martedì 30 dicembre 2014

Recensione "Espiazione" di Ian McEwan



Di solito, quando so che un film - che vorrei vedere - è tratto da un libro, leggo prima quest'ultimo; per "Espiazione" di Ian McEwan così non è stato.

ESPIAZIONE
di Ian McEwan


Espiazione
Ed. Einaudi
Trad. S. Basso
388 pp
13 euro
2005
Trama

Briony Tallis ha tredici anni ed è un tipetto riflessivo, un po' chiuso e che ha una grande passione: scrivere.
Per scrivere ci vuole (tra le tante cose) una certa dose di fantasia e, ahinoi, la nostra protagonista ne ha parecchia, tanto da prendere fischi per fiaschi e vedere qualcosa che in realtà non c'è mai stato

Briony ha soltanto 13 anni, è una ragazzina e crede di avere una cottarella per un ragazzo più grande di lei: Robbie Turner.

Robbie è un bel giovanotto, figlio della governante di casa Tallis, che ha potuto proseguire gli studi ed andare al college grazie alla generosità del padre di Briony.

E poi c'è lei, Cecilia. 
E' la sorella maggiore di Briony ed è innamorata di Robbie, ricambiata.

Briony intercetta per caso e per sbaglio una lettera di Robbie per l'amata e ancora per caso, si ritroverà spettatrice di una scena d'amore/sesso tra i due innamorati.
L'invidia si fa strada dentro di lei ed, insieme ad essa, anche la paura e l'errata percezione che Robbie stesse facendo del male alla sorella.
.
A dar man forte alla convinzione di aver assistito ad una violenza, interviene un episodio drammatico che vede coinvolta la cugina Lola....

Una serie di equivoci ed incomprensioni farà si che Briony, convinta che Robbie sia un maniaco e che abbia violentato tanto Cecilia quanto Lola, testimoni contro il ragazzo che,  seppur innocente, verrà arrestato e incarcerato.

La prima parte del libro si concentra sulla descrizione di quell'afosa giornata d'estate, nel corso della quale questo evento tragico cambierà in modo irreversibile il destino di molte persone: quello di Cecilia e Robbie, de loro amore, e quello di Briony.

Robbie avrà l'opportunità di riscattarsi e dimostrare la propria innocenza?
Potrà vivere liberamente il puro amore che lo lega a Cecilia, alla quale ha promesso di tornare?

A creare confusione e dolore c'è la guerra, col suo carico di morte, sofferenze, paura...; una guerra che separa, che dilania corpi e anime, ma che pure non riesce a togliere nei cuori la speranza di rivedere i propri cari.

Nella guerra l'uomo dà il peggio di sè, ma forse anche il meglio, se consideriamo coloro che decidono di scendere in campo per prendersi cura dei soldati feriti, come nel caso delle infermiere.

Tra queste infermiere ci sarà anche la ormai cresciuta Briony.

Riuscirà a ottenere il perdono di Cecilia e Robbie, proprio lei che con una parola, a causa di una valutazione sbagliata di comportamenti più grandi di lei (lei, che si crede erroneamente saggia e matura, ma alla fin fine è solo una bambina), ha segnato tristemente il destino di due persone?

Si legge "Espiazione" aspettando e sperando che ci sia giustizia per gli innocenti e punizione per chi ha sbagliato.
Ci si aspetta il lieto fine, insomma, ed è pure comprensibile.

Verso la fine il piano della narrazione cambia e ci ritroviamo ai giorni nostri con una Briony ormai vecchia, che ha concluso il suo romanzo più importante: quello in cui racconta la verità, per espiare la propria colpa e trovare pace dentro di sè.

.
"Espiazione" è un romanzo che vuol far riflettere su come certi errori, commessi nell'incoscienza e senza una reale percezione degli stessi nè delle loro possibili conseguenze, possano in realtà stravolgere le vite delle persone coinvolte e come non sempre sia possibile rimediare.

Ne resta  un mucchio di rimpianti e sensi di colpa, davanti ai quali si può provare solo tanta tristezza.


E' un libro pieno di sentimenti, con personaggi psicologicamente descritti molto bene, il che permette al lettore di "entrare" nel loro mondo, di capirne azioni e reazioni... 

Certo, a me ha lasciato un po' di amaro in bocca il finale e alcune parti le ho trovate un po' prolisse e lente, ma in generale è una lettura che merita, McEwan è davvero un ottimo scrittore (ho scoperto l'acqua calda... ^_^).

3 commenti:

  1. Io ho adorato questo libro!! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si, è sicuramente un bel romanzo! ;=)

      Elimina
  2. Ancora una volta la tua recenzione accurata mi ha fatto conoscere un nuovo romanzo che mi piacerebbe leggere:)

    RispondiElimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...