giovedì 10 ottobre 2013

Recensione: SEI BELLISSIMA STASERA di Samantha Young



Recensione di un romance contemporaneo che ho letto molto speditamente e che ho gradito abbastanza!! ^_^

SEI BELLISSIMA STASERA
di Samantha Young

Sei bellissima stasera
Ed. Mondadori
Omnibus
324 pp
14.90 euro
 SETTEMBRE 2013
Trama

Sono trascorsi quattro anni da quando Jocelyn Butler, giovane americana, si è lasciata alle spalle un tragico passato per cominciare una nuova vita a Edimburgo, seppellendo il suo dolore, ignorando i suoi demoni, cercando insomma di dimenticare la sua vita precedente e di guardare avanti senza lasciarsi coinvolgere da alcuna relazione sentimentale.
La sua esistenza solitaria procede bene fino a quando trasloca in un nuovo appartamento in Dublin Street, dove incontra Braden Carmichael.
Bello, brillante e molto ricco, Braden è un uomo abituato a ottenere tutto ciò che desidera e determinato a incrinare le difese solidissime di Jocelyn.
Sapendo quanto lei sia restia a qualsiasi tipo di relazione, lui le propone un accordo che soddisferà la loro fortissima attrazione senza creare alcun legame tra loro.
Jocelyn, intrigata, accetta, ma si rende subito conto che per Braden non è abbastanza e che lui la desidera veramente, fin nel profondo dell'anima. E lei è davvero sicura di non volere qualcosa di più?
 Sarà capace di chiudere la porta in faccia all'amore?


il mio parere
Ed eccoci qui, a parlare di "Sei bellissima stasera"!!
L'ho letto su consiglio ed invito di una mia amica amante dei romance sia storici che contemporanei, consiglio accompagnato dalla profezia: "Vedrai, ti innamorerai di lui!".
Mai profezia fu tanto vicina alla realtà!!
Ma andiamo per gradi.
Il romanzo si apre presentandoci un breve squarcio di vita della protagonista a 14 anni; Jocelyn Butler è un'adolescente come tanti che però, proprio in questa fase della vita già di per sè complessa per ogni persona, si ritrova a dover affrontare una situazione familiare tragica e dolorosissima: in un incidente d'auto perde, in un sol colpo, entrambi gli amati genitori che la sorella piccolina, Beth.
Un evento, questo,davvero traumatico che non può non portare con sè lacrime, solitudine e un sacco di problematiche per la vita della giovanissima Joss, che verrà affidata a diverse famiglie e che, da quel momento in poi, per sopravvivere a un dolore troppo difficile e troppo grande da gestire (nonostante gli "aiuti professionali"), si lascerà andare a condotte poco sane, soprattutto dal punto di vista sessuale; comportamenti promiscui e bravate varie, in cui Joss si butta a capofitto per annullare ogni sentimento e ogni ricordo legato alla sua famiglia, con l'illusione di soffrire meno.

,
Solo un'amica, la più cara, Dru, resta quale legame affettivo genuino e forte, ma anche lei, dopo poco tempo, morirà in una notte tormentata e sfortunata e per la sua morte Joss si sentirà colpevole (per motivi che scoprirete leggendo...).

E giungiamo quindi ai 22 anni di Jocelyn, che si è appena trasferita ad Edimburgo e riesce a trovare casa subito.
Ma proprio la sera in cui si sta recando nella nuova casa per conoscere la probabile futura coinquilina, il caso vuole che lei prenda lo stesso taxi con un giovane uomo, vestito con classe ed eleganza, bello come pochi, assolutamente sexy e dannatamente borioso ed arrogante.
L'uomo del taxi colpisce e va a segno immediatamente con Joss, accendendo in lei sensazioni fisiche che la ragazza da tempo non provava (è in astinenza da 4 anni!); e lei si rende conto che anche lui è attratto e soprattutto non ha alcuna intenzione di nasconderlo...!!
E quale sarà la sorpresa per la nostra impenetrabile Joss scoprire che la dolce, carina e paziente Ellie Carmichael, la ragazza con la quale condividerà l'appartamento in Dublin Street, non è altro che la sorellastra dell'affascinante uomo del taxi.
Ma soprattutto, che sorpresa le farà lui, presentandosi in casa della sorella (che tecnicamente è casa propria) mentre Joss è in vasca da bagno: i due si ritroveranno a guardarsi con occhi pieni di desiderio, ancor più perchè lei è completamente nuda davanti a lui...

Ma Joss ha la sua corazza d'acciaio, che le copre tanto il cuore quanto la mente, per cui si è promessa di non affezionarsi a nessuno, di non allacciare rapporti troppo stretti nè con amici nè con amanti; sì, ha un'amica, Rhian, dei tempi della scuola, ma anche con lei non si è mai sbottonata più di tanto.

