giovedì 31 marzo 2016

Anteprima Garzanti: LA CASA TRA I SALICI di Katharina Hagena, dal 14 aprile in libreria



Dopo il grande successo del Sapore dei semi di mela, per mesi in classifica, finalmente Katharina Hagena torna con un nuovo romanzo attesissimo in tutta Europa.
Un libro che si legge tutto d'un fiato e che ammalia a ogni pagina.
Una protagonista indimenticabile ancora legata al suo passato, che in una notte insonne cerca le risposte che aspetta da sempre. Risposte che la riportano con i ricordi a una casa, ai suoi profumi, ai misteri mai svelati, alle persone che le sono state accanto e ai loro segreti.

LA CASA TRA I SALICI
di Katharina Hagena


Ed. Garzanti
trad. S. Sullam
227 pp
17.50 euro
uscita:
14 APRILE 2016

Una donna in cerca di risposte. 
Un passato difficile da dimenticare. 
Una notte piena di misteri.

Trama

E' notte, tutto è silenzioso ma Ellen non riesce a prendere sonno. 
Si domanda se quegli occhi che ha incrociato di sfuggita siano proprio di Andreas, il suo amico d'infanzia che non vede da anni. E' bastato guardare quegli occhi perchè i ricordi riaffiorassero e la riportassero proprio lì dove non avrebbe mai voluto: a Grund. 
Alla casa tra i salici sulla riva del fiume, dove Ellen è cresciuta ed è stata felice, si è innamorata, ma ha anche sofferto. 
Per sua madre che ogni giorno più distante da lei non poteva più rallegrarla con la magia dei suoi dolci; per la fine della sua amicizia con Andreas che all'improvviso, senza spiegazione, ha deciso di non parlare più con nessuno. 
Per l'abbandono di Lutz, il padre di sua figlia, che un giorno è andato via senza fare ritorno. 
Per Marthe che non è mai riuscita a esprimersi veramente, lasciando che fossero le pagine del suo diario a parlare per lei. 
Ma ora che le lancette corrono trascinate dall'insonnia, Ellen deve fare i conti con il suo passato. Deve cercare delle risposte ai troppi misteri che affollano la sua mente. Deve scoprire se era davvero Andreas l'uomo che ha incontrato. 
14844242
,
Se lui, che l'ha visto per l'ultima volta, sa cosa è successo a Lutz. Perché a volte ciò che chiamiamo vita in realtà è un sogno, e ciò che chiamiamo sogno è vita.

L'autrice.
Katharina Hagena, nata nel 1967, vive ad Amburgo dove insegna letteratura inglese all'universit.
Il sapore dei semi di mela  il suo primo romanzo, diventato in brevissimo tempo un caso editoriale che ha dominato le classifiche tedesche
.

Dal 31 marzo in libreria: "Embassytown" di China Miéville (Fanucci Editore)



Dalla vena immaginifica di uno dei nuovi maestri della fantascienza, un romanzo visionario e suggestivo che indaga il linguaggio e le sue possibilità.

"Un’opera d’arte pienamente riuscita.” - Ursula K. Le Guin

EMBASSYTOWN
di China Miéville

Fanucci Editore
16.90 euro
4.99 euro (ebook)
in libreria
dal 31 MARZO 2016
Trama

In un futuro remoto, gli esseri umani si sono spinti ai confini dell’universo, colonizzando il pianeta Areka. 
Qui, i rapporti tra gli uomini e il misterioso popolo degli Arekei, custode di una lingua misteriosa e inaccessibile, sono possibili solo grazie ai pochi ambasciatori terrestri in grado di comprenderne il linguaggio.
Avice Benner Cho, una colona umana, ha fatto ritorno sul pianeta, nella città di Embassytown, dopo anni di viaggio nello spazio più profondo. Non è in grado di parlare la lingua degli Arekei, eppure in qualche modo ne rappresenta una parte: lei, come altri esseri umani, è utilizzata dagli indigeni come una “similitudine vivente”, necessaria alla formulazione di concetti altrimenti inesprimibili. 
A causa di oscuri intrighi politici, sul pianeta è stato inviato un nuovo ambasciatore e il fragile equilibrio tra umani e alieni subisce una violenta scossa.
Una catastrofe è all’orizzonte, mentre Avice si trova divisa tra un marito che non ama più, un sistema nel quale non ha più fiducia e una lingua che non può parlare ma che parla attraverso di lei, al di fuori della sua volontà.

L'autore.
China Tom Miéville è nato a Londra nel 1972. A diciotto anni è vissuto in Egitto, dove ha insegnato inglese e si è interessato alla cultura araba e alla politica mediorientale.

Anteprima Eretica Edizioni: "La Tela del Maligno" di Gianpiero Pisso



Cari amici, ho un po' di segnalazioni da fare..., quindi iniziamo con un romanzo mistery-storico "La Tela del Maligno", che sarà pubblicato a giorni da Eretica Edizioni.

La Tela del Maligno
di Gianpiero Pisso


Eretica Edizioni
Pagine: 254
15 euro
Aprile 2016
Link per l’acquisto: prenotabile in ogni libreria indipendente o acquistabile direttamente dal sito dell'editore.


Sinossi


Un interesse mediatico senza precedenti si è scatenato, nel 2012, per una scoperta che ha lasciato il mondo dell’arte, la Chiesa cattolica, università, studiosi di costumi, storici e gente comune senza parole.
La televisione italiana ne ha parlato diffusamente in rubriche dedicate alla Scienza e al Mistero ma nessuno, ad oggi, è stato in grado di dare una spiegazione esauriente dei fatti.
Dopo più di quattrocento anni una studiosa si è accorta casualmente che nella basilica di San Pietro a Perugia, esiste un quadro colossale, uno dei più grandi d’Europa, che cela un inquietante mistero.
La tela, un dipinto a olio, opera di un artista di scuola veneziana, Antonio Vassilacchi, vissuto attorno al 1600 e contemporaneo di Tiziano, del Tintoretto e di Paolo Veronese, osservata da breve distanza mostra santi, papi, alti prelati attorno a san Benedetto da Norcia, ma scrutata dall’altare maggiore, dove è possibile una veduta d’assieme, mette in luce un volto demoniaco.
Come è possibile che nessuno se ne sia accorto prima? Per quale ragione si è introdotta l’effigie del Maligno in un luogo consacrato? Che significato e quale fine può avere avuto un atto del genere?
A tali domande solo l’autore della tela, Antonio Vassilacchi, potrebbe illuminarci in proposito ma l’eccelso artista ci ha lasciato quattrocento anni fa. L’Autore offre la sua personale interpretazione dei fatti, basandosi sulla Storia e sugli eventi noti. Dal suo racconto è possibile conoscere tutte le motivazioni che hanno spinto questo famoso pittore a un atto così provocatorio.
Le bellezze e le brutture della laguna del 600 si fondono con gli avvenimenti tragici, le passioni e l’operosa ingegnosità di una delle repubbliche più gloriose e opulente della penisola, sopra la quale l’ombra inquieta della
grave pestilenza del 1575, l’attività frenetica della Santa Inquisizione e altre calamità non previste sono in agguato per ghermirla e per distruggerla.
La vita, le amicizie, gli amori e tutte le difficoltà del pittore greco, arrivato in giovane età a Venezia con la sua famiglia, sono rivissute fino alla sua decisione di giocare questo brutto tiro alla Chiesa e di beffarsi per più di quattro secoli di tutti noi.
Mentre il Maligno sorride tra le fiamme nelle quali ordisce i suoi perfidi tranelli e la ventata eretica della riforma religiosa cozza contro la sanguinosa controriforma organizzata dalla Chiesa, l’arte fiorisce nella penisola come un fiore spuntato dal fango.
Riusciranno le forze del male a vincere la loro battaglia?
Saranno capaci le nuove idee che aleggiano in Europa e tutti gli uomini di buona volontà a porre fine all’incedere del regno del Maligno?


