martedì 24 marzo 2015

On my wishlist



Ogni tanto, qualche libro in wishlist, dalla lista, fa capolino nella mia libreria, virtuale o cartacea che sia.

.
Come sempre vi chiedo: conoscete questi libri, li avete letti? Cosa ne pensate, leggendo la trama?

LA CASA ROSSA
di Mark Haddon

Ed. Einaudi
trad. M. Pareschi
288 pp
19.50 euro
2012
«Con quanta umanità scrive il signor Haddon, con quanta comprensione».
Michiko Kakutani, «The New York Times»


«Dietro a ogni cosa c'è una casa. Dietro a ogni cosa c'è sempre una casa».
Nel verde della campagna inglese otto personaggi condividono per una settimana la stessa casa. Due famiglie - due coppie, i figli adolescenti e il piccolo Benjy - camminano, quasi si rincorrono, lungo i confini di un'intimità che i saldi muri di pietra dovrebbero proteggere e che il paesaggio morbido dovrebbe rendere piú dolce.
Tutti insieme, e però chiusi nella solitudine dei propri pensieri: ognuno ha un segreto, un desiderio o un rimpianto che tiene nascosto agli altri, e talvolta anche a se stesso. Finché un gesto amoroso o disperato, aggressivo o casuale, lo svela nella sua abbagliante evidenza.





Trama

Due fratelli divisi da anni di distanza e silenzi si ritrovano a condividere con le rispettive famiglie una settimana di vacanza in un vecchio cottage della campagna inglese, al confine con il Galles. 
Dopo la morte della madre, Richard, medico di riconosciuto acume scientifico di Edimburgo, invita la sorella Angela, suo marito Dominic e i figli Alex, Daisy e Benjy a godere di quella che spera diventi una salutare occasione di riposo e riappacificazione. 
na parentesi in cui il desiderio di armonia estiva e domestica possa finalmente diventare realtà. 
Richard è in compagnia della sua nuova moglie Louisa e della figliastra Melissa, due donne che Angela fa fatica ad associare al fratello forse proprio perché del fratello lei non sa piú nulla, non conosce alcuna intima inflessione emotiva, non distingue quel bambino che, durante i primissimi anni di vita, ha contribuito a fortificare la sua solitudine. 
Al contrario, Angela è immersa in un'altra visione, quella di se stessa madre di una bambina nata morta diciotto anni prima e ora madre di tre ragazzini con cui sorride troppo poco spesso. 
Tra loro c'è Benjy, la voce della sensibilità e della fantasia che sospinge i membri di entrambe le famiglie a specchiarsi in tutto quello che loro sembrano aver compromesso: la pietà nell'uccidere un animale, la libertà nell'immaginarsi esseri umani ma anche eroi, la meraviglia di pensare alla propria casa come a un castello. Pietà, libertà e meraviglia sono gli stessi sentimenti che, piegati alle contraddizioni dell'adolescenza e ai suoi impeti di ricerca e autoaffermazione, coinvolgono anche i tre ragazzi piú grandi, Alex, Daisy e Melissa, in un'altalena di scoperte, conferme e piccole violenze che riempiono la casa di pianti, risa strozzate, gemiti non previsti, paure.

L'Autore.
Mark Haddon è nato nel 1963. Vive a Oxford. Ha scritto e illustrato libri per ragazzi. Ha lavorato per la televisione e per la radio. Presso Einaudi sono usciti i romanzi Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte (2003),Una cosa da nulla (2006), Boom! (2009 e 2011) e La casa rossa (2012), nonché la raccolta di poesie Il cavallo parlante e la ragazza triste e il villaggio sotto il mare (2005)
.

IL LIBRAIO DI SELINUNTE
di Roberto Vecchioni

Ed. Einaudi
72 pp
8 euro
2014

Un libraio che non vende libri ma li legge ad alta voce. 
E li legge a un ragazzo, l'unico che abbia orecchie per lui. Saffo, Pessoa, Tolstoj, Rimbaud...

Trama

Vi svegliate un giorno e non avete piú parole per dire «giorno». Scendete in strada e non avete piú parole per dire «strada». 
Poi scoprite che la città è piena di smemorati come voi, che vagano sperduti in una nebbia di cose senza nome, incapaci di parlare e ricordare, incapaci di pensare. 
Perché tutti, quel giorno, avete perso le parole, le avete perse per sempre, ed è colpa vostra. 
Soltanto un ragazzo, «Frullo», è salvo dall'incantesimo e può raccontare i fatti incredibili che hanno portato a tutto questo. 
Soltanto lui, perché ha conosciuto il libraio. 
Un uomo misterioso, giunto in città con i suoi bauli pieni di libri e tanta voglia di raccontarli, piú che di venderli. 
Accolto male dalla comunità perché diverso, straniero, e quindi estraneo, il libraio riesce a stabilire un magico legame solo con Frullo, che, nascosto dietro due pile di libri, lo ascolta leggere ogni sera i passi piú belli dei grandi poeti e romanzieri di tutti i tempi. 
E quelle parole, per Frullo come per ogni lettore, spalancano di colpo un universo di emozioni e di storie che hanno un'eco lunga, come una favola infinita.

L'autore.
Roberto Vecchioni è uno dei padri storici della canzone d'autore in Italia.
Per Einaudi ha pubblicato Viaggi del tempo immobile (1996), Le parole non le portano le cicogne (2000), Parole e canzoni (2002), Il libraio di Selinunte (2004 e, con una nuova prefazione in forma di racconto, 2007), Diario di un gatto con gli stivali (2006), Scacco a Dio (2009 e 2011) e Il mercante di luce (2014).
Per Frassinelli è uscito il libro di poesie Di sogni e d'amore (2007).
Professore di greco e latino per tanti anni, è attualmente docente di Forme di poesia in musica presso l'Università di Pavia. Nel 2011 ha vinto il Festival di Sanremo con la canzone «Chiamami ancora amore».

2 commenti:

  1. Non ho potuto esimermi dal leggere il libro di Vecchioni, uno dei miei cantautori preferiti e poi è sempre un grande piacere apprezzarlo!
    Un abbraccio serale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarà una delle mie prossime letture!!
      un abbraccio!

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...