lunedì 6 agosto 2012

Dal romanzo al cinema: DRACULA DI BRAM STOKER



Ce l'ho in libreria che mi guarda; a dire il vero non è mio, ma di mio fratello (quello sposato venerdì, sempre lui..., altri non ne ho :P ) e certo potrei leggerlo quando voglio; non so cosa mi abbia trattenuta finora, ad ogni modo devo propormi di conoscere uno dei personaggi del fantasy-horror più famosi della storia: DRACULA!!!!

Ecco il libro...

DRACULA
di Bram Stoker

Dracula
Ed. Mondadori
Collana Oscar classici
528 pp
9.50 euro
2005
Sinossi

Scritto da Bram Stoker nel 1897, fin dal suo primo apparire Dracula ha fornito l'archetipo alle numerose storie di vampiri che si sono succedute nella letteratura e nel cinema.
Ispirato alle figure storiche del principe romeno Vlad II detto Dracul («il diavolo») e di suo figlio Vlad III, l'Impalatore, Dracula-Nosferatu (colui che non muore, il morto vivente) è un personaggio più che mai inquietante. 
Nel tratteggiarlo Bram Stoker ha dato fondo a tutte le risorse della sua fantasia e a tutti gli espedienti di un calibratissimo mestiere. 
Da queste pagine si sprigiona così una magia che giunge fino alle soglie dell'incubo. 
Dracula rappresenta infatti in modo del tutto originale l'eterna vicenda della lotta tra il Bene e il Male, sullo sfondo di una storia che scaturisce direttamente dall'inconscio e, come tale, parla in termini che si impongono immediatamente alla fantasia di ciascuno di noi, per entrare nei nostri sogni più spaventosi. Né bastano esorcismi razionalistici a toglierle l'irresistibile suggestione, la possente ossessività che la pervade.
copertina 1° ediz.

L'autore.
Abraham Stoker detto Bram (1847 – 1912) è stato uno scrittore irlandese, divenuto celebre come autore di Dracula, uno fra i più conosciuti romanzi gotici del terrore; fino all'età di otto anni fu incapace di alzarsi in piedi a causa del cagionevole stato di salute. 
La malattia e la mancanza di forze segnarono in maniera indelebile la sua attività letteraria. Il sonno senza fine e la resurrezione dei morti, due temi centrali del suo Dracula, furono di grande importanza per Stoker, costretto a trascorrere la maggiore parte della sua infanzia in un letto.
L'ispirazione per il notissimo Conte Dracula gli era stata fornita dall'incontro avvenuto nel 1890 con il professore ungherese Arminius Vambéry, il quale gli aveva raccontato la leggenda del principe rumeno Vlad Ţepeş Dracul, meglio conosciuto come Dracula. Stoker impiegò sette anni per scrivere il libro studiando la cultura e la religione dei Balcani e documentandosi sulla figura storica di Vlad Tepes.



Ma passiamo alle trasposizioni cinematografiche...!!
Ci sono stati molti film sulla figura leggendaria di Dracula, da quelli più horror alle commedie più divertenti!

Sicuramente, il film più noto è quello del 1992 del regista Francis Ford Coppola - Dracula di Bram Stoker - , interpretato da Gary Oldman (Dracula), Wynona Ryder (Mina), Anthony Hopkins (van Helsing), Keanu Reeves (Jonathan Harker)...
Locandina Dracula di Bram Stoker
locandina

Trama:

Siamo nel 1462. I Turchi scorrazzano per l'Europa, minacciando i cristiani; a difesa di questi ultimi scende in campo un cavaliere romeno che però, tornando a casa, scopre con dolore che la moglie Elisabeta, avuta la falsa notizia della morte del marito, si era suicidata, ricevendo la condanna da parte della chiesa.
Il cavaliere, per tutta risposta, rinnegò Dio e la Chiesa, divenendo un vampiro...


XIX secolo. L'avvocato Jonathan Harker riceve l'incarico di concludere un affare circa l'acquisto di case da parte del conte Dracula, proveniente dalla Transilvania...
Il conte, nel guardare un'immagine della fidanzata di Jonathan, Mina, capisce che lei è l'incarnazione di Elisabeta; da questo momento iniziano i guai per Jonathan ed altri...; il giovane infatti verrà imprigionato nel castello e quasi vi morirà (a furia di sorsate del suo sangue, bevuto avidamente dalle vampire amiche del conte); l'amica di Mina, Lucy, verrà addentata dai canini del nostro vampiro e diverrà un vampiro...; altri personaggi, si troveranno coinvolti in quanto corsi in aiuto di Lucy per aiutarla a guarire dalla "vampirite".
Nel caso non aveste visto il film, evitiamo di dire come finisce ^_^ !

