martedì 31 ottobre 2017

Recensione: "NON TI AMO PIU'. Manuale di sopravvivenza dopo la fine di un amore" di Ombretta Cecchini



"Non ti amo più" è un breve ma significativo manuale con cui la psicologa Ombretta Cecchini offre il suo professionale aiuto a quelle donne che si ritrovano a vivere periodi di sofferenza emotiva e psicologica in seguito alla fine di un amore.


NON TI AMO PIU'.
Manuale di sopravvivenza dopo la fine di un amore
di Ombretta Cecchini



Armando Ed.
176 pp
16 euro
Quando un amore finisce, una relazione sentimentale si chiude e si subisce un abbandono da parte del partner, inevitabilmente "l'abbandonato" vive questo come una grave perdita che spesso lo fa precipitare in un baratro di sofferenza, solitudine, ansia... da cui è difficile uscire.

L'Autrice con questo utile libro desidera dare efficaci consigli a quante vivono questa delusione amorosa che le sta facendo soffrire, percorrendo con loro un viaggio verso la guarigione emotiva, attraverso degli step: anzitutto, bisogna sforzarsi di recuperare la forza e la determinazione necessarie per affrontare il cambiamento e prendere posizione, fare delle scelte; poi, riconoscere gli ostacoli, tutti quei pensieri/emozioni/atteggiamenti negativi che rischiano di togliere le energie utili per reagire; infine, c'è da costruire se stessi, il proprio benessere psico-fisico e riprendere in mano la propria vita.

L'Autrice porta diversi esempi concreti, storie vere di donne che hanno vissuto quello che credevano un grande amore, in cui hanno investito molto da diversi punti di vista, ma che poi è finito bruscamente, in modo inaspettato, lasciandole un gran senso di vuoto.
Del resto, ogni perdita risveglia fragilità e paure, che però di solito hanno origini ben più complesse e "lontane", che affondano nel passato, in particolare nel rapporto con le figure genitoriali e nel tipo di "attaccamento" sviluppato con esse quand'eravamo piccoli.

Quando si viene lasciate dall'amato, di frequente ci si ritrova a pensare sempre a lui, al partner che ci ha "scaricate", rimuginando sulla storia finita, sviluppando pensieri ossessivi, convincendosi di non valere nulla, di essere sbagliate, di non meritare amore, di non poter essere più felici perchè, andandosene lui, se n'è andato via anche un pezzo importantissimo del nostro cuore, della nostra gioia di vivere.
Affrontare il dolore diventa una necessità urgente per tornare ad essere serene, e perchè il cambiamento avvenga ci sono dei passi da fare.

Ogni persona ha un valore e una dignità, e nessuno ha il diritto di sminuire l'altro, ed è per questo che è giusto maturare pensieri positivi su se stessi e su ciò che si è in grado di essere e fare, valorizzando le proprie qualità, i punti di forza e individuando quelle convinzioni e quei timori che ci "buttano giù", minando l'autostima.
A volte, il primo fondamentale ostacolo verso il cambiamento e la crescita personale è la nostra stessa mente, che spesso si arena su false convinzioni che riflettono in modo distorto la realtà, intrappolandoci e impedendoci di incanalare le nostre energie verso progetti positivi.
Non tutto quello che viviamo siamo capaci di controllarlo ed è importante capire questo concetto perchè così impareremo ad avere una sana fiducia nei confronti della vita e a valutare con più obiettività e serenità ciò che ci accade.

A rendere questo manuale davvero molto interessante e utile sono diversi fattori: anzitutto, si ravvisa, sin dalle prime pagine, un atteggiamento molto empatico da parte dell'Autrice, verso chi legge e che presumibilmente potrebbero essere donne che soffrono per la fine di un amore; mi è piaciuto il rivolgersi direttamente e con dolcezza alla singola donna lettrice, incoraggiandola a proseguire con fiducia nella lettura per trovare, tra le pagine del libro, degli stimoli competenti e opportuni per superare il periodo di crisi.
In secondo luogo, ad essere validi sono i tanti esercizi che è possibile svolgere seguendo le indicazioni dell'Autrice, e che possono risultare sicuramente di esortazione e da guida per prendere coscienza del proprio vissuto emozionale, di quelle cose che impediscono la "rinascita" e di quei punti di forza da valorizzare per ritrovare se stesse.
E' quindi un vero e proprio programma di coaching, scritto con un linguaggio assolutamente accessibile e chiaro pur restando professionale, un approccio sensibile, obiettivo, stimolante, rispettoso verso la sofferenza - che mai viene sminuita - ma che non lesina opportune e decise sollecitazioni per non fossilizzarsi in essa ma per trovare le giuste motivazioni - soprattutto dentro di sè - per ricostruire la propria vita, imparando dai periodi buii.

Credo sia davvero un testo adatto a quanti (donne in particolare) stanno soffrendo per amore perchè invita a riflettere su se stessi, sulla realtà attorno e su ciò che è davvero essenziale per essere felici e liberi.

2 commenti:

  1. Davvero molto interessante questo libro!
    Sicuramente tornerà utile a moltissime donne!
    Un abbraccio!

    Nuovo post sul mio blog!
    Ti aspetto da me se ti va!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente si, illuminante e poi molto scorrevole!

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...