lunedì 29 agosto 2016

ANTEPRIME NERI POZZA SETTEMBRE 2016



Ricche proposte editoriali di settembre dal parte di Neri Pozza!!


  • Romanzo finalista al Premio Neri Pozza 2015, Palazzokimbo svela il talento di una scrittrice capace di dare nuova linfa al romanzo di formazione e di restituirci con brio e impeccabile scrittura l’atmosfera dell’Italia degli anni Settanta.
  • Scritto dalla mano sapiente di John Meade Falkner, ispirato a grandi classici gotici come Lo strano caso del dottor Jekyll e Mr Hyde, pari per eleganza a capolavori come Giro di vite di Henry James, Lo Stradivari perduto è la storia di una possessione che, nella compita Inghilterra vittoriana, travolge un giovane uomo sino al punto da trascinarlo lontano dagli affetti, dalla fede, dai retti principi morali, tra città gotiche e corrotte, atmosfere pagane e un’Arte così perfetta da sembrare maledetta.
  • Da eroe a brigante, da re amato a despota, tutti i volti di re David emergono in L'armonia segreta, in cui l’autrice di Annus mirabilis ripercorre l’appassionante storia di un uomo che oscilla tra verità e leggenda, creando un magnifico romanzo d’avventura e, insieme, una magistrale epopea sulla fede, il desiderio, l’ambizione, l’amore e il tradimento.
  • Con la sua prosa lieve, Alejandro Palomas regala ai lettori una favola tenera e profonda che riflette sulla distanza emotiva che un dolore improvviso può instaurare tra un padre e Un figlio. Un romanzo pieno di grazia e di speranza che parla al cuore di chi non vuole smettere di credere ai propri sogni.
  • Romanzo dall’atmosfera hitchcockiana, nella quale i contorni noti e i volti amici si trasfigurano alla luce macabra del sospetto, Ingrossare le schiere celesti è un noir d’autore magistrale, paragonato per lo stile, crudo e poetico assieme, alle migliori opere di Georges Simenon.
  • Con una prosa impeccabile, Tatiana de Rosnay ci restituisce il romanzo della vita di una delle più complesse e tormentate figure di donna del Novecento, la scrittrice inglese Daphne du Maurier, autrice di romanzi come Rebecca, la prima moglie, Gli uccelli, Jamaica Inn.


PALAZZOKIMBO
di Piera Ventre


Ed. Neri Pozza
USCITA:
SETTEMBRE 2016
Nella prima metà degli anni Settanta, Stella, detta a scuola stelladamore, abita all'ottavo piano del Palazzokimbo - chiamato così per via dell’enorme insegna pubblicitaria che campeggia sul tetto - a Napoli..
Settanta famiglie di operai, come il papà di Stella, e impiegati ed elettricisti che hanno a che fare con silice, ossidi, nitrati e amianto, e rientrano a casa coi vestiti che sopra i baveri sembra vi sia uno spolvero di talco.
Con Stella e i genitori abitano anche zia Marina, la sorella signorina di papà, i nonni paterni, Stella e sua sorella Angela. C’è pure un gatto, battezzato Otto, per un semplice calcolo d’aggiunta. 
Quattro piani sotto vive la signora Zazzà, che cela un segreto che nessuno conosce.
Stella trascorre il tempo incantato della sua infanzia con Consiglia, l’amica del cuore coi capelli rossi, le guance accese e la lingua velenosa.
Nel ventre di Palazzokimbo penetrano, però, anche i fatti di fuori, gli eventi terribili della fine degli anni Settanta: la deindustrializzazione, il rapimento Moro, la strage di Bologna…

L'autrice.
Piera Ventre è nata a Napoli nel 1967. Laureata in Logopedia presso l’Università degli studi di Pisa, è specializzata come Assistente alla comunicazione. Socia ordinaria e Consigliera dell’Associazione di promozione sociale Comunico, collabora con le scuole di Livorno, città in cui vive dal 1987. Ha pubblicato testi brevi in raccolte antologiche e siti letterari. Nel 2011 la raccolta di racconti Alisei (Edizioni Erasmo) ha avuto una segnalazione della giuria al Premio Renato Fucini.



