lunedì 21 settembre 2015

"Il libro nell'arte": Tamara De Lempicka



Era da molto che non attingevo all'arte per colmare la mia rubrica "Il libro nell'arte".

La presenza del libro nelle varie forme d'arte, moderna e non!!


L'artista di oggi è Tamara Rosalia Gurwik-Gorska, in arte De Lempicka (dal cognome del marito Lempicki), pittrice (polacca?) famosa  per la sua mondanità e forse meno per la sua pittura; nasce il 16 maggio 1898, forse a Varsavia, oppure più probabilmente a Mosca.

Immergendosi completamente nello stile di vita bohemienne che dipinse, l’artista ebbe numerose relazioni scandalose che le ispirarono un’arte evocativa improntata su un cubismo sommesso e dal carattere distintivo che raffigurava elementi e strutture precise tese a suscitare il desiderio. 
Negli anni ‘60, trasformando il proprio stile a favore di una maggiore impronta astrattista, la De Lempicka iniziò a dipingere con l’uso della spatola.

Nel 1978 Tamara De Lempicka si trasferisce in Messico, a Cuernavaca, dove muore il 18 marzo 1980. Secondo le sue volontà testamentarie le sue ceneri vengono sparse sul cratere del vulcano Popocatépetl.

Di seguito alcune sue opere, ma vi esorto a dare un'occhiata al sito a lei dedicato (fonte 3).


Redheaded Woman Reading, 1922

The Open Book, 1924
Kizette in Pink, 1926


Bouquet of Thistles with an Open Book, 1927





Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...