Estratto


Il romanzo è retroattivo. L'incipit è la fine del racconto. Antonio Vassilacchi, insigne pittore di scuola veneziana, greco di origine, nato sull'isola di Milos ma vissuto sulla laguna ai tempi dei grandi Tiziano, Tintoretto e Veronese e allievo di quest'ultimo prima di diventare uno dei pittori preferiti dai dogi per affrescare le sale di Palazzo Ducale, si sobbarca in diligenza un lungo viaggio da Venezia a Perugia, unicamente per osservare come si comportano i fedeli durante la santa messa domenicale nella chiesa di San Pietro, adiacente al convento benedettino della città. Lì, alcuni anni prima, aveva dato una valida dimostrazione della sua arte, dipingendo ben undici tele della vita del Cristo, commissionate dal priore benedettino del convento.
Lo scopo della sua visita a Perugia è di costatare personalmente come i perugini avessero accolto il suo undicesimo dipinto, il più grande, quello che raffigura San Benedetto da Norcia, attorniato da santi, papi, porporati, che aveva denominato "Trionfo dell'Ordine dei Benedettini" e che faceva bella mostra sulla parete di ingresso alla chiesa. In quella tela aveva portato a termine la sua vendetta, mimetizzando il volto di un demone che si poteva però scorgere solo facendo molta attenzione alla visione d'assieme e non avvicinandosi troppo al dipinto. Altrimenti si sarebbero scorti solo i particolari.
Perugia non aveva reagito come si sarebbe atteso. il suo piano di scandalizzare la città era fallito. Nessuno si era accorto delle sue intenzioni.
Durante il viaggio di ritorno in diligenza alla laguna ripercorre le tappe più significative e anche più dolorose della sua vita che lo avevano portato, giovanissimo, a Venezia: il suo apprendistato alla bottega del Veronese, il suo amore platonico con Marietta, l'infuriare della peste, il suo incontro con un frate scomunicato nolano, Giordano Bruno, gli amori carnali con Marzia, disinibita perugina, l'incontro con padre Arnold, tutti i suoi tormenti per l'apparizione di una figura misteriosa che lo aveva in varie occasioni spaventato. Il demonio sembra accanirsi in modo particolarmente violento contro di lui. A Perugia, con il suo allievo prediletto, Tommaso, termina i lavori della commessa e consegna al priore benedettino le sue tele, compresa l'undicesima, quella con la quale condanna il Maligno a respirare ogni giorno il fumo delle candele, prigioniero in un luogo consacrato. Ci può essere punizione più grande per un angelo decaduto, causa di tanti mali? Poco importa se sinora i perugini non si siano ancora accorti di nulla.

EPIGRAFE (da "Mior" di Simon Rowd)



Tornata dal mio weekend senza Adsl, ho trovato a casa una doppia gradita sorpresa, tutta da scartare: un uovo di cioccolata Perugina e un pacchettino, contenente un romanzo che uscirà il 5 aprile e che ho iniziato immediatamente a leggere: MIOR, il seguito di Drow, i primi due capitoli della trilogia fantasy-paranormal-romance di Simon Rowd.








Ma passiamo alle due citazioni riportate dall'Autore e che introducono la storia narrata:


"Conosco l'ira che ti spinge, irrefrenabile,
strangola il dolore al punto che la memoria
dei tuoi cari non è che veleno nelle tue vene,
finché un giorno desideri che quelle persone
tanto amate non siano mai esistite,
per poter smettere di soffrire."

Henri Ducard, Batman Begins


"E' solo dopo aver perso tutto
che siamo liberi di fare qualsiasi cosa."

Tyler Durden, Fight Club

Il significato del termine epigrafe al quale mi rifaccio è quello dato dalla Treccani.it
"Iscrizione in fronte a un libro o scritto qualsiasi, per dedica o ricordo; più particolarm.,
citazione di un passo d’autore o di opera illustre che si pone in testa
a uno scritto per confermare con parole autorevoli quanto si sta per dire
ANCHE IL LIBRO CHE STATE LEGGENDO VOI 
HA UNA CITAZIONE INTRODUTTIVA O UNA BELLA DEDICA



mercoledì 30 marzo 2016

Recensione: EBANO di Ryszard Kapuscinski



Finalmente eccomi di nuovo sul blog!
Purtroppo nei giorni scorsi ero senza Adsl e non mi è stato possibile scrivere nulla :(
Ma questa sera sono qui per dirvi la mia su un libro che non è un romanzo, pur avendo uno stile narrativo fluido e i contenuti avventurosi, ma un documentario che ha come soggetto l'Africa, o meglio, gli Africani.


EBANO 
di Ryszard Kapuscinski


Ed. Feltrinelli
"L'africano si sente continuamente minacciato: in questo continente la natura assume forme così mostruose e aggressive, prende aspetti così vendicativi e paurosi, tende all'uomo tali trappole e trabocchetti, da costringerlo a vivere in una continua sensazione di insicurezza del futuro, in uno stato d'allarme e di paura perenni. Qui tutto assume forme iperboliche, esorbitanti, istericamente eccessive. Se c'è tempesta, i fulmini sembrano scuotere la terra dalle fondamenta e i lampi squarciare il cielo; se c'è un acquazzone, è un muro compatto d'acqua che tra un attimo ci sommergerà, schiacciandoci sottoterra; se c'è siccità, è un'aridità che prosciuga fino all'ultima goccia d'acqua, condannando alla  morte per  sete. Qui  nulla  mitiga  i  rapporti  tra  uomo  e natura:  non  esistono compromessi, gradualità, stadi intermedi. È una continua battaglia per la morte o la vita. L'africano è un uomo che fin dalla nascita sta al fronte, sempre in lotta contro la natura ostile del suo continente; e il fatto stesso di riuscire a sopravvivere è già di per sé la sua vittoria più grande."


L'Autore chiarisce di essere stato nel Continente Nero diversi anni, la prima volta nel 1957, e poi per i successivi quarantanni.
Nei suoi tanti viaggi evitava di proposito i percorsi ufficiali, i palazzi e gli hotel "per i Banchi", i personaggi importanti e la grande politica.
Preferiva chiedere passaggi occasionali su camion di fortuna, percorrere il deserto con  i nomadi, farsi ospitare dai contadini della  savana  tropicale, la cui vita è una fatica continua, vissuta però con incredibile serenità e resistenza.

Ryszard ci parla non dell'Africa,  ma di alcune persone che vi abitano e che lui ha ncontrato,  con le quali ha trascorso del tempo insieme, ascolandole, facendo domannde.
Del resto, scrivere un libro con lo scopo di parlare dell'Africa sarebbe un po' presuntuoso, visto che esso è un continente troppo grande per poterlo descrivere. È un oceano, un pianeta a sé stante, un cosmo vario e ricchissimo.

Kapuscinski ci parla quindi degli africani con la meticolosità del giornalista ma anche lo stupore sincero e spontaneo del semplice visitatore, che si ritrova a confrontarsi con una realtà complessa, un groviglio di culture, usi e costrumi, tradizioni, leggende e miti, religioni e superstizioni, lingue, modi di dire e fare e pensare... assolutamente lontani dai suoi.
L'Europeo e l'Africano sono molto lontani e diversi tra loro, per il modo di concepire ogni aspetto dell'esistenza: la morte e i morti, la malattia, il tempo, la famiglia, il mondo, la comunità, la divinità...
L'Africa è così ricca e variegata al suo interno che etichettarla è impossibile, e il fatto di riferirsi ad essa con questo nome è solo una comodità per poterne parlare a livello geografico, ma in realtà "l'Africa non esiste", proprio perchè caratterizzata da un'intriseca diversità e varietà.

