martedì 5 aprile 2016

Recensione film: UNA FOLLE PASSIONE di Susanne Bier



Film visto nel weekend: comincia come qualcosa di sentimentale e romantico per colorarsi via via di tinte cupe e drammatiche.

UNA FOLLE PASSIONE


2014
Regia: Susanne bier
Cast: Jennifer Lawrence, Bradley Cooper,Rhys Ifans, Toby Jones, Sean Harris, David Dencik, Kim Bodnia, Blake Ritson, Sam Reid,Ned Dennehy, Ana Ularu

Una folle passione è tratto dall’omonimo romanzo scritto da Ron Rash ed edito in Italia da Salani.

Racconta di un amore forte e passionale, che alcuni eventi drammatici rischiano di trasformare in ossessione.

Siamo alla fine degli degli Anni Venti sullo sfondo delle montagne del North Carolina; protagonisti  George Pemberton (B. Cooper) e sua moglie Serena (J. Lawrence).
Il loro amore è nato da un semplice sguardo: una passione incontenibile tra quest'uomo affascinante e una donna bellissima, dalla pelle bianca come porcellana e un velo di malinconia in fondo agli occhi.

Serena Shaw - figlia di un ricco imprenditore di legname - ha nel suo passato un evento tragico: quando aveva 12 anni un incendio le ha portato via genitori e fratellini; da allora è devastata da un grande senso di colpa e dalla convinzione che non amerà mai più nessuno.

Ma il bel George le fa capire che non è così e che c'è posto per l'amore nella sua vita.

Infatti, il matrimonio inizia e procede benissimo, e così anche il lavoro, visto che iniziano a lavorare insieme per quello che diventerà presto un impero del legname; certo, gli affari vengono condotti non sempre lecitamente, ma finché nessuno li scopre e parla, le cose possono procedere; e se qualcuno osa dar loro fastidio..., e beh, c'è Serena pronta a consigliare il marito su come risolvere il problema...

Serena quindi si dimostra subito forte, passionale e senza paura: controlla i taglialegna, dà la caccia a serpenti a sonagli e salva addirittura la vita di un uomo in mezzo alla natura selvaggia.
Uniti non solo dall'amore ma anche dal potere e dall’ascendente che esercitano sugli altri, i Pemberton non permettono a nessuno di ostacolare il loro amore folle e le loro ambizioni.

,
A dar loro ulteriore prospettiva di felicità si aggiunge la notizia dell'arrivo di un figlio; ad essere particolarmente euforica è Serena, consapevole di come un figlio loro potrebbe aiutare il marito a non pensare al figlio illegittimo che ha avuto nel corso di una precedente e breve relazione con Rachel (un'ex-dipendente di George), che però tornerà a farsi viva con il piccolo Jacob per chiedere di essere ripresa a lavoro.

Ma i problemi in casa Pemberton non tardano ad arrivare, tanto sul lavoro - qualcuno scopre i libri mastri, che rivelano gli affari illeciti di George e che, se fatti uscire allo scoperto, gli causerebbero non pochi guai - quanto nella vita di coppia, a motivo di un inaspettato e brutto incidente che getterà una cupa e pesante coltre di infelicità su e tra Serena e George.

Il dolore avvicinerà Serena e George, portandoli a rifugiarsi l'uno nell'altra, o piuttosto contribuirà ad alzare un muro di tristezza, frustrazione, rimpianti... che inevitabilmente rovinerà il loro rapporto?

Purtroppo, tra i due, chi non riesce ad andare avanti è Serena, che per paura di perdere l'amato marito, arriverà a fare cose tremende e folli.

Cosa si arriva a fare per amore?

Un film che narra una storia d'amore, un amore forte e pieno di passione tra due persone che hanno ognuna i propri segreti, e che si ritroverà a vivere un dramma di coppia doloroso; da quello che sembra quindi inizialmente una storia sentimentale si passa a momenti dalle tinte thriller a causa della follia di lei; ed infatti, i momenti iniziali del film partono un po' in sordina ma via via si fa sempre più interessante fino a giungere a un epilogo decisamente tragico.

Cooper e la Lawrence insieme sono molto belli da vedere e ormai siamo quasi alla "coppia fissa cinematografica"; soprattutto lei mi è piaciuta perchè tanto espressiva, con quello sguardo malinconico e determinato allo stesso tempo, quell'aria solo apparentemente algida ma che nasconde un fiume di emozioni contrastanti, che rivelano tutta la complessità psicologica del personaggio.

Nel complesso un bel film, forse non proprio adatto a chi vuol vedere trionfare amore e speranza ad ogni costo (tipo me ^_^ ).



Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...