martedì 8 agosto 2017

Anteprime Neri Pozza Settembre 2017: I RIFUGIATI di Viet Thanh Nguyen // LA NATURA DELLA GRAZIA di William Kent Krueger



Anteprime Neri Pozza: il primo libro è una raccolta di racconti, un libro ricco di osservazioni acute sulle aspirazioni di coloro che lasciano un paese per un altro, per scelta o per necessità, e sulle relazioni e i desideri di autorealizzazione che definiscono la nostra vita.
Il secondo è un romanzo di formazione, accostato al memorabile classico "Il buio oltre la siepe".


I RIFUGIATI
di Viet Thanh Nguyen



Ed. Neri Pozza
trad. L. Briasco
224 pp
«In un paese dove i beni di proprietà erano l’unica cosa che contasse, non avevamo niente che ci appartenesse, a parte le storie».
L'autore fa dire queste parole ad una giovane vietnamita, la cui infanzia, in fuga dagli orrori della guerra, è stata segnata dalla drammatica esperienza di un barcone alla deriva e dalla morte del fratello ragazzino. 
A un certo punto della sua adolescenza negli Stati Uniti, la donna si imbatte nell’esperienza propria di ogni rifugiato: scoprire di non possedere niente, se non le storie, raccontate dai genitori o serbate nel proprio personale ricordo, che mostrano l’impossibilità di voltare le spalle al passato, alle persone e alle cose del vecchio mondo perduto. 
L’impossibilità dell’oblio che, come un macigno, pesa sulla necessaria ricerca di nuove identità ed appartenenze attraversa da cima a fondo tutte le storie narrate in questo libro. 
Dal giovane Liem che non riesce piú a riconoscere sé stesso nell’istante in cui apprende davvero che cosa significa a San Francisco dire di due maschi che sono una coppia «in senso romantico»; alla proprietaria del New Saigon Market che nella sua bottega, uno dei pochi posti a San Jose dove i vietnamiti possono acquistare il riso al gelsomino e l’anice stellato, vede riapparire i fantasmi della guerra nella persona della signora Hoa, ossessionata dall’idea della vendetta nei confronti dei comunisti che le hanno ucciso il figlio; a una donna il cui marito è affetto da demenza e inizia a confonderla con la sua ex amante, e ancora una ragazza che vive a Ho Chi Minh, città in cui la sorellastra torna dall'America: storie di vite che diventano una testimonianza sentita sulle difficoltà dell'immigrazione.

I rifugiati, dedicato  ai «rifugiati sparsi in tutto il mondo» e accolto negli Stati Uniti da un grande successo di pubblico e di critica, costituisce una splendida conferma del talento di Viet Thanh Nguyen nel descrivere la complessa esistenza del «popolo nuovo» sorto dalle grandi migrazioni in atto nel mondo contemporaneo.


L'autore.
Viet Thanh Nguyen insegna English and American Studies and Ethnicity alla University of Southern California. È autore di Race and Resistance: Literature and Politics in Asian America (Oxford University Press, 2002) e di Nothing Ever Dies: Vietnam and the Memory of War, «una potente riflessione su come scegliamo di ricordare e dimenticare» (Kirkus Reviews). Il simpatizzante, il suo primo romanzo, ha vinto il Premio Pulitzer 2016
.




A fine SETTEMBRE in libreria:


LA NATURA DELLA GRAZIA
 di William Kent Krueger



Ed. Neri Pozza
FINE SETTEMBRE
Vincitore dell’Edgar Award come miglior romanzo.
Vincitore del Goodreads Choice Award come miglior mystery.
Vincitore del Barry Award, dell’Anthony Award e del Macavity Award.
Miglior romanzo dell’anno per il School Library Journal.


È l’estate del 1961 a New Bremen, in Minnesota. Il tredicenne Frank Drum, figlio del pastore Nathan e di Ruth, una donna di straordinaria bellezza, ma immalinconita dalla vita di moglie di un ministro del culto, ha un fratello più piccolo, Jake, detto Howdy Doody per via delle orecchie a sventola, e una sorella più grande, Ariel, destinata a una brillante carriera di musicista. 
Quell’estate la morte viene a visitare la famiglia Drum e l’intera New Bremen assumendo molteplici forme: incidente, malattia, suicidio, omicidio.
Tutto comincia con la strana fine di Bobby Cole, un coetaneo di Frank, ucciso sui binari della ferrovia e prosegue con il ritrovamento quasi contemporaneo del cadavere di un vagabondo presso il ponte sul fiume Minnesota, non lontano dal luogo che Bobby amava frequentare, perso nei suoi sogni a occhi aperti. Là dove si dà appuntamento una comunità di sfaccendati noti a New Bremen, gente che, si dice, crea solo problemi e da cui bisogna tenersi alla larga.
Ma Frank Drum non esita ad avventurarsi da quelle parti e a fa la conoscenza di Warren Redstone, un indiano Dakota che, anni prima, ha cercato di provocare un’insurrezione a Sioux, mettendosi nei guai con i federali. 
Un incontro che assume sfumature inquietanti quando Frank sorprende Warren con indosso gli occhiali di Bobby Cole, e ancora più allarmanti quando lo osserva mentre con aria furtiva nasconde degli oggetti in un luogo appartato nei boschi. 

Con una prosa fluida, veloce e coinvolgente William Kent Krueger ha scritto un romanzo di formazione profondo e toccante, una storia indimenticabile sulla perdita dell’innocenza, sul prezzo da pagare per diventare adulti e sulla terribile grazia della vita.


2 commenti:

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...