sabato 23 giugno 2018

Tag: Le mie estati del passato



Carissimi, oggi condivido con voi un po' di ricordi dal "sapore d'estate", grazie a un tag ideato da Miki Moz e per il quale sono stata taggata da Silvia di La nostra passione non muore ma cambia colore.

REGOLE DEL TAG:

1) Elencare tutto ciò che è stato un simbolo delle nostre estati da bambini, in base ai microargomenti forniti.
2) Avvisare chi vi ha nominato dell’eventuale post realizzato, contattandolo in privato o lasciando un messaggio sul suo blog.
3) Taggare altri cinque bloggers, avvisandoli.



GIOCO IN CORTILE


C'è stato un periodo, quello delle scuole elementri, in cui il quartiere in cui sono nata e cresciuta era popolato da non poche/i ragazzine/i, più o meno della mia età (qualcuno più grandicello); con le femminucce si giocava soprattutto "a pallavolo" (per carità, una versione molto spartana e giusto per divertirsi un po').


GIOCO IN SPIAGGIA


In spiaggia la classica paletta, col secchiello..., e poi io e mio fratello costruivamo presunti castelli di sabbia, più presunti che castelli ^_^


FUMETTO

Hum... non ho letto moltissimi fumetti da bimba, giusto qualche Topolino, ma pochi; però ricordo che in casa circolavano un sacco di copie di Tex Willer di mio padre, e sfogliarli e leggiucchiarli era sempre una tentazione ^_^

Più che i fumetti, mi piaceva collezionare figurine, sia dei calciatori che delle anime che andavano molto ai miei tempi (parliamo di fine Anni '80), tipo "Una per tutte, tutte per una" (Piccole Donne), "I Puffi" e altri che in questo momento non ricordo.




CIBO



Beh l'estate per me era ed è sinonimo di granite e gelati, quindi andavo di granita all'arancia e, tra i gelati, da bimba mi piaceva il Fior di Fragola; crescendo sono diventata appassionata di Magnum e MaxiBon.

Però non esistevano solo i gelati, eh..! A far da padrone in spiaggia erano i bei paninazzi preparati da mamma, che tra i vari affettati si contraddistinguevano per la presenza dei carciofini sott'olio fatti in casa ^_^


CANZONE


Ci pensavo a pranzo, in vista di un post che stavo preparando, sempre sulla falsariga dei ricordi d'infanzia legati all'estate, con particolare attenzione a film, canzoni e libri (vedremo cosa ne verrà fuori); dicevo, parlandone con mio marito, pensavo alle canzoni che più di tutte associo alle estati di qualche era annetto fa, e mi son venute in mente, d'istinto e senza scervellarmi troppo, "Ti pretendo" di Raf e "Like a prayer" di Madonna, che hanno accompagnato in particolare l'estate del 1989, quando trascorsi qualche giorno al mare con mio fratello e mia madre nella casa estiva di un mio zio; ecco, questi due brani si sentivano tanto in radio.


LIBRO

Il mio amore per la lettura è nato grosso modo verso i 9-10 anni e ricordo che uno dei primissimi libri che ho letto con piacere e di cui ho un ottimo ricordo è sicuramente "Le avventure di Tom Sawyer" di Mark Twain, letto nei mesi di vacanza. 

FILM


Eh..., ho pochi dubbi su quale film per me rappresenti l'estate durante l'infanzia/pubertà: Stand by me. Ricordo di un'estate del Rob Reiner (1986), con il mio amatissimo e compianto River Phoenix.




LUOGO


I luoghi dell'estate sono le località marine non distanti dalla mia città, quindi Marina di Lesina, Campomarino e Capoiale (paesino del Gargano), oltre che le pinete, sempre nei dintorni, in cui facevamo delle belle scampagnate.


VIDEOGAME

E' una categoria di giochi che non sono stati particolarmente presenti nella mia infanzia.


GIOCATTOLO


A me da bambina piacevano molto le bambole, amavo vestirle e rivestirle, lavare loro capelli, vestitini...; c'era una bambolina che mi piaceva tantissimo e ce l'ho ancora, l'avevo chiamata Emily: una damina tutta boccoli e col cappellino.




TELEVISIONE

L'estate era il periodo ideale per guardare tutti i cartoni che mi piacevano (non che non li guardassi negli altri mesi, ma c'erano comunque i compiti da fare); col tempo, mi sono appassionata anche ai film, in particolare a quelli che davano nel pomeriggio su canale 5 e che di solito erano dei drammoni strappalacrime o commedie sentimentali.
Ve ne farò qualche esempio nel post di cui vi ho anticipato sopra.
Non posso non menzionare la bella trasmissione "Giochi senza frontiere", che io e mio fratello aspettavamo ogni anno con trepidazione!


LIFE

Ho dei bei ricordi delle mie estati da bambina, trascorse nella semplicità, con le amichette più care di allora e con cugini e zii, con cui condividevamo "stessa spiaggia, stesso mare" :-D


FOTO DI UN’ESTATE DEL PASSATO


Appena ne trovo una decente, prometto di postarla!!

Ecco i 5 bloggers che nomino, ma in realtà chiunque avesse voglia di fare il tag, è libero di parteciparvi, sarà felice di leggere e conoscere i vostri ricordi!!!


  1. Le storie di Erielle
  2. Blog di cinema e non solo
  3. Un profondo oceano di libri
  4. Ioamoilibrieleserietv
  5. Il profumo delle parole

6 commenti:

  1. Ciao Angela, anch'io in spiaggia adoravo giocare con secchiello, palette e formine, adoravo (e adoro) i gelati e non ho mai amato particolarmente i videogame! Appena avrò un attimo di tempo farò anch'io questo post :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verrò a leggere i tuoi ricordi ;))
      Ciao ariel!

      Elimina
  2. Oh, ma che bell'amarcord!
    Però quanto è inquietante quella bambola, ahahahah. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le bambole hanno un che di sinistro, soprattutto di notte :-D

      Elimina
  3. Ciao cara Angela <3 lo sai che mi sono riconosciuta in molti dei tuoi ricordi? Anche le mie estati sono state indissolubilmente legate al mare e alla famiglia ma rivangare i ricordi di quei tempi felici mi fa venire troppa nostalgia soprattutto se li paragono con quelli odierni... perciò stavolta passo ;-) . Alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è problema ;-)
      Ciao erielle!!

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...