martedì 1 luglio 2014

Curiosità ... da thriller psicologici



Quando si legge un romanzo, spesso si imparano delle cose ed io, leggendo il thriller "La terapia", ho "conosciuto" una malattia psichiatrica di cui non avevo ancora sentito parlare.

Sto parlando della Sindrome di Münchausen per procura.
Di che si tratta?

All'interno delle varie tipologie di comportamenti delittuosi, un posto particolare è occupato dalla sindrome di Munchausen per procura (MSP). 
Il nome di questa sindrome deriva da un personaggio effettivamente esistito, per l’appunto il barone di Munchausen, che visse in Germania nel XIX sec. Questo nobiluomo, che a un certo punto della sua vita si ritirò nella tenuta di famiglia dalle parti di Hannover, era noto per i suoi racconti estremamente fantasiosi e avvincenti, ma soprattutto umoristici. 
La Sindrome di Munchausen indica il comportamento di quegli adulti che hanno un disturbo creato artificialmente, una finta malattia che li porta a richiedere costantemente e pervicacemente l´intervento medico per proprie sindromi che sono inesistenti. La variante che qui interessa, che è per l´appunto la Sindrome di Munchausen per procura, riguarda chiunque induca in modo costante dei sintomi su un´altra persona, in modo che questa venga considerata malata. 
La definizione nella sua accezione più generale è diretta a generiche vittime, che possono anche essere adulti o anziani. Ma si tende a usarla essenzialmente quando le vittime siano bambini. 
I criteri in base ai quali si considera presente la sindrome di Munchausen sono fondamentalmente quattro: 
 
1. malattia di un bambino causata da un genitore o da qualcuno che è in loco parentis 
2. il bambino viene sottoposto a visite mediche prolungate e a trattamenti complessi 
3. colui che danneggia il bambino nega di conoscere la causa della malattia 
4. i sintomi acuti e i segni della malattia cessano quando il bambino viene allontanato 
da chi la causa. 

La sindrome conduce alla morte circa il 10% delle vittime. La differenza caratterizzante di questa specifica tipologia di morte è la non istantaneità: nel caso della sindrome di Munchausen per 
procura si parla di un comportamento prolungato nei mesi, talvolta negli anni, di queste madri nei confronti dei figli. 
,
 
Le modalità con cui si manifesta la sindrome di Munchausen per procura sono le più varie. 
Può essere attivata un´opera di suggestione per convincere il bambino di essere malato, o possono essere prodotti sintomi somministrando sostanze nocive. Si può  attuare la simulazione di una malattia inesistente, o la sua induzione volontaria. A questo proposito va osservata l´estrema varietà dei comportamenti, che vanno dall’omissione di cure (quando un bambino soffre di determinate patologie croniche, asma o allergie) alla somministrazione di sale, droghe o altre sostanze nocive, 
al soffocamento, arrivando addirittura all’iniezione di feci, urina, saliva, e in particolare veleno di vari tipi. 


Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...