venerdì 6 maggio 2016

"Il suonatore di pietre " Il nuovo noir di Sergio Saggese (goWare Ed.)


Buongiorno cari lettori!
Iniziamo la giornata con una segnalazione con il nuovo noir di Sergio Saggese che, tra toni acidi, ironia e parallelismi entomologici, ci regala una storia che induce dipendenza:


IL SUONATORE
di Sergio Saggese


goWare
2016
pp. 142
Edizione digitale € 4,99
Edizione a stampa € 10,99
«Non è per niente vero che nella vita è tutta questione di scelte. Ho due dati certi a testimoniarlo, due dati che di fatto hanno caratterizzato tutta quanta la mia esistenza senza essere per nulla dipesi dalla mia volontà: il soprannome col quale sono conosciuto ormai più che col mio stesso nome, e il fatto che suono i piatti sinfonici.»

Parte da questa constatazione Sandro Cramarossa, il protagonista del nuovo noir di Sergio Saggese Il suonatore di pietre, edito da goWare, per raccontare la sua storia di smarrimento e di ricerca.

Durante un viaggio in treno, Sandro incrocia un suo amico di infanzia, Mattia, soprannominato Mulignana, travestito da donna. Poco dopo, Mulignana viene ucciso brutalmente, e Sandro decide di seguire le indagini sull'omicidio, incuriosito anche dalla vita dell’amico.
Affiancato da un enigmatico poliziotto, Sandro entrerà così nel mondo dei clochard e in quello dei rom, entrambi frequentati dalla vittima.
Dalla morte del suo amico, Sandro comincerà a soffrire di incubi premonitori, poiché scovare chi ha ucciso Mattia lo coinvolgerà personalmente con un senso di rivalsa e un’imperdibile occasione di vendetta contro la vita stessa.

L'AUTORE
Sergio Saggese, napoletano, si è laureato in medicina veterinaria. Dal 1998 ha pubblicato racconti e numerosi romanzi tra cui Il grido del gatto (Boopen LED, 2009), Tutto torna (Il Monocordo Edizioni, 2012) e Codamozza (Con-fine edizioni, 2013). È stato finalista a premi letterari, tra cui Il Molinello (2004), il Premio Troisi (2006), il Premio Boopen (2010) e ha ricevuto una menzione della giuria al Premio Troisi (2008). Suoi racconti sono stati pubblicati su diverse riviste letterarie e sui quotidiani “Roma” e “Il Mattino”. Con il cortometraggio Faunàpoli è stato premiato al Forum della Cultura di Vico Equense (2009).

2 commenti:

  1. La cover è indubbiamente semplice e inquietante. La trama mi incuriosisce, prendo nota :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già, la penso come te!
      ciao aquila :)

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...