venerdì 30 settembre 2016

Recensione: FUOCO E GHIACCIO di Carmilla D.



"Fuoco e ghiaccio" è il primo libro di una saga urban fantasy/romance con protagonista un vampiro tanto bello quanto innamorato della sua dolce metà, l'umana Angelica, per la quale è disposto a tutto.


FUOCO E GHIACCIO
di Carmilla D.


Intrecci Edizioni
563 pp
19 euro
2016
La nostra storia è ambientata a Torino, ai giorni nostri.
Conosciamo subito il protagonista, Alessandro Rucellai, uno stimato docente che alla Facoltà di Architettura insegna Storia dell’Architettura Moderna e Medioevale in seguito all’ennesimo trasferimento. 

Alessandro è un uomo di bellissimo aspetto, perfetto nei tratti somatici e nella corporatura, e ogni giorno desta commenti pieni di ammirazione da parte del gentil sesso e sentimenti di invidia da parte dei maschi.

E' un tipo algido, sicuro di sè, consapevole del proprio fascino e del proprio carisma; la sua cultura è immensa e a lezione assistenti e studenti pendono letteralmente dalle sue labbra.

Tutti lo adorano... tranne lei.
Lei è Angelica, una studentessa di 22 anni piccola e minuta ma, agli occhi del professore, bellissima e sensuale nella sua semplicità.
Alessandro viene attratto immediatamente da lei perchè, a differenza delle sue amiche, questa ragazza non ha un atteggiamento svenevole nei suoi confronti, non si perde in commenti volgari e piccanti sulla sua persona, anzi, sembra non subire il fascino da Casanova del bell'insegnante.

Ma quella di Angelica non è indifferenza, è solo un'innata riservatezza che in realtà nasconde un bel caratterino, testardo, vivace ma anche molto dolce.

Tra i due ben presto scatta la scintilla dell'attrazione; a legarli inizialmente è l'amore per l'Arte, in particolare per il Rinascimento, e così, tra una lezione e l'altra, tenute nello studio di Alessandro, il rapporto tra i due va via consolidandosi, fino a quando entrambi si ritrovano innamorati persi l'uno dell'altra.
Ma gli ostacoli al loro amore si palesano da subito.
Anzitutto, Alessandro è il professore di Angelica, che dovrà sostenere un esame con lui: come potrebbero vivere il loro amore alla luce del sole senza destare disapprovazione e sospetti da parte di tutti, all'università?

E infatti, questa sarà una bella gatta da pelare per i due innamorati..., ma non sarà di certo l'unica, perchè in tanti si opporranno al loro amore, causando preoccupazioni ad entrambi.

Certo, i problema principale non si può risolvere ma va accettato per quello che è: il nostro bel docente di Storia non è un uomo qualsiasi e non ha 26 anni, come sostiene, ma ha almeno cinque secoli di (non) esistenza sulle sue forti spalle, perchè Ale in realtà è... un vampiro!

Può un vampiro vivere tranquillamente e senza conseguenze una storia d'amore con un'umana?

Alessandro sa che questo suo desiderio di vivere felice accanto ad Angelica non potrà essere realizzato con facilità perchè tutto sembra essere contro di loro e, intanto, un acerrimo e storico nemico dello stesso Alessandro trama alle sue spalle...

L'amore tra i due protagonisti - che si alternano nella narrazione per offrirci ambo i punti di vista - nasce timidamente per poi diventare sempre più forte e passionale ed è in  pratica al centro della storia, ed infatti i momenti di romanticismo sono tanti.
Restare razionale e aspettare i tempi per amarsi non è semplice perchè l'attrazione fisica è dirompente, ma Alessandro è tra i due quello che ha più esperienza e più autocontrollo; non solo, ma è anche un vampiro fedele e devoto, premuroso e apprensivo verso la sua giovanissima fidanzata, che ha qualche problema col cibo e questo è motivo di discussione nella coppia.

La narrazione è molto particolareggiata; nei primi capitoli viviamo gli incontri iniziali tra i Angie e Ale due volte, perchè l'Autrice ci lascia vedere le cose dalla prospettiva di tutti e due; con lo scorrere degli eventi, i capitoli si alternano senza ripetizione ma andando avanti nello sviluppo egli eventi.

Pur essendo il tutto reso molto vivace dall'abbondanza di dialoghi, dai botta e risposta soprattutto tra i due amanti - che hanno una bella parlantina, si punzecchiano spesso per poi far pace -, il ritmo non è molto veloce perchè la narrazione è, come dicevo, ricca di dettagli e si dà molto spazio alle reazioni di Angelica e Alessandro, ai loro sentimenti, ai dubbi e ai timori.

Sicuramente i due protagonisti sono abbondantemente tratteggiati nella personalità e nel carattere, anche se ho trovato personalmente le loro reazioni troppo enfatizzate e quindi poco verosimili: lui troppo preoccupato al minimo problema di lei, e lei a sua volta spesso sull'orlo del pianto al minimo sgarbo di lui, e buona parte dela storia si gioca su questo rapporto sentimentale tra il premuroso vampiro e la bella e fragile ragazza, che non si lascia impressionare neanche un po' dalla natura non umana del suo amore.

A parte la tendenza a ripetere alcuni concetti e situazioni (tipo i commenti adoranti delle donne al solo veder passare Alessandro) e a questa esagerazione nel marcare l'aspetto emotivo dei due personaggi principali (con i loro cambi repentini d'umore), il romanzo si legge piacevolmente, la storia è gradevole, è scritta bene e si nota la passione dell'Autrice per la Storia dell'Arte, che resta sullo sfondo della storia d'amore tra Angie e Ale, arricchendola di un certo fascino.

Superata la seconda metà del libro, troviamo una maggiore vivacità nel susseguirsi degli eventi perchè un pericoloso nemico crea scompiglio nella serenità dei due innamorati.

Il finale è chiaramente aperto e lascia presagire che l'agognata felicità della coppia potrebbe andare incontro a futuri ostacoli e impedimenti.
Non mi resta che aspettare il successivo romanzo e consigliarvi intanto la lettura di questo primo volume, per la cui copia ringrazio la Casa Editrice!

Nessun commento:

Posta un commento

Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. O. Lagercrantz

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Adsense

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...