LO STRADIVARI PERDUTO
di John Meade Falkner

Ed. Neri Pozza
USCITA:
15 SETTEMBRE 2016
La storia della possessione di un rispettabile gentleman vittoriano


Nel 1842, John Maltravers frequenta l’Università di Oxford. 
Nelle ore libere dagli studi coltiva la sua grande passione: la musica. Valente violinista, si esercita spesso nel suo appartamento, accompagnato al pianoforte da William Gaskell, studente al New College ed eccellente pianista. 
Una notte, dopo che Gaskell se n'è andato, sfogliando gli spartiti lasciati sul tavolo dall’amico, John è attratto da una copia manoscritta di alcune suite, redatta a Napoli nel 1744. 
Comincia a suonare e, dopo le battute iniziali di un'aria intitolata Aeropagita, sente dietro di sé un cigolio proveniente da una vecchia poltrona di vimini.
Qualche tempo dopo, sotto l’effetto esaltante dell’incontro serale con la bella Constance Temple, dopo aver suonato l’inizio della suite, attaccando di nuovo quell’aria, John riavverte quel rumore sinistro, seguito stavolta da una sensazione inconsueta e sconvolgente: seduta sulla poltrona di vimini, c'è la sagoma di un uomo…

L'autore.
John Meade Falkner (1858-1932) è stato un romanziere e poeta inglese. Educato a Oxford, è autore di raccolte di poesie, romanzi – oltre a Lo Stradivari perduto (1895), Moonfleet (1898) e The Nebuly Coat (1903) – e di quattro opere di letteratura di viaggio e storia locale
.



L'ARMONIA SEGRETA
di Geraldine Brooks


Ed. Neri Pozza
USCITA:
15 SETTEMBRE 2016
X secolo a.C. 
Il piccolo Natan è destato dal sonno da grida atroci, provenienti da ogni parte del villaggio lungo le rive del Mar Rosso, dove da tempo immemorabile la sua famiglia esercita il mestiere di vignaioli. 
Suo padre e suo zio giacciono in un lago di sangue, e davanti ai suoi occhi, si erge l’assassino: David, il figlio di Yshay di Bet Lehem.
Natan fissa negli occhi quel giovane uomo noto nell’intero Israel per il suo coraggio, la sua audacia e il suo talento nel trarre le armonie più segrete dall’arpa che tiene sempre con sé. 
Da ragazzo, a Emeq Elah, ha messo in fuga i Filistei, uccidendo con un colpo di fionda ben assestato il gigante Golyat. 
Valente guerriero, è stato a capo di tutte le armate di re Shaul, finché un giorno il re, accecato dalla gelosia, gli ha scagliato contro una lancia, e lo ha costretto alla fuga e a una vita da brigante e predatore di villaggi indifesi.
Natan comincia a proferire delle parole che non riesce a sentire, ma che turbano profondamente David e i suoi compagni. 
Parole dettate da una Voce che parla attraverso la sua bocca. Parole che annunciano una grande profezia: il figlio di Yshay di Bet Lehem, sarà incoronato re di Yehudah, fonderà il regno imperituro di Israel.
E lui, Natan, piccolo pastore e vignaiolo del Mar Rosso, sarà il suo profeta.

L'autrice.
Geraldine Brooks ha vinto il Pulitzer Prize con il romanzo L’idealista (Neri Pozza, 2005 e, col titolo March. Il padre delle piccole donne, BEAT, 2015). Tra le sue opere di grande successo figurano: Annus mirabilis (Neri Pozza, 2003; BEAT, 2014); I custodi del libro (Neri Pozza, 2009; BEAT, 2010); L’isola dei due mondi (Neri Pozza, 201; BEAT 2013). Già corrispondente di guerra per il Wall Street Journal, il New York Times e il Washington Post, Brooks è nata in Australia e vive oggi in Virginia, negli Stati Uniti.


UN FIGLIO
di Alejandro Palomas


Ed. Neri Pozza
USCITA:
22 SETTEMBRE 2016
Guille non ha niente in comune con i suoi compagni di quarta elementare: è taciturno, non ama il calcio e ha sempre la testa tra le nuvole. 
Quando la maestra Sonia chiede agli alunni che cosa avrebbero voluto fare da grandi, c’è chi ha risposto il veterinario, chi Beyoncé, chi ancora l’astronauta, Rafael Nadal o la vincitrice di The Voice. Guille ha risposto... Mary Poppins. 
E ha anche motivato la sua scelta: vuole essere Mary Poppins perché è una signora simpatica che sa volare, ama gli animali e, quando non lavora, può nuotare nel mare insieme ai pesci e ai polipi.
Sonia consiglia al padre del bambino di affiancargli una psicologa scolastica che lo aiuti ad aprirsi con i compagni e a non rifugiarsi in un mondo immaginario e strampalato, e il padre si dice d’accordo.

