martedì 30 giugno 2015

Segnalazione e recensione: MISTERI DI UNA NOTTE D'ESTATE di Giulia Mastrantoni



Lettori, questa mattina voglio segnalarvi una raccolta di racconti, che dal 22 maggio è in libreria: “Misteri di una notte d’estate, l’antologia firmata Giulia Mastrantoni.
La giovane Autrice, ventiduenne di Frosinone, aveva vinto quindici giorni prima il primo premio per la sezione Narrativa Giovani al concorso internazionale Napoli Cultural Classic. Oltre ad avere all’attivo una moltitudine di collaborazioni con riviste, una laurea in Lingue e diversi viaggi di studio e non, Giulia ha una gran voglia di fare.

MISTERI DI UNA NOTTE D'ESTATE
di Giulia Mastrantoni

Montag Edizioni
55 pp
12 euro
Maggio 2015
Sinossi

“Misteri di una notte d’estate” è un susseguirsi di storie, tutte diverse, a tratti ironiche, tutte immerse in un mondo di assurdità e contraddizioni in cui gli stereotipi vengono scardinati e i segreti rivelati. 
C’è una vecchia solitaria che si imbatte in un gallo magico e inizia a rivivere la sua gioventù, uno Spiderman che va a ballare quando la moglie è in vacanza, un cane che non capisce gli uomini e che rivoluziona un tranquillo pomeriggio d’autunno. 
E poi c’è Elise, la giovane che non ne può più di essere un giocattolo sessuale e che è pronta a tutto pur di liberarsi di chi l’ha usata. Silvia e il suo alter ego sono le due adolescenti che affrontano la vita, chi coraggiosamente e chi rintanandosi nel proprio guscio. 
Un gruppo di personaggi, alcuni fiabeschi e altri incredibilmente reali, scenari che vanno dal non sense al thriller; le tinte si susseguono assecondate dalle sfumature della prosa e i personaggi prendono vita accompagnando il lettore nella propria storia.

La raccolta, edita da Edizioni Montag in versione cartacea, è disponibile in libreria, oltre che su una moltitudine di stores online, tra cui Mondadori, Amazon, Ibs, Libreria Universitaria, San Paolo, Libreria Fernandez, MaurOnline…

autrice
L'autrice.
Giulia Mastrantoni nasce a Frosinone nel 1993, studia Lingue a Udine e si appassiona al cinema.
Da tre anni collabora all’inserto Scuola del Messaggero Veneto, scrive per il mash up online SugarPulp e per la rivista dell’Università di Trieste Sconfinare. I suoi racconti “Scott è un cane blu” , “Il primo sparo” e “Preconcetti Universali” sono stati pubblicati su SugarPulp, “Halloween con le lasagne” è parte dell’antologia “Halloween all’italiana 2014”, mentre “Una tesi sulla Terra” e “Un gelato a Milano” fanno parte dell’eBook del concorso artistico-letterario di Ufo sulla rete.
Giulia ha vinto il primo premio per la sezione Narrativa Giovani al concorso internazionale Napoli Cultural Classic con il suo racconto “I Denti di dracula” nel Maggio 2015.
Dopo trascorso un periodo in Inghilterra, sta per iniziare un periodo di studi in Canada, ma, dovunque sia, scrive. Questa è la sua prima antologia. A gennaio 2016 vedrà la luce il suo primo romanzo in eBook per la Panesi Edizioni.




I racconti che compongono questa raccolta sono cinque:

- Mistero di una notte d’estate
- Il gallo della mezzanotte
- Il corpo di Silvia e Beatrice non ama
- Assalto al castello
- Elise

Tre di essi (Mistero di una notte d’estate, Il gallo della mezzanotte,  Assalto al castello) sono spiritosi e divertenti, gli altri due sono seri, hanno risvolti drammatici e, se vogliamo, crudi.