L'Autore ci fa fare un viaggio in vari stati africani: Ghana, Sudan, Somalia, Etiopia, Eritrea.... e di ognuno ci racconta l'impatto che ne ha avuto, le cose che ha imparato di volta in volta parlando con le persone incontrate, e il resoconto che ne viene fuori è un quadro variopinto, coloratissimo, che attrae, affascina, grazie ai tanti aneddoti riportati, e che ruotano sulle tante superstizioni e credenze presenti, la concezione dell'aldilà e il "rapporto" con i morti, il cibo (quel po' che c'è), le guerre intestine tra i clan, le tribù, come vivono uomini, donne e bambini...
Ci racconta di personaggi importanti saliti al potere - come il dittatore ugandese Amin -, dei tragici momenti
che hanno caratterizzato le rivolte per l'indipendenza di un determinato stato (ad es. lo Zanzibar), i rapporti con l'uomo bianco, visto sempre come il colonialista, il dominatore.
Kapuscinski ci parla di come i neri vedano i Bianchi, verso i quali provano una sorte di soggezione mista a risentimento e ostilità.
I viaggi di questo giornalista polacco, che va di villaggio in villaggio, sono contrassegnati da un caldo soffocante di giorno, seguito dal freddo della notte, da polvere, insetti (i veri nemici da contrastare in Africa, altro che leoni!), pericoli; viaggi attraverso il deserto, in autobus sgangherati..., e ogni viaggio, ogni chiacchierata con il compagno di viaggio di turno, ci permette di immergerci in questo universo povero, martoriato, arido, bollente, ma anche tanto vivace, interessante, multiforme, che insieme a Ryszard il lettore conosce da vicino, anzi dall'interno.
Dalle pagine traspare non solo la professionalità e l'accuratezza di questo giornalista, ma soprattutto il suo amore, la sua passione per questo continente, per chi ci vive; la sua conoscenza è "sul campo", totalmente immersa nel contesto di riferimento.
E' un viaggio pieno di fascino e curiosità, di storia, che apre gli occhi del lettore su questi nostri "vicini", mostrandoceli con lo sguardo onesto, lucido e ammirato di chi si rende conto che i pregiudizi e le diversità che separano Europei ed Africani sono davvero tanti, e soltanto mettendoli da parte è possibile approcciarsi alle tante culture presenti con un atteggiamento di apertura.

Non nego di aver avuto momenti di lettura "faticosi", in cui mi sono sentita meno coinvolta ed interessata, ma vi assicuro che lo stile è abbastanza scorrevole, non si tratta di una mega lezione di storia e geografia sull'Africa, quanto di una serie di appunti dei diversi viaggi dell'Autore,  raccontati con una scrittura accurata e viva, intrisa di passione.

Consigliato, soprattutto se vi piace il genere.

domenica 27 marzo 2016

FILM TRATTI DAI LIBRI IN USCITA NEL 2016/2017



Diamo un occhio ad alcuni dei film tratti dai libri che vedremo nei prossimi mesi al cinema.
Ovviamente il post sarà soggetto a inevitabili aggiornamenti :)

Info e date sono state prese spulciando in web, in particolare: Il Libraio, Coming Soon e Cinemablog.

Se avete film tratti dai libri in uscita nel 2016 da segnalare e che a me sono sfuggiti, fatevi sotto nei commenti ^_^


Il celebre libro per ragazzi di Rudyard Kipling, IL LIBRO DELLA GIUNGLA, che ha già ispirato il noto film di animazione Disney, verrà riportato al cinema da Jon Favreau, e annovera nel cast di doppiatori star del calibro di Bill Murray (l’orso Baloo), Ben Kingsley (Bagheera), Scarlett Johansson (Kaa) e Christopher Walken (Re Luigi).
Per vedere questa pellicola nelle sale italiane dobbiamo davvero poco: 14 aprile 2016.

Eslusivamente il 26-27-28 aprile nelle sale arriverà LUI E' TORNATO - tratto dall'omonimo romanzo di Timur Vermes (Ed. Bompiani) - con Oliver Masucci nei panni di Hitler redivivo, accanto a Fabian Busch, Christoph Maria Herbst e Katja Riemann.
il film, ambientato ai giorni nostri, racconta come Hitler si svegli in una zona residenziale di Berlino, dove c'era il suo bunker. Adolf si ritrova spaesato in questa rinnovata società tedesca ma riuscirà a farsi un nome come comico, visto che nessuno gli crede quando sostiene di essere Hitler...

Tratto dal romanzo di Le Carrè "Il nostro traditore tipo", IL TRADITORE TIPO di Susanna White ha come protagonista una coppia inglese, Perry e Gail, che durante una vacanza a Marrakech fa amicizia con un uomo d'affari russo di nome Dima, un boss del riciclaggio di denaro appartenente alla mafia russa. Perry e Gail accettano di aiutare Dima a fornire informazioni confidenziali ai servizi segreti inglesi, ritrovandosi così coinvolti nel mondo dello spionaggio politico internazionale.
Nel cast  Ewan McGregorNaomie Harris e il film sarà nelle sale dal 5 maggio.


TRAILER
E al cinema ci sarà anche il film tratto dal noir/poliziesco di Giuseppe Ferrandino, PERICLE IL NERO (recensione libro),  Pericle Scalzone, detto Il nero, di lavoro "fa il culo alla gente" per conto di Don Luigi, boss camorrista emigrato in Belgio. Durante una spedizione punitiva per conto del boss, Pericle commette un grave errore. Scatta la sua condanna a morte. In una rocambolesca fuga che lo porterà fino in Francia, Pericle incontra Anastasia, che lo accoglie senza giudicarlo e gli mostra la possibilità di una nuova esistenza. Ma Pericle non può sfuggire a un passato ingombrante e pieno di interrogativi.

Il film vede alla regia Stefano Mordini; a vestire i panni di Pericle è Riccardo Scamarcio (anche produttore); accanto a lui Marina Foïs e Eduardo Scarpetta. Uscita: 12 maggio.

Dopo il successo di Alice in Wonderland, Tim Burton riunisce di nuovo il cast, tra cui Johnny Depp, Helena Bonham Carter, Anne Hathaway eMia Wasikowska, per l’attesissimo seguito - ALICE ATTRAVERSO LO SPECCHIO, ispirato a Attraverso lo specchio e quello che Alice vi trovò, il romanzo scritto da Lewis Carroll sei anni dopo il primo.
Nel film Alice, attratta da uno specchio che si trova nel salotto, torna nel Paese delle Meraviglie per una missione importantissima: salvare il Cappellaio Matto.
Il film, diretto da James Bobin e prodotto da Tim Burton, sarà nelle sale italiane il  25 maggio 2016.


L'uomo che vide l'infinito, basato sul libro di Robert Kanigel, "L'uomo che vide l'infinito – La vita breve di Srinivasa Ramanujan, genio della matematica", racconta la vera storia di Srinivasa Ramanujan, genio indiano della matematica, completamente autodidatta. Per far conoscere al mondo la sua mente geniale, dovrà lasciarsi alle spalle la giovane e amata sposa Janaki, interpretata da Devika Bhise per intraprendere un lungo viaggio che lo porterà a Cambridge, dove forgerà un forte legame con il suo mentore, l'eccentrico professore G.H. Hardy. Sotto la guida di Hardy, il suo lavoro si evolverà in modo tale da rivoluzionare per sempre la matematica e trasformare il modo in cui gli scienziati spiegano il mondo.
In uscita: 9 GIUGNO 2016.

