giovedì 14 agosto 2014

Ricordando Robin Williams: i suoi film tratti dai libri (prima parte)



Nei giorni scorsi tutti noi abbiamo appreso, dai media, della morte suicida del bravissimo attore Robin Williams, la cui scomparsa ha spiazzato tutti, dai famigliari ai colleghi ai fans.
Volevo ricordarlo qui sul blog spulciando insieme a voi quei film, da lui interpretati, che sono stati tratti da romanzi.

Partiremo da quello meno recente.. e comincio con l'ammettere di non aver letto nè visto nessuno di essi.
Lasciatemi un messaggio per dirmi se avete letto il libro e/o visto il film e se avete gradito la versione cinematografica!

Bur
Trad. F.P.Paolini
516 pp
1999
IL MONDO SECONDO GARP
di John Irving

Sinossi

Caratterizzato da una vena di pazzia e di tristezza, il romanzo è una splendida rassegna di atteggiamenti verso il sesso, il matrimonio, la famiglia e il femminismo.Una donna "sessualmente sospetta", la madre di Garp, diviene bersaglio dell'odio antifemminista e sarà uccisa da un pazzo che odia le donne; Garp, a sua volta, diviene bersaglio delle femministe radicali e sarà vittima di una pazza che odia gli uomini. 
.
Un libro ironico e contemporaneamente drammatico che rivela le contraddizioni dell'America dinanzi ai problemi del femminismo e della liberazione sessuale.

Il mondo secondo Garp (The World According to Garp) è un film del 1982 diretto da George Roy Hill, con Robin Williams nei panni del protagonista e Glenn Close accanto a lui.

Non voglio consensi, voglio un pubblico!


Le avventure del barone di Münchausen
LE AVVENTURE DEL BARONE MUNCHAUSEN
di Rudolf Erich Raspe

Sinossi

Il Barone di Munchausen è uno degli archetipi letterari più popolari della storia. Fanfarone, millantatore, grande intrattenitore, le sue mirabolanti storie sembrano raccontate apposta per radunare intorno al fuoco compagnie di allegri sfaccendati.
Le sue avventure sono paradossalmente incredibili ma gran parte del divertimento sta, appunto, nel crederci.

Le avventure del barone di Münchausen (The Adventures of Baron Munchausen) è un film del 1988 diretto da Terry Gilliam. 
Il ruolo di Williams: il re della Luna.

Le madornali e iperboliche imprese del barone di Münchhausen furono illustrate da G. Doré nel 1862 e portate sullo schermo già nel 1911 (G. Méliès), 1913 (E. Cohl), 1914 (film muto italiano), 1943 (J. von Backy in un film Agfacolor, restaurato e disponibile in cassetta), 1962 ("Baron Prasil" del ceco K. Zeman). 
Con 40 milioni di dollari e collaboratori di prim'ordine (D. Ferretti scenografo, G. Pescucci costumista, G. Rotunno operatore), l'americano Gilliam ha rimanipolato la vecchia materia all'insegna del meraviglioso su grande scala, iniettandovi l'umorismo stravagante di Lewis Carroll e la buffoneria esorbitante dei Monty Python. Effetti speciali strabilianti.



RISVEGLI
di Oliver Sacks

Sinossi

Per dieci anni, fra il 1917 e il 1927, una grave epidemia di encefalite letargica (malattia del sonno) invase il mondo. Quasi cinque milioni di persone furono colpite dal male. Poi l’epidemia scomparve, improvvisamente e misteriosamente come era sopraggiunta.
Una minuscola frazione dei malati sopravvisse, in una sorta di perpetuo torpore, fino al 1969, quando un nuovo farmaco, la L-dopa, permise di risvegliarli. 
Oliver Sacks, fra il 1969 e il 1972, somministrò questo farmaco a più di duecento malati al Mount Carmel Hospital di New York. Risvegli racconta le storie di venti di loro. 
Ciascuna delle persone di cui Sacks qui racconta è un mondo a parte, ma tutte sono unite da una caratteristica: quella di aver passato la maggior parte della loro vita in una zona inesplorata e muta, vicino «al cuore oscuro dell’essere», e di essere stati sbalzati dalla «notte encefalitica» verso le «tribolazioni» e le meraviglie del risveglio. Sconvolgente è la varietà e la qualità delle esperienze che queste persone tentano disperatamente di comunicarci. 
E stupefacente è la capacità che qui Sacks dimostra nel capire e ricostruire il tessuto drammatico di tali esperienze.
,

Risvegli apparve nel 1973.