Nel primo racconto (Mistero di una notte d’estate) conosciamo una ragazza che sta cercando di riposare nonostante i dolori all'osso sacro; comprensibilmente di cattivo umore e poco compresa dai familiari, si lascia distrarre da rumori sospetti nella notte, mettendosi alla ricerca di eventuali criminali, per poi fare conoscenza con un ragazzo gentile e simpatico, e con un signore davvero strambo...
Come stramba e buffa è la signora Pranley (Il gallo della mezzanotte), che ha ormai la sua età e colma la propria "singletudine" con abbondanti dosi di cioccolata.
Fino al giorno in cui qualcuno non insiste per venderle un gallo speciale, che dovrebbe portar fortuna alla simpatica signora; ed infatti... tra un chicchirichì e l'altro, a mezzanotte qualcuno suona il campanello della donna...
Riuscirà a trovare l'uomo perfetto, vecchina com'è? Dopotutto
L’amore non ha età e c’è sempre speranza per tutti. Chi ha smesso di sperare si ricordi di questa storia (e compri un gallo?) e pensi che un giorno la felicità farà dlin dlon.
E poi c'è il generoso cane Buck (Assalto al castello), la cui "trovata geniale" per la torta di compleanno del piccolo Josh, sarà per il festeggiato la spinta giusta per capire cosa vuole fare da grande, perchè
In un mondo che va come va, il segreto della vita è trasformare in positivo ciò che sembra negativo, mai buttarsi giù, mai arrendersi.

 Tra botte e risposte veloci e ironici, personaggi divertenti e bizzarri, con una vena umoristica arguta e intelligente, l'Autrice ci regala piccole storie che, anche se paiono delle "barzellette" spassose che fanno ridere, hanno invece la loro morale, il loro significato, il loro messaggio ottimista, proprio di chi guarda e affronta la vita con un sorriso e una buona dose di speranza.

Speranza e sorriso che farebbero bene anche alle protagoniste degli altri due racconti, più seri, come dicevo.
In  Il corpo di Silvia e Beatrice non ama, conosciamo una ragazza allegra, spensierata - Beatrice -, che si sente fortunata per ciò che è ed ha,  e vuol vivere la propria vita in modo sereno, amandosi ed amando; ma Beatrice è l'alter ego di Silvia, che è l'esatto opposto: infelice, triste, si sente sola e vive sotto il peso di una disabilità particolare: quella di non saper amare.
Forse Silvia ha bisogno di imparare ad amarsi e a sopravvivere alle proprie paure, alle insicurezze, con quella forza e quella capacità di ricominciare che solo la donna sa trovare in se stessa...?

Anche Elise ha un disagio interiore e cerca di vincerlo usando e lasciando usare ad altri il proprio corpo: il sesso è una sorta di valvola di sfogo, un modo per sentirsi viva, e questo negli anni l'ha resa fredda, cinica..., anche se dentro di lei, quando sogna ed è sola, il desiderio di avere un amore vero, profondo, che la faccia sentire al sicuro, si fa spazio, lasciandole però la consapevolezza che per lei non c'è un destino felice.
E allora cosa le resta, se non fare del sesso un'arma per dominare e ribellarsi a quegli uomini che, con superficialità e indolenza, si illudono di poterla usare come un giocattolo?

A differenza dei primi tre racconti, la cui atmosfera è serena, quasi fiabesca, negli altri due ci sono tinte "scure", come oscuro è il malessere vissuto dalle protagoniste, per arrivare - con Elise - a sfumature quasi noir, crude.

Il tratto che contraddistingue questa raccolta è l'originalità, il saper cogliere e donare al lettore, attraverso decise pennellate, personaggi definiti -  che siano un po' bizzarri o fin troppo realistici - e storie brevi eppure efficaci, che in un modo o nell'altro lasciano un sorriso o una riflessione.

Consigliato!

2 commenti:

  1. Carissima Angela,

    grazie per le sue stupende parole. Sono felice che la raccolta le sia piaciuta!

    Un caro saluto,

    Giulia Mastrantoni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a lei, Giulia! un saluto! ;)

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...