Dal 13 luglio invece potrete guardare a cinema CELL, il film tratto dall'omonimo thriller di Stephen King, ambientato a Boston; a interrompere la serenità di tutti sono i cellulari, che iniziano a squillare; purtroppo, rispondendo al cellulare, un misterioso impulso annienta la volontà di chi risponde, trasformando le persone in creature sanguinarie.

Alla regia Tod Williams e nel cast Samuel L. Jackson, John Cusack.


,
In tanti aspettano di certo anche il film tratto dal commovente IO PRIMA DI TE di Jojo Moyes (recensione libro), in uscita il 1° settembre 2016.
A dirigere Me Before You sarà Thea Sharrock, celebre regista teatrale britannica, al suo debutto cinematografico.  Nel cast: Emilia ClarkeSam ClaflinCharles DanceMatthew LewisVanessa KirbyJanet McTeer
La storia è quella di Lou, una ragazza di provincia alle prese con lavori senza futuro e Will, che ha invece avuto successo ma si ritrova in sedia a rotelle dopo un incidente. Depresso e incapace di affrontare la realtà, Will assume Lou come badante per sei mesi e lei si metterà d'impegno per dimostrargli che vale ancora la pena di vivere. Insieme, si imbarcheranno in una serie di avventure che cambieranno entrambi.


Ancora un remake per un colossal storico indimenticabile: BEN HUR, che sarà diretto da Timur Bekmambetov e vedrà la partecipazione, tra gli altri, di Jack Huston, Morgan Freeman e Nazanin Boniadi.
E' tratto dall’omonimo romanzo storico, scritto da Lev Wallace nel 1880, che Garzanti pubblicherà nella prima edizione integrale nella collana dei Grandi Libri.
La vicenda è quella di Ben-Hur che, accusato di rivolta contro i romani nella Palestina di Gesù, è condannato alla schiavitù e si riscatta salvando la vita a un nobile romano. Da questo momento la vita di Ben-Hur cambia radicalmente, fino alla conversione al Cristianesimo.
L’uscita del film è prevista per il 29 settembre 2016.

E ritorna anche il beniamino di Dan Brown, Robert Langdon con Inferno: diretto da Ron Howard, come i precedenti Il Codice Da Vinci e Angeli e Demoni, è ambientato a Firenze dove Langdon, sempre interpretato da Tom Hanks, si risveglia in ospedale con una ferita alla testa e con nessun ricordo dei giorni precedenti. Inizia così una caccia all’uomo tra le vie della città di Dante.
Il film sarà in Italia dal 13 ottobre.

E dal 13 ottobre in sala troverete anche Lettere da Berlino, film diretto da Vincent Pérez e tratto da una storia vera, raccontata nel romanzo “Ognuno muore solo": due tedeschi, marito e moglie, decidono di sfidare il nazismo con la forza delle parole e a rischio della propria vita.


Jack Reacher - Punto di non ritorno (Jack Reacher 2: Never Go Back), diretto da Edward Zwick, secondo film con protagonista il personaggio creato dallo scrittore Lee Child, uscirà nelle sale italiane presumibilmente il 20 ottobre 2016.
Jack Reacher fa ritorno al quartier generale della sua unità. Ma lo aspetta una brutta sorpresa: scopre di essere accusato di un omicidio che risale a 16 anni prima.
Nel cast: Tom Cruise, Cobie Smulders, Patrick Heusinger, Robert Knepper, Aldis Hodge, Danika Yarosh.



Un altro film che crea molte attese - la cui uscita in Italia si aggira attorno al 20 ottobre -  è American Pastoraltratto dal celebre romanzo di Philip Roth.

A dirigerlo sarà Ewan McGregor, per la prima volta dietro la cinepresa, e che sarà impegnato nel ruolo de "lo Svedese"; nel cast: Jennifer Connelly, David Strathairn, Peter Riegert , Dakota Fanning.
American Pastoral è la storia di Seymour Levov detto "lo Svedese", un uomo che dalla vita ha avuto tutto: bellezza, carriera, soldi, una moglie ex Miss New Jersey e una bambina a lungo desiderata, ma il cui mondo pian piano va in pezzi quando la figlia ormai adolescente compie un attacco terroristico che provoca una vittima. 
Come è possibile che una tragedia di questo tipo sia accaduta proprio allo Svedese, la persona che per tutta la sua vita ha incarnato il Sogno Americano? Dove ha sbagliato?

E sarà sul grande schermo anche il romanzo di Matteo Righetto "La pelle dell'orso" diretto da Marco Segato e con Marco Paolini, Leonardo Mason, Lucia Mascino, Maria Paiato, Paolo Pierobon; è la storia di un padre, Pietro, e di suo figlio Domenico, che vivono in un solitario paesino sulle Dolomiti, la cui tranquillità è spezzata dall'arrivo di un orso feroce che uccide e incute un terrore superstizioso. Pietro decide di sfidare la sorte dichiarando di voler ammazzare l'orso; suo figlio va con lui...
Uscita: 3 novembre 2016.

Gli amanti dei thriller ne avranno sentito parlar tanto e molti di voi forse l'avranno letto: LA RAGAZZA DEL TRENO (TRAILER) di Paula Hawkins, pubblicato in Italia da Piemme; diventa un film diretto da Tate Taylor e interpretato da Emily Blunt, affiancata da Allison Janney, Rebecca Ferguson, Justin Theroux, Luke Evans, Haley Bennett, Edgar Ramirez e un'inedita Lisa Kudrow. 
La storia di Rebecca e del suo “spiare” la vita di una coppia dal finestrino del treno che la porta ogni giorno a Londra uscirà nei cinema americani dal 7 ottobre 2016. In Italia? Pare dal 3 novembre!!

E sempre dal 3 novembre la storia incredibile, ma verissima narrata da Christy Wilson Beam in MIRACOLI DAL CIELO (Miracles from Heaven), diretto da Patricia Riggen, che vede nel cast Jennifer Garner, Kylie Rogers, Martin Henderson, Queen Latifah, Brighton Sharbino, Eugenio Derbez, John Carroll Lynch, Courtney Fansler., e sua figlia Annabel; una storia che ci guida a cogliere i segni di speranza intorno a noi.


,
Tratto dall'omonimo bestseller di James Bowen - pubblicato in 30 paesi, 7 milioni di copie vendute nel mondo, 23° posto dei libri più venduti in Inghilterra negli ultimi 40 anni. A SPASSO CON BOB sarà al cinema dal 9 novembre.
Diretto da Roger Spottiswoode, il film racconta le avventure del 27enne vagabondo James Bowen, che vive alla giornata per le vie di Londra, raccogliendo qualche spicciolo suonando la chitarra davanti a Covent Garden e nelle stazioni della metropolitana, e la cui vita sarà stravolta dall'arrivo di un gatto.



E il 10 novembre al cinema sbarca il film FAI BEI SOGNI, tratto dall'omonimo romanzo di Massimo Gramellini; è la storia di una difficile ricerca della verità e allo stesso tempo la paura di scoprirla.

Massimo è un giornalista e il direttore del suo giornale gli affida la rubrica “lettere al giornale” :il confronto con le storie delle persone che gli scrivono e la vicinanza di una donna, Elisa, aiuteranno Massimo a scoprire la verità sulla sua infanzia ed il suo passato.
Presentato al Festival di Cannes 2016 nella Quinzaine des Réalisateurs.
Alla regia c'è Marco Bellocchio e nel cast Valerio Mastandrea, Berenice Bejo, Guido Caprino, Nicolò Cabras, Dario Dal Pero, Barbara Ronchi, Miriam Leone.

