martedì 30 luglio 2019

Recensione: VENTUNO di E.S. Carter


Anche se la vita gioca a far incontrare "per caso" e ripetutamente Emma Campbell e Jake Fox, allo stesso tempo sembra divertirsi nel mettere continui intralci sul loro cammino, separandoli.
Ciò che il destino non ha ancora capito è che le corde che legano i due innamorati è più forte di qualsiasi infausta circostanza o difficoltà.



VENTUNO
di E.S. Carter



QUIXOTE EDIZIONI
trad. A. Esposito
Serie: Love by Numbers #2
291 pp
€3,99
Emma Campbell e Jake Fox si sono incontrati per caso e si sono sentiti immediatamente attratti l’uno dall’altra; ma un evento inaspettato e drammatico li aveva allontanati, lasciandoli a macerare in tutta una serie di pensieri negativi e di rimpianti. Finché il destino non li mette nuovamente di fronte ed essi capiscono che ciò che li unisce va ben al di là dell’attrazione fisica: è un legame che parte da dentro, dal cuore, e che li ha fatti sentire uniti sin dal primo momento, come due metà solitarie che, finalmente, si sono ritrovate e non hanno alcuna intenzione di perdersi perché perdere l’altro significherebbe perdere anche un po’ se stessi.

Lui intanto, bellissimo e corteggiatissimo, è diventato un astro nascente del cinema - rivestendo il ruolo del protagonista in una nota serie tv -,  mentre lei si sta riorganizzando l’esistenza dopo la brutta esperienza subita a causa di una feroce aggressione.
Emma adesso è una ragazza serena, sulle soglie dei ventuno anni, ha un lavoro che le piace ad Ibiza, in uno dei lussuosi locali di Nate Fox, fratello di Jake e fidanzato di Liv, la migliore amica di Emma; pensa sempre a quel ragazzo dagli occhi di un blu intenso che le ha rubato il cuore ma sa che un tipo così, all’apice del successo e pieno di bellissime donne che gli gironzolano intorno, non potrebbe mai perdere tempo con una ragazza acqua e sapone, e per di più con esperienze complicate alle spalle, com’è lei.

E invece, è proprio ciò che accade: quando i loro occhi si incrociano nuovamente, Em e Jake sanno che nulla più potrà dividerli perché entrambi, separati l’una dall’altro, sono incompleti, vuoti e infelici.
Organizzano quindi di trascorrere una giornata da soli, in una baia romantica e solitaria, per parlare e conoscersi meglio; tra coccole e sguardi d’intesa, i due sentono che finalmente anche per loro si sta affacciando la possibilità di un futuro insieme.

Ma ancora una volta il destino capriccioso ci mette lo zampino e alla fine del precedente libro (DICIANNOVE) li lasciamo in una situazione davvero angosciosa.

ATTENZIONE: la successiva sequenza, a mio avviso, non costituisce spoiler in quanto riguarda essenzialmente la fine del libro precedente (che in teoria uno dovrebbe aver letto prima di arrivare a questo); ma eventualmente ci siano lettori che si accostino alla serie per la prima volta, per evitare di rivelare troppo, la racchiudo tra gli asterischi così chi vuole, può saltarla. 

****Jake ed Emma si ritrovano bloccati sulla baia (raggiungibile soltanto via mare), l’imbarcazione che li ha portati qualche ora prima, e che già da un po’ sarebbe dovuta essere di ritorno, tarda ad arrivare, la sera si avvicina e loro due sono terrorizzati all’idea di dover stare lì senza aver modo di tornare a casa. Che fare? Impetuoso e pieno di energie, Jake ha un’idea: e se cercasse di raggiungere a nuoto la costa e chiedere aiuto per tornare a prendere Emma? Nonostante le insistenze di lei a non provare l’ardua e incosciente impresa, lui va, anche perché sa di avere importanti impegni lavorativi a breve cui non può rinunciare.
Purtroppo accade un altro incidente: Jake scompare tra le acque del mare scuro e di lui si perdono le tracce per giorni e giorni ****

Fortunatamente le cose si risolvono e ai due ragazzi vien concessa un’altra chance per stare insieme.

Riusciranno a vivere il loro amore liberamente, con tutta la passione che arde dentro i loro cuori (e i loro corpi) e a rifugiarsi l’uno nelle braccia dell’altra?

Jake è un attore in ascesa, con mille impegni e con una popolarità che inevitabilmente ha due facce, tra cui quella negativa dell’essere sempre sotto i riflettori, assediato da giornalisti e paparazzi e con l’incubo che qualche “vecchia fiamma” si inventi bugie per ricattarlo o per far soldi vendendo pseudo interviste choc.
Come se non bastasse, ad approfittare della notorietà di Jake - e di quella, indiretta, di Emma, che ormai è ufficialmente la sua ragazza - si aggiunge una persona insospettabile, le cui indebite intromissioni saranno motivo di sofferenza per Emma, che dovrà fare i conti con vecchie ferite mai definitivamente rimarginate.

Non solo, ma la vita spesso ci mette davanti a prove davvero difficili ed una persona vicina alla coppia si ritrova a combattere con una terribile malattia, gettando tutti nel dolore e nella preoccupazione.

Anche in Ventuno Emma e Jake, quindi, non se la passano sempre bene ma tra queste pagine finalmente riescono comunque a vivere il loro amore pienamente e senza inibizioni.

La narrazione passa sempre, di capitolo in capitolo, da Jake ad Emma, per cui abbiamo modo di conoscere i loro pensieri, le insicurezze e le speranze, i timori di non essere all’altezza di questo amore e della persona che ormai si è impossessata del loro cuore. È una tecnica narrativa che a me personalmente non infastidisce, anche se a volte può rischiare di essere ripetitiva quando la narrazione, passando da una “voce” all’altra, invece di proseguire direttamente per andare avanti col racconto, riprende un po’ troppo ciò che è stato già detto.

Le scene bollenti ci sono e i due protagonisti danno decisamente il meglio di loro stessi; il linguaggio, consono all’universo giovanile, pieno di passione, voglia di vivere e divertirsi cui appartengono i personaggi, è “frizzante”, goliardico, spesso colorito, ironico e scherzoso.

È un new adult con una storia d’amore sensuale e romantica insieme, cui attorno gravitano circostanze ed eventi inaspettati non sempre lieti, ma che si affrontano insieme; l’amicizia è un valore importantissimo, così pure la famiglia.

Una lettura senza dubbio adatta a chi desidera lasciarsi travolgere da amori  appassionati e tanto forti da superare le piccole tempeste della vita.


2 commenti:

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...