mercoledì 27 marzo 2013

Da domani in libreria: UNA DONNA SOSPESA - I MIEI VENT'ANNI



Per domani in libreria troveremo due libri, molto differenti tra loro.

I MIEI VENT'ANNI
di Helga Schneider


I miei vent'anni
Ed. Salani
272 pp
13.90 euro
USCITA 28 MARZO
2013
Trama

Negli anni del dopoguerra la giovane Helga Schneider cerca il suo posto nel mondo. E' andata via dalla casa di suo padre e viaggia per l'Europa, guidata da una sola certezza: la vita che l'aspetta sarà sempre comunque migliore di quella che ha lasciato.
Salisburgo, Vienna, Parigi, l'Italia sono i teatri delle sue esperienze; l'amore, il tradimento, la delusione, l'entusiasmo, la fatica di guadagnarsi da vivere e la passione per la scrittura, tutto si mescola in questo memoir dove Helga Schneider racconta se stessa con l'ebbrezza di che si abbandona alla narrazione per la prima volta.

"Una prosa di grande nitidezza, senza mai un cedimento."  La Stampa

L'autrice.
La biografia di Helga Schneider è ampiamente nota, come i suoi libri: Il rogo di Berlino, Porta di Brandeburgo, Il piccolo Adolf non aveva le ciglia, Lasciami andare, madre, L’usignolo dei Linke, Io, piccola ospite del Führer. Per Salani ha pubblicato Stelle di cannella (Premio Elsa Morante ragazzi 2003), L’'albero di Goethe, Heike riprende a respirare e La baracca dei tristi piaceri.



UNA DONNA SOSPESA
di Silvia Lorenzo


Una donna sospesa
Ed Guanda
Narratori della Femice
Trad. R. Bovaia
250 pp
17 euro
USCITA 28 MARZO
2013
"La donna era legata per i polsi e appesa, completamente nuda. Avevano passato la corda sopra una delle travi che contribuivano a dare un’atmosfera finto rustica alla sala della villetta. Dovevano aver issato il corpo prima di fissare il capo della corda al pomo di una porta. La punta dei piedi era a circa quaranta centimetri dal pavimento. Presentava una ferita d’arma da fuoco al collo e un’altra alla testa, appena sopra la tempia sinistra. Non le avevano sparato a bruciapelo e non aveva perso molto sangue. A prima vista non si notavano altri segni di violenza, anche se la pelle dei polsi era leggermente lacerata. Il corpo aveva assunto una lieve sfumatura giallognola, ma la pelle restava ancora abbastanza liscia da permettere a Perellò di esprimersi senza peli sulla lingua riguardo all’avvenenza della vittima. La mattina dopo, il medico legale avrebbe attestato che il decesso era avvenuto un giorno e mezzo prima del rinvenimento del cadavere. I vicini di casa avevano dato l’allarme non tanto per la mancanza di segni di vita nella casa, a cui erano abituati trattandosi di una villetta sul mare che veniva affittata a stagione, quanto per l’odore. A pochi metri dal cadavere, in effetti, risultava nauseabondo. In agosto, nella cala, l’umidità era forte e persistente."

Trama

È un agosto torrido a Madrid quando il sergente Rubén Bevilacqua, detto Vila, inquieto investigatore della Guardia Civil con una laurea in Psicologia nel cassetto, viene distolto da una serie di indagini inconcludenti nel mondo della malavita di provincia e convocato nell’ufficio del comandante. Nella Maiorca assediata dai turisti una bellissima ragazza austriaca è stata ritrovata appesa alla trave di una villetta in affitto, completamente nuda e con due proiettili in corpo. 
I comportamenti oltremodo spigliati e lo stile di vita promiscuo della vittima, dall’evocativo nome di Eva Heydrich, fanno pensare al delitto passionale. 
E i sospetti si sono subito concentrati su Regina Bolzano, una donna più anziana di lei, sua ultima convivente, che pare essersi volatilizzata. Ma ci sono troppi particolari che non quadrano, per questo il brigadiere del comando locale ha chiesto aiuto a Madrid. 
E per questo Vila si imbarca per l’isola affiancato da una giovane guardia in seconda, Virginia Chamorro, fresca di Accademia militare, solo apparentemente inesperta e impacciata, che dovrà fingere di essere la sua fidanzata per rendere più efficaci le indagini. 
Fra locali notturni e villaggi turistici, lussuosi yacht e bettole di quart’ordine, si muove una brulicante umanità di forzati del divertimento vacanziero, isolani che tentano di sbarcare il lunario, ex legionari, mafiosi, yuppie sballati e aspiranti ereditieri senza scrupoli. 
E ogni volta che la stramba coppia di investigatori in tenuta balneare sembra individuare un potenziale colpevole, si apre una nuova pista…

"La coppia di investigatori Bevilacqua e Chamorro è un autentico punto di riferimento per il noir spagnolo."  El Mundo 

"Lorenzo Silva è ormai un classico della nostra narrativa, un fine stratega al quale essere grati perché non ci delude mai." El Mercurio
 
L'autrice.
Lorenzo Silva, nato a Madrid nel 1966, è autore di numerosi libri. Ha vinto il Premio Ojo Crítico 1998, il Premio Nadal 2000, il Premio Primavera 2004, il Premio Algaba 2010 e il Premio Planeta 2012. La coppia di investigatori Bevilacqua e Chamorro è protagonista di romanzi. Tra gli altri titoli dell’autore ricordiamo La flaqueza del bolchevique, El nombre de los nuestros e Carta blanca.

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...