Sempre a novembre sul grande schermo torna un film tratto da un libro della mamma di Potter (che però non c'è), vale a dire lo spin-off "Animali fantastici e dove trovarli" che al cinema approderà il 17 novembre 2016.

Animali notturni (Nocturn Animals), basato sul romanzo di Austin Wright, Tony & Susan (Adelphi), è stato diretto da Tom Ford e vede nel cast Jake Gyllenhaal, Amy Adams, Aaron Taylor-Johnson, Michael Shannon, Isla Fisher e Armie Hammer.
Una gallerista è ossessionata dal romanzo del suo ex-marito, un thriller violento che lei interpreta come una velata minaccia e una simbolica storia di vendetta.
Il film è stato presentato in concorso alla 73ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia e nelle sale italiane uscirà il 17 novembre.


Dal 17 novembre al cinema potremo vedere anche LA VERITA' NEGATA (Mick Jackson), film biografico che narra di come Deborah E. Lipstadt, intraprese una battaglia legale contro il negazionista David Irving, che sosteneva come l'Olocausto fosse una mera invenzione. 



.
E a maggio erano iniziate anche le riprese di "La cena di Natale (di Io che amo solo te)" (recensione libro), sequel di "Io che amo solo te" (recensione libro - recensione film), entrambi tratti dagli omonimi romanzi di Luca Bianchini; come la precedente, anche questa pellicola è diretta da Marco Ponti, e rivedremo lo stesso cast con Placido, Scamarcio, Chiatti ecc. Quando?
In web ho letto che la data c'è ed è il 24 novembre 2016.


E' diventato un film anche Arrival e altre storie della tua vita (Frassinelli), la raccolta di romanzi brevi dello scrittore americanoTed Chiang, che include le prime otto storie pubblicate dall’autore, che gli sono valse une norme successo di pubblico e di critica; in esse si fondono le due dimensioni di una donna, la dottoressa Louise Banks: quella privata, e dolorosa, segnata indelebilmente dalla morte della figlia, e quella professionale, che la vede impegnata nel tentativo di interpretare la lingua degli alieni e instaurare una forma di comunicazione.
Arrival, diretto da Denis Villeneuve, con Amy Adams, Jeremy Renner e Forest Whitaker sarà al cinema dal 24 novembre.

Arriva il 24 novembre anche un altro film biografico, SNOWDEN, diretto da Oliver Stone e che ruota attorno a Edward Snowden, il tecnico informatico della NSA che ha sottratto e diffuso tramite i più importanti quotidiani del mondo, informazioni riservate sulle attività illegali di intercettazione e controllo dei cittadini americani e non da parte delle agenzie di intelligence statunitensi.

Per gli amanti dei classici austeniani, sappiate che dal 1° dicembre al cinema ci sarà il film AMORI E INGANNI, scritto e diretto da Whit Stillman, ispirato al racconto di Jane Austen, LADY SUSAN, che ruota attorno a Lady Susan Vernon, una giovane e scaltra vedova (allegra) alla ricerca di sempre nuovi pettegolezzi e, soprattutto, di nuove conoscenze maschili, così da accalappiare un buon partito per sè e per la figlia Frederica.


Tratto dall’omonimo romanzo di Ransom Riggs, pubblicato in Italia da Rizzoli, e diretto da Tim Burton,  Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali racconta la storia di Jacob, un sedicenne che scopre su un’isola misteriosa le rovine della casa di Miss Peregrine, di cui tanto aveva sentito parlare dal nonno, Abraham. Qui il nonno, ebreo-polacco, e altri ragazzi “speciali” avevano trovato rifugio durante la Seconda Guerra Mondiale. Ma succedono cose strane in quel luogo: gli orologi della casa, infatti, tornano sempre al 3 settembre 1940, in una sorta di loop temporale che riporta sempre alla data del bombardamento della villa e della fine delle speranze per i ragazzi che vi si erano nascosti. Jacob sarà costretto a ricostruire quella storia, che ha a che fare anche con gli incubi che non lo lasciano dormire.
Nel cast del film, che sarà in Italia il  15 dicembre, tra gli altri, anche Eva Green, Judi Dench e Samuel L. Jackson.


Uno dei film più attesi di quest’anno è GGG - Il gigante gentile ( in inglese “The BFG”), tratto dal racconto di Roald Dahl, pubblicato in Italia da Salani, prodotto dalla Walt Disney e diretto da Steven Spielberg.
La tenera amicizia tra la piccola orfana e il gigante arriverà nelle sale cinematografiche italiane a gennaio 2017.


E nel nuovo anno arriverà nelle sale italiane un film diretto da Alex Infascelli  e tratto dal romanzo di Eric-Emmanuel Schmitt"Piccoli crimini coniugali", una brillante commedia nera con una suspense sorprendente, un vero divertimento ma anche una saggia riflessione sulla madre di tutte le guerre: quella dentro la coppia.
Nel cast, Sergio Castellitto e Margherita Buy. DAL 26 gennaio al cinema!!


FILM DI CUI NON SI SA ANCORA LA DATA DI USCITA

Un film che personalmente non vorrei perdermi è quello tratto dall'omonimo romanzo - che ho AMATO!! - La luce sugli oceani (recensione libro), dell’esordiente M.L. Stedman e pubblicato in Italia da Garzanti: la pellicola sarà diretta da Derek Cianfrance e interpretata da Micheal Fassbender e Rachel Weisz.
La storia è quella di Isabel che vive su un’isola remota con suo marito, Tom, guardiano del faro. Un giorno, in una barca naufragata sugli scogli, Isabel trova una bambina: decide di tenerla e di impedire a Tom di denunciare il naufragio alle autorità. Ma la bambina, a cui Isabel darà il nome Lucy, porta con sé un segreto pesante come un macigno.
Non c'è una data per l'Italia, ma leggevo che negli USA uscirà a Settembre 2016. Speriamo di non aspettare troppo! Qua e là ho letto Febbraio 2017...


Anche Martin Scorsese ha deciso di portare sul grande schermo un libro: Silenzio (Silence) del giapponese Shusaku Endo, pubblicato in Italia da Corbaccio.
Il libro racconta la persecuzione subite dai cristiani, in particolare al centro della storia ci sono due padri gesuiti, durante il periodo Tokugawa nel Giappone del Seicento.
Nel cast della pellicola anche Liam Neeson, Andrew Garfield e Adam Driver; la data di uscita del film è attesa per la seconda metà del 2016 in America, e potrebbe subire altri slittamenti oltre a quelli precedenti.


Anche il romanzo per ragazzi Nelle Pieghe del Tempo, di Madeleine L’Engle, in cui dei fratellini viaggiano attraverso il tempo e attraverso strani mondi alla ricerca di loro padre, uno scienziato scomparso, dovrebbe diventare un film; Ava DuVernay (Selma) è stata scelta come regista del film, scritto da Jennifer Lee (co-sceneggiatrice e co-regista di Frozen – il Regno di Ghiaccio).


Ed è in lavorazione anche il prossimo film di Ferzan Ozpetek tratto dal suo libro autobiografico ROSSO ISTANBUL, dove il protagonista è un affermato regista di nazionalità turca che un giorno decide di tornare a Istanbul, dov'è nato e dove ha trascorso infanzia e adolescenza. Un ritorno a casa improvviso che gli riserverà non poche sorprese.

