martedì 20 settembre 2016

Sette film italiani, tra essi c'è il titolo che ci rappresenterà agli Oscar 2017



Ed ecco i sette film (distribuiti sul nostro territorio nazionale tra il 1° ottobre 2015 e il 30 settembre 2016) tra i quali verrà scelto il rappresentante italiano all’Oscar per il migliore film di lungometraggio in lingua non inglese.
A scegliere il candidato italiano ufficiale sarà una commissione dell’ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali) il 26 settembre.

Ho visto la maggior parte di essi e cercherò di recuperare quelli che ancora non ho guardato.

  • 'Fuocoammare' di Gianfranco Rosi (RECENSIONE).
  • 'Gli ultimi saranno ultimi' di Massimiliano Bruno (RECENSIONE)
  • 'Indivisibili' di Edoardo De Angelis


RECENSIONE
'Lo chiamavano Jeeg Robot' 
di Gabriele Mainetti

Un film davvero originale, fatto bene, che fa vivere allo spettatore molti momenti vivaci e concitati, intervallati ad altri più "teneri", e lascia incollati allo scherno fino alla fine.






RECENSIONE
'Perfetti sconosciuti' 
di Paolo Genovese

Un film allegro e vivace, con scene e dialoghi simpatici, con attori molto spontanei, i cui personaggi ci riservano tanti piccoli colpi di scena, fino a quello finale, il tutto col risultato di una commedia esilarante, divertente ma assolutamente non sciocca, anzi, col suo significato.




RECENSIONE

'Pericle il nero' 
di Stefano Mordini

Un uomo dall'anima nera, come nera è la linea che divide in due non solo la sua schiena ma soprattutto il suo modo di essere e la sua esistenza ambigue, amorali.
Un "peccatore dall'anima innocente" in cerca della propria identità.




RECENSIONE
'Suburra' 
di Stefano Sollima

Suburra ci dà un quadro realistico, crudo, drammatico, forte, senza peli sulla lingua e senza retorica, di quella parte di Roma ricca ma anche "sporca", dove regnano criminalità, ricatti, tradimenti...






E voi, avete visto qualcuno di questi film?
Ce n'è uno per quale "fate il tifo"
e che secondo voi meriterebbe
di rappresentarci agli Oscar?



Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...