mercoledì 25 novembre 2015

La Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne: alcuni libri sull'argomento



Il 25 novembre si celebra la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne.
In questo piccolo spazio, vorrei ricordare insieme a voi qualche titolo di libro che tratta questo delicato e importante argomento.
Se avete altri libri da condividere - magari anche sottoforma di romanzo -, sarò felice di leggere i vostri consigli!

Letture o film correlati segnalati e/o recensiti sul blog:






Il male che si deve raccontare. 
Per cancellare la violenza domestica
di Marina Calloni, Simonetta Agnello Hornby


Ed. Feltrinelli
Con un programma semplice ed efficace – che ha coinvolto le donne potenzialmente esposte a violenza e le aziende in cui lavorano –, la Global Foundation for the Elimination of Domestic Violence (Edv) creata da Patricia Scotland ha contribuito a contenere sensibilmente il fenomeno della violenza domestica in Inghilterra.
Questo piccolo libro ha lo specifico obiettivo di creare una Edv italiana per applicarne il metodo nel nostro paese.
Simonetta Agnello Hornby ha scritto racconti che, attraverso vicende affioranti dalla sua memoria e ancor più attraverso casi affrontati in veste di avvocato, danno una vividissima e articolata rappresentazione del segreto che a volte si nasconde dentro le pareti domestiche.
Con la sapienza narrativa che le è propria, evoca l’esibizione del teatro della violenza in Sicilia, i silenzi comprati da un marito abusante, il dolore dei figli abusati, la complicità fra vittima e carnefice. Marina Calloni, docente alla Bicocca, traduce la consapevolezza secondo la quale viviamo in città in cui “si uccidono le donne” in una visione sintetica e in una stringente serie di dati. 
Il male che si deve raccontare è insieme un atto di denuncia – il male che si deve strappare al silenzio – e uno strumento a disposizione delle associazioni che, anche in Italia, lottano da tempo contro questa violenza, offrendo aiuto, mezzi e protezione alle vittime. I proventi di questo libro contribuiscono alla creazione della sezione italiana di Edv e alle attività che, attraverso la Fondazione, hanno come obiettivo l’eliminazione della violenza domestica.


Nessuno può toglierti il sorriso
di Pitzalis Valentina


Ed. Mondadori
Valentina aveva comunicato al marito la sua volontà di separarsi. 
Lui, incapace di farsene una ragione, l'ha cosparsa di liquido infiammabile e le ha dato fuoco, morendo lui stesso tra le fiamme. 
Lei si è svegliata in un letto d'ospedale col volto completamente sfigurato, una mano amputata e l'altra gravemente danneggiata. 
Era l'aprile del 2011 e da allora Valentina Pitzalis è diventata il simbolo della violenza sulle donne, per la forza con cui ha reagito alla tragedia, la sensibilità con cui ha raccontato e ha analizzato l'accaduto, il coraggio e la speranza che è capace di comunicare.





Io ci sono. La mia storia di non amore
di Giusi Fasano, Lucia Annibali

Ed. Rizzoli
Pesaro, una sera di aprile 2013. Lucia, 35 anni, avvocato, viene sfregiata con l’acido mentre rientra dalla palestra. 
A colpirla, due albanesi assoldati dall’ex fidanzato, avvocato come lei, ora in carcere con l’accusa di lesioni gravissime e tentato omicidio. 
Da allora, Lucia ha subito nove interventi e indossa una maschera ma ha trovato la forza di reagire, e ora vuole raccontare la sua esperienza tragica. 
Soprattutto vuole mostrare a tutte le donne che, persino dalla più devastante delle violenze, ci si può riprendere, addirittura crescendo nella consapevolezza personale e continuando a credere nei propri valori e a coltivare le proprie passioni.







Ed. Einaudi
200 pp
12 euro
2014
L'AMORE CRIMINALE
di Matilde d'Errico


128 vittime nel 2013, 16 nei primi tre mesi del 2014: 
ono le cifre agghiaccianti del femminicidio, 
dietro cui si nascondono altrettante storie. 
Storie di donne uccise da qualcuno che diceva di amarle. 
Matilde D'Errico ce le racconta senza retorica, lasciando che a parlare,
 nella loro drammaticità, siano semplicemente i fatti.