Altro film che si aggiunge alla lista è THE SNOWMAN, tratto dal romanzo giallo "L'uomo di neve" di Jo Nesbø, che vedrà Michael Fassbender nei panni del poliziotto di Oslo Harry Hole; nel cast anche Rebecca Ferguson e Charlotte Gainsbourg.
A dirigerlo sarà il regista svedese Tomas Alfredson; nonostante l'inizio delle riprese fossero previste per gennaio di quest'anno, pare che negli USA l'uscita del film sia prevista per ottobre 2017. Non oso immaginare quando uscirà in Italia, ma vedrò di ricordarmene e di restare aggiornata, per me e per voi ^_^


High-Rise è un film è tratto da  "Il Condominio", un romanzo del 1975 scritto dall'autore di fantascienza J. G. Ballard. Il romanzo si svolge nel futuro a Londra in un ricco condominio, i cui residenti, benestanti ed educati, in seguito a dei blackout e ad altri episodi, regrediscono a uno stato primitivo.
Regia: Ben Wheatley. Nel cast: Tom Hiddleston, Jeremy Irons, Sienna Miller, Luke Evans, Elisabeth Moss.
Negli USA l'uscita è recente (13 maggio 2016).

Nel mese di agosto c.a. ci sono state a Trieste le riprese del sequel di IL RAGAZZO INVISIBILE di Gabriele Salvatores, che uscirà nei nostri cinema l'anno prossimo.
Nel cast ritroviamo l’ormai sedicenne protagonista Ludovico Girardello (Michele Silenzi), Valeria golino (la poliziotta Giovanna Silenzi), Ksenia Rappoport, Noa Zatta, Ivan Franek e la new entry Galatea Bellugi (Natasha).

After, la serie scritta da Anna Todd, diventerà un film con protagonista Daniel Sharman;  la Paramount Pictures ha acquistato i diritti cinematografici e il film dovrebbe uscire nell'estate del 2017 negli USA - TRAILER 

Dalla New Line Cinema e dalla Warner Bros è venuta fori la data di uscita del remake di It, tratto dall'omonimo romanzo horror di Stephen King: 18 settembre 2017.


Leggevo ancora in web che verranno tratti una serie tv ed un film da due romanzi dello scrittore pugliese Donato Carrisi, rispettivamente "Il Suggeritore" e "La ragazza nella nebbia"; ci si sta ancora lavorando e l'unica cosa che per ora si sa è che le riprese del film inizieranno nel 2017. Mi sa che dovremo aspettare un po'.... ^_-

Verrà portato al cinema per l'anno prossimo anche Billy Lynn’s Long Halftime Walk (È il tuo giorno, Billy Lynn?), romanzo di Ben Fountain, che racconta di dieci soldati della squadra Bravo che tornano in patria dopo aver compiuto una coraggiosa azione di guerra in Iraq, immortalata per caso dalle telecamere di un tg. Trasformati di colpo in eroi nazionali, partecipano ad interviste in tv, visita alla Casa Bianca, comizi, che culminano nell'apparizione come ospiti d'onore alla tradizionale, popolarissima partita di football del Giorno del Ringraziamento. Durante questa fatidica giornata, il diciannovenne soldato scelto Billy Lynn cerca di non impazzire: la mattina dopo, la squadra deve tornare al fronte.

Diretto da Ang Lee, nel cast ci sono Kristen Stewart, Steve Martin, Garrett Hedlund and Joe Alwyn, Vin Diesel.

Sono previsti nel 2017  altre 50 sfumature, di nero e di rosso, sempre con Jamie Dornan e Dakota Johnson; la data in Italia non è nota.

A Monster Calls - tratto da "Sette minuti dopo la mezzanotte" di Patrick Ness - uscirà in America ad ottobre, non si sa da noi.
Narra la storia di un adolescente, Connor, che grazie all'incontro con un albero mostruoso, imparerà ad affrontare le emozioni per la prossima perdita della madre..
La regia è di Juan Antonio Bayona, mentre fra gli attori protagonisti troviamo Liam Neeson, Felicity Jones, Sigourney Weaver e Geraldine ChaplinL il film verrà distribuito nelle sale americane a partire da dicembre 2016.

Molto atteso (marzo 2018) anche Ready Player One, il nuovo film di Steven Spielberg, ispirato al best seller di fantascienza per ragazzi di Ernest Cline (Player One).


Ben Affleck dirigerà e reciterà nel remake di Testimone d'accusa (una produzione della 20th Century Fox), tratto da un racconto breve di Agatha Christie, ma anche qui è presto per la data.


Suggeritomi dalla bookblogger Sophie: non si sa quando arriverà il film sugli zombie, tratto dal romanzo "La ragazza che sapeva troppo" di M.R. Carey, The Girl With All The Gifts diretto da Colm McCarthy e che vedrà nel cast: Gemma Arterton, Glenn Close, Paddy Considine e la giovanissima Sennia Nanua.

Siamo in un futuro spero irrealizzabile, in cui la maggior parte dell'umanità è stata infettata da un brutto fungo; chi ne è affetto (chiamato affettuosamente "hungrie") si nutre di carne umana ed è privo di facoltà mentale.
I pochi sopravvissuti, con a capo la dottoressa Caroline Caldwell, stanno cercando una cura soprattutto grazie allo studio dei bambini ibridi di seconda generazione, in parte "hungrie" e in parte umani, che sono in grado di conservare una forma minima di ragione; tra di essi c'è una bambina dal Q.I. più alto, Melanie...

sabato 26 marzo 2016

Frammenti di "Un Uomo" (Fallaci)



Passaggi tratti da UN UOMO, della Fallaci.

"...negare il destino è arroganza, affermare che noi siamo gli unici artefici della nostra esistenza è follia: se neghi il destino, la vita umana diventa una serie di occasioni perdute, un rimpianto di ciò che non è stato e avrebbe potuto essere, un rimorso di ciò che non si è fatto e avremmo potuto fare, e si spreca il presente rendendolo un'altra occasione perduta."




"L'abitudine è la più infame delle malattie perchè ci fa accettare qualsiasi disgrazia, qualsiasi dolore, qualsiasi morte. Per abitudine si vive accanto a persone odiose, si impara a portar le catene, a subire ingiustizie, a soffrire, ci si rassegna al dolore, alla solitudine, a tutto. L'abitudine è il più spietato dei veleni perchè entra in noi lentamente, silenziosamente, cresce a poco a poco nutrendosi della nostra inconsapevolezza, e quando scopriamo d'averla addosso ogni fibra di noi s'è adeguata, ogni gesto s'è condizionato, non esiste più medicina che possa guarirci".

venerdì 25 marzo 2016

Recensione: UNA SORPRESA PER TE (IN OGNI TUO RESPIRO) di Rujada Atzori



Recensione in arrivo!
Ultimamente sto leggendo libri caratterizzati da storie molto piacevoli e scorrevoli, che catturano la mia attenzione, spingendomi a proseguire la lettura senza fermarmi.
E' bello, no? Anche perchè ho in lettura ancora "Ebano" di Kapuscinski , col suo documentario sull'Africa, e sto avanzando a fatica, quindi alternare questo libro a qualcosa di più attraente e vivace, non può che farmi bene.

Ma veniamo al mio parere su una storia d'amore ambientata nei giorni nostri, romantica e frizzante allo stesso tempo, per stile, intreccio e personaggi:

UNA SORPRESA PER TE (IN OGNI TUO RESPIRO)
di Rujada Atzori


Editore: Butterfly Edizioni
Data di uscita 
22/03/2016
Pagine: 160
Prezzo ufficiale 2,99
in offerta fino a Pasqua
0,99 euro


Il 30enne Alessandro ha combinato un guaio:  ha chiesto alla propria fidanzata storica, Giorgia, di sposarlo, ma il giorno dopo neanche se lo ricorda, perchè la dichiarazione l'ha fatta mentre era completamente ubriaco.
E adesso, chi glielo spiega alla bella e sensuale fidanzata che di sposarsi Ale non ha alcuna vera intenzione?
Gli amici, in particolare Mathias, non condividono molto questa decisione di convolare a nozze, ma per Ale è difficile ritirare la parola con la promessa sposa, quindi fa buon viso a cattivo gioco e cerca di convincersi che in fondo sposarsi è un passo logico e "obbligatorio"...

