domenica 4 dicembre 2016

I 100 LIBRI PIU' BELLI DEL 2016.... SECONDO IL NEW YORK TIMES!



Bilanci di fine anno tra librai e critici letterari per stabilire i libri più belli di questo 2016 che sta per terminare...!

A stilare l'elenco dei 100 libri migliori del 2016 è il NYT.

Mi sa che io sto fuori giro sul 2016, probabilmente mi sono fermata al 2015 perchè tra questi libri, me ignorante,,,,, NON HO LETTO NEANCHE UNO, 



Vabbè, ragazzi, è stato bello, ma ora devo andare a mettermi la busta nera della vergogna, se vedemo ^_^

Però prima....!!! Ancora una cosetta per sentirmi meno capra

Se prendiamo come riferimento un giornale d'oltre oceano, è chiaro che ci troviamo un saccaccio di titoli e autori stranieri, alcuni magari di essi manco tradotti qui da noi...
Cioè dai... non è colpa mia se non conosco, chessò, Yaa Gyasi... Who's that??
Proviamo a chiedere al Corriere della Sera o La Repubblica, immagino ci diano altri titoli e lì forse la mia ignoranza è meno evidente.. :-D
Ho ragione, non c'è niente da fare. Colpa del NYT.






O no? Che ne pensate?
Tra questi 100 , quanti di questi hanno fatto parte delle vostre letture del 2016
(vi prego, ditemi che non sono (una) solaaaaa)? 

BUONA SERATA, READERS ^_^


(fonte IL LIBRAIO)




Narrativa e Poesia

–All the man is (Graywolf) di David Szalay

–Another Brooklyn (Amistad/HarperCollins) di Jacqueline Woodson

–The Association of Small Bombs (Viking) di Karan Mahajan

–Barkskins (Scribner) di Annie Proulx

–Before the fall (Grand Central) di Noah Hawley

–Behold the Dreamers (Random House) di Imbolo Mbue

–Black water (Faber & Faber) di Louise Doughty

–Children of the New World (Picador) di Alexander Weinstein

–Collected poems 1950-2012 (Norton & Company) di Adrienne Rich

–Commonwealth (Harper) di Ann Patchett

–Do not say we have nothing (Norton & Company) di Madeleine Thien

–Il dolore è una cosa con le piume (Guanda) di Max Porter

–Don’t let my baby do Rodeo (HarperCollins) di Boris Fishman

–Eccomi (Guanda) di Jonathan Safran Foer

–Everybody’s Fool (Knopf) di Richard Russo

–Fine turno (Sperling & Kupfer) di Stephen King

–The Fortunes (Houghton Mifflin Harcourt) di Houghton Mifflin Harcourt

–A Gambler’s Anatomy (Doubleday) di Jonathan Lethem

–The Gloaming (Two Dollar Radio) di Melanie Finn

–Guerra e trementina (Marsilio) di Stefan Hertmans

–Here cames the sun (Liveright) di Nicole Dennis-Benn

–Homegoing (Knopf) di Yaa Gyasi

–Hot milk (Bloomsbury) di Deborah Levy

–House of Lords and Commons (Farrar) di Ishion Hutchinson

–I Must Be Living Twice: New and Selected Poems 1975 – 2014 (Ecco) di Eileen Myles

–La ballata di Iza (Einaudi) di Magda Szabó

–LaRose (Feltrinelli Editore) di Louise Erdrich

–The Life-Writer (Biblioasis) di David Constantine

–The Little Red Chairs (Little; di prossima pubblicazione per Einaudi la traduzione italiana) di Edna O’Brien

–Look: Poems (Graywolf Press) di Solmaz Sharif

–The Mirror Thief (Melville House) di Martin Seay

–Mischling (Little) di Affinity Konar

–Mister Monkey (HarperCollins) di Francine Prose

–Moonglow (HarperCollins) di Michael Chabon

–The Mortifications (Tim Duggan) di Derek Palacio

–My Name is Lucy Barton (Random House) di Elizabeth Strout

–Ninety-Nine Stories of God (Tin House) di Joy Williams

–The Nix (Knopf) di Nathan Hill

–The North Water (Scribner UK) di Ian McGuire

–Nutshell (Vintage Digital) di Ian McEwan

–Le reputazioni (Feltrinelli Editore) di Juan Gabriel Vásquez

–The Sport of Kings (Fourth Estate) di C. E. Morgan

–Still Here (Hogarth) di Lara Vapnyar

–Swing Time (Penguin Press) di Zadie Smith

–Today Will Be Different (Little) di Maria Semple.

–The Underground Railroad (Doubleday) di Colson Whitehead

–Valiant Gentlemen (Grove) di Sabina Murray

–La vegetariana (Adelphi) di Han Kang

–Weathering (Bloomsbury) di Lucy Wood

3 commenti:

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...