Guille è stufo che tutto il mondo continui a ripetergli che è soltanto un bambino e che i bambini non possono capire certe cose. Lui, invece, le capisce benissimo. Sa perfettamente che suo padre lo mette a letto e poi va a rimestare in una vecchia scatola nascosta sull’ultimo ripiano dell’armadio. Sa, soprattutto, che è un vero mistero che sua madre sia andata a lavorare a Dubai come hostess di volo e non sia ancora tornata…
L'autore.
Alejandro Palomas è nato a Barcellona nel 1967. Laureato in letteratura inglese, traduttore di Katherine Mansfield, Gertrude Stein, Willa Cather e Jack London, ha scritto romanzi come A pesar de todo, El tiempo del corazón (premio Nuevo Talento FNAC, 2002) e El secreto de los Hoffman (finalista Premio Torrevieja 2008), e racconti come Pequeñas bienvenidas. Con Tanta vita (Neri Pozza, 2008) ha ottenuto un grande successo di critica e pubblico. Il suo ultimo romanzo è Capodanno da mia madre (Neri Pozza, 2015).


INGROSSARE LE SCHIERE CELESTI
di Frank Bouysse



Ed. Neri Pozza
USCITA:
29 SETTEMBRE 2016
Gus, 50enne, del mondo conosce soltanto i campi della sua isolata fattoria tra i monti, il bosco e il paese di Pont-de-Montvert, in cui saltuariamente è costretto a scendere per fare compere e commerciare.
È un uomo schivo, diffidente, di poche parole: tutto ciò che gli interessa è continuare la propria vita senza essere disturbato. 
Come unica compagnia, oltre all’amato cane Mars, ha Abel, il vicino, di vent’anni più vecchio, con il quale condivide le serate tra bicchieri di vino e reciproci racconti.
Un giorno, mentre sta cacciando con Mars, sente dei colpi d’arma da fuoco e delle grida provenire dalla tenuta di Abel ma dell'uomo nessuna traccia. 
Sulla neve ci sono inquietanti macchie rossastre. 
L’indomani, quando si imbatte finalmente nell’amico, Gus è sorpreso dal suo atteggiamento ostile. 
Poco tempo dopo, Mars viene ritrovato al margine del bosco, con accanto al corpo delle tracce confuse e il portachiavi di una Volkswagen. 
oi, nelle ore in cui l’intero paese è in lutto e in preda alla costernazione per la morte dell’Abbé Pierre, una delle figure più carismatiche del Novecento francese, un gruppo di singolari predicatori si presenta alla porta di Gus alla ricerca di una collega scomparsa.
Il turbamento di Gus si muta allora nella fredda certezza che qualcosa di inquietante sta accadendo lì, tra i suoi monti.

L'autore.
Nato a Brive-la-Gaillarde nel 1965, Franck Bouysse insegna biologia in un liceo tecnico di Limoges. Grande ammiratore di Faulkner, London e Cormac McCarthy, ha esordito nel 2004 con il romanzo La Paix du désespoir. Con Ingrossare le schiere celesti si è aggiudicato il prestigioso Prix Michel-Lebrun 2015
.


DAPHNE
di Tatiana De Rosnay



Ed. Neri Pozza
USCITA:
29 SETTEMBRE 2016
«Questo libro si legge come un romanzo. Ma niente è inventato. È tutto vero. È il romanzo di una vita». Tatiana de Rosnay

Il 13 maggio 1907 a Mayfair, nasce Daphne du Maurier.
Sua madre, Muriel, è un’ex attrice di teatro. Nel 1902 ha incontrato Gerald; recitavano nella stessa commedia, scritta da James Matthew Barrie, l’autore di Peter Pan. 
Muriel Beaumont ama dire che ha dovuto far fronte ai suoi doveri di moglie e di madre, sposandosi, e decidendosi di lasciare il teatro, ma, crescendo, Daphne capisce subito la ragione vera della sua scelta. 
Nella tribù dei du Maurier c’è posto per un solo attore: suo padre Gerald.
Daphne attende con impazienza i momenti privilegiati in cui, Gerald le racconta l’infanzia di suo padre, pittore e romanziere che si era dedicato alla scrittura grazie all’amico Henry James.
La lettura dei romanzi del nonno apre a Daphne il mondo incantato della letteratura. 
Leggere Dickens, Thackeray, Scott, Stevenson, Wilde le appare un sortilegio, una potente via di fuga.
Ma la scrittura affascina anche Daphne, che ha un quaderno lungo e nero su cui scrive nel silenzio della sua stanza al secondo piano. Un quaderno in cui si annuncia già il suo luminoso destino di scrittrice…
L'autrice.
Tatiana de Rosnay è nata nel 1961 a Neuillysur-Seine, nei sobborghi di Parigi. È di origine inglese, francese e russa. Laureata in letteratura inglese presso l’università di East Anglia, a Norwich, dal 1992 ha pubblicato otto romanzi, tra cui La chiave di Sara, apparso in 22 paesi. Collabora con la rivista Elle. Vive a Parigi con il marito e i suoi due figli.

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...