martedì 20 gennaio 2015

Viaggiare leggendo ... Schindler's list



Come ho già detto qualche giorno fa, sto leggendo "La lista di Schindler" e volevo presentarvi alcuni dei  luoghi legati a questo personaggio e alla sua storia.

Schindler nacque nel 1908 a Zwittau (oggi Svitavy, che si trova a 180 km ad est di Praga) nel Sudetenland, ovvero nei Sudeti, una regione all'epoca in Austria-Ungheria e successivamente in Cecoslovacchia.
 L'annessione di questa alla Germania nazista fu per Schindler l'inizio di un'avventura che lo portò a Cracovia; qui (Polonia) acquistò a basso prezzo una fabbrica in via Lipowa n. 4, nel quartiere industriale di Podgorze (parte sud di Cracovia), che chiamò Deutsche Emaillewaren-Fabrik, dove produsse pentolame e in seguito munizioni.

Dopo aver assistito con orrore al rastrellamento del 1942 nel ghetto di Cracovia (gli ebrei furono portato nel campo di concentramento a Plaszów, e molti di loro furono uccisi selvaggiamente), Oskar fece di tutto per salvare i suoi Schindlerjuden ("gli ebrei di Schindler"). 
Arrivò ad accordarsi col cinico e crudele  Amon Göth, il comandante di Plaszów, per il trasferimento di 900 ebrei nell'adiacente complesso industriale, dove sarebbero stati relativamente al sicuro dalle angherie delle guardie tedesche.

Płaszów era un sobborgo nella parte meridionale della città di Cracovia, in Polonia, dove nel dicembre 1942 venne inaugurato un campo di lavoro forzato nazista.

Quando l'Armata Rossa era ormai prossima a liberare Cracovia, i tedeschi distrussero i campi e uccisero gran parte degli internati. 
Schindler, tuttavia, riuscì a spostare 1.100 "lavoratori" in una fabbrica a Brunnlitz in Cecoslovacchia, sottocampo del complesso di Gross-Rosen, nell'ottobre 1944. 

La fabbrica di oggetti smaltati di Oskar Schindler (Fabryka Emalia Oskara Schindlera),  nel 2010, dopo varie vicissitudini e dopo l’acquisto della Fabbrica stessa, da parte del Comune di Cracovia, divenne un Museo, definito “La Fabbrica della Memoria”. In questo Museo è possibile ripercorrere il periodo più tragico della storia di Cracovia grazie all’esposizione permanente intitolata: Cracovia durante l'occupazione nazista 1939-1945.

Di seguito qualche immagine presa da siti che parlano di Oskar.


ulica lipowa oggi


fabbrica

oskar e il padre hans
(1929)

oscar con alcuni ebrei salvati da lui
(1956, Argentina)

svitavy oggi
plaszow oggi

svitavy (zwittau)
al tempo della seconda guerra mondiale
dentro la fabbrica
plaszow


uffcio oskar
plaszow


campo di concentramento di Brnìnec (Brünnlitz)



Fonti:

bio-lif.blogspot.com
schindlersjews.wordpress.com
www.seizethetrip.com
www.hotelsh.cz
nl.tracesofwar.com
oskarschindlerhero.blogspot.com
http://idacdonikad2.blox.pl/

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...