lunedì 28 ottobre 2013

Recensione IL SOGNO DELL'INCUBO di Marta Palazzesi



Eccomi con una recensione...!
Non ho moltissimo tempo ma spero non solo di scrivere la mia sull'ultimo romanzo terminato, ma anche di fare qualche post...!!!
Ce la farò???????????
Intanto inizio ^_^

IL SOGNO DELL'INCUBO
di Marta Palazzesi

Ed. Giunti Y
Pagine: 496
Prezzo: € 12,00
ISBN 9788809776883
Disponibile anche in ebook
Uscita: 9 ottobre 2013

Trama

Come vivere sapendo che nell’attimo in cui la persona
che ami morirà, proverai il suo dolore?
Questa è una delle tante domande che Thea Anderson, giovane cacciatrice di demoni Azura dal carattere focoso, non riesce a smettere di porsi.
E gli incubi che tormentano le sue notti, da dove vengono?
Chi li insinua nella sua mente?
E perché molte persone a lei care si comportano in modo inspiegabile nell’ultimo periodo? Per trovare le sue risposte, Thea sarà costretta a varcare i confini del Palazzo e ad addentrarsi in un intricato groviglio di verità.
In un rocambolesco viaggio insieme a chi credeva ormai perduto, scoprirà un antico segreto, lotterà contro creature leggendarie e danzerà ancora con la Morte.
Ma sarà il suo cuore il nemico più crudele.
Potrà l’amore essere più forte dell’orrore?

Nel suggestivo scenario delle campagne rumene,
tra folklore, antiche credenze e incontri inaspettati, la caccia continua. Capita di non ricordare un sogno, ma un Incubo non si dimentica mai.




Premetto che ci sarà qualche spoiler e sarà inevitabile perchè si tratta del secondo libro della serie Casa dei Demoni (trovate la recensione del prequel "Il marchio di Damian" e del primo libro "Il bacio della morte" qui sul blog, cliccando sui titoli).

Avevamo lasciato Thea e Damian in una situazione difficile: il Palazzo dei demoni in cui vivono è stato attaccato dai feroci e perversi Azura, con sommo rischio corso da Serena e non solo, ma tutto sembrava essere andato per il meglio, senza troppe drammatiche conseguenze, se non una "grossa" per la nostra Thea: la separazione tra lei e Damian, tornato "indietro", nell'oscuro e pericoloso Mondo Sotterraneo, da cui - una volta entrato - difficilmente esci.
Tranne se ti chiami Damian, vero?

Nel prequel, abbiamo imparato a conoscere meglio questo Succubo molto potente quanto impenetrabile: abbiamo vissuto insieme a lui la sua lunga permanenza lì tra i terribili Azura e abbiamo conosciuto anche i genitori di lui, che a un certo punto Damian ha dovuto lasciare per cercare di dimostrarsi diverso dalle viscide creature che lo circondavano...

Ma il secondo libro si apre con il dato di fatto che Damian è ritornato nel Mondo Sotterraneo: perchè? con quali scopi? e soprattutto...: ritornerà?

Sono le domande che tormentano Thea, che ha capito di essere innamorata del bel mezzo demone manipolatore di sogni...
Thea sembra continuare la sua vita normalmente; è in punizione per aver provato a seguire Damian e sta scontando la punizione lavorando negli Archivi col vecchio e un po' burbero Severian. 
Ritroviamo la sua dolce amica Serena e il fidanzato Came, l'allegro Shane, il nobile ma gentile Alex (al quale deve la vita), incontreremo un altro strano demone dal potere raro e particolare, Vikas; ritroveremo ancora i vari Master, integerrimi e severi: Ranya, Kirill...
Insomma, per una considerevole parte del libro seguiamo la vita di Thea a palazzo alle prese con le cose quotidiane, ma non solo..: la ragazza continua a far sogni (anzi incubi) molto angoscianti, in cui c'è di mezzo Damian, ma anche il suo intelligente papà; a questi si aggiungono le visioni della mamma di Serena, Sabina, morta già da diverso tempo.

Cosa vuole il fantasma della donna? Perchè appare a Thea e ogni volta sembra sempre sul punto di dirle qualcosa?


