martedì 1 settembre 2020

Le mie letture di Agosto 2020 - monthly recap

 

Ed eccomi con l'appuntamento mensile sulle mie letture del mese appena trascorso!





  1. I RICORDI NON FANNO RUMORE  di Carmen Laterza: sullo sfondo difficile e doloroso della seconda guerra mondiale, le vicende di una bambina costretta a scappare dai bombardamenti e a seguire la sua giovane madre mentre cerca di preservare la vita di entrambe, giungendo a fare scelte che la bimba non comprende appieno ma che, con il tempo, le faranno capire come ogni giorno vada affrontato a testa alta, con coraggio, anche quando ci si sente soli e in balìa di eventi troppo grandi e imprevedibili.
  2. CONTRO IL RAZZISMO  di G. Salvioni, Moni Ovadia: un breve trattato che ruota attorno al tema del razzismo, partendo dalla sua definizione, da ciò che caratterizza il pensiero razzista, continuando con quelle leggi infami che, in passato, regolamentavano lo schiavismo, i rapporti con razze ritenute inferiori e, per concludere, si indicano alcune buone ragioni per essere antirazzisti.
  3. "Mussolini ha fatto anche cose buone"  di F. Filippi: in questo libro breve e sufficientemente scorrevole, l'Autore si propone di "smontare" le fake news che, a più di settant'anni dalla caduta del fascismo, ancora girano ostinatamente attorno alla mitica figura del Duce, il quale - qualcuno continua a dire - ha fatto anche cose buone.
  4. "Storia di un abito inglese e di una mucca ebrea"  di S. Amiry: in questo libro, che è sì un romanzo ma racconta fatti realmente accaduti e di persone realmente esistite, Suad Amiry, con la grazia e l'ironia che le sono proprie, ci parla di amore, di dolore, di sopraffazioni, affidandosi alla forza dei ricordi di chi la Nakba (catastrofe) e la Shatat (diaspora) le ha vissute sulla propria pelle.
  5. L'IRA DI VENERE di P. Pulixi: in questi venti racconti noir, attraversati tutti da un'atmosfera drammatica e intrisa di amarezza, la protagonista assoluta è la Donna, in tutte le sue sfaccettature, con tutti i suoi contrasti - ora dea dell'Amore, ora dea della Vendetta -, con le luci e le ombre, la forza e le fragilità, che è capace di racchiudere in se stessa.
  6. X RESISTENZA  di Osvaldo Neirotti: sono narrate le avventure dei membri del X Ordine, impegnato nella lotta contro il Male, incarnato dall'Imperatore Nero, che ha assoggettato tutti i popoli e le razze dei dieci regni in cui è suddiviso il pianeta Etrar, per ventisei lunghi anni. Lo scopo della missione di Solo, l'assassino Mascherato, e dei suoi amici, è liberare il pianeta Etrar dal dominio tirannico dell'oscuro Imperatore.
  7. LA STESSA RABBIA NEGLI OCCHI  di M. Chiarottino: quanto dolore può nascondersi in un cuore? Quanta rabbia siamo in grado di custodire dentro di noi? Luna ha solo diciotto anni ma vivere le costa fatica perché, seppur giovanissima, sente di portare sul cuore pesi troppo gravosi per lei, che - imprigionandola in un passato doloroso e ancora troppo recente - le impediscono di vivere il presente con la leggerezza alla quale ha diritto e di immaginare un futuro luminoso. Ma la vita non smette di stupire...
  8. NOI CHE CI STIAMO PERDENDO  di M. Aramini: la tragica e violenta morte di una donna - madre di due gemelle preadolescenti e moglie di un famoso pianista - solleva il coperchio di un vaso di Pandora pieno di segreti torbidi, nascosti in anime tormentate che si portano sul cuore pesi e peccati inconfessabili.
  9. L'ATTENTATO di Y. Khadra: l'esistenza serena e agiata di un uomo che s'è lasciato alle spalle le proprie origini e il proprio popolo, con le sue infinite difficoltà e le sue miserie quotidiane, viene improvvisamente sconvolta da una tragedia famigliare che mette in crisi tutte le certezze su cui reggeva la sua felicità, di cui non resta che un cumulo di polvere, detriti... e lacrime.

Tra queste letture di agosto, sul podio metto: STORIA DI UN ABITO INGLESE E DI UNA MUCCA EBREA perché basato su fatti realmente accaduti, sulla testimonianze sentite e sofferte di chi ha vissuto sulla propria pelle la Nakba, la catastrofe abbattutasi nel 1948 sul popolo palestinese in concomitanza con la nascita dello Stato d'Israele.
Secondo posto per LA STESSA RABBIA NEGLI OCCHI, per le emozioni veraci e intense, e infine I RICORDI NON FANNO RUMORE per le donne indimenticabili protagoniste di una storia ambientata durante la guerra.

Attualmente ho in lettura:

  • ALTA FEDELTA' di N. Hornby: sono all'inizio e devo prendere confidenza con lo stile...
  • UN'ESTATE A PIEDI NUDI di C. Brown: una commedia simpatica che vede protagoniste tre donne, tutte vedove dello stesso marito truffaldino!
  • LA RAGAZZA DELLA LUNA di L. Riley: è il turno di Tiggy, la sorella che ama gli animali.



CITAZIONE DEL MESE:

"Penso a quanto male ci facciamo da soli, a quali gabbie costruiamo con le nostre mani senza saperne saperne poi uscire. Alle parole non dette, alle paure non confessate, ai segreti di carta che diventano piombo. E poi penso a come siano più facili un abbraccio, una mano sulla spalla, un sorriso". (M. Chiarottino)


CANZONE DEL MESE


VIENI A BALLARE IN PUGLIA

Oh Puglia, Puglia mia, tu Puglia mia
Ti porto sempre nel cuore quando vado via 
E subito penso che potrei morire senza te 
E subito penso che potrei morire anche con te





7 commenti:

  1. Ciao Angela! Hai scelto delle letture molto impegnative! Mi sei sembrata soddisfatta di ognuna di esse. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, assolutamente! È stato un mese di belle letture :)

      Elimina
  2. Ciao Angela! Hai letto davvero tanto ad agosto! Non vedo l'ora di sapere la tua opinione anche sulle storie che hai in lettura! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio parere di Un estate a piedi nudi dovrebbe arrivare a breve.. , devo solo trovare il tempo per mettermi al pc :-D

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Il sul podio a metterei il libro 4) 1) e 3). Adoro Caparezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In verità, sono tutte letture, ciascuna per un motivo diverso, meriterebbero di essere menzionate :))

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...