mercoledì 5 dicembre 2012

Recensione: "Lover unbound - Un amore indissolubile" di J.R. Ward



Ed eccomi a recensire il 5° vol. della Confraternita del Pugnale Nero, con al centro la focosa storia d'amore tra Vishous e Jane!!

LOVER UNBOUND. UN AMORE INDISSOLUBILE
di J.R. Ward


Lover Unbound. Un amore indissolubile

Ed. Mondolibri
448 pp
14,10 euro
2010

Avevamo lasciato il nostro Butch tra le braccia della candida e dolce Marissa, mentre il nostro "veggente" Vishous si "danna" l'anima vinto da sentimenti e pulsioni contrastanti verso il suo migliore amico, ormai felicemente impegnato.
Vishous è un personaggio complesso (del resto, trovatemi un fratello che non lo sia...), anche lui dal passato difficile, anzi, dalle origini difficili ed oscure, che mai gli avrei attribuito.
Non svelo nulla su certi dettagli, tranquilli ^_^

Anche  il nostro fratello dalla scorza dura - come già il bellissimo Rhage - si innamora di un'umana, anche se questo "problema" troverà una soluzione diversa da quella trovata per Mary dalla Vergine Scriba.
Jane è una dottoressa molto brava e scrupolosa che si ritroverà a dover operare d'urgenza V, ferito in un "agguato".
Quale meraviglia nel vedere che il cuore di quest'uomo bello, aitante e gigantesco, ha ben sei cavità invece di quattro!
A Jane non par vero che esistano cuori umani di questo genere e certo lo sottoporrebbe ad esami e sperimentazioni, se non fosse che il senso di possesso del bel V verso colei che gli ha salvato la vita, si fa sentire immediatamente e lo induce a rapirla!!
E così, smarrita ma senza perdere il lato temerario del proprio carattere, la bella biondina dai capelli corti imparerà a conoscere meglio il suo paziente e, nonostante i due cercheranno di non legarsi troppo l'uno all'altro, visto che la dottoressa a un certo punto dovrà pur tornare alla sua vita e al suo lavoro, la brama di unirsi - corpo e anima - sarà più forte di ogni presunta razionalità!!
Recensioni Black Dagger Brotherhood
BDB
Dopotutto, quando ci vuol bene e si desidera costruire un rapporto, niente può davvero costituire un ostacolo...
O quasi niente....!
Può V stare con Jane pur lasciandola vivere nel "mondo degli umani"?
Impresa titanica visti gli orari di entrambi, ma il problema principale non è neanche tanto quello, quanto qualcosa legato alla vita stessa di Vishous.
Anzitutto, il suo passato tormentato e doloroso, fatto di abusi, violenze psico-fisiche, che lo hanno portato a maturare una personalità "distorta", dal punto di vista sessuale quanto meno.
Eh sì, perchè il nostro guerriero ha seri problemi ad instaurare legami "normali" con le donne, che lui tratta puntualmente e con molta freddezza quali "semplici oggetti di piacere" (chiaramente, sono loro ad accettare questa condizione, essendo prima "avvisate"), negando a se stesso ogni forma di amore e legame "spirituale".
Le vicende subite hanno evidentemente creato (o comunque contribuito) in lui anche un lato bisex, il che spiega la forte attrazione per  Butch e i sentimenti "ambigui" che sente per lui.
Eppure, quando sopraggiunge Jane, anche un uomo particolare come Vshous riesce a trovare nell'amore vero e stabile la propria ragione di vita...!
Ma allora cosa può fermare questo amore?

I guai non mancano mai ed ecco che sbucano altre problematiche: i guerrieri, i vampiri "superiori", di nobile origine e dal sangue puro, stanno diminuendo ed urge procreare per mandare avanti la specie.

V
Chi viene scelto per questo nobile compito? 
Ma lui, Vishous, cui viene ordinato di unirsi alle Elette per mettere al mondo tanti piccoli vampiretti perfetti (c'è una ragione per questa scelta).

Riusciranno i due innamorati a superare anche questo ostacolo?

La situazione non è facile da sbrogliare ma la confraternita è una famiglia..., ricordiamolo sempre, e i guerrieri - pur essendo legati tra loro in modo diverso - si vogliono bene e sono pronti anche a sacrificarsi per il bene di un fratello in difficoltà!

Certo, ahimè, le cose non vanno proprio come Vishous si era immaginato, ma proprio quando è sull'orlo della disperazione più nera e sembra che il destino si stia accanendo contro di lui e il suo amore, l'unico essere capace di risolvere determinate insidie in bilico tra la vita e la morte... si offre volontariamente per dare una mano.

In questo romanzo, finalmente, John Matthew diventa un vampiro a tutti gli effetti, superando la transizione e iniziando a sentire i bollenti spiriti per l'addetta alla sicurezza dello Zerosum (che, detto tra noi, proprio non sopporto.... Fà troppo la "tosta" per i miei gusti).
Zsadist sta decisamente migliorando e non sembra più il tipo incavolato con il mondo e con la vita che abbiamo conosciuto in passato!
Mi piace, tra le altre cose, la sua discrezione e il suo prezioso aiuto nei confronti di John, sempre un po' confuso, timido ed imbranato!
Emerge inoltre la generosità e la natura di gentleman del gemello Phury, che avrà la sua parte fondamentale in questo libro.

E' un capitolo che mi è piaciuto perchè abbastanza articolato, sempre con le sue scene piccanti, alternate a quelle di tenerezza, i flashback che spiegano il presente raccontandoci il passato dei protagonisti, che in questo modo conosciamo meglio a livello psicologico.

Ammetto che il finale mi ha lasciato un retrogusto amarognolo, ma non mi resta che proseguire nella lettura della saga.

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...