Risvegli (Awakenings) è un film drammatico del 1990 diretto da Penny Marshall, con Robert De Niro e Robin Williams; è stato nominato agli Oscar per miglior film, migliore sceneggiatura non originale e miglior attore (Robert De Niro).

"Ma che senso ha dare la vita per poi ritoglierla?"

Un padre a ore (Mrs. Doubtfire)UN PADRE A ORE
di Anne Fine

Sinossi

Un padre disoccupato e separato decide di travestirsi da donna per lavorare come governante nella sua ex casa e stare con i figli. 
Una esilarante commedia degli equivoci che tocca argomenti seri: la separazione, i ruoli sessuali, l'identità delle figure genitoriali. 
La figura del "mammo": Anne Fina ha anticipato un fenomeno sociale sempre più ampio, quello dei padri che vogliono farsi carico di compiti sino a poco tempo fa svolti esclusivamente dalle donne. 
Un romanzo dolceamaro, commovente e divertente al tempo stesso.

Locandina Mrs. Doubtfire (Mammo per sempre)
,
Mrs. Doubtfire - Mammo per sempre (Mrs. Doubtfire) è un film del 1993 diretto da Chris Columbus con Robin Williams, Sally Field e Pierce Brosnan.
Il film ha vinto l'Oscar al miglior trucco e due Golden Globe, per il miglior film commedia o musicale e il miglior attore in un film commedia o musicale a Robin Williams. 
Per la sua interpretazione Williams ha vinto anche l'MTV Movie Award alla miglior performance comica.


.
JUMANJI

di Chris Van Allsburg

Sinossi

"Jumanji" parla di un gioco da tavola da cui puoi uscire soltanto una volta finito il gioco. Cosa può succedere a due fratelli che, mentre i genitori sono a teatro, restano a casa da soli ad annoiarsi? Judy e Peter, stanchi dei soliti giochi, decidono di infrangere le regole e uscire di casa. Sotto un albero trovano una scatola su cui campeggia la scritta: "Jumanji. Avventure nella giungla". E un biglietto: "Gratuito. Svago per molti ma non per tutti. P.S.: leggere attentamente le istruzioni". Tornati a casa e aperta la scatola, i due fratelli leggono le istruzioni e scoprono che, una volta iniziato il gioco, non è possibile smettere fino al raggiungimento dell'obiettivo finale. Scettici, tra uno sbadiglio e l'altro, tirano i dadi. Ma dovranno presto ricredersi: quello che sembrava un banale gioco dell'oca inizia a farsi realtà sotto i loro occhi.

Dal libro è stato tratto nel 1995 un film omonimo con Robin Williams.



,
L'AGENTE SEGRETO
di Joseph Conrad

Sinossi

Nel 1894 l'osservatorio di Greenwich fu bersaglio di un fallito attentato anarchico. Da quell'episodio di cronaca Conrad trasse lo spunto per questo romanzo, che ha la forma di un giallo, ma si rivela soprattutto un fine esercizio di indagine psicologica e sociologica.
Sembra un uomo tranquillo, il signor Verloc, che da anni gestisce un negozio nella capitale britannica. Ma in realtà è l'agente segreto di un non meglio precisato stato dell'Europa dell'Est, incaricato di sorvegliare gli anarchici. Quando il suo ambasciatore gli chiede di organizzare un'azione violenta per alimentare nell'opinione pubblica sentimenti di ostilità verso i rivoluzionari, tutto quello che Verloc riesce a fare è uccidere per errore il cognato. 
È l'inizio di una catena di vendette che sfoceranno in assurdi delitti.

L'agente segreto (The Secret Agent) è un film del 1996 diretto e sceneggiato da Christopher Hampton.

Ruolo: il professore.

Per oggi ci fermiamo qui con quest'ultima pellicola in cui l'attore compare, nel ruolo di Osric, in...
locandina
HAMLET, un film del 1996 diretto da Kenneth Branagh, basato sull'omonima tragedia di William Shakespeare.

È stato presentato fuori concorso al Festival di Cannes 1997.

Sinossi

Elsinore, Danimarca. In un tempo imprecisato che sembra essere un oscuro XVI secolo, il principe Amleto scopre che il padre è stato ucciso dallo zio Claudio che, sposando la vedova Gertrude, ha ereditato il trono. Amleto decide quindi di fingersi pazzo per preparare la sua vendetta.

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...