martedì 8 marzo 2016

(8 marzo) Novità in libreria... tutte al femminile!



Care DONNE, auguri!
Come (se..!) vi accingete a ricordare questo giorno dedicato al gentil sesso? ^_^

Io credo che un modo senza dubbio importante sia attraverso la lettura (potremmo, noi lettori, pensarla diversamente?), quindi bando alle ciance e proviamo a dare un'occhiata a qualche recentissima pubblicazione dedicata principalmente all'universo femminile.



Una libraria ebrea in fuga dal nazismo, l'amore sconfinato per i libri, una storia che riaffiora dopo 70 anni.

NIENTE SU CUI POSARE IL CAPO
di  Francoise Frenkel


Ed. Guanda
18 euro


Nel 1921 la giovane Françoise Frenkel, ebrea di origine polacca, fonda la Maison du Livre, la prima libreria francese di Berlino, frutto della sua grande passione per la lingua e la cultura del paese in cui ha vissuto a lungo e studiato.
Ben presto la libreria diventa un luogo di ritrovo e confronto, dapprima nella Germania cupa e traumatizzata dalla Grande guerra, poi nell’atmosfera più aperta e vivace della Repubblica di Weimar. Con l’ascesa del nazismo il clima cambia, e per Françoise diventa impossibile proseguire questa attività. 
Per più di tre anni, fino a quando nel 1943 riesce a passare clandestinamente la frontiera svizzera, vive da fuggiasca e registra incredula la trasformazione della sua patria elettiva: la cancellazione dei diritti, i rastrellamenti, le deportazioni, la propaganda razzista alla radio e i discorsi antisemiti della gente, la codardia e l’ignoranza di chi è pronto a giustificare qualunque nefandezza. 
Ma c’è anche chi la aiuta...


Nadia Hashimi ci racconta storie di donne afghane, storie di oggi, che le vedono coraggiose protagoniste di battaglie per dar voce ai propri diritti.




QUANDO LA NOTTE E' PIU' LUMINOSA
di Nadia Hashimi

Ed. Piemme
trad. M. Castagnone
420 pp
18.50 euro
8 MARZO 2016


Fereiba è una maestra cresciuta in un Afghanistan.
Quando i talebani non avevano ancora preso potere, e suo marito tornava a casa ogni sera da lei e dai loro tre bambini. 
Finché un giorno non è più tornato. 
È stato allora che Fereiba ha capito che il suo paese non era più casa sua, ed è partita, insieme ai suoi bambini, verso un posto dove ricominciare, vivere, e dimenticare. L’Inghilterra. 
Attraversando l’Iran, poi la Grecia, Fereiba accompagna i suoi figli verso la salvezza. Finché, nella piazza del mercato di una città greca, Saleem, il figlio più grande, sparisce nella folla. 
Da quel momento Fereiba avrà una duplice missione: mettere in salvo i due figli più piccoli e ritrovare Saleem, prima che sia troppo tardi. 



Il travolgente racconto di una saga familiare: cinque donne pronte a tutto per trovare la felicità.



LA CASA SUL FIUME
di Lena Manta

Ed. Giunti
trad. M. De Rosa
624 pp
12.90 euro
Febbraio 2016
Teodora desidera per le figlie un futuro diverso, coraggioso e libero dalle convenzioni, come ha fatto lei stessa quando, giovanissima, ha avuto l'ardire di sposare un uomo molto più grande e più ricco.
Ed è per questo che una dopo l'altra le cinque ragazze della casa sul fiume, ai piedi del monte Olimpo, scelgono senza paura la loro strada. La libertà però non sempre coincide con le svolte del destino: Melissanthi finisce preda dell'ossessione per il gioco; Iulìa deve proteggere il suo matrimonio dagli spietati inganni della suocera; Aspasìa ha un marito che pensa solo alla carriera e ostacola con fermezza la sua vocazione per il canto; Polixeni è un'attrice molto corteggiata e frivola, finché sarà travolta da un amore impossibile; Magdalinì si trasferisce a Chicago e scopre ben presto che suo marito nasconde un terribile segreto... 
Ma anche nelle più violente tempeste della vita, ognuna sa che esiste un luogo sicuro dove fare ritorno: la vecchia casa sul fiume, protetta da enormi castagni, che da sempre le chiama e le attende.




Ancona, 1906. Un gruppo di maestre decide di chiedere l'iscrizione alle liste elettorali. Un romanzo di grandi passioni e battaglie civili.

IL GIUDICE DELLE DONNE
di Maria rosa Cutrifelli



Ed. Frassinelli
251 pp
18 euro
Marzo 2016
Teresa è una bambina che nasconde un segreto e per questo ha scelto di chiudersi in un mutismo che la isola e, al tempo stesso, la protegge. 
Alessandra, al contrario, è una giovane maestra esuberante. Fa parte di quella folta schiera di donne che, all'inizio del Novecento, si spinse nei paesini più sperduti a insegnare l'alfabeto. Un lavoro faticoso, solitario. 
Anche Alessandra è sola, per la prima volta nella sua vita.
Ma le piace insegnare e sfida con coraggio i pregiudizi e le contraddizioni di una società divisa tra idee antiche e prospettive nuove. 
Nuovo è pure il mestiere di Adelmo, che cerca di farsi strada nel mondo appena nato del giornalismo moderno. Una sfida esaltante per un giovanotto ambizioso e di talento.
È il 1906, siamo nelle Marche, all'epoca una delle zone più povere della penisola. La maestra è di Ancona e la bimba di Montemarciano, un piccolo paese sconosciuto che conquisterà le prime pagine dei quotidiani nazionali. 
Per inseguire il sogno del suffragio universale, dieci maestre decidono di chiedere l'iscrizione alle liste elettorali. 
Sarà un giudice di Ancona a dover prendere la decisione. 



2 commenti:

  1. Ciao Angela, ti ho nominato a questo link party, se ti interessa partecipare ;-)
    http://avidolettore.blogspot.it/2016/03/link-party-write-your-special-post.html?showComment=1457436121027#c7685009977435832098

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara, passo immediatamente!!!

      Elimina

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...