Differenze tra romanzo e film.
  • Nel film viene indicato che Dracula era originariamente un principe romeno di nome Vlad (nel libro è chiamato esplicitamente Dracula riferendosi al nome reale del sovrano valacco), il che rimanda al personaggio storico.
  • All'inizio del film Dracula rinnega Dio dopo aver scoperto il suicidio della moglie, e diventa così dannato; nel libro non sono noti i motivi per cui egli divenne vampiro (viene solo fatta una vaga menzione alla sua frequentazione alla scuola di magia nera Scolomanzia).
  • Il romanzo è ambientato nel 1890, mentre il film è stato ambientato nel 1897 per poter inserire il cinematografo che fu inventato solo nel 1895.
  • Nel film la personalità di Lucy è totalmente diversa: nel romanzo è dolce, pura, sensibile e casta, mentre nel film è molto più libertina.
  • L'incontro di Lucy con i tre pretendenti è trattato in modo diverso: nel libro Lucy incontra Seward di mattina e Quincey e Arthur di sera, mentre nel film li riceve tutti di sera e in diverso ordine (Quincey, Seward e Arthur).
  • Nel film il dottor Seward, si chiama solo Jack, mentre nel libro viene chiamato anche John.
  • La principale differenza è la reincarnazione della moglie di Dracula in Mina Harker (totalmente assente nel libro).
  • Nel film Mina incontra il conte ed esce con lui in più occasioni, innamorandosene; nel libro non vi è nessun rapporto d'amore tra Mina e Dracula.
  • Nel romanzo, Jonathan Harker esce immune dal castello, subito dopo la partenza di Dracula, mentre nel film, prima di riuscire a scappare, egli vi rimane al lungo alla mercé delle spose di Dracula che lo lasciano quasi dissanguato, mente nel romanzo esse lo incontrano solo una volta, ancora prima della partenza del conte per Londra.
  • Sempre nel film il matrimonio tra Mina e Jonathan si svolge in Romania durante l'uccisione di Lucy, nel libro le nozze vengono celebrate in Ungheria, a Budapest, nella Cappella del convento dove era ospitato Jonathan durante la convalescenza dopo la fuga dal castello del Conte Dracula, prima della morte di Lucy.
  • Nel film non è presente il personaggio della madre di Lucy, né viene accennato il padre di Arthur.
  • Nel film si presume che Jonathan abbia raccontato la sua brutta esperienza a Van Helsing, mentre nel romanzo egli non ricordava nulla di ciò che gli era accaduto in Transilvania e Van Helsing ne viene a conoscenza tramite la lettura del diario di Jonathan.
  • È diverso il carattere di Van Helsing: nel libro è serio e gentile, nel film è aggressivo e fanatico, e sembra dotato di capacità paranormali (in una scena, ambientata nel giardino della villa di Lucy, pare scomparire e riapparire in due punti diversi in pochi istanti).
  • Nel film, il colpo finale al conte è assestato da Mina stessa, mentre nel libro questi muore trasformandosi in polvere dopo esser stato colpito da Quincey e Harker.
  • Nel film non si accenna minimamente al titolo nobiliare assunto da Arthur dopo la morte del padre, che diventa Goldaming.
  • Nel film, le tre spose di Dracula sono odalische ipersessuate, e s'invaghiscono di Jonathan perché giovane e attraente, presentandosi a lui mezze nude e riuscendo anche a baciarlo e a morderlo. Nel romanzo invece, esse sono delle dame che vogliono solo morderlo per succhiare il suo sangue e non gli danno neanche un bacio, ma vengono subito interrotte dall'arrivo di Dracula.
  • Nel film, Lucy, quando manifesta i primi sintomi di vampirismo nel letto, tenta di mordere il collo di Quincey. Nel romanzo, è Arthur che viene quasi azzannato dalla sua promessa sposa.




4 commenti:

  1. Io adoro i vampiri però non ho mai letto Dracula di Bram stoker!!!però in compenso ho visto il film!!!!
    appena non so cosa leggere leggerò sicuramente questo!!cosi potrò fare anche io le mie considerazioni sulle differenze libro-film!

    RispondiElimina
  2. io il film non l'ho visto e non so se lo vedrò, troppo fifona ;D
    Mi avvisi se è troppo spaventoso ok?? ;)))

    RispondiElimina
  3. A me non ha fatto molta paura!!però dipende da persona a persona!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo sto leggendo e per ora il libro è ok, ma vederlo mi farebbe un pò impressione ^_^

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...