lunedì 21 dicembre 2015

Libri&affini: un breve bilancio del 2015



Come anticipato, eccomi con un altro bilancio libroso!

Sentitevi sempre liberi di dirmi la vostra e/o di condividere le vostre letture preferite di quest'anno!


.
IL FILM TRATTO DAL LIBRO CHE NON MI HA DELUSO

Ci sono stati diversi film tratti dai libri che ho visto quest'anno, ma se vado a sensazioni - e senza ragionarci troppo - scelgo, tra quelli che mi hanno colpito di più:

NESSUNO SI SALVA DA SOLO di Sergio Castellitto.

Mi è piaciuto perchè, come praticamente accade sempre con i film tratti dai romanzi della moglie, anche questo non solo resta fedele alla trama e alla personalità dei protagonisti, ma in più ha dato loro un'umanità e una fragilità che ce li rendono molto vicini, con una spruzzata di speranza che non guasta mai.



Risultati immagini per carrisi
,
IL LIBRO/L'AUTORE CHE VORREI VEDERE AL CINEMA

Eh lo so: sono ripetitiva, ma è così:
voglio i romanzi di Carrisi al cinema, in tv, a teatro... vedete voi dove, 
purchè ci si inventi qualcosa per farli uscire dalla carta! :=)






IL ROMANZO STORICO PIU' COINVOLGENTE

Anche qui, ne ho letti più d'uno ma scelgo
HO LASCIATO ENTRARE LA TEMPESTA di Hannah Kent, 
non solo per la fedeltà storica ma ancor più per l'umanità e il coinvolgimento emotivo scaturito dalla protagonista e dalla sua storia.






,
LA SAGA TERMINATA PIU' BELLA

La saga LUX la promuovo perchè ha saputo coinvolgermi e appassionarmi  nonostante i primi due libri non lo avessero fatto.
Ma man mano, leggendoli tutti, ho provato una grande curiosità per le vicende di Kat e Daemon e non mi sono data pace fin quando non è giunto l'epilogo ^_^






prossima lettura
-
UNA SAGA INIZIATA CHE VORREI CONTINUARE NEL 2016

Sicuramente quella di Lucinda Riley, LE SETTE SORELLE, iniziata con la storia di Maia e che a gennaio prosegue con "Ally nella tempesta" (sul blog trovate le info).



IL PERSONAGGIO FEMMINILE CHE MI HA COINVOLTA MAGGIORMENTE

Anche qui mi ripeto, in quanto ho citato questo libro già nel post di ieri:
Gemma, di Venuto al mondo.
Le vicende personali di questa donna, la sua testardaggine nel ricercare la maternità a tutti i costi,
il suo doversi confrontare con i fantasmi del passato, me l'hanno resa molto vicina.


,
IL PERSONAGGIO MASCHILE CHE HO PREFERITO

Ho amato Pietro Rinaldi, creato da Licalzi in "L'ultima settimana di settembre".
Un caratterino niente male, sfacciato, irritante, cinico, sarcastico, intelligente e... solo. Potrebbe sembrare un vecchio insopportabile (lui stesso non fa niente per farsi amare), eppure fa davvero simpatia perchè la sua solitudine troverà una via d'uscita in un rapporto familiare spontaneo e genuino con lo sconosciuto nipote, che gli farà apprezzare i giorni che ancora ha da vivere.



IL LIBRO CHE MI HA MENO CONVINTO

Mah, sicuramente il thriller NICEVILLE, che purtroppo non mi ha trasmesso nulla e che non mi ha donato alcun brivido, tensione, coinvolgimento.
Calma piatta, ecco.


,
LIBRI CHE NON HO FATTO IN TEMPO A LEGGERE

Ce ne sarebbero a iosa, ma mi limito a citare la serie di Elena Ferrante, L'AMICA GENIALE, che mi è stata straconsigliata. La rimando al 2016, sperando di poterla leggere!

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...