martedì 10 novembre 2015

Metti che... una sera incontri Luca Bianchini!



Ieri sera, in una delle (poche..., ma menomale che ci sono!) librerie della mia città si è tenuta la presentazione dell'ultimo romanzo dello scrittore Luca Bianchini, Dimmi che credi al destino (Mondadori, maggio 2015)

Ero già stata ad un'altra presentazione dello stesso libro, a Trani, ma non potevo mancare certo a quest'appuntamento a pochi metri da casa!  

Beh, che dire? Io non sono una giornalista e sono poco capace di fare articoli esaurienti in merito all'evento  , ma posso dirvi che... Luca è un ragazzo simpatico come pochi!  

Alla mano, con una verve e una scioltezza che ti fanno venir voglia di ascoltarlo per ore; capace, con la sua ironia, la sua schiettezza, di farti innamorare dei suoi libri, delle sue storie, dei suoi personaggi che, una volta conosciuti, effettivamente ti restano nel cuore.
Almeno a me è accaduto così. 

Ascoltare direttamente da lui i tanti e diversi aneddoti su come è nata una certa idea presente in "Dimmi che credi al destino", i riferimenti all'esperienza personale dell'Autore nel suo rapporto con l'amica Ornella (quella vera!), che fa un sacco di gaffe sia nella vita che "sulla carta"... , fa sì che il romanzo acquisisca un'atmosfera magica e allo stesso tempo familiare,  così che chi  ha già letto il libro ha l'impressione di aver conosciuto davvero luoghi e persone citati da Luca, e chi invece ancora non si immerge nella lettura, è assolutamente tentato a farlo.

Insomma, ieri la serata in compagnia di Luca è volata e io sarei stata volentieri un altro po' a sentirlo parlare e a conoscerlo, perchè, oltre ad essere uno scrittore di talento, è davvero una persona squisita e socievole, che mette tutti i presenti a loro agio, disponibile a miliardi di foto e a scambiar quattro chiacchiere  .

Mi imbarazza un po' postarvi la foto con me e Luca  - non per lui, ci mancherebbe, bensì per me, che sono l'anti-fotogenia in persona  -, quindi vi dovrete "accontentare" del libro autografato e della calamita di Dimmi che credi al destino.  

Non mi resta che incoraggiarvi a tuffarvi nei libri di quest'autore! 


IO CHE AMO SOLO TE (LIBRO   -    FILM)



4 commenti:

  1. Che bello, cara Angela! Incontrare un autore di cui si ama la produzione letteraria è davvero una bellissima esperienza :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, è stato un bellissimo incontro e spero capiti con altri autori che amo!!!

      Elimina
  2. Eccomi qui cara, non potevo mancare per questo bellissimo post :-)
    Ho avuto il piacere di ascoltare Luca alla presentazione di Dimmi che credi a destino e concordo con te, è un personaggio pieno di verve, entusiasmo e ironia, è un oratore eccezionale. Amo i suoi libri e di quest'ultimo ho letto solo 30 pagine perché mi è sembrato di non trovare il solito autore che apprezzo. Poi dopo averlo incontrato e aver ascoltato ciò che aveva da dir in merito, mi sono resa conto che mi sono lasciata condizionare troppo da altri pareri e che mi sono approcciata alla lettura con lo spirito sbagliato, cerando disperatamente Io che amo solo te, romanzo che adoro. Quindi riprenderò in mano questo romanzo e riproverò a leggerlo, perché Luca una seconda chance la merita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, stava capitando anche a me!! Le prime recensioni che lessi di "Dimmi che credi al destino" mi spiazzarono e raffreddarono un po', ma ho deciso di avventurarmi nonostante tutto!
      Sono d'accordo, Luca merita una seconda chance :D

      Se lo riprenderai, sarò curiosa di sapere cosa ne pensi!! ;))

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...