Ma le già traballanti certezze cominciano a sfaldarsi quando incontra, per caso, in un bar, una bella e pasticciona cameriera.

Giorgia ha 26 anni e una malattia incurabile: è sfigata cronica! Il lavoro al bar le succhia tempo, sonno ed energie, ma è sempre meglio che tornare dai genitori e farsi mantenere da loro!
E' single in virtù di una promessa fatta al suo grande e perduto amore, dal quale non riesce a staccarsi; va in paranoia per i propri difetti fisici, consapevole di non saper fare a meno della nutella, e cerca di vivere come un maschio, concedendosi storie brevi e di sesso, con l'unica "pecca" che il destino non le permette mai di consumare... 

Alle frustrazioni fuori casa, si aggiungono quelle dentro casa, a causa di Tempesta, la sua gatta, più isterica della padrona, che attenta alla sua vita tutte le volte che può; menomale che a portarle momenti di serenità e conforto c'è la sua migliore amica, Katya, che per mantenersi fa video erotici.

Insomma, Ale e Giorgia sono proprio due tipi strani, dalla vita incasinata, e forse proprio per questo potrebbero essere fatti l'uno per l'altra.
Se non fosse che il primo è fidanzato e prossimo al matrimonio, e l'altra ha il cuore imprigionato in un amore passato che la tiene legata sentimentalmente.

Ma il destino capriccioso e imprevedibile sta tessendo la sua trama, e i due si incontreranno al di fuori del bar e avranno la possibilità di conoscersi meglio.
Entrambi decidono di prendersi una vacanza, Alessandro per allontanarsi un po' dalla fidanzata - per la quale sente grandi sensi di colpa perchè in fondo in fondo sa di non volerla sposare -, e Giorgia per staccare un po' la spina dal lavoro e provare a rilassarsi.

Nel rivedersi, tra Ale e Giorgia scatta una simpatia immediata: lui attira lei per il suo aspetto curato, pr il suo profumo e perchè le ricorda "il suo amore perduto"; lei attira lui perchè spontanea, buffa, bella senza sapere di esserlo, vivace con "quel non so che" di triste e malinconico in fondo agli occhi...

"Costretti" a passare le vacanze nel medesimo hotel, scatterà l'attrazione tra i due...: la vivranno senza pensare al domani o come al solito paranoie e sensi di colpa li bloccheranno?

L'amore può arrivare quando meno lo cerchiamo o ce lo aspettiamo, e rivoluzionare le carte in tavola, proprio quando sembrava che la vita stesse procedendo tranquillamente (fin troppo...), sempre uguale a se stessa, senza novità, anzi già bella programmata, e quindi per questo rassicurante.

Ma non si può andare nella direzione contraria a quella indicata dal proprio cuore, neanche quando la ragione ci sta dicendo cosa sarebbe meglio fare per non scombussolare gli equilibri della vita.

Forse Giorgia e Alessandro hanno bisogno proprio di questo: che l'amore scombussoli le loro false certezze, che entrambi si sono costruiti per cercare di vivere tranquillamente, seza intoppi, ma che rischiano di vederli grandemente infelici.

Tra  vivaci battibecchi e sorprese divertenti con mega uova di cioccolato, tra scoppi di pianto e simpatiche incomprensioni, tra momenti buffi che fanno sorridere, alternati ad altri più romantici e intensi, "Una sorpresa per te" si rivela un romanzo d'amore molto piacevole, con un'atmosfera da sit-com davvero briosa, ironica, in cui si muovono personaggi ben caratterizzati (seguiamo le vicende dal punto di vista femminile - Giorgia - e maschile - Ale -, a capitoli alterni), dei quali conosciamo le speranze, i pensieri, i dubbi, i desideri..., e il lettore giunge alla fine con la propria sete di romanticismo legittimamente appagata.

Ringrazio la C.E. Butterfly Edizioni per la copia digitale in omaggio e non mi resta che consigliarvi questo romance contemporaneo scritto bene, con una storia molto carina, accompagnata da un bel ritmo vivace e da personaggi simpatici e pasticcioni.
Una lettura che si incastra davvero bene in questi giorni di Pasqua ;)

In arrivo IL GIARDINO SEGRETO di Banana Yoshimoto (14 aprile)



E torna Banana Yoshimoto in libreria!!

Divertente e pieno di colpi di scena, questo è il terzo capitolo della tetralogia Il regno, la storia di Shizukuishi, un'anima coraggiosa alla ricerca di sé:

  1. Andromeda Heights 
  2. Il dolore, le ombre, la magia
  3. Il giardino segreto
  4. Un altro mondo (?)

IL GIARDINO SEGRETO
di Banana Yoshimoto

Ed. Feltrinelli
trad. M. Follaco
144 pp
13 euro
USCITA:
14 APRILE 2016
Trama

L'inverno è alle porte, Kaede e Kataoka sono ritornati in Giappone e Shizukuishi ritrova il calore del tempo trascorso insieme e si sente finalmente un po' più a casa.
A breve, tuttavia, dovrà andarsene: ha deciso di vivere con Shin'ichiro, e si mettono all'allegra ricerca di un posto dove abitare, tra appartamenti improbabili e agenti immobiliari dalle dubbie capacità. 
Le persone, però, non sono sempre ciò che sembrano, e questo vale anche per Shin'ichiro. 

Un viaggio nel passato sarà sufficiente a spezzare tutti gli equilibri, gettando Shizukuishi nella disperazione ma consentendole anche di crescere...

giovedì 24 marzo 2016

Recensione: DROW di Simon Rowd



Il 5 aprile esce MIOR, il secondo capitolo della saga "Drow" di Simon Rowd.
In attesa di questa uscita, ho pensato di recuperare la lettura del primo libro:

DROW
di Simon Rowd




Mondadori Electa
collana: ElectaYoung
pagine: 406 
12.90 euro
Settembre 2015
Una coppia - Arline e il marito Logan - stanno fuggendo da qualcuno che li sta inseguendo; hanno un cesto con loro, e lì vi è il loro bambino, Eric; per evitare che gli accada qualcosa, sono costretti a prendere un'amara decisione: lasciare il piccolo davanti una casa abitata, nella speranza che qualcuno se ne occupi.
Nella fuga, Arline viene ferita e Logan viene attaccato...

Qualche pagina dopo, la scena cambia e sono passati vent'anni: Eric Arden è uno studente universitario; da sempre sente di essere diverso dagli altri ma non capisce in cosa consista questa sua diversità; sa solo che riesce a vedere al buio come se fosse giorno e sente improvvisi bisogni di sfogare un'aggressività repressa che lo spaventa..

Insomma, Eric riesce a fare cose "speciali", come se avesse dei superpoteri, ma non sa da dove essi gli vengano.
Non solo, ma si accorge di avere anche un forte ascendente sulle persone che lo circondano, come se riuscisse a sedurle in pochissimo tempo e con un solo sguardo o una parola.

Ed è ciò che accade anche alla bella e dolce Sophie Sanfront, una sua coetanea: i due si incontrano in università, e l'attrazione scatta immediata e reciproca.
Sophie ed Eric non si conoscono ma si sentono attratti l'uno dalla bellezza pulita e dolce di lei, l'altra dagli occhi di ghiaccio magnetici e dall'aria misteriosa di lui.

