lunedì 3 luglio 2017

Ricordando Franz Kafka - nato il 3 luglio 1883



Il 3 luglio 1883 nasceva a Praga Franz Kafka, uno degli scrittori degli inizi del Novecento più apprezzati.
Chi mi legge da qualche tempo sa che personalmente non amo alla follia l'autore ceco; ne riconosco la qualità e il genio, ci mancherebbe, ma le sue opere mi gettano in uno stato di irritazione e claustrofobia :(

Ma veniamo all'argomento del post: per ricordare Franz, oggi sbirceremo nella sua vita, alla ricerca di qualche piccola curiosità, alcune di certo più note, altre meno (forse ^_^).



  1. Franz Kafka era il primo di sei figli; le sue tre sorelle sono tutte perite nei campi di concentramento.
  2. La figura paterna è stata dominante per Kafka, influenzandone anche gli scritti, come testimonia "Lettera al padre". L'uomo era molto autoritario e il figlio dichiarò che in famiglia si sentì sempre un estraneo.
  3. Era vegetariano per motivi etici oltre che di salute; i suoi contemporanei lo descrivevano come una persona attenta che ha sempre mantenuto il proprio corpo in buona forma con esercizi regolari e frequenti passeggiate. Era appassionato anche di giardinaggio.
    diarioinca.com
  4. Kafka possedeva una barca ormeggiata presso il fiume Vltava.
  5. E' stato co-proprietario col cognato di una fabbrica di amianto, ma in effetti se ne occupò poco perchè questo impegno toglieva tempo prezioso alla scrittura.
  6. Aveva ben 31 anni quando si ritrovò a vivere da solo nel suo appartamento sito in Bílkova Street.
  7. Kafka ebbe tre fidanzate ufficiali che però non sposò mai:  la dattilografa Felice Bauer (1914, 1917), cui lo scrittore dedicò l'opera "La condanna" (scritto in una notte), Julie Wohryzek (1919), rappresentante di commercio morta ad Auschwitz, e l'ultima, Dora Diamant, che lo ha assistito negli ultimi tempi della sua malattia (tubercolosi), fino alla dolorosa morte (avvenuta per denutrizione in quanto, a causa di una laringite tubercolare, non riusciva a deglutire).
  8. Franz non fu sempre uno studente irreprensibile: in vista degli esami di maturità fu coinvolto da alcuni compagni in una "marachella" per corrompere il portiere di casa del suo professore di greco, così da introdursi furtivamente e rubare una copia del test dalla sua scrivania. Il gruppetto di studenti imbroglioni superò a pieni voti l'esame e ricevette pure un encomio.
  9. Si laureò in Legge alla Charles University nel 1906.
  10. Nel 1909 e nel 1913 ha trascorso qualche tempo a Riva del Garda nel Sanatorio Von Hartungen che era ben noto per il trattamento idroterapico di malattie nervose, cardiache e polmonari. 
  11. Alla fine del 1912 confidò all'amico Brod di aver sfiorato il suicidio.
  12. Era ossessionato dal sesso e dall'idea che il proprio corpo fosse repellente; temeva che gli altri lo trovassero disgustoso.
  13. Questa forse è una delle più note curiosità, che tra l'altro accomuna diversi scrittori: era desiderio dello scrittore praghese che dopo la sua morte i suoi scritti inediti fossero bruciati; l'amico Max Brod non ha tenuto conto di questa richiesta, fortunatamente.
  14. Il protagonista del racconto celeberrimo "La metamorfosi", Gregor Samsa, è stato - di traduzione in traduzione - reso ogni volta un animaletto diverso:  uno scarabeo stercorario, un coleottero, o semplicemente un parassita; in realtà, lo scrittore dichiarò che il suo Gregor somigliava più che altro a un maggiolino con le ali.
  15. Il piano dell'appartamento di Gregor Samsa era identico a quello di Kafka, nella sua struttura.
  16. C'è stato un momento della sua vita in cui aveva creduto di poter diventare ricco, insieme all'amico Max, scrivendo una guida per le persone che volessero viaggiare attraverso l'Europa spendendo poco.
  17. Aveva paura di topi.
  18. E' stato un seguace del "grande masticatore", Horace Fletcher, un nutrizionista che agli inizi del Novecento diffuse la cosiddetta “dieta Fletcherizing”, che prevedeva il masticare il cibo almeno 32 volte per ridurlo in poltiglia o in materiale liquido e favorire la scissione dei nutrienti. 
  19. Per lui scrivere era una forma di preghiera.
  20. L'autore francese Gustave Flaubert era uno dei suoi preferiti.
  21. Il poeta Wystan Hugh Auden ha chiamato Kafka il 'Dante del ventesimo secolo'.
  22. A lui son dedicati due monumenti strani a Praga: uno è di Jaroslav Róna e raffigura un uomo guida su una tuta vuota (QUI). La seconda scultura appartiene a David Černý e rappresenta la forma della testa di Kafka; essa è costituita da 42 strati di acciaio, del peso di 45 tonnellate in tutto (QUI).


Fonti per l'articolo:

2 commenti:

  1. Molto interessante questo articolo: mi piacciono molto le curiosità che riguardano le vite degli autori! Ammetto però di non aver letto nulla di suo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, sono una curiosona pure io :-D
      Anche di un autore che nn stra-amo ;-)

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...