venerdì 1 dicembre 2017

Bilancio di letture + Reading Challenge (novembre 2017)



Il 2017 sta per terminare... e io ritorno ad inizio mese a fare il punto delle mie letture nel mese appena trascorso, novembre ^_-


Parto come sempre dalla Reading Challenge:

.


  • Obiettivo n.5 . Un libro di un autore morto negli ultimi cinque anni: IO UCCIDO di Giorgio Faletti (RECENSIONE). Faletti, con il romanzo d'esordio Io uccido, ha scritto un thriller sorprendente, che cattura il lettore nella ricerca forsennata di un serial killer tanto folle quanto intelligente, coinvolgendolo attraverso tanti colpi di scena in un crescendo di tensione, dove al centro vi è la lotta tra personaggi totalmente opposti tra loro ma che fuggono ognuno dai propri demoni.
  • Obiettivo n.23 - Un libro che avresti voluto leggere e non l’hai mai fatto: I DOLORI DEL GIOVANE WERTHER di J.W. Goethe (RECENSIONE). Un piccolo classico di fine Settecento, che racconta lo struggente amore impossibile di un giovane colto e romantico, il cui animo sensibile si ritrova schiacciato proprio da questo sentimento appassionato.
  • Obiettivo n.22 - Un libro dal punto di vista dei cattivi: LA PARANZA DEI BAMBINI di Roberto Saviano (RECENSIONE). Storie di innocenze rubate, di adolescenti che giocano a far gli uomini, andando incontro al rischio e alla morte con l'atteggiamento distaccato di chi sa che tutto quello che devi fare per essere qualcuno e per avere i soldi in tasca, va fatto oggi, non domani, perchè domani potrebbe essere tardi e tu potresti già non esserci più.

Altri libri letti:
  • L’IBISCO VIOLA di Chimamanda Ngozi Adichie (RECENSIONE). Una ragazzina cresciuta all'ombra della religiosità cupa e rigida di un padre bigotto, seppur sincero nella sua fede, che scopre come la vita possa essere ricca di cose belle, per le quali valga la pena sorridere.
  • VIVA PIU' CHE MAI di Andrea Vitali (RECENSIONE). Un giovanotto dall’aria sempre spaesata e dalla risposta costantemente dubbiosa si ritrova faccia a faccia col cadavere di una donna, che galleggia nel lago di Como. Scomode verità si nascondono tra quelle gelide acque ed emergeranno, tra coincidenze impensabili e piccoli misteri svelati.
  • MISTERI E MANICARETTI DELL'APPENNINO BOLOGNESE a cura di C. Caputo, L. Lusetti (RECENSIONE): diciannove racconti ambientati sull'Appennino Bolognese, storie tinte di giallo, ricche di colpi di scena in cui il mistero si mescola con i sapori della tradizionale cucina del territorio. 
  • NON CHIEDERMI DI PIU' di V. Doati (RECENSIONE): un amore giovanile, tormentato, intenso, di quelli che ti stringono il cuore fino a fartelo sanguinare: è sano un amore così? Forse no, eppure quando ci ritroviamo ad amare tanto intensamente, esso diventa l'ossigeno delle nostre giornate e il pensiero di rinunciare ad esso è un dolore impensabile da affrontare.

Tra questi, i miei preferiti sono stati senz'altro Faletti e Saviano!


Per quanto riguarda il fronte "cinema", ahimè scarseggia: segnalo soltanto PRIMA DI DOMANI, tratto dal romanzo urban fantasy/Y.A. "Prima di domani" (o "E finalmente ti dirò addio") di Olivier. Spero di parlarvene a breve.


Cosa sto leggendo?

L'ARTE DI CORRERE SOTTO LA PIOGGIA di Garth Stein;
TERESA FILANGIERI. Una duchessa contro un mondo di uomini, di Carla Marcone.


E A VOI, COM'E' ANDATA?
 QUALI SONO STATE LE VOSTRE LETTURE DI NOVEMBRE?
DITEMI LA VOSTRA, SE VI VA! *_*

2 commenti:

  1. Ciao Angela, le tue letture sono sempre numerose e variegate... complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara!! mi stanno "capitando" letture diverse tra loro e interessanti!

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...