venerdì 1 settembre 2017

Bilancio di letture + Reading Challenge (Agosto 2017)



E con l'arrivo di settembre - mese che amo non solo perchè festeggio il mio compleanno, ma anche perchè entra l'Autunno, la mia stagione preferita - possiamo praticamente dire "definitivamente arrivederci" all'estate, anche se il caldo in realtà continua a farci la sua "calorosa compagnia".

In questo primo giorno del nuovo mese non può mancare il mio personale monthly recap e l'aggiornamento della Reading Challenge.


,


  • Obiettivo n.2 -  Un libro il cui titolo sia formato da 9 lettere (una o più parole): MINCHIATE di F. De Sanctis (RECENSIONE). Un noir intricato, con uno sviluppo delle vicende molto interessante, che ruota attorno a due personaggi particolari: un truffatore che manipola i pensieri altrui e un serial killer amante delle… Minchiate (con la M maiuscola)!
  • Obiettivo n.4 - Una favola/fiaba (per tornare bambini): LA BELLA E LA BESTIA di J. Leprince de Beaumont (RECENSIONE). Una fiaba senza tempo, in cui la bontà, la nobiltà d'animo e il coraggio di amare senza fermarsi alle apparenze si rivelano l'unica strada verso la vera felicità.
  • Obiettivo n.9 - Un libro che parli di alta montagna: LE OTTO MONTAGNE di P. Cognetti (RECENSIONE). Vincitore dell'ultima edizione del Premio Strega, "Le otto montagne" di Paolo Cognetti sa richiamare tutta l'attenzione del lettore per la sua intensità, nella scrittura come nella genuinità dei sentimenti raccontati e che legano due amici, le cui esistenze sono ineluttabilmente non soltanto vincolate tra loro ma ancor di più con quel luogo straordinario e pieno di fascino che è la montagna
  • Obiettivo n.13 -Un libro sulla filosofia orientale "La vita è semplicissima" di Osho (RECENSIONE): breve scritto, tratto da “Una risata vi risveglierà” e pubblicato da Feltrinelli, in cui il noto mistico indiano Osho elargisce consigli su come semplificare la vita di ogni giorno, caratterizzata da problemi, angosce e preoccupazioni, che sia sul lavoro, nelle relazioni umane o di salute.


Altre recensioni del mese:

  • VARESE NON AVER PAURA di Laura Veroni (RECENSIONE). Un noir che sin dalle primissime battute tiene avvinto il lettore alle vicende narrate, coinvolgendolo in un'impegnativa e delicata indagine che vede al centro delle povere ragazzine vittime di uomini depravati e un feroce assassinio; ad occuparsene è il P.M. Elena Macchi, magistrato dalla personalità forte e determinata.
  • LA BAMBOLA DEL CISTERNINO di Diego Collaveri (RECENSIONE). Una prostituta avanti negli anni e un noto imprenditore trovati assassinati a pochi giorni di distanza; due casi slegati tra loro? Ad occuparsene c'è il sanguigno e schietto commissario Mario Botteghi, con la sua eterna sigaretta in bocca, i modi di fare spesso burberi, i suoi personali demoni sempre pronti a riempire la sua solitudine e il suo intuito che non sbaglia un colpo.
  • NATI IN VIA MADRE DI DIO di Alessio Piras (RECENSIONE). Il commissario Pagani torna con una nuova indagine per omicidio; ad aiutarlo a sciogliere dubbi e nodi c’è nuovamente l’amico filosofo, Lorenzo Marino; entrambi dovranno fare un tuffo indietro nel tempo, fermandosi agli anni difficili della guerra, perché è lì che si trova la chiave per risolvere il caso.
  • UNA VITA DA RIFARE di Claudio Capretti (RECENSIONE). Ognuno di noi può vivere momenti, più o meno lunghi, in cui “perde se stesso”, finendo per fare scelte sbagliate che recano conseguenze dolorose, per noi e per chi ci circonda; ma non c’è difficoltà che non possa essere affrontata e superata, non c’è tunnel dal quale non possiamo uscire perché in ciascuno di noi sono racchiuse infinite risorse per fare della propria vita qualcosa di splendido.
  • Voci ai confini dell’anima di M. Tosti (RECENSIONE) è una raccolta di componimenti poetici, comprendenti acrostici, calligrammi, haiku, testi che sono stati anche musicati, insomma parole e versi che esprimono con intensità e sensibilità i tanti stati d'animo, i pensieri, le speranze... non solo dell'Autrice ma anche di ciascun lettore che, con animo attento, si accosti a questa bella e ricca silloge, nella quale sono anche presenti, nella sezione finale, poesie in lingua straniera (inglese, francese e spagnolo).
  • LA CASA DELLE FOGLIE ROSSE di P. Simons (RECENSIONE). Due coppie di fidanzati, quattro amici inseparabili i cui rapporti sono sporcati da troppe bugie, segreti, invidie, gelosie.La morte violenta di uno di loro darà il via ad un'indagine ricca di colpi di scena, in un clima denso di inquietanti misteri da svelare.

Tra le letture di agosto, il genere noir è quello che mi ha fatto più compagnia, e ho apprezzato moltissimo "Varese non aver paura" e "Minchiate", ma sul podio ci va l'intrigante "La casa delle foglie rosse".


ATTUALMENTE IN LETTURA:

LO STRANO VIAGGIO DI UN OGGETTO SMARRITO di S. Basile;
E ALLORA BACIAMI di R. Emanuelli


HO IN PROGRAMMA DI LEGGERE:

LA FAMIGLIA KARNOWSKI di Singer;
LA MORBIDEZZA DEGLI SPIGOLI di K. Stuart
... e sicuramente altro ^_^


Per quanto concerne i film, di rilevante ho visto:

  • IRRATIONAL MAN: una commedia tinta di nero del maestro Woody Allen, che ho trovato piacevole;
  • ZETA di  Cosimo Alemà, con Diego Germini, Irene Vetere e Salvatore Esposito, quest'ultimo negli inediti panni di un rapper; è la storia di un giovanissimo aspirante rapper, Alex, che desidera lasciarsi alle spalle l'esistenza grigia che lo aspetterebbe se restasse nella periferia romana in cui è nato e cresciuto. Lui desidera farsi un nome nel mondo del rap; incontrerà diverse persone, tra rapper e agenti, che sembreranno puntare su di lui e promettergli soldi e successo, ma questo mondo può essere ricco di sorprese, e non sempre tutte positive. Non solo, ma Alex deve stare attento a non farsi abbagliare dalle luci di un successo che come arriva, così altrettanto velocemente può andarsene e lasciarti solo, col rischio di perdere di vista le cose e le persone che davvero contano nella vita. Carino, per quanto il rap, l'hip hop e questo genere qua non lo ami affatto; nel film compaiono diversi rapper italiani famosi, da Fedez a J-Ax, fino al più recente Briga. 



E VOI? COME SONO STATE LE VOSTRE LETTURE DEL MESE SCORSO?
QUALE LIBRO VI HA COLPITO MAGGIORMENTE?

2 commenti:

  1. Complimenti per le numerose letture! Attendo di leggere la tua recensione su "Lo strano viaggio di un oggetto smarrito", un romanzo che a me è piaciuto moltissimo!
    Buona serata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Ariel, la recensione sarà online domani ma ti anticipo che anche a me è piaciuto molto!!

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...