martedì 18 aprile 2017

On my wishlist: PICCOLE GRANDI COSE di Jodi Picoult // ORA CHE E' NOVEMBRE di Josephine Johnson



Libri che stuzzicano la mia curiosità.

Che ne pensate?

Il primo è della bravissima Picoult, che riesce sempre a creare storie intense e drammatiche; l'altro mi attira perchè, quando fu pubblicato - nel 1934 - sul momento l'autrice, Josephine Johnson (1910 - 1990) fu paragonata a Emily Dickinson e ad Emily Brontë e il romanzo l'anno successivo ottenne il prestigioso Premio Pulitzer.

PICCOLE GRANDI COSE
di Jodi Picoult



Aprile 2016
Ruth Jefferson fa l'infermiera ostetrica al Mercy-West Haven Hospital da tantissimi anni fa.
Durante il proprio turno, mentre sta effettuando il check-up di un neonato, viene improvvisamente allontanata: i genitori di Davis sono bianchi suprematisti e non vogliono che Ruth, afroamericana, tocchi il bambino. L’ospedale asseconda la coppia e impedisce a Ruth di avvicinarsi a Davis, ma il giorno successivo il piccolo ha delle complicanze cardiache proprio mentre Ruth è l’unica ostetrica in servizio; questa, a causa del divieto di toccare il bambino, esita prima di effettuare il massaggio cardiaco e purtroppo il bimbo muore.
Ruth finisce per essere accusata di omicidio colposo.
Kennedy McQuarrie, avvocatessa bianca, sceglie di impostare una linea difensiva che escluda a priori l’ipotesi di razzismo nei confronti dell’infermiera. Sarà la scelta giusta?
Ruth e l’avvocatessa faticano a trovare un modo di intendersi, ma la vicenda giudiziaria si rivelerà infine utile a entrambe per capire molto di più di se stesse e soprattutto per guardare il mondo da una nuova prospettiva.



ORA CHE E' NOVEMBRE
di Josephine Johnson


trad. B. Masini
Siamo negli Stati Uniti della Depressione. 
Marget, Merle e Kerrin lasciano la città con padre e madre per tornare alla terra: una famiglia piccolo borghese che si fa contadina per necessità. 
La natura è durissima, la siccità incombente. 
Mentre Marget e Merle riescono nonostante tutto ad amare la vita, Kerrin rivela subito la sua personalità sfuggente e ispida. 
Lascia la casa paterna per studiare da maestra, e quando torna trova un altro uomo: Grant, assoldato dal padre per dargli una mano nei campi. 
La sua presenza incrinerà i legami tra le sorelle, tutte innamorate di lui, spingendo la vicenda verso una molteplice tragedia. 
Dieci anni di vita, una storia di intensità travolgente narrata da Marget ventenne.



2 commenti:

  1. Ciao Angela, non conosco i romanzi ma le trame mi incuriosiscono, soprattutto la prima :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, anche a me, spero di leggerlo presto!!

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...