delicatezza ma anche spigliatezza; Suor Giovanna della croce per il racconto verista che l'autrice ci dà della povertà e della miseria; Gli spiriti non dimenticano per avermi immersa nella vita e nelle usanze dei Lakota Sioux, attraverso il mitico Tashunka Uitko (Cavallo Pazzo).



Attualmente sto leggendo:

- LASCIA CHE LE COSE ACCADANO di Ksenija Stojic, che ha al centro la bellissima amicizia tra due donne, diverse per età e vissuto, che hanno tanto da donarsi reciprocamente;
- MAX di Sarah Cohen-Scali, che ci racconta dell'assurdo Progetto Lebensbornideato  dal nazismo per favorire la nascita di bambini ariani ed elevare così il grado di «purezza» del popolo tedesco.


2 commenti:

  1. Ciao Angela! Hai ragione, il tempo scorre decisamente in fretta! Non conosco le tue letture di novembre, ma ce n'è per tutti i gusti!

    RispondiElimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...