Ma non è questo l'unico dilemma da risolvere: la sua fragile ma sensibile (e sensitiva!) madre le fa una rivelazione shock: tra lei e Damian s'è stabilito un legame profondo, sovrannaturale, creato dallo stesso "Scomparso" per restare sempre "connesso" con Thea, di modo che entrambi percepiscono, "sentono" (a livello fisico, anche) il dolore che l'altro sta provando in un dato momento, pur essendo lontani geograficamente.
Questa scoperta preoccupa ma allo stesso tempo dà speranza a Thea: se Damian ha creato questo legame con lei, prima di lasciarla, con quell'ultimo bacio, allora vuol dire che ci tiene? Che tornerà?

Ed infatti Damian non tarderà a tornare e i due si renderanno protagonisti di una serie di avventure pericolose che, se da una parte sembreranno unirli molto, dall'altra lasceranno capire a Thea quanto poco, in realtà, lei sappia del suo amato Damian.
Ma non c'è tempo nè spazio per le sdolcinatezze e i deliri d'amore: mentre fuori dal Palazzo si sta svolgendo un'oscura "guerra" tra demoni dai diversi poteri, vendicatori e pieni di odio, all'interno dello stesso palazzo un nuovo agguato e una nuova minaccia stanno per piombare addosso a Serena, a Grigor e a tutti i demoni che ci vivono, a causa di un insospettabile traditore...

Riusciranno, Thea e Damian, a fermarlo?

Ad aiutarli ci sono il signor Karzou, il padre di Thea, che non perde d'occhio la figlia per un secondo - nonostante lei continui ad essere combattuta nei suoi confronti -, i poteri di cui essi stessi sono dotati e un gruppo alquanto "particolare" di pochi amici...

Ritroviamo qui lo stesso stile fresco, dinamico, il linguaggio giovanile del precedente romanzo, l'atmosfera un po' oscura, "dark", che contribuisce a creare il clima di suspense; c'è molta dinamicità nelle scene, molta azione, riusciamo a conoscere ancora meglio sia Damian - nonostante non smetta di essere misterioso, impenetrabile, schivo, sulle sue a causa di innumerevoli sensi di colpa - sia Thea, che ci appare un po' più cresciuta, impulsiva e testarda, sì, sempre, però all'occorrenza riflessiva, capace di mettere da parte gli istinti, di ricacciare indietro parole dette senza riflettere (ma non sempre ci riesce...) o di accantonare emozioni negative che vanno "controllate" (rabbia, gelosia...).

Ci sono diversi colpi di scena che rendono la narrazione incalzante e il finale è chiaramente aperto in attesa dell'ultimo libro della trilogia, con l'introduzione, proprio nelle ultime battute, di fatti ed elementi che non avremmo immaginato ma che vanno ad alimentare la curiosità del lettore.

L'ambientazione è più articolata del primo libro, anche perchè finalmente si esce dal Palazzo e si va in giro per la Romania, seguendo i due protagonisti nei loro "giri avventurosi".
C'è la giusta presenza anche di scene romantiche, che non sono molte e sono molto "soft", ma ci stanno bene.

Direi che non posso non consigliarlo, a me è piaciuto, leggerlo è stato bello, i personaggi mi piacciono e anche il modo in cui la storia è scritta e articolata!!
Aspetto il terzo romanzo, che spero non tardi troppo ad arrivare... ^_^

2 commenti:

  1. Il primo non mi è piaciuto perchè le somiglianze con i L'accademia dei vampiri erano troppe! Vediamo con questo secondo!!
    Un vero peccato perchè lo stile di scrittura era davvero buono!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo (o per fortuna?) l'accademia dei vampiri non l'ho letta, quindi gli elementi di somiglianza (in diverse recensioni del primo libro ho letto delle somiglianze) non posso valutarli personalmente... Diciamo che in sè, e per come è scritto, i libri della palazzesi li ho trovati godibili; questo poi sembra anche più articolato e ricco del primo!! ;))

      magari se ti trovi a leggerlo, errò a sbirciare la tua opinione!!

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...