FIORE DEL DESERTO
Storia di una donna
di Dirie Waris, Miller Cathleen

Ed. Garzanti

Quella di Waris Dirie è una testimonianza straordinaria. 
La sua vita, ricca di momenti dolorosi ma anche di grandi felicità e successi, insieme avventurosa ed esemplare, l'ha portata dai deserti africani all'esclusivo mondo delle top model. 
È nata in un villaggio della Somalia, ha circa trent'anni: ma nessuno, nella sua famiglia di nomadi con dodici figli, annotò la data della sua nascita. 
Quando aveva più o meno cinque anni, suo padre decise che era giunto il tempo di infibularla: le pagine in cui Waris ricorda oggi quella mutilazione atroce sono assolutamente strazianti. 
Aveva tredici anni quando suo padre la vendette per cinque cammelli a un uomo di sessant'anni: Waris non accettò quel destino, fuggì da una zia a Mogadiscio, e poi a Londra, nella residenza di uno zio ambasciatore, come cameriera, a lavorare 18 ore al giorno 7 giorni su 7. 
Sempre meglio di quello che l'aspettava in patria, pensava. 
Così, quando lo zio, concluso il suo mandato, fu richiamato in Somalia, decise di restare in Inghilterra. 
Sola, iniziò a guadagnarsi da vivere lavando i pavimenti da McDonald's. Analfabeta, si iscrisse a una scuola serale.

CON LA SCUSA DLEL'AMORE
di Giulia Bongiorno, Michelle Hunziker


Ed. Longanesi
14.90 euro
Due donne che si raccontano parlandoci dei piccoli e grandi ostacoli che ancora ci separano da una vera uguaglianza.
Giulia Bongiorno e Michelle Hunziker hanno sensibilizzato l'opinione pubblica sul tema della violenza sulle donne e offerto aiuto concreto alle vittime.
Cinque anni di riflettori accesi su quella che è diventata ­ lo dimostra la cronaca nera dei nostri giornali ­ una vera e propria emergenza sociale. E siccome Bongiorno e Hunziker credono che questa battaglia si combatta, prima ancora che con le leggi, con un'opera di prevenzione culturale ­ agendo sulle coscienze senza distinzioni di età o di genere, all'interno delle famiglie, nelle scuole, nei luoghi di lavoro­, hanno scritto un libro che "pensa positivo": un agile trattato di prevenzione e rieducazione sentimentale, intellettuale, civile, ispirato ai valori del rispetto (degli altri, ma anche di sé), della sensibilità, dell'eguaglianza nella diversità.
Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno, alla fine del libro, ci regalano la testimonianza più concreta e commovente del loro impegno: una lettera scritta l'una al figlio e alla figlia dell'altra. Perché un domani possano scoprirsi uomini e donne migliori.


SE NON ORA, QUANDO?
Contro la violenza e per la dignità delle donne
di Eve Ensler


Ed. Piemme
224 pp
2012
In alcuni paesi del mondo è plateale e brutale. 
Così quotidiana da sembrare ineluttabile. Dalle nostre parti, invece, è insidiosa, strisciante, nascosta. Perfino glamour. È la violenza contro le donne. Tentacolare e multiforme. 
Donne vittime di stupri politici, rapite e picchiate perché pedine deboli sullo scacchiere dei conflitti tribali in Congo, Ruanda, Darfur. Mogli che subiscono in silenzio le botte tra le mura di casa. Figlie che vedono le madri tacere per anni di fronte ad assurde imposizioni religiose. Le voci di Alice Walker, Michael Cunningham, Dave Eggers, Jane Fonda e molti altri si uniscono a Eve Ensler, paladina dei diritti femminili, per dire che ancora oggi essere donna non è facile, perché si tende a negare che la violenza esista. 
Questi racconti, toccanti, scioccanti, arrabbiati, emozionanti e a tratti leggeri e poetici, ricordano che la dignità della donna è un bene che va difeso da tutti. Per rendere il mondo migliore.

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Si è verificato un errore nel gadget

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...