martedì 7 giugno 2016

Libri nei libri (#8)



Torniamo con l'appuntamento dedicato ai libri menzionati nei libri!

Testo menzionato in IL SUONATORE DI PIETRE di S. Saggese; si tratta di un libro che, quando fu pubblicato, subì non poche censure e che in tanti giudicarono molto duro, una lettura non adatta a tutti.

"Memorie di un ratto"
di Andrzej Zaniewski


Edl Longanesi
trad. L. Bernardini
192 pp
1994

"Non è solamente un libro sugli animali, anche se un simile modo di interpretarlo potrebbe essere plausibile. Al contrario, si tratta di un racconto sulle leggi che governano la società, […] Pertanto ti prego, egregio lettore, di non dimenticare che, descrivendo in modo particolareggiato e naturalistico la vita del ratto, pensavo a te.”

Questo romanzo conduce il lettore nella mente e nell'universo di un ratto e nel farlo trasforma uno degli animali più disprezzati della natura in un creatura rappresentante l'uomo stesso.






Libri menzionati in VILLETTE della Bronte:

Le Mille e una notte


Le mille e una notte. Ediz. integrale
Ed. Newton Compton
trad. A. Dominicis
992 pp
14.90 euro

Le mille e una notte è forse la più straordinaria raccolta di storie di tutta la letteratura. 
Il pretesto che dà luogo alla narrazione e che è all'origine del titolo è ben noto: la principessa Shahrazàd riesce a salvarsi dalla morte, a cui il sultano condanna le amanti con le quali ha trascorso la notte, raccontandogli una serie interminabile di affascinanti storie, incastonate l'una nell'altra in un sapientissimo gioco di scatole cinesi. 
Per mille e una notte il crudele sultano ascolterà rapito le avventure di bellissime principesse, potentissimi re, geni dagli straordinari poteri, personaggi il cui nome è ormai divenuto celebre, come Aladino, Sindibàd il marinaio o Ali Baba. 
Al termine della narrazione il sultano non potrà che innamorarsi di Shahrazàd.




L'altro libro appartiene alla letteratura cristiana ed è un romanzo che, attraverso l'allegoria, narra la vita del cristiano sulla terra, costellata di tentazioni e difficicoltà.

IL VIAGGIO DEL PELLEGRINO
di John Bunyan

UCEB
257 pp
14 euro
2001
Un classico della letteratura inglese. Per quanto riguarda lo stile letterario può essere definito un racconto allegorico immaginato in forma di sogno e rispecchia l'assoluta fedeltà alla Sacra Scrittura che caratterizzava il periodo del Puritanesimo nel quale visse l'autore.
Il protagonista si chiama Cristiano, è cittadino della città Distruzione ed è consapevole di essere spiritualmente malato. Inizia così questo racconto che, attraverso molti sviluppi e il coinvolgimento graduale di molti personaggi, accompagna Cristiano prima alla Croce e poi nel difficile cammino della vita del credente, fino alla città Celeste, gloriosa mèta finale.
Nella seconda parte vengono descritte le vicende della moglie Cristiana che, insieme ai quattro figli e altre persone, percorre lo stesso itinerario.
Il Pellegrinaggio del Cristiano






 E VOI, CARI LETTORI,
AVETE FATTO CASA A QUALE TITOLO 
MENZIONATO NEL LIBRO CHE STATE LEGGENDO? ^_-

3 commenti:

  1. "Memorie di un ratto" mi ha davvero incuriosita, la cover non mi entusiasma ma la trama sì :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Angela, anch'io come Aquila Reale sono rimasta incuriosita da "Memorie di un ratto", non lo conoscevo!

    RispondiElimina
  3. Eh effettivamente ha una trama intrigante ;)

    RispondiElimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...