Di Joss impariamo subito che ha un'irrazionale paura di legarsi, di amare e di ricevere amore, dovuti al'esperienza familiare di lutto: è terrorizzata dall'idea di affezionarsi a qualcuno e che poi la vita glielo tolga, come ha fatto con genitori e sorellina; meglio non innamorarsi e non lasciare entrare nessuno nella propria vita, così non rischio nè di far soffrire (è consapevole di essere emotivamente molto chiusa) nè di soffrire in in prima persona.
Ma la vita ha in serbo per lei una ricchezza di emozioni ed affetto che le pioveranno in testa suo malgrado...!
A cominciare dalla coinquilina Ellie: impossibile non volerle bene!!! Ellie è gioiosa, positiva, comprensiva, discreta, dolce, altruista, non fa domande inopportune, non invade gli spazi e i silenzi di Joss, che si rende conto di come, con naturalezza, l'altra riesca a scavalcare, giorno per giorno, il muro di diffidenza e solitudine che il dolore ha contribuito ad alzare nell'esistenza di Joss.

A complicare le cose, dal punto di vista emotivo, c'è il baldo ed aitante Mr Carmichael, Braden, fratello di Ellie, che spesso e volentieri viene a casa delle due a trovare la sorella, anche se poi il suo obiettivo è provocare la bella Joss.
,
Joss non è consapevole di essere bella, sensuale, provocante ma Braden riuscirà ad accendere in lei un fuoco di sensazione e voglie senza freno, mettendo da subito in chiaro il senso di "possesso" e gelosia che ha nei confronti di lei, tanto da essere pronto a fare a pugni con chiunque si permetta di fare il cascamorto con la "sua" Jocelyn.
La ragazza, se da una parte è irritata di fronte all'atteggiamento "cavernicolo" e possessivo di un uomo cui lei non appartiene, dall'altra ne è attratta in modo irresistibile, così i due finiranno per arrivare ad un accordo; consci dell'attrazione fisica che li infervora l'un per l'altro, tanto vale dare "sfogo" a questi desideri, ma restando solo nell'ambito fisico: per tre mesi Braden e Jocelyn saranno solo ed esclusivamente "amici di letto", che staranno insieme per "sollazzare in amorosi piaceri" ma senza legarsi sentimentalmente, niente amore, solo sesso e una serena amicizia.

Ce la farà Joss ad accettare un rapporto di questo tipo? O avrà paura che diventi troppo intimo e che alla fine scatti l'amore?

Perchè "purtroppo" c'è da dire che Braden è praticamente perfetto e non innamorarsi di lui è un'impresa ardua e difficilissima: lui non è solo bellissimo, ricco, elegante, raffinato, di successo, corteggiatissimo, ma è anche passionale, "animalesco" al momento giusto, e poi dolce, paziente, premuroso...:Joss non è cieca o stupida e queste cose le vede, le sente, lo sa che resistergli non è facile.
Metterà da parte le proprie paure verso l'amore e verso i legami affettivi per dare spazio ad una vita vissuta giorno per giorno, accettando il bello che viene, senza essere ossessionati dall'idea di perderlo, ma anche accettando e rielaborando il brutto, il dolore.., che non mancano mai e che, forse, a volte servono proprio a farci rendere conto di quanto il tempo sia sempre troppo poco e che non conviene davvero isolarsi e guardar vivere gli altri, privandosi di amore, amicizia, complicità...?
Non sarà facile, avrà bisogno di guardarsi dentro, di fare un percorso dentro se stessa per andare all'origine della propria chiusura emotiva e capire se vale la pena correre il rischio di amare ed essere amati...

E' un romanzo molto carino, sono frequenti le scene hot, ma c'è anche molto "amore", e del resto è necessario perchè è ciò di cui poi ha urgente bisogno la protagonista, che in certi momenti mi ha dato un po' il nervoso per i suoi atteggiamenti esageratamente bruschi, ma che alla fine da lettrice ho imparato a conoscere e a comprendere, passo passo, seguendo il filo dei suoi ragionamenti.
Ripeto, il protagonista maschile è "the perfect man", non ho nulla di negativo da rilevare in lui, se non che è troppo perfetto: non sbaglia un colpo!!! Anche quando avrebbe tutte le ragione per dare un calcio nel sedere a quella scostumata di Joss, non lo fa.
Altro personaggio positivo ed importantissimo per l'evoluzione psicologica di Joss è Ellie, anche lei un po' tormentata dalle proprie paturnie sentimentali.
Il romanzo è scritto in prima persona, il punto di vista della protagonista ci immette nella storia in pieno, il linguaggio è giovanile, ci sono molti dialoghi, una bella dinamica, in alcuni punti piacevolmente ironico, in altri anche più serio per via degli argomenti riguardanti la famiglia, il lutto, la malattia.

Una lettura molto carina, la consiglio!!

2 commenti:

  1. Ciao Angela! :) Ho sentito parlare molto bene di quest'autrice e la tua opinione è una conferma. La metto in lista per i prossimi acquisti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, mi è piaciuto molto questo romance, leggerò altro dell'autrice!!

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...