sabato 17 gennaio 2015

L'amore durante la guerra: novità in libreria



Recenti pubblicazioni aventi come sfondo la seconda guerra mondiale e il nazismo.


QUANDO TUTTO SARA' FINITO
di Audrey Magee

Ed. Bollati Boringhieri
18 euro
324 pp
dal 15 gennaio 2015
Trama

Peter Faber è un soldato semplice, un insegnante spedito sul fronte orientale. 
Katharina Spinell è una ragazza di Berlino, con un lavoro poco attraente e genitori oppressivi. 
I due si sposano senza essersi mai conosciuti: è un matrimonio di assoluta convenienza, che garantisce a lui una licenza di dieci giorni, a lei una pensione dovesse Peter morire in guerra.
Inaspettatamente, i due ragazzi si innamorano a prima vista, e al momento della separazione si scambiano promesse di fedeltà e di un futuro insieme. 
Il ricordo dei brevi giorni passati con Katharina e il sogno di una vita familiare al ritorno, sono le uniche cose che permettono a Peter di resistere agli orrori del fronte russo.
Katharina si accorge di aspettare un bambino e cerca di sfuggire al controllo ossessivo di un padre convinto seguace della dottrina nazista: è questo il personaggio che meglio di tutti rappresenta la Germania del tempo, quella della «banalità del male», quella della gente comune che ritiene legittimo impadronirsi delle case degli ebrei deportati, stanare i fuggiaschi e continuare a brindare alla vittoria e a godere dei privilegi conquistati all’interno del regime anche quando la realtà annuncia la sconfitta.





QUALUNQUE COSA ACCADA
di Miranda Richmond Mouillot


Ed. Rizzoli
331 pp
19 euro
dal 15 gennaio 2015

Trama

Nel 1948, dopo essere sopravvissuti alla Seconda guerra mondiale e alla Shoah abbandonando la Francia occupata dai nazisti per la Svizzera, Anna e Armand Jacoubovitch, acquistarono una vecchia casa di pietra in un remoto e pittoresco borgo nella Francia del Sud. 
Pochi anni dopo, Anna fece le valige, prese con sé i due figli e la macchina da scrivere e se ne andò. A parte un breve incontro, Anna e Armand non si videro né si parlarono più fino alla morte. Nessuno dei due si risposò né rivelò mai il motivo della separazione.
Questo libro è il racconto avvincente del viaggio intrapreso dalla loro unica nipote alla scoperta di ciò che accadde tra la nonna, medico psichiatra, e il nonno, interprete al processo di Norimberga, il quale dopo essere stato lasciato non pronunciò mai più il nome della moglie. 
Per scoprire le radici del loro silenzio, Miranda abbandona i suoi progetti e si trasferisce nell’Ardèche, nella vecchia casa ormai in rovina, s’immerge nella lettura di lettere, materiale d’archivio, fonti secondarie e interroga i suoi reticenti nonni sul loro passato ottenendo brandelli della loro storia. 
E mentre ricostruisce le vicissitudini di Anna e Armand durante i cupi anni della guerra e il naufragio del loro matrimonio, Miranda combatte con l’eredità traumatica dell’Olocausto, il peso della storia, le complessità della memoria. 
E ritrova se stessa imparando non solo a sopravvivere ma a vivere serena nella vecchia casa di pietra con l’uomo di cui sì è nel frattempo innamorata.

Ricca di calore, humor e dettagli che dipingono il carattere fuori dal comune dei due protagonisti e riportano in vita la loro lotta per la sopravvivenza, Qualunque cosa accada è una storia d’amore straziante che spazia tra due continenti e tre generazioni. Ma anche la storia di un popolo e della sua sofferenza.

L'ANGELO DEL CAMPO
di Clifford Irving


Ed. Longanesi
320 pp
18.60 euro
Dal 15 gennaio 2015
Trama

Gennaio 1943. Al campo di sterminio di Zinoswicz-Zdroj, Polonia sudoccidentale, arriva il capitano Paul Bach. 
Paul ha perso la moglie sotto le bombe e un braccio fra le nevi russe. E ha smarrito la convinzione di trovarsi dal lato giusto. Unica sua religione, i figli e il lavoro. 
E ora la Gestapo gli ha affidato il compito di smascherare l’autore di alcuni misteriosi delitti, le cui prime vittime sono «un paio di ebrei di una certa importanza e un ufficiale polacco delle SS».
Il quadro è inquietante, perché gli omicidi sono stati annunciati da sibillini messaggi anonimi apparsi nelle baracche degli internati, scritti a mano, in un ebraico impeccabile o in yiddish. In apparenza non esiste un movente e la dinamica è sempre diversa: unica costante, i messaggi.
In un meccanismo oliato dalla morte, nel cuore del nonsenso della Storia, sembra di cogliere lo scherno di una divinità impazzita. E nel campo, insieme al fremito della rivolta, comincia a correre la voce di un Angelo assassino che aleggia tra i blocchi...
Giorno dopo giorno, nel corso delle indagini Paul verrà a contatto con la realtà indicibile del campo, con l’umanità offesa delle vittime e quella, alienata, dei carnefici. Costretto suo malgrado a confrontarsi con l’orrore, con il male assoluto che forse non sospettava ma di cui si scopre complice, riuscirà a trovare risposta all’enigma dell’Angelo e al lacerante dissidio tra appartenenza e coscienza?

L'autore.
Clifford Irving, nato nel 1930, è stato per lungo tempo uno degli uomini più conosciuti d’America. Nel 1970 ha scritto una falsa biografia di Howard Hughes, nella quale ha messo alla berlina Richard Nixon e altri importanti politici dell’epoca, in seguito alla quale è finito in prigione per un anno e mezzo. Grande viaggiatore, nella sua esplosiva esistenza ha fatto per due volte il giro del mondo, ha prestato servizio come guardia in un kibbuz israeliano, ha contrabbandato whisky e sigarette tra Tangeri e la Spagna e ha visitato il Tibet a cavallo. Recentemente ripubblicato in lingua originale, L’angelo del campo è balzato ai primi posti delle classifiche di vendita in USA. Clifford Irving vive in Colorado.

IL TABACCAIO DI VIENNA
di Robert Seethaler


Il tabaccaio di Vienna
Ed. Rizzoli
220 pp
18 euro
Dal 15 gennaio 2015
Trama

Nel 1937 Franz, a diciassette anni, si trasferisce a Vienna per cercar fortuna. 
Un amico di famiglia lo prende a bottega come apprendista nella sua piccola Trafik, una rivendita di tabacchi dove un giorno conosce Freud.
Ed è proprio a lui che Franz chiede consiglio quando per la prima volta scopre l’amore nel movimentato Prater: ma dovrà presto ammettere che anche per il famoso psicanalista l’universo femminile è ancora un enigma. 
Intanto, la drammatica situazione politica nella quale si trovano li opprime entrambi, incapaci come sono di comprenderne la portata. 
Tra l’antisemitismo dilagante e l’Anschluss alle porte, il vortice degli eventi non tarderà a trascinare nel gorgo Franz e tutti i suoi affetti.

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...