A mettere in guardia Sophie dallo sconosciuto e schivo nuovo compagno di corso, ci pensa miglior amico di lei, Jimmy.
Jimmy vede in Eric e nelle sue capacità speciali, quello che gli altri non vedono, ma che soltanto lui e quelli come lui possono vedere: la vera natura di Eric Arden.
Eric non lo sa ancora, ma lui non è chi crede di essere: è ben altro, e sarà Jimmy a svelarglielo, sconvolgendolo.

Perchè anche Jimmy ha un segreto, che nonostante la strettissima amicizia che lo lega a Sophie, non le ha mai rivelato...

Ed Eric?
Il giovane - cresciuto con dei genitori adottivi umani - non ha mai saputo di essere un elfo, ma non "buono" (di quelli che vivono accanto agli esseri umani tranquillamente, mimetizzandosi con essi), bensì un elfo diverso, una sorta di razza elfica contaminata: un elfo oscuro, un "drow".

Cosa implica questa nuova scoperta sulla propria identità? 
E dove sono i suoi veri genitori? C'è qualcuno che può svelargli la verità?

Qualcuno c'è... e Eric si ritroverà man mano a scoprire tanti tasselli importanti che gli faranno comprendere sempre meglio chi e cosa è un elfo oscuro, un drow, cosa è in grado di fare e, soprattutto, da chi si deve difendere.
Gli elfi scuri, infatti, sono visti da troppi come una pericolosa minaccia, da abbattere, eliminare.

Davanti a Eric si schiuderanno le porte di un mondo sconosciuto. 
Un mondo cui scopre, suo malgrado, di appartenere e che lo trascinerà di fronte ad una scelta destinata a cambiare per sempre la sua vita: accettare la sua vera natura o combatterla per la ragazza che ama.

«Allora chiediti cosa sei disposto a fare per lei, a cosa sei disposto a rinunciare per averla. Solo così capirai quale parte di te è padrona del tuo corpo e troverai la risposta alla tua domanda.»

E Sophie? 
La stessa scelta dovrà fare lei!
Innamorata com'è del dolce e affascinante Eric, ignara della presenza degli elfi tra gli esseri umani, sarà costretta a far fronte a verità sconvolgenti, su Jimmy, sul proprio papà Luther, su Eric..., e su se stessa.:

"...verrai a conoscenza di cose che potrebbero non piacerti. Non sempre la consapevolezza porta felicità, molto spesso è l'esatto contrario. Ci sono decisioni da cui non si torna più indietro e questa è una di quelle.Quello che sto per dirti cambierà per sempre il tuo modo di percepire il mondo. Se la tua volontà è di andare fino in fondo a questa storia, devi essere pronta ad accettarne le conseguenze."

Sia Eric che Sophie, seppur in maniera differente, dovranno ambedue scegliere se accettare "ciò che sono", il proprio destino (che non hanno scelto, è la loro stessa natura a imporglielo), o combatterlo e difendere contro tutto e tutti il loro amore.
Un amore che, pur avendo avuto poco tempo per sbocciare, li ha completamente travolti ma che s'è ritrovato ad affrontare da subito mille ostacoli.

E' un romanzo fantasy molto carino, che mescola romance e paranormal in un susseguirsi di colpi di scena davvero appassionanti, ed infatti si legge con tanta scorrevolezza; mi piace la scrittura immediata, il ritmo sempre serrato, ricco di scene d'azione e momenti pieni di adrenalina, che quasi non permettono al lettore di prender fiato ma lo costringono a scoprire con accanimento le tante piccole e sconcertanti verità, i mille segreti... che rendono l'intreccio articolato e mettono alla prova il carattere dei protagonisti.
Una lettura molto piacevole, non posso che attendere con curiosità il seguito, visto che i colpi di scena sono presenti fino all'ultimo rigo!!


Le cover di oggi



E' giovedì ed è il giorno delle cover che mi son piaciute ultimamente!
Come sempre, se vi va, lasciatemi un vostro parere su queste copertine ;)


trama

leggi trama



















leggi trama

leggi trama





IN LIBRERIA IL 29 MARZO: "VOLEVAMO ESSERE JO" - "LA VERA JUSTINE" - "LA PRIMA VERITA'"



Romanzi in uscita il 29 marzo:


  • VOLEVAMO ESSERE JO: Marasco, con una scrittura lieve e calda come una carezza, capace di soffermarsi sui passaggi in cui le certezze che ci sostengono si incrinano e la vita prende direzioni impensate, ci consegna l'indimenticabile storia di quattro donne che volevano essere Jo March e che, nel desiderio inesausto di cercare se stesse, sono anche il nostro specchio.
  • LA VERA JUSTINE: un romanzo che spiazza il lettore di volta in volta, costringendolo a rivedere tutte le proprie certezze seguendo Stephen Amidon nelle pieghe più nascoste dei suoi personaggi, in una storia mozzafiato che sorprende fino all'ultima pagina.
  • LA PRIMA VERITA': nasce da una vicenda realmente accaduta un grande romanzo classico e imprevedibile, visionario e struggente.


VOLEVAMO ESSERE JO
di Emilia Marasco


Ed. Mondadori
240 pp
19 euro
dal 29 MARZO 2016
Genova, Natale 1976. Quattro amiche – Giovanna, Lara, Silvia e Carla – ricevono dalle mamme il regalo più bello: il romanzo Piccole donne.
Subito pensano di mettere in scena la storia intramontabile delle sorelle March. Benchè ognuna di loro riconosce un'affinità con una tra le sorelle,tutte, davanti al magico baule dei travestimenti, vogliono trasformarsi in Jo: Jo la generosa, Jo la ribelle, Jo che sfida le regole per rincorrere i suoi sogni.
Anni più tardi, Giovanna e Lara si ritrovano a un convegno dedicato alle grandi protagoniste della letteratura.
È l'occasione giusta per riunirsi tutte e quattro: le Piccole donne di un tempo decidono di trascorrere un weekend in campagna, nella casa-famiglia creata da Carla, e davanti al caminetto acceso si raccontano, discutono e giocano a rievocare il passato..
Fino a quando la fuga di un ragazzino dalla casa-famiglia le costringerà a fare davvero i conti con se stesse, a chiedersi cosa ne è stato dei loro sogni e a trovare il coraggio di ricominciare. Emilia

L'autrice.
Emilia Marasco è nata a Genova, dove vive e lavora. È docente di Storia dell'arte e di Scrittura creativa all'Accademia Ligustica di Belle Arti. Oltre a scrivere per il teatro, ha fondato e dirige la scuola di scrittura creativa Officina Letteraria. Ha pubblicato i romanzi La memoria impossibile, La distanza necessaria e Verso Sud. Per Mondadori, nel 2011, è uscito Famiglia: femminile plurale.



Dall'Autore de Il capitale umano (da cui è stato tratto l'omonimo film di Virzì):

mercoledì 23 marzo 2016

Epigrafe da... DROW di Simon Rowd



In vista dell'uscita di MIOR, il secondo capitolo dell'appassionante trilogia di Simon Rowd. ho iniziato a leggere il primo libro, DROW.

Vi riporto la doppia epigrafe :=)


Ognuno di noi è una luna:
ha un lato oscuro che non mostra mai a nessun altro.
Mark Twain


Pensi che l'oscurità sia tua alleata, 
ma tu hai solo adottato le tenebre.
Io ci sono nato.
BANE, The Dark Knight Rises



Il significato del termine epigrafe al quale mi rifaccio è quello dato dalla Treccani.it
"Iscrizione in fronte a un libro o scritto qualsiasi, per dedica o ricordo; più particolarm.,
citazione di un passo d’autore o di opera illustre che si pone in testa
a uno scritto per confermare con parole autorevoli quanto si sta per dire


ANCHE IL LIBRO CHE STATE LEGGENDO VOI 
HA UNA CITAZIONE INTRODUTTIVA O UNA BELLA DEDICA?
Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...